Agnese Saretto a 15 anni da Badia... Fujiyama & Nippon Dojo a WorldChampion 2019 kumitè Cadetti a Bratislava


11/07/2019

Incrocio tra voce rock Made in Badia Polesine e il cantastorie cult Made in Badia Polesine.
E allora questa Storytelling  su Agnese Saretto campionessa del Mondo a Bratislava, nel kumité categoria Cadetti, diventa Storia speciale perché affonda le radici nella Storia di Badia Polesine.
Da quella della Abbazia della Vangadizza di cui Paolo Aguzzoni è cultore sopraffino e promotore sensibile a quella di Giovanni Saretto padre di Agnese , per una serie di incroci personali e giornalistici.
Dico solo  che Paolo ‘prof’ Aguzzoni è stato per tantissimi anni giornalista a tutto campo della cronaca badiese per il Gazzettino primo di …continuare ad esserlo per altre testate anche nel Terzo Millennio oltre che punto di riferimento per tanti eventi culturali organizzati a Badia Polesine.
E dico solo che Giovanni Saretto, oltre che mio collega da voce rock calcistico-domenicale per Delta Radio, è tuttora cronista e giornalista ‘corrispondente’ de Il Resto del Carlino per le cronache da Badia Polesine & Dintorni.

Ecco anche per questo ha valore speciale questa storytelling su Agnese ‘World Champion’ figlia di Giovanni Saretto che vi proponiamo tout court , anche perché raccontata da Paolo Aguzzoni ‘Signore coi baffi’ , in questo occasione più Devoto Oli che devoto …abate Vangadicensis.

 

 

 

MAIN NEWS ( di Paolo Aguzzoni, mail 11.07.2019) / AGNESE SARETTO CAMPIONESSA DEL MONDO DI KARATE / UNA BADIESE SUL TETTO DEL MONDO

La storia di questa campionessa inizia ufficialmente il 2 agosto 2004 all’ospedale civile di Legnago (VR) quando la mamma Claudia Minetto la dà alla luce: il primo vagito è in terra veronese, ma tutti gli altri saranno ben presto badiesi perché mamma e papà (il giornalista Giovanni Antonio Saretto) vivono a Badia Polesine. Quando arriva a casa Agnese trova ad attenderla il fratello maggiore Filippo (1994) e la sorella Diletta (1998).

 

 

 

Nemmeno quindici anni dopo quel primo vagito, è il 26 giugno 2019, Agnese Saretto conquista a Bratislava, la capitale della Slovacchia, l’oro mondiale nel kumitè individuale nella categoria cadette sino a 50 Kg per cinture nere lei che è ancora formalmente una cintura marrone.
Si tratta degli ottavi campionati mondiali WUKF, che si sono disputati dal 24 al 26 giugno. Della WUKF fa parte l’italiana UKS Unione Karate Sportiva a cui aderisce la palestra Fujiyama Dojo stile Shotokan di Bruno e Luca Tessari a Badia Polesine e Villanova del Ghebbo dove Agnese Saretto si allena e che ha portato a Bratislava cinque atleti inseriti nella delegazione italiana composta a 83 fra atlete e atleti.

 

 

 

In Slovacchia la karateka badiese ha disputato sei combattimenti vincendoli tutti compreso, ovviamente, l’ultimo contro una rumena superata 3-1.
La futura campionessa del mondo si è avvicinata al karate a 6 anni a Badia Polesine nella storica palestra Nippon Dojo dell’ex campione del mondo Alessandro Pignata; a sette anni ha vinto il suo primo trofeo; da due anni ha abbandonato il kata per dedicarsi solo al kumitè, è alta 165 cm e pesa 45 chili.
A scuola va bene: è stata promossa alla seconda classe dell’Istituto di Istruzione Superiore “Primo Levi” nell’indirizzo Itis per periti industriali che dal terzo anno prevede gli indirizzi in Informatica e Telecomunicazioni; le sarebbe piaciuto frequentare il Liceo Sportivo visto che di sport ne pratica più di uno ma vicini non ce ne sono.

 

 


 

Ma non è ancora finita perché Agnese Saretto si sta preparando per sostenere l’esame per diventare cintura nera: prova che sosterrà a Merano a fine agosto.
Per la campionessa badiese il 2019 è stato ricco di soddisfazioni: il 12 maggio a Villafranca Veronese, ai campionati italiani UKS, ha conquistato titolo italiano nel kumitè individuale nella categoria cadette, l’oro nell’Open e in quello a squadre con la sua palestra. Il 24 e 25 maggio ha partecipato alla prima edizione dell’Istria Open International Youth Trophy organizzato dalla Federazione IKU e disputato nella cittadina croata di Novigrad: qui ha vinto l’oro nel kumitè individuale (cadette) e due argenti nell’Open ricevendo anche il diploma internazionale di Cintura nera 1° dan.

 

 

 

Dopo Novigrad è arrivato il successo mondiale di Bratislava.
Di recente ha ricevuto un riconoscimento dal Coni. Martedì 9 luglio i campioni dei maestri Tessari sono stati ricevuti ufficialmente in Regione a Palazzo Balbi dall’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari.
“Se mantengo questa passione – ci ha detto Agnese Saretto – continuerò con questo sport. Comunque ho dedicato la vittoria mondiale alla mia famiglia a Bruno e Luca Tessari a ai miei compagni del gruppo agonisti della Nippon Dojo”.

 

 

 

EXTRATIME by SS / In cover e in trio Saretto family la campionessa del mondo Agnese con papa Giovanni e mamma Claudia.
E in apertura di fotogallery un altro importante trio badiese: da sx Paolo Aguzzoni con Eros badiese padrone di casa ad un corso giornalisti cui ha partecipato appunto papà Giovanni Saretto.
Per quanto riguarda sua figlia Agnese partiamo proponendola al centro del podio come Campionssa d’Italia, passando quindi alle sue straordinarie performance sul tatami di Bratislava , mostrandola sia in azione che sul podio, da singola e in trio.
E dopo la premiazione a Venezia by Regione Veneto in cui la vediamo assieme a Cristiano Corazzari assessore regionale, eccola dulcis in fundo ancora al centro della scena ,sul gradini più alto del mondo, stavolta in trio podio da Bratislava.

Oltre che in last flash versione poster a Palazzo Balbi a Venezia, per onorare tutto il poker d’assi dei badiesi ( tra l’altro accompagnati da Stefano Baldo assessore allo sport e dal maestro Bruno Tessari della scuola di Karate “Fujivama Dojo”) durante la premiazione by assessore Cristiano Corazzari.

Vale a dire da sx Claudia Stevanin di 27 anni, medaglia d’argento categoria Kumite femminile (fino a 65 chilogrammi di peso); Mirko Stevanin di 39 anni, medaglia d’argento categoria Kumite maschile open (tutti i pesi); Agnese Saretto di 14 anni, medaglia d’oro categoria Cadetti (fino a 50 chilogrammi di peso) nella specialità Kumite, infine Marco Fracasso di 16 anni, medaglia di bronzo categoria Kumite a squadre.

Paolo Aguzzoni & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it