ADRIESE “Data Base” Prima Div 1939-40 Gir A: vince il Belluno, 8^ Adriese di cap Ivo Segantin e Siligardi …


06/01/2018

Qualche piccola variazione sul tema c’è stato in questa stagione 1939/40 a livello di Calcio Veneto.  Per la verità le categorie sono rimaste sempre le stesse, però in Prima Divisione al di là dei soliti 3 Gironi, poi nella Fase finale i Gironi sono diventati 3 anziché.
Senza contare che per quanto riguarda l’Adriese ha giocato nel Giorne A dove ha vinto il Belluno, mentre nel Girone B ha vinto il Marzotto Valdagno B, così come nel Girone C ha vinto il Verona B , cioè la squadra che poi è risultata la vincente “Finale Regionale Assoluta”.
Detto questo, giusto per ‘ambientare’ la partecipazione dell’Adriese nel campionato di Prima Divisione Veneta, segnaliamo che nel suo Girone A gli ‘amaranto’ adriesi hanno per certi versi …cambiato volto.
Un preambolo necessario per segnalare il ritorno di Renato Bottacini sulla panchina del Rovigo in Serie C , portando con sé gli adriesi Aldo Ballarin e Giuseppe Polo che nella loro prima stagione nel capoluogo del Polesine sulle 26 partite a disposizione ne hanno giocato rispettivamente 10 e 11, prima di esplodere nella stagione successive da titolari inamovibili.
Invece per quanto riguarda  l’andamento in campionato e la rosa dell’Adriese, beh vi rimandiamo  a tutto il Data Base stagionale targato Gabriele Crocco, lo ‘statistico’ di livello nazionale che fa da sottofondo anche alle speciali Appendici Flash Story dove potete anche fare adeguata comparazione tra le varie formazioni.
Fermo restando che vi proponiamo altresì tutti i Risultati delle Partite disputate dall’Adriese e che hanno prodotto quella Classifica Generale che vi proponiamo in fotogallery, assieme ad alcuni giocatori che hanno trovato visibilità sulla Stampa in quella stagione.

Ma per farvi capire quanto abbiano inciso glie Eventi Bellici anche sui vari campionati di Calcio , da questa annata alla fine della Seconda Guerra Mondiale,
vi proponiamo come spiegazione-prologo il seguente testo esplicativo estrapolato da wikipedia:<< LA SECONDA GUERRA MONDIALE fu il conflitto armato che tra il 1939 e il 1945 vide contrapporsi da un lato le potenze dell'Asse e dall'altro i Paesi Alleati.
Viene definito "mondiale" in quanto, così come già accaduto per la Grande Guerra, vi parteciparono nazioni di tutti i continenti e le operazioni belliche interessarono gran parte del pianeta. Ebbe inizio il 1º settembre 1939 con l'attacco della Germania nazista alla Polonia e terminò, nel teatro europeo, l'8 maggio 1945 con la resa tedesca e in quello asiatico il successivo 2 settembre con la resa dell'Impero giapponese.

OMISSIS...

Di fronte agli straordinari ed inaspettati successi della Germania tra l'aprile e il maggio del 1940, Mussolini ritenne che gli esiti della guerra fossero oramai decisi e, pensando di poter approfittare dei successi tedeschi per ottenere immediati vantaggi territoriali, il 10 giugno annunciò in un discorso a piazza Venezia in Roma la consegna della Dichiarazione di guerra dell'Italia a Gran Bretagna e Francia, dando nel contempo ordine ai comandi di mantenere un contegno difensivo verso la Francia.

OMISSIS...

LA GUERRA "PARALLELA"
I vertici del fascismo si illusero che la guerra sarebbe stata breve e che l'Italia sarebbe stata in grado di condurre una guerra "parallela" a quella della Germania in piena autonomia dall'alleato; questa fase va dal 1940 sino alla fine del 1941, ed è caratterizza da varie sconfitte, a fronte degli effimeri successi, e si conclude dopo gli insuccessi in Grecia e in Libia e dopo il crollo dell'Africa Orientale Italiana.[>>


