Adriese retrocede dalla Serie D. Villanovese sale in Prima. Chapeau a Diego Tumiatti, Vecchie Glorie Adriese, Nevio Scala & Carnacina boys


17/05/2010

E all'Udinese winner sul Chievo. Week end, anzi …Year end. Era l’ultima giornata in Serie D. Era giornata di play off e titoli regionali/provinciali. Ma anche del ricordo di Diego Tumiatti e del “Torneo Nazionale Giovanissimi Delta del Po”.
Storie di consuntivi quindi , ma anche di speranze e promesse da mantenere. E così sabato pomeriggio sono andato a Porto Tolle, per onorare la memoria di Diedgo Tumiatti,  un ‘SIGNORE’ del calcio , giocatore/allenatore che Piero Carnacina ha voluto onorare convocando le Vecchie Glorie dell’Adriese dei “ bei tempi della Serie C2”. Per ora dico solo che è stato un ritrovarsi che ha emozionato tutti, davanti a tutta la Famiglia di Diego Tumiatti, dal papà alla sorella, dalla moglie Stefania alla figlia Sara che… parlando con ‘Campionisssimo’ Nevio Scala si emozionava come tutte le volte che lo vedeva per televisione e diceva ‘ che aveva giocato con papà Diego’ . Dico anche che sua moglie Stefania mi ha fatto vedere che nella sua borsetta aveva il mio libro ‘Polesine Gol 2’ , con la dedica che avevo fatto all’amico Diego. E mi ricordava l’intervista a casa loro, appunto in funzione della Diego Tumiatti – Story raccontata poi nel libro. Ma di Nevio Scala , e dei vari Montagnoli, Romani, Rodighiero, etc etc …. , cioè i compagni ed amici di Diego Tumiatti presenti sabato a Porto Tolle, cioè quelli che hanno giocato con lui negli anni ’80 ai tempi dell’Adriese in Serie C2, ne parleremo a parte, come ne parleremo a parte del “10° Torneo Nazionale Giovanissimi Delta del Po” disputatosi domenica a Porto Tolle e organizzato sempre da Piero Carnacina e relativo team Delta 2000.

Innanzitutto perché hanno valori specifici e meritano appunto una rubrica a parte, con relative foto in ampia fotogallery.
Così restando nel consueto ambito dei commenti settimanali al wek end ei campionati giocati, ci tocca segnalare l’amara retrocessione della ‘gloriosa’ Adriese dalla Serie D all’Eccellenza. Davvero una annata tribolata quella del presidente Olivo Frizzarin che da ‘grande cuore granata’ era presente assieme alla signora Ornella a Porto Tolle per onorare la memoria di Diego Tumiatti assieme a mister Pino Augusti  che, subentrato a Pedriali, si è ritrovato a fare le nozze coi fichi secchi. Per un’Adriese talmente linea verde che sul fronte della inesperienza si è ritrovata sconfitta per 2-0 a Santarcangelo e terz’ultima a quota 34. Perciò per la regola che …tra l’Adriese e la sest’ultima (ndr, Ponsacco, a quota 45) ci sono + di 8 punti di differenza, ecco che i granata scendono direttamente dalla Serie D all’Eccellenza, senza giocarsi l’ultima chance play out.

Ha finito invece in bellezza la sua corsa il Rovigo ‘nono’ di mister Parlato che ha rifilato un secco 3-1 al Riccione, in gol anche Sabatini-rigore e re dei bomber del girone ( 20 gol realizzati). Adesso per il Rovigo del presidente Francesco Scerra si parla di .. evoluzione societaria con l’arrivo di imprenditori vicini all’Udinese. Sarà quel che sarà, ma a Scerra va il grazie di tutti i rodigini per aver conquistato, col ds Daniele Simeoni e mister Parlato, lo storico traguardo Serie C2.

Per quanto riguarda gli altri Campionati, va segnalato che il Delta 2000, già promosso in Eccellenza,  ha giocato a Vittorio Veneto, ma esce dalla corsa per il titolo regionale poiché battuto per 2-1 dai trevigiani. E pensare che la squadra di mister Zuccarin era andata in vantaggio con Santaterra al 22’ pt, e che ha subito il gol sorpasso addirittura al 47’ st.
Un rammarico forte quindi, tanto più che su un tiro di Roma i bassoplesani avevano gridato al gol , perché la palla dopo aver colpito la traversa avrebbe rimbalzato oltre la linea di porta. Ma per la teoria di Boskov … è gol quando arbitro fischia.

