‘AMICI DEL CUORE’, la prevenzione tra Sport & Salute


Innanzitutto il presente. E cioè l'ASSOCIAZIONE e l’organizzazione del recente Torneo di Tennis disputatosi sui campi in terra rossa del Ct Don Bosco dal 30 maggio al 5 giugno 2010. Che il sottoscritto ha presentato così su Il Resto del Carlino. Ma per i valori promossi dall’Associazione Amici del Cuore e per le sue finalità, diventa doveroso, per la serie ‘Memoria & Futuro’ , completare il kit, oltre che col resoconto finale del Torneo, anche con un precedente resoconto datato Torneo 2006, quando il factotum Roberto Bobisse , per sostenere il progetto Amici del Cuore, si affidava alla sensibilità del Tennis amatoriale, per un torneo disputato peraltro fin dal 1995 in collaborazione e sui campi del Ct Rovigo del presidente Gianfranco Piombo. E poi, per ‘unicità di bilancio’ completeremo il kit col relativo Albo d’Oro, perché la Memoria & il Futuro, quando si parla di valori morali e sportivi, vanno davvero a braccetto.
PRIMA NEWS/ PRESENTAZIONE DEL “1° TORNEO PROVINCIALE GIOVANILE AL CT DON BOSCO

<<Ancora una volta l’associazione ‘Amici del Cuore Rovigo’ ha voluto trasmettere un messaggio di solidarietà abbinandola al tennis. Per questo è stato organizzato il tradizionale torneo “Amici del Cuore” giunto alla sua 16esima edizione ed in corso di svolgimento sui campi in terra rossa del CT Don Bosco. Finora il Torneo aveva un target amatoriale, invece da questa edizione l’attenzione dell’Associazione Amici del Cuore di cui è presidente Carlo Piombo si è rivolta ai giovani.
Una attenzione che tra l’altro è stata sottolineata, al momento della presentazione, da parte del presidente Piombo , accompagnato dal segretario Luigi Brazzorotto e da Roberto Bobisse, lo storico promoter di questo torneo che stavolta ha trovato nel “Circolo Noi” del presidente don Mario Lucchiari e della segretaria Claudia Zurma il relativo supporto organizzativo assieme al CT Don Bosco del presidente Fabio Boreggio.

A realizzare sul campo il progetto sportivo ci hanno pensato i ‘quattro moschettieri’ del Don Bosco , vale a dire il maestro Massimo Barella, e gli istruttori Gianluca Nardi, Alberto Malengo e Francesco Gasperotto, che hanno predisposto i tabelloni assieme ad Eros Zurma e nei quali hanno suddiviso i 68 ragazzi partecipanti.
Un torneo che vede in gara tanti ‘piccoli tennisti’ in rappresentanza di tanti circoli della Provincia, e ai quali l’Associazione Amici del Cuore ha offerto una maglietta e gadget a tutti, oltre a premi e coppe per le migliori racchette di ogni categoria.
Da segnalare altresì che la quota iscrizione di 5 € cadauno sarà devoluta in beneficenza e comunque per quanto riguarda i circa 50 iscritti tesserati per il CT Don Bosco va sottolineato che le relative quote sono state offerte direttamente dai loro predetti ‘quattro maestri’.

Per un torneo che si concluderà sabato prossimo , quando dalle 16 alle 18 si disputeranno tutte le finali sia maschili che femminili. E cioè quelle relative agli Under 12 ( iscritti 18 maschi e 10 ragazze) , Under 14 ( 8 maschi e 8 femmine) , Under 16 open ( 16 maschi e 5 femmine).
Un Torneo, quello degli Amici del Cuore, che punta allo sport, e nel caso specifico al tennis giovanile, per veicolare sensibilità e prevenzione alle malattie cardiovascolari, con interventi di educazione sanitaria e di lotta contro i fattori di rischio>>.

