Alle Olimpiadi Rio de Janeiro ben 297 azzurri di cui 33 veneti/ Ecco elenco CONI: la Pellegrini e Marta Menegatti con... Andrea Borgato - CIP


25/07/2016  

Da sempre le Olimpiadi sono sinonimo di Fair Play, tant’è che quando mi è stato proposto di pubblicare una serie di Personaggio Story che potessero ‘rappresentare il ‘fair play Made in Polesine ho scelto di ‘raccontare’ come Top Ten gli ‘azzurri’ polesani che avevano già partecipato alle Olimpiadi e ho titolato il libro “Olimpionici & Gentlemen” in abbinata alla storia del Panathlon Rovigo che festeggiava i suoi “50 Anni” di ..fair play.
Una premessa che fa da preambolo alla pubblicazione dell’Elenco by CONI relativamente ai 297 ‘AZZURRI ’ che parteciperanno ai prossimi Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016, dove saranno ben 33 i veneti come da Comunicato ufficiale by Coni Veneto del presidente Gianfranco Bardelle.
Per parte nostra ci basta segnalare che Marta Menegatti, la beacher di Ariano nel Polesine ha già partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012 e che farà il bis a Rio de Janeiro, come peraltro Andrea Borgato che a Londra come a Rio rapprenderà l’Italia nei Giochi Paralimpici giocando a ping pong. Invece per la polesana Alessia Maurelli , atleta di ginnastica ritmica, la sua partecipazione a Rio 2016 rappresenta un esordio assoluto.
Perciò, per sottolineare il significato profondo del ‘Fair Play’ in chiave Olimpica, eccovi in sequenza l due News ufficiali che ne sottolineano la valenza, ritten by Fitet per quanto riguarda Andrea Borgato e written by Coni per quanto riguarda l’Elenco dei 297 azzurri in viaggio per Rio de Janeiro.
Per ulteriori ‘sottolineature, vi rimando alla fotogallery nell’Extratime, con relative didascalie e qualche ulteriore nota agganciata al fair play storico di GF Bardelle & Giovanni Malagò, di portabandiera Federica Pellegrini & Marta Menegatti.
Ma, tra Elenco & Dintorni, anche al veronese Massimo Rosa ‘gran governatore’ by Panathon International col quale è sempre un piacere ‘assaggiare’ il suo ‘Caffè virtuale’ con relativo editoriale …fustigat mores.

 

 

PRIMA MAIN NEWS ( by www.fitet.org 4.07.2016 ) / AnDREA BORGATO, PRIMO PARALIMPICO IN UN GRUPPO MILITARE

Ha conquistato risultati prestigiosi in tutte le manifestazioni principali in ogni angolo del mondo. Ora il pongismo paralimpico azzurro ha tagliato un traguardo storico anche fuori dal campo e a comunicare la notizia è il presidente della FITeT Franco Sciannimanico. «Sono veramente felice - afferma il numero uno federale - che per la prima volta un atleta paralimpico sia entrato in un gruppo militare. Andrea Borgato dal 1° luglio, grazie al lavoro della FITeT, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico, fa infatti parte delle Fiamme Azzurre. Il mio auspicio è che in futuro questa strada possa essere seguita da altri pongisti diversamente abili».
Il diretto interessato è orgoglioso di avere varcato una soglia finora inviolata. «Sono molto soddisfatto - spiega Borgato - di essere il primo pongista a entrare nel gruppo sportivo di un corpo militare. È un riconoscimento dei sacrifici fatti e dell'impegno profuso in tutti questi anni e, come conseguenza, anche dei risultati. Rappresenta anche una responsabilità in più e un'opportunità e un aiuto notevole per continuare a svolgere la mia attività. Voglio ringraziare il presidente Sciannimanico, che tanto si è speso per raggiungere questo obiettivo».

