A Badia il Sarego è Campione Veneto e Delta 2000 è vice. Alla Turchese lo spareggio in Terza. E Rugby Rovigo Delta is winner a Parma


16/05/2011

E’ stata Festa Grande nel week end, sia con gli Amici di Delta Radio nella consueta conviviale di fine annata calcistica e sia con gli Amici del Rugby Rovigo Delta in quel di Parma dove, assieme a tanti tifosi-sportivi rodigini, ho ‘gustato’ il parmigiano-successo di Polla Roux, Duke Mahomey & Company, cioè dei Bersaglieri rossoblu vs i Crociati Parma.
Mettiamoci che ho anche fotografato Quelli della Mille Miglia, che ho visto Sandro Giacobbe e  Paolo Mengoli della Nazionale Cantanti e allora…eccoci qui a parlarvi di questa ‘giornata calcistica a scartamento ridotto’.
Visto che anche Delta Radio ha potuto fare l’en plein dei collegamenti con soli due campi collegati. Vale a dire quello di Badia Polesine, dove il Delta 2000 di mister Zuccarin si giocava il titolo veneto della Eccellenza contro il forte Sarego, e quello di Ceregnano dove la Turchese spareggiava col Roverdicré per guadagnarsi l’accesso ai play off di Terza categoria.
E così ieri che ero a riposo, mi sono ritrovato in Chiesa a Canalnovo per la comunione di Chiara. E mi sono ritrovato col “Grande Dog” ( giocatore delle mie giovanili e ora papà di un musicista nella Motel Riffredi) col quale abbiamo parlato di Alluvione del 1951 e lui mi ha parlato di quel… Canto delle Angoane di Gianni Sparapan che non si ‘sentirebbe più appunto dall’epoca della Grande Alluvione.

E mi sono ritrovato a pranzo a Villadose a parlare di rugby col ‘Gino dell’auricolare’ ( ma queste sono solo …bagatelle) un ‘signore’ che da 21 anni lo vive dal di dentro (perciò l’ho fotografato a Parma … e mi ha detto che Mahomey sabato ci sarà) e per il quale – ha detto toccandosi il cuore – “se quest’anno arrivasse lo scudetto in casa Rugby Rovigo Delta sarebbe…. da scoppiare per l’emozione”.
Che c’entra tutto questo col calcio? Beh, la fortuna ha voluto che il Delta 2000 si dimenticasse i documenti a Porto Tolle e così, con la partita che a Badia è iniziata in ritardi, ho potuto ascoltare tutto il big match Delta 2000 – Sarego su Delta Radio, commentato da Roberto Pizzoli mentre Salvatore Binatti conduttore passava il ping pong al Gigi ‘nazionale’ per le interviste ai presenti, dal presidente Olivo Frizzarin dell’Adriese al bassopolesano Marangon dirigente del Delta 2000.

Con Clelio Mazzo che ai microfoni di Pizzoli si è detto orgoglioso di aver portato in Polesine la finalissima veneta in uno stadio strapieno di tifosi che si sono comportati sportivamente.
Alla fine hanno vinto per 2-0 i vicentini del Sarego, grazie ai gol di Fochesato e De Battisti entrambi nel primo tempo, ai quali ha messo la saracinesca il portiere Morello decisivo parando alcuni pregevoli conclusioni di Rizzi, Marangon & company.
Certo si è fermata l’imbattibilità del Delta 2000, imbattuto in tutta la regular season, ma ciò che conta è che la squadra del presidente Mario Visentini e di mister Fabrizio Zuccarin ha centrato lo storico salto in SERIE D.

Rimpianti? Su La Voce di Rovigo , ai taccuini di Fabio Zanellato, mister Zuccarin si è espresso così:<< Una partita davvero strana da decifrare, eravamo partiti bene prendendo in mano le redini del gioco, ma la loro difesa è stata ottima e ci hanno colpiti nel momento cruciale della partita… Non hanno rubato nulla ma resta l’amaro in bocca di aver perso per il secondo anno la sfida finale, ci riproveremo …ma dobbiamo vincere un altro campionato>>.
Gli ha fatto eco capitan Federico Giolo:<< Peccato aver perso proprio l’ultima partita, sarebbe stato davvero la ciliegina sulla torta… Ora ci riposeremo per ricaricare le pile per affrontare la prossima serie D nel migliore dei modi>>.