SECONDA NEWS/ AMICI DEL CUORE & TORNEO DON BOSCO 2010, CAMPIONI & SIGNORI

Questo il mio resoconto finale pubblicato lunedì 7 giugno 2010, a tutto pagina cronaca e foto, su Il Resto del Carlino, per un ‘torneo che fa bene alla salute’.
<<Lo sport come veicolo di educazione sanitaria attraverso i giovani. Questo è stato il messaggio che ha voluto lanciare l’Associazione Amici del Cuore organizzando il suo “16 Torneo di Tennis” , nello specifico sui campi del CT Don Bosco per la edizione del “1° Trofeo Provinciale Giovanile maschile e singolare. Un torneo che lunedì scorso ai nastri di partenza ha visto la presenza di quasi 70 piccoli tennisti, ripagando l’impegno dello staff organizzativo composto da Roberto Bobisse, Luigi Brazzorotto, Eros Zurma, dallo staff tecnico del Circolo Noi e del CT Don Bosco composto dal maestro Massimo Barella e dagli istruttori Alberto Malengo, Francesco Gasperotto e Gianluca Nardi, peraltro giudici arbitro nelle finali disputate sabato pomeriggio. 

Particolarmente soddisfatto Carlo Piombo, presidente dell’Associazione “Amici del Cuore”:<< E’ stato bello vedere ‘tante nostre magliette gialle’ indossate dai giovani tennisti. E’ stato questo praticamente il terzo ‘step’ di questo 2010 che abbiamo voluto dedicare ai bambini. Era importante per noi realizzare una prevenzione primaria e secondaria delle malattie cardiovascolari, lanciando un messaggio di informazione per il loro tempestivo riconoscimento e trattamento utilizzando il ‘veicolo’ sportivo. Perciò abbiamo fatto questo torneo a carattere giovanile. Perciò in precedenza abbiamo coinvolto il target studenti, perché siamo stati nella Scuola Miani promovendo tre momenti dedicati al ‘Cuore Motore della Vita’. Il primo di educazione sulla salute più conoscenza del cuore; il secondo promuovendo la auscultazione col fonendoscopio per cuore/polso, il terzo presentando e sviluppando i risultati delle precedenti fasi ( disegni e scritti prosa/poesia). Come secondo step,  nell’ambito della organizzazione di un Torneo calcistico a livello giovanile nel Quartiere Tassina ( oltre 100 ragazzi della categoria Pulcini) che ha visto la partecipazione delle prestigiose società Spal e Padova assieme alle polesane Lendinara, Duomo, Canalbianco e Taglio di Po, abbiamo coinvolto anche i  genitori, ai quali abbiamo rilevato pressione e colesterolo. >>

E così la visione ‘tridimensionale’ del presidente Piombo che si gustava sia la Schiavone winner al Roland Garros che i finalisti del Ct Don Bosco, produceva speciali cheese da foto ricordo assieme ai tennisti polesani e ai loro genitori, in rappresentanza oltre che del Don Bosco anche del Ct Rovigo, Lendinara, Max Sport Adria, Porto Tolle e Conselve.
Da sottolineare che i perdenti al primo turno, hanno dato vita ad un altro torneo parallelo, quello dei ripescati, che ha visto vincenti Silvia Merlin ( Ct Don Bosco) nella categoria Under 12 femminile, quindi Iacopo Gibin ( Porto Tolle) e Alessio Barison ( Conselve) nei due gironi della categoria Under 12 maschile,  quindi Davide Longato ( Max Sport) nell’Under 14M ed infine Marco Rossi ( Don Bosco nell’Open 16.

Tutte le finali si sono disputate al meglio dei 5 games e , per quanto riguarda i vincitori dei tabelloni principali, nella categoria Under 8 femminile il successo è arriso a Roberta Ganzerolli su Marta Masiero. Quindi nell’Under 14 M ha vinto Sanny Furlan ( Porto Tolle) su Giacomo Caserta ( Don Bosco); nell’Under 14 F ha vinto Marta Marchesini ( Porto Tolle) su Diana Bortolotto ( Don Bosco); e nell’Open 16 femminile Giulia Martello ( don Bosco) ha battuto la compagna Anna Colombo. Senza storia la finale Under 16 maschile dove Alessandro Chiacchierini ( Don Bosco) ha punito per 5-0 il compagno Andrea Baracca  che, rispetto al solito, aveva il …braccino emozionato. Lo stesso Chiacchierini ha detto:<< Ci conosciamo bene perché giochiamo spesso assieme, e mi aspettavo un match equilibratissimo>>.