La scelta è caduta su di te in virtù di una carriera invidiabile?
«A partire dagli Europei del 2009 a Genova, quando ho vinto il bronzo a squadre, in tutti gli eventi più importanti almeno una medaglia è sempre arrivata. Ho ottenuto il bronzo a squadre nella rassegna continentale del 2011, i terzi posti in singolare e in team a quelli del 2013 e l'argento a squadre nel 2015. Ai Mondiali del 2014 a Pechino mi sono piazzato terzo in singolare. In più ho partecipato alle Paralimpiadi di Londra 2012 e a settembre gareggerò a Rio».

 

 

 

Cosa cambierà ora nella tua vita?
«In previsione di questa entrata nelle Fiamme Azzurre, già dal mese di gennaio sto lavorando part time, per poter dedicare più tempo agli allenamenti e alla preparazione. Questo per me è stato già un grande cambiamento, perché continuare a lavorare a tempo pieno e gareggiare ad alto livello non era facile. I benefici a livello di gioco si stanno vedendo. Avrò un aiuto economico dalle Fiamme Azzurre che mi aiuterà e mi darà più sicurezze nello svolgimento della mia attività. Giocherò con le Fiamme Azzurre le competizioni di singolare. Agli eventi internazionali parteciperò come Nazionale e potrò continuare a rappresentare l'H81, la mia società attuale, nei tornei a squadre».

Come sta andando la preparazione in vista delle Paralimpiadi?
«Tutto sta procedendo bene. Da quest'inverno abbiamo disposto con il direttore tecnico Arcigli un'integrazione di allenamento ed è venuto per due fine settimana al mese, e talvolta anche il venerdì, a casa mia Peppe Vella. Successivamente abbiamo ricevuto la notizia dell'assegnazione a Peppe della wild card per i Giochi e ne siamo stati felici. Avremo anche la possibilità di disputare la gara a squadre. Ci troveremo di fronte compagini forti, come Slovacchia, Francia e Corea, con molti classe 2, ma sarà bello confrontarsi con loro».

Quindi Vella non ha più potuto seguirti?
«Da luglio la Fitet si è resa disponibile a contribuire con uno sparring due volte alla settimana. Si chiama Bruno Pinato, dell'Asd Redentore 1971, e viene da me a casa. Mi trovo bene con lui e altre due volte mi alleno con il mio storico coach Giovanni Bruttomesso».

 

 

 

I tornei ti hanno confortato dal punto di vista del gioco?
«Il mio rendimento è cresciuto dopo Lignano, a Lasko e a Bratislava, dove ho battuto gli avversari diretti. Ci siamo comportati bene anche a squadre con Federico Falco. C'è ancora molto da lavorare e sarò soddisfatto del mio stato di forma solo al momento della partenza per Rio».

C'è grande euforia anche nel commento del dt Arcigli:«Con i fatti, e non soltanto a parole, si dimostra che gli atleti paralimpici sono trattati alla stessa stregua degli olimpici. Con la scelta di Andrea fatta dalla FITeT e accettata dal Cip, che lo ha proposto alle Fiamme Azzurre, responsabili della decisione finale, sulla base dell'analisi del curriculum, è stata riconosciuta una carriera che lo porta ancora adesso a essere fra i possibili vincitori di medaglie individuali alle prossime Paralimpiadi. Sono entusiasta di ciò, perché con Andrea si va a premiare il movimento paralimpico. Sono certo che Borgato sarà l'apripista di un nucleo che in un futuro, attraverso le forze armate, troverà la possibilità di professionalizzarsi. Per ora per i paralimpici non vige lo stesso meccanismo degli olimpici. Andrea non è assunto dalle Fiamme Azzurre, ma entra nel loro gruppo sportivo. Una legge dello Stato vieta l'arruolamento nei corpi militari di chi non ha certi requisiti fisici. Questa è però una delle battaglie che il presidente del Cip Luca Pancalli sta sostenendo,per modificare la norma».

