Adriatic LNG ha ‘spiegato’ a Porto Viro con Suresh Jagadesan e Alfredo Balena tutti i Risultati Speciali 2017 della gestione ‘terminale di rigassificazione’ / Come ruolo strategico nell’approvvigionamento energetico del Paese ma in sicurezza


15/12/2017

Dico subito che , con l'allargamento delle importazioni a nuovi Paesi, Stati Uniti e Nigeria, da cui in estate sono arrivati i primi carichi di GNL, i risultati già ottimi registrati finora dalla Adriatic Lng  sono destinati a continuare nel loro trend positivo.
L’hanno spiegato ampiamente i Responsabili della Società che gestisce a Poorto Levante l’impianto di rigassificazione, snocciolando dati che ..vale la pena di approfondire direttamente sul sito della stessa Adriatic Lng.
Fermo restando che una analisi autonoma i nostri lettori possono farla in buona parte anche leggendo il reportage che vi proponiamo  in Main News come da mail odierna trasmessaci by Francesco Astolfi – Sec Spa – Ufficio Stampa Adriatic LNG - , possiamo sottolineare due dati importanti.

Innanzitutto la ‘comunicazione esterna’ fatta da Suresh Jagadesan , amministratore delegato di Adriatic LNG, integrata da  quelle di Alfredo Balena delle Relazioni Esterne, pur non rassegnando valori in termini assoluti, spiega comunque i valori di tendenza in termini percentuali sia a livello di incremento di tasso di utilizzo medio annuo del rigassificatore.
E poi va sottolineato che oltre ai dati resi pubblici nella serata speciale di Porto Viro, la società Adriatic LNG , in quanto impresa responsabile e integrata nel territorio, ha fatto pubblicare uno specifico ‘avviso a pagamento’ anche stamattina su Il Gazzettino di Rovigo dove sono state evidenziate in modo esaustivo quelle attività che nel 2017 possono definirsi “a sostegno di iniziative, eventi e manifestazioni di carattere sociale, culturale e sportivo dedicate alla comunità locale”.

Quelle che peraltro qui su www.polesinesport.it hanno trovato specifici reportage, oltre agli analoghi eventi d iniziative promosse sempre dalla Adriatic LNG sia a livello veneto che nazionale, perché come tali vanno intesi la Regata ‘Chioggia Vela’ o le attività musicali dei Conservatori Veneti e de La Fenice di Venezia.

Detto questo , per estrema sintesi, segnaliamo che la Adriatic LNG , nel citato Avviso pubblicato su Il Gazzettino ha sottolineato tante attività collegate a tutti i seguenti Titoli che vi riproponiamo per maggior completezza di informazione.
E cioè … Valorizzazione del Patrimonio Culturale, quindi Importanza della Formazione, poi Consapevolezza dei valori dello Sport, infine Impegno per la Salvaguardia dell’Ambiente.
Il tutto ovviamente integrato alla ‘scheda’ dedicata alla stessa ADRIATIN LNG come SOCIETA’ e si parla di 122 dipendenti tra le sedi di Milano, Porto Viro e sul terminale offshore) .
E come INVESTIMENT SUL TERRITORIO si parla , dal 2007 ad oggi, di oltre 2,8 milioni di euro a sostegno di iniziative  sportive , culturali e socio-educative per la comunità in cui vive e opera.
Con riferimento allo SVILUPPO ECONOMICO DEL TERITORIO si parla di Occupazione Diretta, disaggregando così i Dati relativi ai dipendenti: Su 122 persone ben 41 sono Veneti, di cui oltre la metà rodigini e un quarto veneziani
Con riferimento all’INDOTTO generato dalla attività el terminale si sottolinea che “ A oggi sono stati investiti oltre 250 milioni di euro in contratti con 60 imprese venete e che …le 35 imprese venete che lavorano attualmente per Adritic Lng rappresentano complessivamente  il 60% del valore dei contratti attivi con i fornitori ( pari a circa 200 milioni di euro) .

 

Come riferimento infine alla CRESCITA, INNOVAZIONE E CULTURA DELLA SICUREZZA IN POLESINE, è stato precisato che tutto questo risultato è stato ottenuto “attuando una pre-selezione delle ditte partecipanti alle gare di appalto, secondo elevati standard di sicurezza”, quindi “ricercando collaborazioni con aziende sterne secondo una logica che predilige i rapporti con i fornitori locali dotati di competenze adeguate e che rispettino gli standard richiesti, per poi allargare sempre più il raggio verso il sistema provinciale, regionale, nazionale e internazionale” infine “organizzando dal 2011 il Forum per la sicurezza, appuntamento annuale che Adriatic LNG dedica all’approfondimento di specifici aspetti legati alla sicurezza nel lavoro per le aziende appaltatrici” E che “ A oggi Adriatic LNG ha coinvolto in questi seminari oltre 200 profili professionali provenienti
da più di 20 imprese che collaborano con l’Azienda. Al fine di incrementare la condivisione con le imprese locali delle best practices nel settore della sicurezza, Adriatic LNG promuove una serie di Tavole rotonde sulla sicurezza, ovvero incontri tecnici ai quali sono invitati i responsabili della sicurezza delle aziende con cui la Società lavora
quotidianamente”.
Ovviamente abbiamo anche letto i DATI di Bilancio Pubblici, ma non è il caso di fare ‘comparazioni’ che peraltro i nostri lettori sono già in grado da fare da soli, anche in basi a quanto vi abbiamo voluto segnalare come … indirizzi societari by Adriatic Lng e relative comunicazioni pubbliche.