Anche in TERZA CATEGORIA si giocava per la corsa al Titolo, e ancora una volta il Pettorazza ha messo il suo ‘ennesimo sigillo stagionale’. Ha vinto per 2-1 il retour match col Menà Castagnaro ( all’andata 1-0 per i veronesi) e così oltre alla già conquistata promozione in Seconda categoria i ragazzi di mister Birolo possono fregiarsi anche dello scudetto.
Per quanto riguarda le partite ancora decisive in chiave campionato, la più importante per le polesane era il match sul neutro di BoaraPisani tra la Villanovese di mister Zanaga e il Cavarzere di mister Pianta. Nello spareggio appendice al campionato di Seconda categoria era in palio il primo posto, perché entrambe erano arrivate appaiate in vetta. Ebbene l’equilibrio è durato per tutto il match e anche nei supplementari.

Infatti solo dopo i rigori ( 5-3 per i polesani, gol neroverdi  di Zambello, Finardi, Fracassetti, El Ouahabi e Callegari) i polesani del presidente Mirko Pezzuolo hanno potuto sfogare la loro gioia per la promozione in Prima, una categoria peraltro adatta al blasone nero verde.
Adesso al Cavarzere rimane la chance play off, e se la vedrà col Bottrighe di Biasiolo
PLAY OFF SECONDA CATEGORIA/ Si sono giocate le partite d’andata in entrambi i gironi, ma solo nel girone A erano impegnate le polesane. E nella gara 1 è sttao salomonico pareggio 2-2 tra Santa Sofia e Fluminense, così i rispettivi mister Di Lena e Piazza dovranno studiare altre alchimie tattiche per vincere la gara 2 e correre verso la Prima categoria.

TORNEO GIOVANILE “DELTA DEL PO” / Giusto per passare fin d’ora a memoria storica la classifica finale del torneo nazionale per giovanissimi.
Vincitore l’Udinese ( 1-0 sul Chievo); Padova terzo per la gioia di mister Leotta-polesano vice di Lucchin (vincente 3-1 sulla Spal di Labardi col quale ho fatto solo una battuta su Paramatti); Empoli quinto ( 3-0 sul Rovigo), settimo il Cittadella dell’amico Stefano Albertin ( bei tempi quelli a Telestudio, per Zonagol con Fabrizio Ghedin ora coach pallamano in Serie A) vincente 4-2 sulla Mista Polesana Delta.

Segnaliamo anche che in settimana Paolo Garbin , della Scuola Sport Coni, aveva tenuto un incontro formativo sul tema “Rapporto Genitori e Figli all’inizio del 3° millennio. Vincere e competere? “, mentre oggi lunedì 17 maggio ci sarà a Porto Tolle il tecnico Gianfranco Bozzao ( una storia nella Spal e in serie A, e tanta esperienza come allenatore nei settori giovanili)  che incontrerà e relazionerà i tecnici polesani.

Questo è successo nel cuore del Delta …con il calcio nel cuore. E altrettanto ‘cuore’ avrà il prossimo torneo nazionale in programma a Scardovari la prima domenica di giugno, in campo gli Allievi di prestigiose società calcistiche.

EXTRATIME/ Nella fotogallery, ho messo la ‘testina’ di GP Zanaga bomber del Vivo Rovigo, poi la storica Adriese ‘granata e granitica’ con Nevio Scala e in onore di Diego Tumiatti & family  tutte le “Vecchie Glorie Adriese” . Coi Carnacina – boys attorno alla famiglia, quindi negli spogliatoi ( da sx) Romani e Fracasso con Piombo giornalista e Nevio Scala e Olivo Frizzarin presidente dell’Adriese attuale. Infine la FAMIGLIA TUMIATTI fotografata con Nevio Scala.
Per onorare la Villanovese c’è la foto storica Villanovese 1978, quella dei 4 marini e del presidente Emilio Milani tutt’ora vicepresidente.

Con riferimento al “Torneo Nazionale Giovanissimi Delta del PO” ho messo la foto scattata nella sede della società con ( da sx) Piero Carnacina, Luca Crepaldi, Vito Zanellato e Franco Lodi, per onorare tutto lo staff organizzativo. Inoltre la foto della Mista Polesine- Delta con l’allenatore Tiziano Marangon e Lorenza Visentini figlia del presidente Mario. Poi la squadra del Chievo premiata da Tiziana Virgili presidente della Provincia di Rovigo. Infine i CAMIONI dell’Udinese, sia nella foto-squadra prima della finale che nell’euforia post vittoria, assieme a Vito Zanellato e Adriano Gambetta della Adriatic Lng main sponsor della decima edizione.


   
Sergio Sottovia
www.polesinesport.it