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Paolo Romagnolo, by Coni Veneto 22 07.2016 ) OLIMPIADI, IL VENETO VOLA A RIO ; È PADOVA LA CITTÀ VENETA PIÙ RAPPRESENTATA
( Su 297 atleti azzurri in partenza per le olimpiadi di Rio de Janeiro, 33 sono nativi veneti o gareggiano per società sportive venete.)

Padova, 22 luglio 2016. Venticinque gli azzurri nati in Veneto, altri otto che ci vivono per ragioni sportive; se si considera il luogo di nascita, Padova con nove atleti è la città più rappresentata, seguita da Verona (6), Treviso (4), Venezia (3), Vicenza (2), Rovigo (1). Sono i numeri dei corregionali convocati alle prossime olimpiadi di Rio de Janeiro, la 31ma edizione, per la prima volta in una città sudamericana, in programma dal 6 al 21 agosto.
La città sarà suddivisa in cinque zone in cui si trovano i diversi impianti di gara: Barra, Deodoro, Maracanà, Copacabana e una zona esterna riservata al calcio.
In tutto si vedranno 28 sport, tra cui gli esordienti rugby e golf, e 48 discipline, in cui
l'atletica ribadirà il suo ruolo di regina con l'assegnazione di 47 titoli olimpici.
“Anche per questa edizione dei Giochi – commenta Gianfranco Bardelle, presidente del Coni Veneto – la nostra regione avrà un ruolo molto importante grazie alla partecipazione molto numerosa di atleti: rispetto ad altre regioni che ci precedono in quanto a numeri (Lombardia, Lazio, Toscana), siamo molto soddisfatti perché un grande numero di sport
ha un nostro campione. Fra questi il golf, che proprio a Rio sarà olimpico per la prima volta”.

 

 

 

Una riflessione sugli atleti nati altrove ma di fatto diventati veneti: “Ci sono otto azzurri che non sono nati in Veneto, ma che lo sono d'adozione, perché qui hanno scelto di vivere oppure perché qui c'è la loro società: è un segnale molto positivo all'interno del movimento sportivo, perché indica che i nostri gruppi sportivi, pur nelle grandi difficoltà del momento, sono lungimiranti e disposti a fare sacrifici a volte rilevanti. In questo senso, ci sarebbe bisogno di una presenza maggiore da parte delle istituzioni: gli investimenti in sport non sono soldi buttati via, ma portano benessere e ricchezza sia a livello economico, sia a livello sociale”.
Spicca nettamente la predisposizione del Veneto per gli sport acquatici: “Otto nativi veneti tra nuoto, nuoto sincronizzato e pallanuoto, sono un numero considerevole – sottolinea Bardelle – e che evidenzia l'attenzione territoriale per questo genere di attività sportiva. Interessante notare anche la presenza di alcuni “veterani”, veri e propri simboli: Federica Pellegrini, Ruggero Pertile, Marco Galiazzo hanno già disputato altre edizioni dei Giochi e
continuano a rappresentare il Veneto e l'Italia a livello mondiale”.
Qui di seguito l'elenco degli atleti divisi per sport e indicante nome, città di nascita, società sportiva di appartenenza, specialità. I nomi in corsivo indicano gli atleti nati in altre regioni o Stati, ma che sono tesserati per squadre venete oppure vivono in Veneto.

 

 