Più interessanti ed equilibrati invece le ultime due finali. Infatti nell’Under 12 maschile Alberto Campaci ( Conselve) ha vinto per 5-2 sul compagno Giovanni Carossa, mentre nell’Under 12 femminile la bassopolesana Elisa Bellan ( Porto Tolle, sportiva figlia d’arte) ha battuto per 5-3 la rodigina Anna Rigobello ( Ct Don Bosco).
Il fatto poi che , le premiazioni del Torneo siano state inserite nel cerimoniale della tradizionale cena sociale, che si è svolta in serata all’Hotel Cristallo, certifica l’importanza che gli Amici del Cuore , di cui è presidente onorario Pietro Zonzin, assegnano allo sport come ‘tramite’ essenziale per motivare una sensibilità che ha bisogno di un work in progress sia medico-professionale che educativa>>.
TERZA NEWS/ AL CT ROVIGO IL TORNEO “AMICI DEL CUORE 2006” TRA AGONISMO E SOLIDARIETA’

Questo il resoconto raccontato in cronaca dal sottoscritto nel 2006 a fine torneo.
Giusto per ‘agganciare’ il valore amatoriale degli evergreen ai nuovi testimoni del tennis giovanile. Perché l’Associazione Amici del Cuore, il CT Rovigo prima e il CT Don Bosco adesso sono una ‘trilogia’ indissolubile sulla strada della Memoria & Futuro, anzi nel grande mare “wellness & sport”
<<Ancora una volta l’associazione ‘Amici del Cuore Rovigo’ presieduta da Francesco De Curtis ha centrato l’obiettivo di trasmettere, tramite il Torneo di tennis amatoriale a coppie, un messaggio combinato di sportività e solidarietà.
E così per l’intera settimana, i 32 partecipanti della 12esima edizione del Torneo, sotto la direzione tecnica di Angelo Lerario, hanno prodotto simpatia e alcune pregevoli giocate, come peraltro sollecitava la cosidetta formula ad assetto variabile, per la quale le coppie si formavano per sorteggio, fermo restando che ogni giocatore avrebbe disputato tre match e acquisito la sommatoria dei relativi punteggi.

E così sono stati apprezzati i gesti tecnici e le strategie tattiche di Claudio Zerbinati, Piero Nicolini,Fausto Pivirotto, Pietro Zonzin, Galuppi Stefano, Edoardo Cavallaro, Domenico Santaniello, Gianni Chiarelli, Bruno Osti, Paolo Vecchione, Franco Rubiero, Virgilio Zen, Lino Ravarra, Paolo Isola, Giuseppe Pavanello, Nello Guerra, Valerio Pevarello, Marco Cavaliere, i fratelli Gennaro, Vanni Bellonzi, Francesco Carmignotto, Antonio Cordella, Enzo Berti, Armando Rizzi, Rossano Suman, Luigi Turri, Romano Biasizzi, Italo Paccagnella, Mauro Amadei, Franco Frigato e Roberto Bobisse, gran segretario dell’Associazione. Per un’organizzazione che ha coinvolto anche Luigi Brazzorotto, Pietro Zonzin, Lucio Spedo, quindi Ettore Cicchella per il soccorso sanitario, e Giuseppe Bonfiglio e Lino Ravarra per la fotografia, Sergio Sottovia per la stampa.
Per effetto quindi dei risultati della fase di qualificazione si è determinata la griglia dei primi otto classificati, che hanno acquisito il diritto a battersi per la finale e la finalina in programma sabato mattina.

