A Dublino ‘storica decisione’ by ErcRugby: assolto JF Montauriol/Vea Femi-Cz. E a Rovigo tesserato De Robertis


It was tomorrow... San Donà. Dopo le 5 settimane ‘comminate’ a Van Niekerk in Amlin Cup arriva oggi la buona novella by Ercrugby: nessuna punizione a carico di JF Montauriol, che così può giocare domani in campionato vs San Donà. Mettiamoci anche il tesseramento by Vea FemiCz dell’argentino Gaston De Robertis e allora si può dire che i Bersaglieri ‘suoneranno la carica’ domani al Battaglini.
Ma se noi scriviamo di rugby è perché la ‘assoluzione’ by Ercrugby , dopo la convocazione di JF Monturiol a Dublino assistito dall’avvocato Cogo, rappresenta una “News” speciale nel campo del ‘diritto sportivo internazionale’, per certi versi alla stregua di quanto lo fu la Legge Bosnam nel sistema calcio.
Per questo pubblichiamo la relativa notizia ufficiale trasmessaci by Pierpaolo Modenesi/Ufficio Stampa Vea Femi Cz Rugby Rovigo Delta, preceduta addirittura , come Main News, dalla “Decisione Ufficiale” by ErcRugby, con relative foto e didascalie su JF Montauriol.

E che sia stata davvero una buona novella lo dimostra (vedi Appendice News e relativa fotogallery) la successiva vittoria della Vea Femi Cz per 19-13 sul san Donà, tanto più che è stata difficile e sofferta 'quanto mai'.

MAIN NEWS ( by www.ercrugby.com, 25 January 2013 14:55pm) / DISCIPLINARY HEARING DECISIONS – ROUND 6/  JEAN FRANCOIS MONTAURIOL: CITING COMPLAINTS UPHELD

 

 

<<The citing complaint against the VEA Femi-CZ Rovigo second row, Jean Francois Montauriol (No 5), arising from the Amlin Challenge Cup, Pool 2, Round 6 match against Perpignan on Thursday, 17 January 2013, was not upheld at an independent Disciplinary Hearing in Dublin.>>
 
Jean Francois Montauriol
Video of incident
 
Law 10.4(b) reads: Stamping or Trampling. A player must not stamp or trample on an opponent
 
Under the IRB Sanctions for Foul Play, Law 10.4(b) carries the following sanction entry points: Low End - 2 weeks; Mid Range - 5 weeks; Top End - 9+ to 52 weeks
 
The independent Judicial Officer, Mark McParland (Ireland), heard evidence and submissions from Montauriol, who pleaded not guilty, from the VEA Femi-CZ Rovigo Head Coach, Paul Roux, and from the club's legal representative, Federico Cogo. The Judicial Officer also heard submissions from ERC Disciplinary Officer, Roger O'Connor.
 
The Judicial Officer determined that Montauriol had made inadvertent contact with Vilaceca and that the alleged stamp was an accidental act. He therefore dismissed the citing complaint and Montauriol is free to play.

 

 

 
ERC have the right to appeal the decision.
 
Phelipponneau suspended for four weeks
 
Video of incident
 
The Mont-de-Marsan prop, Morgan Phelipponneau (No 17), has been suspended for four (4) weeks following an independent Disciplinary Hearing today (Friday, 25 January) arising from the Amlin Challenge Cup Pool 1, Round 6 match against Gloucester Rugby on Saturday, 19 January 2013.
 
Phelipponneau was alleged to have to punched the Gloucester Rugby player, Shaun Knight (No 3), twice during the first half of the match at Kingsholm in contravention of Law 10.4(a) of the IRB's Laws of the Game.
 
As Citing Commissioners are not always appointed for Amlin Challenge Cup matches which are not broadcast live on television, Tournament Rules allow either club to submit citings for consideration by an independent Citing Officer.
 In this case, the appointed Citing Officer, Gordon Black (Ireland), considered that there were grounds to conduct a Disciplinary Hearing following a citing complaint for punching against Phelipponneau by Gloucester Rugby.
 