ATLETICA
Matteo Galvan (Vicenza), Fiamme Gialle, corsa velocità
Ruggero Pertile (Camposampiero, Padova), Assindustria Sport Padova, maratona
Gloria Hooper (Villafranca di Verona), Forestale, corsa velocità
Ayomide Folorunso (Abeokuta, Nigeria), Fiamme Oro Padova, 400 metri ostacoli
Desiree Rossit (Udine), Fiamme Oro Padova, salto in alto
Silvano Chesani (Trento), Fiamme Oro Padova, salto in alto
Yusneysi Santiusti Caballero (L'Avana, Cuba), Acsi Italia Atletica, 800 metri – vive e si allena a Padova -
BEACH VOLLEY
Marta Menegatti (Rovigo)
CANOTTAGGIO
Alessandra Patelli (Conegliano, Treviso), Canottieri Padova, due senza
CICLISMO
Elia Viviani (Isola della Scala, Verona), Team Sky
Tatiana Guderzo (Marostica, Vicenza), Fiamme Azzurre
Francesca Pattaro (Este, Padova), Asd Fast Team
GOLF
Matteo Manassero (Negrar, Verona), Gardagolf Country Club
Giulia Molinaro (Camposampiero, Padova), Villa Condulmer Treviso
Giulia Sergas (Trieste), Golf Cortina Belluno
NUOTO
Luca Dotto (Camposampiero, Padova), Larus/Forestale, stile libero
Luca Pizzini (Verona), Carabinieri, rana Andrea Toniato (Cittadella, Padova), Fiamme Gialle/Team Veneto, rana Margherita Panziera (Montebelluna, Treviso), CC Aniene, dorso
Federica Pellegrini (Mirano, Venezia), CC Aniene, stile libero Aglaia Pezzato (Castelfranco Veneto, Treviso), Esercito/Team Veneto, stile libero Alice Mizzau (Udine), Fiamme Gialle/Team Veneto, stile libero
NUOTO SINCRONIZZATO
Beatrice Callegari (Castelfranco Veneto, Treviso), Marina Militare/Veneto Banca Montebelluna

 

 

 

PALLANUOTO
Christian Presciutti (Venezia), AN Brescia, attaccante
Elisa Queirolo (Santa Margherita Ligure), Plebiscito Padova, difensore
Laura Teani (Bergamo), Plebiscito Padova, portiere
PALLAVOLO
Filippo Lanza (Zevio, Verona), Trentino Volley, schiacciatore
Paola Egonu (Cittadella, Padova), Club Italia, schiacciatrice
TIRO CON L'ARCO
Marco Galiazzo (Padova), Aeronautica Militare
Guendalina Sartori (Monselice, Padova), Aeronautica Militare
TRIATHLON
Alessandro Fabian (Padova), Carabinieri
VELA
Vittorio Bissaro (Verona), Fiamme Azzurre
Silvia Zennaro (Chioggia, Venezia), Circolo Nautico Chioggia

 

 

ITALIA TEAM RIO 2016: UFFICIALIZZATO L’ELENCO DEGLI AZZURRI PER LE PROSSIME OLIMPIADI DI RIO DE JANEIRO 2016/
 (Comunicato ufficiale Coni) / L’Italia Team vola a Rio con 297 atleti. E’ stata ufficializzata oggi, termine ultimo per le iscrizioni alle gare, la lista definitiva degli azzurri per la XXXI edizione dei Giochi Olimpici Estivi. La delegazione sarà composta da 155 uomini e 142 donne: si tratta della più numerosa rappresentanza femminile di sempre, sia a livello di numero assoluto, sia a
livello percentuale: 47,81, che supera il 43,78% registrato a Londra 2012. La Lombardia sarà la Regione con il maggior numero di partecipanti (43), davanti al Lazio (36), mentre Roma è la Provincia leader (30), davanti a Napoli (13).
L’età media complessiva si attesta intorno ai 27 anni (27,27%), ed è leggermente più bassa rispetto a Londra 2012 (27,82): l’atleta più longevo è l’intramontabile campione del Tiro a Volo, Giovanni Pellielo (46 anni), che è anche quello con il più alto numero di partecipazioni olimpiche (7), mentre la nuotatrice Sara Franceschi (17 anni compiuti a febbraio) sarà la più giovane della missione.
Tra i Gruppi Militari e Corpi Civili dello Stato, le Fiamme Gialle sono il Gruppo con la
delegazione più numerosa, con 40 atleti, davanti alle Fiamme Oro (37).
Il Circolo Canottieri Aniene, con 9 tesserati, la società sportiva civile più rappresentata davanti alla Pro Recco (7).
Saranno infine 29 i medagliati olimpici di Londra
protagonisti anche a Rio. Gli azzurri sono “pronti a volare”.