Quanti erano gli spettatori? Su Il Gazzettino parlano di 300 circa, su La Voce di Rovigo parlano di 450 circa. Noi che abbiamo ascoltato la diretta e che conosciamo quanto siano ‘seguiti’ quelli del Delta 2000 dai propri tifosi, propendiamo per “500 presenti” calcolando gli addetti ai lavori. Al Badia che ha ospitato l’evento  (significativa su Il Gazzettino la foto del dirigente Alessandro Boldrin tra Clelio Mazzo e Luca Pastorello della Figc Rovigo) giriamo l’augurio dei polesani perché trovi la salvezza nei play out di Prima categoria contro i veronesi del Vigo peraltro allenato dal polesano Malaman.
Per quanto riguarda invece lo spareggio tra Turchese e Roverdicrè , per accedere ai play off della Terza categoria, qui abbiamo ascoltato Enzo Fuso che su Delta Radio ha spiegato in cronaca la legittimità della vittoria Turchese per 3-0 grazie alle reti segnate da Descrovi, Ossati e Colombo, mentre l’amico Paolo Rizzieri  ha onorato tutti ed in particolare mister Fusetto che è pure sceso in campi tra i suoi giocatori.

E qui i tabellini concordano segnalando 200 spettatori circa, nel match arbitrato da Salvadori, coadiuvato da Saltarin e Naso.
Per il discorso dagli spogliatoi ci affidiamo ai taccuini del ‘bravo e profondo’ Alessandro Garbo (simpatica la sua moviola e sopra tutto i suoi commenti settimanali) che su La Voce registra così il pensiero di Fusetto mister winner ritratto gioia:<< Sono entrato nel secondo tempo perché non potevo non partecipare alla festa finale. Abbiamo preparato la gara nei minimi particolari visto che… in campionato contro il Roverdicè subimmo la rimonta da 0-2 a 3-2. Siamo stati praticamente perfetti …>>.
Poi Christian Fusetto, pensando a Papozze ha ribadito:<< Contro i gialloneri non abbiamo nulla da perdere. Crediamoci>>.
Per il resto, visto che non hanno giocato altre squadre, ci risentiamo la prossima settimana per commentare quei play /play out di cui abbiamo già segnalato il calendario.
Precisando che saremo a vedere il Loreo a Conselve (questo il suo avversario salvezza, e non il Noventa Pd che avevo citato in precedenza) . Con quali prospettive per le polesane? Intanto il ds Massimo Bovolenta mi ha detto che ci spera, anche perché il Loreo di mister Augusti ha due opzioni risultato per salvarsi, visto la miglior posizione nella classifica rispetto ai padovani di mister Dorino Anali.

Come ci spera il ds Cristiano Masotti per la sua Union At, ma anche Tessarin per il suo Porto Viro e Luca Pavarin per il suo Lapecer. E come tutti gli altri ‘interessati’.
Perciò…alla prossima, sarà il campo  a parlare per lo Scardovari, la Tagliolese, il Cavarzere, l’Atheste e tutti le altre squadre di Seconda e Terza categoria.
Noi ci limitiamo a segnalare che il San Vigilio ha rinunciato a disputare i play off in quanto giù praticamente promosso in quanto finalista del Trofeo Veneto ( l’Eurocalcio ha infatti vinto sia in Coppa che in Campionato e non può occupare entrambi i due posti).
Un fatto che permette tra l’altro ai Blucerchiati di subentrare al San Vigilio e sperare altrettanto nel salto in Prima categoria attraverso appunto i play off.
Ovviamente, al di là della Festa e delle relative foto che mostriamo, i cronisti di Delta Radio saranno presenti sui campi per questo rush finale, ovviamente coordinati dalla Redazione e da Salvatore Binatti – conduttore storico.