MAIN NEWS / RISULTATI DI TUTTE LE PARTITE 1939-1940/ CAMPIONATO VENETO DI PRIMA DIVISIONE – GIRONE A


GIRONE DI ANDATA

29.10.1939    /   Dopolavoro Moretti - ADRIESE    / Non Disputata

5.11               /    Treviso II – ADRIESE                  /     1-1
 
19.11             /     ADRIESE - Mestre II                   /      1-1

3.12               /     Vittorio Veneto – ADRIESE         /       5-1

10.12             /     ADRIESE - Padova II                  /        1-1

17.12             /    ADRIESE – Belluno                     /         0-4

24.12             /    Dolo – ADRIESE                          /         4-0

31.12.1939    /    ADRIESE – Ceggia                      /         1-2

7.1.1940       /     Venezia III - ADRIESE                  /        3-0

GIRONE DI RITORNO

14.1              /      ADRIESE - Dopolavoro Moretti    /       Non Disputata

21.1              /      ADRIESE - Treviso II               /       7 -0 ( rinviata al 3/3 )

28.1              /      Mestre II – ADRIESE                 /         4-3

4.2                /       ADRIESE - Vittorio Veneto          /         1-1

11.2               /      Padova II – ADRIESE           /         15-0 ( rinviata al 24/3 ma anticipata al 19/3)

18.2               /      Belluno – ADRIESE                     /        5-0

25.2               /     ADRIESE – Dolo                           /         4-3

10.3               /      Ceggia – ADRIESE                      /        3-1

17.3.1940      /      ADRIESE - Venezia III                 /         2-3


ECCO LE NOTE SPECIFICHE “CAMP. VENETO DI PRIMA DIVISIONE 1939/40” - ‘TRASCRITTE’ by G.C /CON RIFERIMENTO ALLA CLASSIFICA FINALE

NESSUNA RETROCESSIONE ; Dolo e ADRIESE rinunciano alla Prima Divisione.

AMMESSA al girone finale: Belluno ; AMMESSA al girone finale "Riserve : Padova "B"


NOTE Speciali x ADRIESE:Calciatori della Società Sportiva Adriese citati nei Comunicati: Pavan Luigi, Boaretto Rino, Destro Alvise, Bellettato Vasco, Cavallaro Bruno

INOLTRE: “Si è disputa la III^ Edizione della Coppa Veneto”

 

PRIMA APPENDICE FLASH STORY ( by IL Gazzettino, 19.11.1939)  /  PRIMA  DIVISIONE :  ADRIA – MESTRE II     1 – 1

ADRIA, 20 novembre/  E così abbiamo visto per la prima volta la nuova compagine amaranto!
E, a dire il vero , non abbiamo visto di tutti i colori: slegata , senza nessuna intesa, dotata di una meravigliosa incomprensione di quelli che siano i primi elementi del calcio, la nostra squadra è riuscita a raggiungere il pareggio solo in virtù di una buona dose di fortuna. L compagine nero-fasciata avversaria invece presenta una difesa solidissima che poggia decisamente sul valore dei due terzini , colonne decise e quasi insormontabili; la mediana è più volitiva che tecnica  e Perencin I° ha un tocco deciso e sicuro.
Un po’ meno bene invece all’attacco, che avrebbe potuto ieri segnare più di qualche rete contro Penzo; e questa è stata la più grande dote degli adriesi : la fortuna dell’indecisione dell’attacco avversario.
L’inizio è agli avversari  che scendono veloci ed ottengono subito al 4’ un calcio d’angolo in favore; la rete di Penzo, su tiro di Gallina corre un serio pericolo: è infatti Pagan che, nel tenttivo di respingere di testa manda la palla a battere sulla traversa adriese e la minaccia viene presto respinta. Ma la fortuna degli adriesi non è finita: un bel tiro di De Pazzi viene infatti respinto dal palo destro della rete adriese , mentre Penzo si trova fuori porta; riprende Blasibetti , ma il tiro coglie in pieno sul petto di Penzo che stava ritornando in difesa, il quale compie così, quasi senza saperlo, una bella parata. Però gli adriesi si riprendono un po’, solo in virtù dell’attacco che pensa da solo a fornirsi del gioco: ed è così che ottengono due calci d’angolo in favore al 13’ ed ala 20’.
Al 33’ poi, per colmo di disdetta, i mestrini si lasciano segnare una rete solo per indecisione dei terzini, che viene sfruttata da Siligardi che non trova difficoltà a segnare.
Gli amaranto sono così in vantaggio, m vediamo già che la squadra non ingrana per nulla.
Infatti subito al 3’ della ripresa i nero-fasciati pareggiano: è Segantin che commette una ennesima scorrettezza fermando con uno sgambetto il mezzo-destro avversario.
La punizione, battuta da De Pazzi va direttamente fra le braccia di Penzo che non riesce a bloccare la palla , sfuggitagli e tosto ripresa da Blasibetti va a finire in fondo alla rete.
Tutto il resto è caratterizzato da ben cinque calci d’angolo contro gli amaranto ed uno solo contro i mestrini; oltre a ciò constatiamo grande confusione nei ranghi amaranto d un poco di sfortuna degli avversari. Solo verso la fine l’attacco adriese mette ancora il naso alla finestra ma per poco, giacché il fischio finale dell’arbitro è vicino e sancisce un pareggio tutt’altro che demeritato dai mestrini, che avrebbero potuto vincere.
A.F.C. MESTRINA B ( nero-fasciati) : Polato, Girardini e Paiola ( cap); Pozzo, Perencin I e Perencin II; Gallina, De Pazzi, Blasibetti, Franzoi e Poglie.
S.S. ADRIESE ( amaranto) : Penzo, Pagan e Cattozzi; Bellettato, Segnatin ( cap) e Destro; Siligardi, Sambo, Rubinato, Pavan e Andretta.
Arbitro: Cecconi.