 

 

Qualificati 297 atleti (155 uomini, 142 donne)
ATLETICA (38): Giordano Benedetti, Teodorico Caporaso, Jamel Chatbi, Silvano Chesani, Marco De Luca, Eseosa
Desalu, Fabrizio Donato, Juri Floriani, Matteo Galvan, Matteo Giupponi, Stefano La Rosa, Marco Lingua, Davide
Manenti, Daniele Meucci, Ruggero Pertile, Chiara Bazzoni, Catherine Bertone, Maria Elena Bonfanti, Marzia Caravelli,
Maria Benedicta Chigbolu, Dariya Derkach, Ayomide Folorunso, Eleonora Anna Giorgi, Libania Grenot, Gloria
Hooper, Anna Incerti, Veronica Inglese, Margherita Magnani, Sonia Malavisi, Marta Milani, Antonella Palmisano,
Yadisleidy Pedroso, Elisa Rigaudo, Desiree Rossit, Yusneysi Santiusti Caballero, Maria Enrica Spacca, Valeria Straneo,
Alessia Trost
BADMINTON (1): Jeanine Cicognini
BEACH VOLLEY (6): Adrian Ignacio Carambula Raurich, Daniele Lupo, Paolo Nicolai, Alex Ranghieri, Marta Menegatti, Viktoria Orsi Toth,
CANOA KAYAK (8): Mauro Crenna, Giovanni De Gennaro, Giulio Dressino, Alberto Ricchetti, Nicola Ripamonti, Manfredi Rizza, Carlo Tacchini Stefanie Horn,
CANOTTAGGIO (18): Giovanni Abagnale, Romano Battisti, Vincenzo Maria Capelli (Riserva), Matteo Castaldo, Marco Di Costanzo, Francesco Fossi, Martino Goretti, Livio La Padula, Matteo Lodo, Marcello Miani, Andrea Micheletti, Domenico Montrone, Stefano Oppo, Pietro Willy Ruta, Giorgio Tuccinardi (Riserva), Giuseppe Vicino, Sara
Bertolasi, Alessandra Patelli,
CICLISMO (18): Fabio Aru, Luca Braidot, Damiano Caruso, Alessandro De Marchi, Marco Aurelio Fontana, Vincenzo Nibali, Diego Rosa, Andrea Tiberi, Elia Viviani, Beatrice Bartelloni, Giorgia Bronzini, Elena Cecchini, Simona Frapporti, Tatiana Guderzo, Eva Lechner, Elisa Longo Borghini, Francesca Pattaro, Silvia Valsecchi,
GINNASTICA ARTISTICA (6): Ludovico Edalli, Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Vanessa Ferrari, Elisa Meneghini, Martina Rizzelli.
GINNASTICA RITMICA (6): Veronica Bertolini, Martina Centofanti, Sofia Lodi, Alessia Maurelli, Marta Pagnini, Camilla Patriarca.
GOLF (4): Nino Bertasio, Matteo Manassero, Giulia Molinaro, Giulia Sergas.
JUDO (6): Fabio Basile, Elios Manzi, Matteo Marconcini, Odette Giuffrida, Edwige Gwend, Valentina Moscatt.
LOTTA (2): Frank Chamizo, Daigoro Timoncini.

 

 