Law 10.4(a) - Striking or Punching: A player must not strike an opponent with a fist or arm including the elbow, shoulder, head or knees
 
Under the IRB Sanctions for Foul Play, Law 10.4(a) striking a player the hand, arm or fist carries the following sanction entry points: Low End - 2 weeks; Mid Range - 5 weeks; Top End - 8+ to 52 weeks.

 

 

 
The independent Judicial Officer, Mark McParland (Ireland), heard evidence and submissions by video conference from Phelipponneau, who pleaded not guilty, from Mont-de-Marsan official, Jerome Dhien, and from the club's legal representative, John O'Donnell SC. The Judicial Officer also heard submissions from ERC Disciplinary Officer, Roger O'Connor.
 
The Judicial Officer upheld the citing complaint and determined that Phelipponneau had struck Knight with two punches to the head. He found that the offence was in the mid range (5 weeks) of the IRB's sanctioning regime and as there were no aggravating factors, he took into account the player's age (23), inexperience and remorse, as well as his good conduct during the hearing before imposing a sentence of four (4) weeks.
 
Phelipponneau will be free to play on Monday, 18 February 2013. Both the player and ERC have the right to appeal the decision.

 

 

 
Notes
 
(i) Citing Commissioner
 a) Citing Commissioners are appointed by ERC for all Heineken Cup and all televised Amlin Challenge Cup matches and shall be entitled to cite a player for any act or acts of Foul Play that in the Citing Commissioner's opinion warranted a red card.
 b) For such matches, clubs will not have the power to cite a player but may refer incidents to the Citing Commissioner within 26 hours of the start of the match.
 c) The Citing Commissioner will have 50 hours from the start of the match to make a citing. In certain circumstances this deadline can be extended.
 d) The ERC Disciplinary Officer, Roger O'Connor, may forward the submitted citing to a Citing Officer to determine whether there are sufficient grounds for the citing to progress.
 e) The Disciplinary Officer will then bring a charge against the cited player.

 

 

 
(ii) Disciplinary Hearing
 a) The independent Judicial Officer is chosen by the chairman of the independent Disciplinary Panel, Professor Lorne Crerar.
 b) ERC's Disciplinary Officer, Roger O'Connor, presents the case against the player.
 c) If a citing complaint is upheld, the independent Judicial Officer will be required to consider the appropriate sanction. Under the IRB's sanctioning regime, which ERC is obliged to follow, the Judicial Officer will first assess the seriousness of the player's actions and determine which of the three stipulated entry points (lower end, mid range and top end) is the most appropriate.
 d) The Judicial Officer will determine the appropriate entry point based on his/her assessment of a number of particular characteristics of the player's actions, including whether or not they were intentional, whether or not they caused any injuries and whether or not they had any effect on the relevant match.
 e) After deciding the entry point, the Judicial Officer will then consider whether the suspension should be increased from the entry point to take account of certain specified aggravating factors, such as a poor disciplinary record or the need for deterrence, and/or decreased from the entry point to take account of certain specified mitigating actions, such as a guilty plea, a good disciplinary record, the player's conduct at the hearing and expressions of remorse.
 d) A suspension is a blanket ban from playing rugby union anywhere in the world.
 e) Both parties to the hearing (ERC and the player) have the right to appeal decisions of the independent Disciplinary Hearing. Appeals must be lodged within three (3) working days of receiving the full written decision of the Judicial Officer.
 f) The full written decision of the Judicial Officer will be available on www.ercrugby.com/disciplinenews when the disciplinary process is complete
 g) For IRB Sanctions for Foul Play, found at Appendix 1 to IRB Regulation 17, please click here>>

 

 

SECONDA NEWS/ ( di Pierpaolo Modonesi , VEA FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA
Stagione Sportiva 2012-2013 / Comunicato stampa n. 83 del 24.01.2013/

CINQUE SETTIMANE PER VAN NIEKERK;  VEA FEMI-CZ RIPRENDE CONTRO IL SAN DONÀ

<< Ripresa problematica in Eccellenza per la Vea Femi-Cz. La buona prova di Perpignan non ha allungato le fila dei presenti in infermeria, ma si porta dietro lo strascico della posizione di Van Niekerk e di Montauriol.