SECONDA APPENDICE FLASH STORY ( by IL Gazzettino, 10.12.1939)  /  PRIMA  DIVISIONE :  ADRIA – PADOVA II    1 – 1

ADRIA, 11 Dicembre/ L superiorità amaranto è subito evidentissima all’inizio e lo testimoniano ben quattro calci d’angolo consecutivi contro i padovani; poi i pdovani si risvegliano: al 34’ Rampazzo con un tiro da lontano, supera la forte barriera adriese e segna  la rete per i padovani.
Il secondo tempo inizia favorevolmente per i colori amaranto : al 6’ infatti Boccato viene atterrato in area di rigore: il tiro di Pavan va dritto al segno e ristabilisce il punteggio. Il Padova allora si getta all’attacco e vi rimane fin quasi al termine del periodo di gioco: gli adriesi, e specialmente la difesa fanno di tutto per mantenere l’equilibrio delle sorti e vi riescono infatti, senza impedire però che i bianco-rossi usufruiscano di altri quattro calci ADRIESE: Penzo; Cattozzi e Pagan; Destro, Bellettato e Segantin ( cap) ; Boccato, Pavan, Rubinato, Boaretto e Siligardi.
PADOVA II : Luisetto, Forzan e Mazzuccato; Rinaldi , Dal Maschio e Piccoli; Veratti, Maran, Rampazzo ; Bedosti e Lolli.
Arbitro : Cancian.


TERZA APPENDICE FLASH STORY ( by IL Gazzettino, 04.02.1940)  /  PRIMA  DIVISIONE :  ADRIA –  VITTORIO    1 – 1  (ndr: Nella formazione del Vittorio Veneto sono indicati solo 9 giocatori… )

ADRIA, 5 febbraio/ Ieri, sul campo sportivo del Littorio, abbiamo assistito ad una interessante partita fra la nostra squadra e quella di Vittorio Veneto, in cui i ventidue atleti si sono impegnati a fondo.
Per la prima volta abbiamo visto Cavallaro giocare in casa, e ci è parso volonteroso, come del resto tutti gli altri.
La nostra squadra ha avuto però una giornata di sfortuna.
Al 2’ Siligardi dopo una bella discesa colpisce la traversa. Al 17’ e 23’ , calci d’angolo contro Adria. Al 43’ un forte tiro di Pavan colpisce ancora la traversa.
Al 10’, 11’ e 12’ della ripresa tre calci d’angolo contro gli Adriesi. Al 18’ gli ospiti segnano per autorete di un nostro terzino. Al 28’ Siligardi, dopo di aver colpita nuovamente la traversa, segna il pareggio. Al 30’ calcio d’angolo per gli ospiti.
L’arbitraggio ha soddisfatto pubblico e giocatori.
ADRIA: Penzo; Pagan, Cattozzi; Bellettato, Cavallaro, Destro; Boccato, Rubinato, Pavan, Sambo, Siligardi.
VITTORIO VENETO : Mattana; Pegolo 1; Campo, Dall’Orto, Frassetti, Michelin, Pegolo 2; Plaia, Giusti.
Arbitro: Parpaiola