NUOTO (35): Marco Belotti, Federico Bocchia, Piero Codia, Andrea Mitchell D’Arrigo, Gabriele Detti, Alex Di
Giorgio, Luca Dotto, Luca Leonardi, Filippo Magnini, Luca Marin, Marco Orsi, Gregorio Paltrinieri, Luca Pizzini, Matteo Rivolta, Simone Sabbioni, Michele Santucci, Andrea Toniato, Federico Turrini, Ilaria Bianchi , Diletta Carli, Martina Carraro, Arianna Castiglioni, Martina De Memme, Silvia Di Pietro, Erika Ferraioli, Sara Franceschi, Chiara Masini Luccetti, Alice Mizzau, Margherita Panziera, Federica Pellegrini, Aglaia Pezzato, Stefania Pirozzi, Alessia
Polieri, Luisa Trombetti, Carlotta Zofkova.
NUOTO SINCRONIZZATO (9): Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Camilla Cattaneo, Linda Cerruti, Francesca Deidda,
Costanza Ferro, Manila Flamini, Mariangela Perrupato, Sara Sgarzi.
NUOTO DI FONDO (3): Simone Ruffini, Federico Vanelli, Rachele Bruni,.
TUFFI (8): Michele Benedetti, Andrea Chiarabini, Giovanni Tocci, Maicol Verzotto, Noemi Batki, Tania Cagnotto,
Francesca Dallapè, Maria Marconi,
PALLANUOTO (26): Nazionale maschile: Matteo Aicardi, Michael Alexandre Bodegas, Marco Del Lungo, Francesco Di Fulvio, Pietro Figlioli, Andrea Fondelli, Valentino Gallo, Niccolò Gitto, Alessandro Nora, Christian Presciutti, Nicholas Presciutti, Stefano Tempesti, Alessandro Velotto. Nazionale femminile: Rosaria Aiello, Roberta Bianconi, Alek
Sandra Cotti, Tania Di Mario, Giulia Emmolo, Teresa Frassinetti, Arianna Garibotti, Giulia Gorlero, Francesca Pomeri, Elisa Queirolo, Federica Radicchi, Chiara Tabani, Laura Teani

 

 

PALLAVOLO (24): Nazionale Maschile: Oleg Antonov, Emanuele Birarelli, Simone Buti, Massimo Colaci, Simone Giannelli, Osmany Juantorena, Filippo Lanza, Matteo Piano, Salvatore Rossini, Pasquale Sottile, Luca Vettori, Ivan Zaytsev. Nazionale Femminile: Nadia Centoni, Cristina Chirichella, Anna Danesi, Monica De Gennaro, Antonella Del
Core, Valentina Diouf, Paola Egonu, Martina Guiggi, Eleonora Lo Bianco, Alessia Orro, Serena Ortolani, Myriam Sylla
PENTATHLON MODERNO (4): Riccardo De Luca, Pierpaolo Petroni, Claudia Cesarini, Alice Sotero.
PESI (2): Mirco Scarantino, Giorgia Bordignon
PUGILATO (7): Manuel Cappai, Valentino Manfredonia, Vincenzo Mangiacapre, Clemente Russo, Carmine Tommasone, Guido Vianello, Irma Testa
SCHERMA (17): Giorgio Avola, Andrea Baldini (riserva), Andrea Cassarà, Marco Fichera, Daniele Garozzo, Enrico Garozzo, Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Paolo Pizzo, Andrea Santarelli (riserva), Ilaria Bianco (riserva), Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Rossella Fiamingo, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta, Irene Vecchi.
SPORT EQUESTRI (6): Stefano Brecciaroli, Emanuele Gaudiano, Luca Roman, Pietro Roman, Arianna Schivo, Valentina Truppa.
TENNIS (6): Sara Errani, Fabio Fognini, Karin Knapp, Paolo Lorenzi, Andreas Seppi, Roberta Vinci.
TIRO A SEGNO (5): Niccolò Campriani, Marco De Nicolo, Giuseppe Giordano, Riccardo Mazzetti, Petra Zublasing.
TIRO A VOLO (9): Antonino Barillà, Massimo Fabbrizi, Marco Innocenti, Luigi Agostino Lodde, Giovanni Pellielo, Gabriele Rossetti, Diana Bacosi, Chiara Cainero, Jessica Rossi.
TIRO CON L’ARCO (6): Marco Galiazzo, Mauro Nespoli, David Pasqualucci, Lucilla Boari, Claudia Mandia, Guendalina Sartori.
TRIATHLON (4): Alessandro Fabian, Davide Uccellari, Charlotte Bonin, Annamaria Mazzetti.
VELA (13): Vittorio Bissaro, Mattia Camboni, Elena Berta, Francesca Clapcich, Giulia Conti, Francesco Marrai, Giorgio Poggi, Silvia Sicouri, Alice Sinno, Flavia Tartaglini, Ruggero Tita, Silvia Zennaro, Pietro Zucchetti