Per il primo il giudice indipendente ha concluso il procedimento con cinque settimane di squalifica mentre per Montauriol è previsto un supplemento di approfondimento.

 

 

Nel caso di Van Niekerk ha giocato pesantemente la volontà dell’ERC di eradicare dalle situazioni di gioco il tipo di fallo commesso dal centro del Rovigo. Il tip tackle (noto anche come spear tackle) è considerato un fallo estremamente pericoloso anche perché mette il giocatore che lo subisce in condizione di non potersi difendere dagli effetti di tale azione. Nel caso specifico il fallo è stato considerato di “mid range” e sanzionabile pertanto con otto settimane alle quali se ne deve aggiungere una per la pericolosità. L’approccio costruttivo del giocatore alle fasi del procedimento, l’ammissione della gravità del gesto e il riconoscimento che non deve mai trovare giustificazione superare i limiti, anche nell’impeto dell’azione agonistica, assieme alla linea difensiva predisposta dalla Società, hanno giocato a favore di Joe Van Niekerk che si è visto ridurre del 50% la sanzione prevista per il fallo di mid range. La sentenza definitiva del giudice indipendente, l’irlandese Mark McParland, prevede pertanto cinque settimane complessive di squalifica (quattro più una).

 

 

In quanto al caso di Montauriol, lo stesso giudice, nel dubbio, ha ritenuto di doverlo incontrare di persona per arrivare a capire l’esatta dinamica di quanto accaduto ed ha pertanto aderito alla proposta di sentire immediatamente gli interessati . Montauriol, il tecnico Polla Roux e l’avvocato Federico Cogo partiranno in giornata per incontrarsi domani, venerdì, con il giudice McParland a Dublino.

I ruoli ricoperti dai due giocatori risultano particolarmente delicati ed, in questo momento, non pienamente coperti se dovessero mancare entrambi.

Al Battaglini i rossoblù dovranno sfoderare una prova di squadra maiuscola e ogni giocatore dovrà gettare in campo ogni energia disponibile.

Rimangono incertezze sull’utilizzo di De Marchi.

Lo staff tecnico ritiene che possa essere riconosciuta l’insussistenza del fallo di Montauriol e spera di poterlo schierare in campo, questa, nel caso, una possibile formazione: Basson; Lubian L., Menon, Pedrazzi, Bacchetti; Lenarduzzi, Wilson; Ferro, Ciochina, Persico; Montauriol, Tumiati; Ceglie, Mahoney, Lombardi. Per un posto in panchina sono in lizza i seguenti giocatori: Anouer, Quaglio, Gaeta, Maran, Pierini, De Marchi, Calabrese, Zanirato, Duca e Zorzi.

Vea Femi-Cz Rugby Rovigo Delta / Ufficio Stampa / Pierpaolo Modonesi >>


TERZA NEWS/ di Pierpaolo Modonesi / VEA FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA
Stagione Sportiva 2012-2013 / Comunicato stampa n. 84 del 25.01.2013

 

 

 A DUBLINO ASSOLTO JEAN FRANÇOIS MONTAURIOL; LA VEA FEMI-CZ TESSERA DE ROBERTIS

 << Un viaggio fruttuoso quello di Jeff Montauriol a Dublino dove, accompagnato dall’avvocato Federico Cogo e da Polla Roux, ha avuto modo di difendersi davanti al giudice indipendente l’irlandese Mark McParland. Al termine del dibattimento il giudice ha riconosciuto l’innocenza del giocatore accogliendo le tesi difensive sostenute dallo stesso Montauriol con l’assistenza legale dell’avvocato Cogo e tecnico-sportiva dell’allenatore Polla Roux.