 

MAIN NEWS ( di Francesco Astolfi , mail 15.12.2017) / ADRIATIC LNG: UNA SERATA SPECIALE PER FESTEGGIARE I TRAGUARDI DEL 2017: A PORTO VIRO COINSUNTIVO BY STAFF DIRIGENZIALE

Porto Viro, 15 dicembre 2017 – Si è tenuta ieri presso il Palazzetto dello Sport di Porto Viro, una serata speciale organizzata da Adriatic LNG per celebrare gli importanti successi ottenuti nel 2017.

Quest'anno, per la prima volta, la Società che gestisce il terminale di rigassificazione al largo della costa veneta ha voluto condividere la soddisfazione per i traguardi raggiunti, sia con i dipendenti delle tre sedi (Milano, Porto Viro e terminal offshore) che con tutti i rappresentanti del territorio con cui costantemente collabora: dalle autorità locali ai pubblici ufficiali, dai fornitori ai partner nelle iniziative a favore della comunità locale.

La serata è stata l'occasione per festeggiare importanti eventi che hanno fatto del 2017 un anno particolarmente significativo per Adriatic LNG. Tra questi, primo in ordine di tempo, il trasferimento della Base di terra a una nuova struttura più spaziosa e moderna, grazie alla quale è stato possibile ottimizzare risorse e performance. Importanti risultati sono stati inoltre raggiunti anche a livello commerciale con l'arrivo in febbraio della 500^ nave metaniera, a dimostrazione dell'efficienza e dell'alta affidabilità del terminale di rigassificazione, e con l'allargamento delle importazioni a nuovi Paesi, Stati Uniti e Nigeria, da cui in estate sono arrivati i primi carichi di GNL.

"Questa sera siamo qui insieme per celebrare un anno significativo per la storia della Società, caratterizzato da risultati straordinari e da prestigiosi traguardi -  ha affermato Suresh Jagadesan, amministratore delegato di Adriatic LNG. "Nel corso del 2017, il nostro terminale ha rafforzato ulteriormente il proprio ruolo strategico nell’approvvigionamento energetico del Paese: non solo il terminale ha incrementato il proprio tasso di utilizzo medio annuo all'85% (69% dello scorso anno) dove la media europea è di circa il 22%, ma abbiamo anche registrato punte superiori al 95%. Tutto questo, è stato realizzato sempre ponendo al primo posto il ruolo della sicurezza e il rispetto per l'ambiente. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a rendere il 2017 un anno speciale".

"La presenza delle istituzioni e dei rappresentanti delle comunità locali a questo importante evento conferma il ruolo centrale che il territorio ricopre per Adriatic LNG - afferma Alfredo Balena delle Relazioni Esterne. "Il loro impegno e il coinvolgimento attivo sono stati essenziali per il raggiungimento dei traguardi e dei successi ottenuti quest'anno. Siamo felici di poter festeggiare insieme e auspichiamo che la nostra collaborazione diventi ogni giorno più forte".
Nel corso della serata, Adriatic LNG ha voluto fare un dono natalizio ai suoi ospiti, regalando un libro fotografico dedicato al Delta del Po. Il volume, dal titolo “Il grande Delta. Terra di confine fra acqua e cielo”, è stato realizzato per l'occasione dal maestro e fotografo di Porto Viro, Luciano Siviero, e raccoglie numerosi scatti che esplorano l'affascinante territorio deltizio e raccontano la vita quotidiana dei suoi abitanti.

RIGASSIFICATORE ADRIATIC LNG – FLASH STORY/ Entrato in esercizio nella seconda metà del 2009, il terminale di rigassificazione Adriatic LNG assicura all’Italia il 10% dei consumi nazionali di gas. Infrastruttura strategica per il Paese per il suo contributo alla diversificazione dell’approvvigionamento energetico, Adriatic LNG ad oggi ha contribuito a soddisfare i consumi nazionali di gas naturale immettendo nella rete nazionale gasdotti oltre 47 miliardi di metri cubi di gas (pari ad oltre la metà del consumo nazionale del 2016) proveniente via nave da 7 Paesi (Qatar, Egitto, Trinidad&Tobago, Guinea Equatoriale, Norvegia, Nigeria e Stati Uniti). Adriatic LNG è co-controllata da EMIGAS (affiliata del gruppo ExxonMobil) e Qatar Terminal Limited (affiliata del gruppo Qatar Petroleum) e partecipata da SNAM. L’organico di Adriatic LNG è composto da 120 persone. I dipendenti che provengono dal Veneto sono 41 mentre sono 60 le imprese venete che dall’inizio del progetto fino ad oggi sono state coinvolte nell’indotto.

EXTRATIME by SS/ Nella fotogallery una serie di immagini della serata di Porto Viro, con sognificativo sfondo' terminale di Porto Levante.

Partendo dalle ‘spiegazioni’ di Suresh Jagadesan - Amministratore Delegato – fino alla platea con i rappresentanti delle istituzioni locali e infine col brindisi da parte dei manager dell’Adriatic Lng ovviamente in versione smile.

Francesco Astolfi & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it