 

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover Marta Menegatti già beacher da ‘urlo’ by London 2012.
Dove nei Giochi Paralimpici erano andati in ‘azzurro’ con l’Italia anche i polesani Stefania Chiarioni ( nuoto) e Andrea Borgato ( ping pong) poi festeggiati al ritorno e guest star in Piazza Vittorio Emanuele a Rovigo durante la presentazione della Rugby Rovigo Delta di patron Francesco Zambelli ( eccoli sul palco con i ‘presentatori della serata’ Saverio Girotto ‘rossoblu e Daniela Scalia ‘dama bianca’).
Ma per la serie ‘quadriennio olimpico’ partiamo dalla nomina di Giovanni Malagò neo presidente Coni “Cinque Cerchi” Italia, per passare ad onorare Gianfranco Bardelle presidente Coni Veneto al microfono ‘Sportivamente’ con Lucio Taschin delegato Coni Rovigo.
Un lungo viaggio sportivo , quello del padovano Bardelle prima come ‘gran presidente del Circolo Ricreativo Dipendenti Cariparo ( perciò due flash da winner in Puglia col team pallavolo e in formato poster con Supercoppa Interbancaria 2006 festeggiata con tutti gli atleti ( e col sottoscritto tennista peraltro impegnato a fare il flash) e dirigenti accompagnatori.
Un viaggio , quello di GF Bardelle che si poi perfezionato in Padovanuoto e poi nell’attuale presidenza Coni Veneto come dimostra la ‘premiazione’ sul palco con Gabrilla Dorio gran podista e Sara Simeoni ORO mondiale salto in alto.
Per quanto riguarda gli atleti polesani che quest’anno saranno a Rio de Janeiro vi proponiamo in azione Alessia Maurelli ‘ginnastica ritmica’ e Andrea Borgato ping pong.
Fermo restando che sarà la veneta Federica Pellegrini ‘portabandiera’ dell’Italia in Brasile, nel segno di un Fair Play naturale anche in casa Panathon dove vediamo Giovanni Malagò nel relativo cerimoniale-premiazione con bandiera ‘veronese’ allo stadio Bentegodi di Verona dove il ‘pensiero’ di Massimo Rosa storico Governatore Panathlon International sa andare ancora ‘in rete’ con “Il Caffè di Verona” , quello che lo stesso Rosa definisce in flash “ Periodico immaginario di cultura sportiva e dintorni”.
Per quei valori di Fair Play che sono alla base da sempre dei Giochi Olimpici e dei ‘nostri dieci “Top Ten Made in Polesine ( vedi relativi flash story qui su www.polesinesport.it la rubrica ‘Copertine”) dei quali cui ho scritto i relativi Personaggi Story nel già citato libro di cui vi propongo la cover,  con le loro ‘facce-story:
E che da sx in senso orario sono Tullio Biscuola (maratoneta, Parigi 1924), Benito Pigato, ciclismo, Messico 1968), Renzo Bulgarello (canottaggio, Monaco 1972), Laura Foralosso ( nuoto, Mosca 1980), Antonio Ricchieri ( calcio Figc, Seul 1988, Barcellona 1992), Giovanna Pasello ( tiro a segno Atlanta 1996, Sydney 2000), Christian Giantomassi ( pugilato, Atlanta 1996) , Jean Pierre De Vincenzi ( basket, Sydney 2000), Simona Gioli ( pallavolo, Pechino 2008), Vigor Bovolenta ( pallavolo Atlanta 1996 e Pechino 2008).

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it