Negli ultimi tre anni nessun citato presso l’ERC per partite di coppa se l’era cavata senza una sola giornata di squalifica.

L’esito del dibattimento è stato accolto con grande soddisfazione dalla Società che a fronte dell’incredulità e sgomento iniziale per la citazione di Montauriol ha ritenuto di adoperarsi per dimostrare la piena innocenza del giocatore. Nell’occasione non si è trascurato alcun particolare per arrivare all’obbiettivo di accertare il corretto comportamento sportivo del proprio giocatore Jean François Montauriol da cui ci si aspetta un prezioso contributo per raggiungere gli obbiettivi societari.

Il giocatore sta meritando in campo la fiducia che aveva portato alla sua riconferma e la presenza contro il San Donà potrà contribuire a superare questo ostacolo.



Al termine delle visite mediche e dopo le valutazioni tecniche a cui si è sottoposto in settimana, la Società ha deciso di accogliere nella famiglia rossoblù il pilone argentino Gaston De Robertis per il quale si sono avviate le pratiche di tesseramento.
 
In una sola giornata due iniezioni di fiducia per l’ambiente ed ora la parola passa al campo dove sabato alle 15,00 si dovrà affrontare l’M-Three Rugby San Donà per l’ultima giornata del girone di andata del campionato di Eccellenza.

Lo staff tecnico ha deciso la formazione da mandare in campo (l’unica possibile variazione è legata al tesseramento di De Robertis): Basson; Lubian L., Menon, Pedrazzi, Bacchetti; Lenarduzzi, Wilson; Ferro, Ciochina, Persico; Montauriol, Tumiati; Ceglie, Mahoney (cap.), Lombardi. A disposizione: Anouer, Gaeta, Quaglio, Maran, Duca, Zanirato, Calabrese, De Marchi.

 Vea Femi-Cz Rugby Rovigo Delta / Ufficio Stampa / Pierpaolo Modonesi. >>

 

QUARTA NEWS (di Pierpaolo Modonesi/Ufficio Stampa Rugby Rovigo Delta, 26.01.2013. ore 18, 01)/ VEA FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA vs M-THREE RUGBY SAN DONÀ 19 - 13 (16 - 7)

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 26 gennaio 2012
Eccellenza, XI giornata

VEA FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA vs M-THREE RUGBY SAN DONÀ 19 - 13 (16 - 7)
I venti minuti finali hanno visto la linea di meta del Rovigo trasformarsi nella linea del Piave.  Il San Donà ha fiutato l’aria della vittoria e si è gettato, anima e corpo, alla ricerca di un risultato prestigioso. Alla fine ha raccolto un punto di bonus ampiamente meritato .

 

 

Meritata anche la vittoria del Rovigo che è forse regredito nelle azioni in profondità, ma che ha schierato una prima linea convincente e che ha difeso, in trincea, il vantaggio accumulato piano piano nel primo tempo.
Rhys Lenarduzzi ha confermato le qualità di organizzatore e si è sacrificato, anche lui, in un salvataggio sulla linea di meta evitando così una segnatura del San Donà che avrebbe potuto avere effetti devastanti.

 

 

Oggi il Rovigo è sembrato stanco. La settimana dedicata al Sei Nazioni darà modo ai tecnici di far recuperare le energie e di favorire l’inserimento del nuovo arrivato De Robertis (pochi i minuti giocati oggi, ma il suo compito lo ha svolto con diligenza).



Marcatori: p.t. 2’ cp Basson (Vea Femi Cz Rovigo) (3-0); 5’ meta Kudin tr. Bacchin (3-7); 9’ cp Basson (Vea Femi Cz Rovigo) (6-7); 21’ cp Basson (Vea Femi Cz Rovigo) (9-7); 18’ meta pen. tr. Basson (Vea Femi Cz Rovigo) (16-7).
s.t.  41’ cp Bacchin (San Donà) (16-10); 44’ cp Basson (Vea Femi Cz Rovigo) (19-10); 41’ cp Bacchin (San Donà) (19-13).