Mentre, riandando ai titoli relativi a Filippo Guccione, ci piace riproporvi la segnalazione by Alessandro Garbo il cui incipit su La Voce di Rovigo recita così:<< PERUGIA/ E’ giovane e ambizioso, ma si sta abituando ad alzare i trofei. Filippo Guccione, cannoniere polesano doc e fratello del celeberrimo Giovanni Guccione, trionfa nell’Under 18 di Serie D.
Gli azzurrini del ct Magrini si impongono nel Torneo internazionale, superando in finale un orgoglioso Kenya>>.
Un largo 5-2 con Filipppo Gucicone , classe ’92, entrato in campo al 29’ st.
Poi per l’attaccante polesano che milita nel Cerea, il ‘collaudato’ Alessandro ‘con’ Garbo , chiosa pro nobis così:<< E chissà che in futuro il legame del mini bomber con la casacca azzurra non diventi sempre più solido. Il sogno dei polesani, per il momento, rimane quello di vedere duettare i fratelli Guccione con la stessa maglia. L’appello di mercato è rivolto all’Union At>>.
Ovviamente anche noi la pensiamo “con Garbo”, quello dell’incipit con Filippo Guccione che consolida il suo rapporto con la maglia azzurra dell’Italia e perché no, la Serie A.

Intanto stasera su Free Channel, per la tv Prima Free, nella trasmissione “Lunedì in Campo” (digitale 692) condotta da Salvatore Binatti con ‘firework’ Gigi Patrian e col sottoscritto e gli ospiti del Calcio a 5 , si parlerà dei play off/play out coi personaggi direttamente interessati.
Senza dimenticare che la Villanovese di mister Emiliano Marini è ‘orgogliosa’ della Coppa Disciplina conquistata con la Juniores, mentre il presidentissimo Emilio Milani è ancor più orgoglioso per la Benemerenza Figc ricevuta a Roma, dove peraltro, presenti Giancarlo Abete e Gianni Rivera, la polesana Rosolina rappresentata dal ds Vittorio Destro è stata premiata come società in attività da oltre 75 anni.

EXTRATIME/ La cover è per un tifoso-Bersagliere giustamente festante in quel di Parma (vedi risultato 20-13 pro Rovigo sul tabellone luminoso alle sue spalle). Poi la fotogallery è fifty fifty tra Rugby e calcio. E così mostra i Bersaglieri abbracciati nel saluto iniziale al loro pubblico. Quello inizialmente composto in tribuna e quello ‘salutevole da famiglia in gita fuori porta’ nel pre match. Quello che dopo la vittoria e alcune splendide touche vinte e certificate in foto, è esploso poi che è esplosa nella gioia folklore rossoblu a partita vinta sui Crociati Parma. Nella parte calcistica della fotogallery ripartiamo con la foto gruppo redazione/inviati di Delta Radio. Quindi con la foto da campo dedicate all’Union At perché ilo secondo da dx è …Giovanni Guccione fratello del bomber azzurro Filippo winner al bacio a Perugia. E con riferimento alle premiazioni storiche di Roma, mostriamo innanzitutto la foto bianconera del Rosolina 1969 di mister Mantoan (a dx) e Pizzeghello gran dirigente (a sx) e dulcis in fundo per onorare i neroverdi dei Marini e del presidentissimo Emilio Milani, ecco la Villanovese dei favolosi anni ’80 di mister Alvino Minardi allenatore. Con questa didascalia , in piedi da sx, Milani (pres) - Bacchiega - Passarella - Marini E. - Orsetti - Zennaro - Paltarin - Rauli - Marini W. - Minardi - Capovilla (dir.) - Schiesaro (dir.); accosciati:Zanni - Baccaglini - Lovo - Borella - Astolfi - Toffalin - Pezzuolo – Marini C., Sterza ( mass).
E alla prossima, per andare a chiudere poi in bellezza questa splendida stagione amarcord/futuro.




Sergio Sottovia
www.polesinesport.it