 


QUARTA APPENDICE FLASH STORY ( by IL Gazzettino, 13.11.1938)  /  PRIMA  DIVISIONE :  ADRIA –  TREVISO II     7 – 0

ADRIA, 4 marzo/ La partita s’inizia veloce da parte degli ospiti , con bellissime azioni, ma gli amaranto hanno saputo imporsi alla velocità dei trevigiani, coronando al 7’ , per merito del centro attacco Boccato, il primo punto. All’11’ il terzino Chiari , per parare il tiro veloce di Rubinato, manda la palla in rete , segnando il secondo punto in nostro favore.
Si susseguono azioni da ambo le parti, con un’evidente superiorità degli amaranto, i quali, al 32’ per mezzo di Siligardi, segnano il terzo punto.
Nella ripresa gli ospiti tentano di reagire, ma è invece l’Adria  che al 14’ marca ancora con Siligardi.
Vista la superiorità amaranto, gli ospiti si demoralizzano e al 34’ ancora per merito di Siligardi, notiamo altra rete. Boccato, finalmente, al 40’ e al 42’ , conclude la serie.
TREVISO: Moretto, Chinol, Favaro, Zardo, Gerlin, Spinato, Pupa, Chiara, Drusian, Colelli, Padoan.
ADRIA: Penzo, Cattozzi, Pagan, Destro, Cavallaro, Bellettato, Perin, Rubinato, Boccato, Pavan, Siligardi.
Arbitro: Cancian

QUINTA APPENDICE FLASH STORY ( by IL Gazzettino, 17.03.1940)  /  PRIMA  DIVISIONE :  VENEZIA III  - ADRIA   3 -2  ( ndr, la Formazione dell’Adriese è composta di soli 10 giocatori, e…oltre al fatto che non viene indicato il portiere, l’attaccante Siligardi è indicato per primo) 

Al campo sportivo comunale del Littorio, alla presenza di numeroso pubblico, ha avuto luogo il tanto atteso incontro di calcio  fra la squadra adriese e quella del Venezia.
La squadra locale è scesa in campo priva di Pavan , assente per improvvisa indisposizione; ma nonostante tale assenza durante tutti i novanta minuti di gioco si è impegnata a fondo e ha dato prova di possedere buone doti mettendo di sovente in pericolo la rete degli ospiti. Quest’ultimi si sono dimostrati superiori, più amalgamati e precisi nei passaggi.
Il gioco si inizia subito veloce e al 3’ i centro attacco Rossi segna il primo punto. Gli amaranto tentano reagire, ma al 10’ a seguito di punizione tirata a pochi metri dalla nostra rete., Mazzola segna ancora.
Gli amaranto ritornano all’attacco e al 15’ , dopo una elaborata discesa , Siligardi ottiene imparabilmente il primo punto. Gli ospiti non si danno per vinti e al 19’ Mazzola manda ancora in rete. Al 1’ della ripresa, in una mischia davanti alla porta degli ospiti, con un preciso colpo di testa Siligardi segna il secondo punto.
Si susseguono diverse azioni da ambo le parti con esito negativo.
VENEZIA: Fioravanti, Veneri, Raseni, Zennaro, Santarello, Schinardi, Marchiaro, Mazzola, Rossi, Gadda, Baldi.
ADRIA: Siligardi, Boccato, Perin, Destro, Bellettato, Pagan, Cattozzi, Cavallaro, Penzo, Sambo.
Arbitro: Bagno.


EXTRATIME by SS/ In cover Ivo Segnatin ‘capitano di lungo corso’ dell’Adriese in questa stagione e in questo periodo bellico.
Poi in fotogallery , giusto per farvi capire meglio la evoluzione dell’Adriese dalla passata stagione a questa problematica Prima Divisione 1939/40 vi proponiamo in tandem kit i giocatori Corrado Carlin (bomber nella passata stagione) e l’ala sinistra Siligardi che troviamo tra i più prolifici marcatori dell’Adriese in questa Prima Divisione 1939/40 di cui vi diamo come sempre la Classifica Generale con l’Adriese classificatasi soltanto nona e che, come il Dolo rinuncerà alla permanenza nella categoria.

 

Gabriele Crocco & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it