Vea-FemiCZ Rovigo Delta: Basson (75’ Zanirato); Lubian L. (62’ Calabrese), Menon, Pedrazzi, Bacchetti; Duca, Wilson; Ferro, Ciochina, Persico; Montauriol, Tumiati (54’ De Marchi); Ceglie(56’ Quaglio), Mahoney (cap) (75’ De Robertis), Lombardi (80’ Anouer)  .  A disposizione: Maran e Duca.
all. Roux

 



M-Three Rugby San Donà: Secco; Robuschi, Iovu, Flynn, Damo (52’ Bona); Bacchin E., Rorato; Molitika, Birchall, Di Maggio (cap) (40’ Pilla); Sala, Gerini (62’ Montani); Filippetto (49’ Zanusso L.), Kudin, Zanusso M(62’ Zamparo).
a disposizione: Vian, Mucelli e Brussolo.
all. Wright

 

 

 

arb. Vivarini (Piove di Sacco, PD)
g.d.l. Schilirò (San Gregorio, CT), Laurenti (Bologna)
quarto uomo: Favero (Montebelluna, TV)


Cartellini: 38’ pt giallo Sala (San Donà); 63’ giallo Menon (Rovigo); 80’ giallo De Marchi (Rovigo).

Man of the match: Lombardi (Vea Femi-CZ Rovigo Delta)
Calciatori: Basson (Vea Femi-CZ Rovigo) c.p. 4/4, tr. 1/1; Bacchin (San Donà) c.p. 1/1; tr. 2/.
Note: giornata piovosa, campo in discrete condizioni. Spettatori 1.200 circa.

Punti conquistati in classifica: Vea Femi-CZ Rovigo Delta 4 - M-Three Rugby San Donà 1>>

 

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per JF Montauriol ‘citing complaint not upheald’ (naturalmente l’azione proposta non è quella ‘presumibilmente’ incriminata e sottoposta a giudizio by ErcRugby).
Poi nella fotogallery partiamo appunto facendo riferimento al ‘sito’ della Ercrugby mostrandovi la relativa Home Page. E in sequenza la stessa foto’Montauriol’ della cover, ma con la relativa didascalia incorporata “Disciplinary Hearing Decisions” …and so on.
Poi con riferimento a JF Montauriol vi proponiamo alcuni flash che il sottoscritto ha scattato sempre relativamente alla Amlin Cup ( vedi in sequenza il poker immagini by Stadio Battagini vs Woecester Warriors) e alla partita di Campionato disputata in precedenza allo Stadio Fattori de L’Aquila (vedi sequenza in poker con le due immagini ‘scambio gadget’ tra le Posse Rossoblù e il SIGNOR G… gran cerimoniere abruzzese assieme al presidente Francesco Zambelli e a Stefano Andriolli & Miss griffati ‘Posse’).

 

 

Per le ultime ‘fotofinali’ by fotogallery & Montauriol post Dublino i proponiamo le immagini della ‘’ultrasofferta’ vittoria dei Bersaglieri vs San Donà.
Ripartendo da Montauriol ‘Hearing in Dublino” e poi dalle tribune di Rovigo che mostrano patron Francesco Zambelli insieme al ‘legale’ Federico Cogo, mentre assistono Azzi, Badocchi e Govoni. Ma anche uno striscione dei supporter del San Donà ‘circondati’
dal plaid rossoblu e dagli storici dirigenti Susanna & papà Vecchi al fianco di Badocchi.
Relativamente al match vinto dalla Rugby Rovigo Delta per 19-13 vi proponiamo alcune fasi di gioco, compreso l’esordio dell’argentino Gaston De Robertis ( al fianco di coach Polla Roux) , quindi la premiazione di Otis Lombardi Man of the match by Pietro Reale.
Proponendovi altresì la foto team del San Donà ( maglia bianca) e la foto poster finale dei Bersaglieri con JF Mountauriol quarto da sx, circondati dall’affetto delle Posse Rossoblu nel saluto pre-partita.


Pierpaolo Modonesi & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it