Per il terzo posto l’ha spuntata la coppia formata da Paolo Vecchione e Mimmo Santaniello contro quella formata da Luigi Turri e Virgilio Zen capitalizzando l’ottimo rovescio di Vecchione ela regolarità di Santaniello per il 6/6, 6/1 eloquente.
Più combattuta la finale per il primo posto dove la potenza di Stefano Galuppi si è combinata ad intermittenza alla sagacia tattica di Piero Nicolini che ha dovuto ‘gestire’ i suoi problemi alla spalla. Così si sono assicurati per 6 a 4 il primo set tenendo a bada la qualità tecnica di Claudio Zerbinati e la regolarità di Rossano Suman.
Quando poi nel secondo set Galuppi-Nicolini scappavano via fino al 5-0 i giochi parevano fatti. Invece c’era la rimonta di Zerbinati –Suman fino al sorprendente 7-5 che potevano giocarsi tutto nel terzo set.
Invece un loro certo appagamento e il riassetto tattico di Galuppi-Nicolini vedeva questi ultimi filare fino al 6-2 che valeva il trofeo.

Così in serata, l’Associazione Amici del Cuore, nella cena sociale al Ristorante del Centro Don Bosco, oltre che a sottolineare i suoi primari scopi, come la lotta contro le malattie vascolari con interventi nel campo epidemiologico e di educazione sanitaria e di lotta contro i fattori di rischio, ha simpaticamente premiato i vincitori della 12esima edizione del torneo di tennis.
Da segnalare che ieri mattina, nella cornice dell’Isola di Albarella, il CT Rovigo al termine di una jam-session tennistica amatoriale ha premiato i soci distintisi nella stagione sportiva 2005-06. Vale a dire ancora Piero Nicolini (singolare maschile) ed Emanuela Guerzoni a livello femminile. Simpaticamente poi Angelo Lerario ha premiato i campioni dei vari campionati. Cioè Tonino Cordella e Giuseppe Pavanello per la serie A, quindi Claudio Zerbinati e Rino Donatoni per la serie B, infine Edoardo Cavallaro e Nello Guerra per la serie C. >>

QUARTA NEWS/ ALBO D’ORO VINCITORI TORNEI PRECEDENTI EDIZIONI

Nella prima edizione del 1995, nel doppio maschile hanno vinto Bruno Nissotti – Franco Rubiero mentre si sono classificati secondi la coppia Franco Colognesi- Armando Rizzi.
Nel 1996 hanno vinto Gian Paolo Ferlin e Domenico Santaniello sulla coppia Gianni Miotto – Claudio Zerbinati.
Nel 1997 sono stati primi classificati Mauro Amadei – Michele Brizzolari perché in finale hanno battuto Roberto Bobisse – Armando Rizzi.
Nel 1998 è stata prima la coppia Francesco Gennaro – Simone Ravarra perché ha superato in finale la coppia Giorgio Marassi – Pietro Zonzin.
Nel 1999 primi sono stati Roberto Bobisse – Francesco Gennaro davanti ad Antonio Chiarion - Michele Brizzolari.
Nel 2000 primi Rino Donatoni – Augusto Salustri su Giorgio Marassi – Armando Rizzi.
 Nel 2001 primi classificati Roberto Bobisse – Michele Brizzolari su Bruno Nissotti – Claudio Zerbinati.
Nel 2002 campioni Francesco Gennaro – Gianfranco Frigato su Bruno Nissotti – Angelo Lerario. Nel 2003 ha vinto la coppia Francesco Carmignotto – Amedeo Zurma battendo la coppia Pietro Nicolini – Federico Caricato.
Nel 2004 primi Francesco Gennaro – Mauro Amadei su Adriano Osti – Paolo Vecchione.

Nel 2005 vincenti Sergio Sottovia – Gianluca Mori che hanno battuto Marco Cavaliere – Roberto Amà. 
Nel 2006 campioni Stefano Galuppi – Pietro Nicolini su Claudio Zerbinati – Rossano Suman.
Nel 2007 primi classificati Francesco gennaro – Armando Rizzi vincenti su Sergio Sottovia – Virgilio Zen.
Da segnalare che, nello stesso anno e sempre sui campi del Ct Rovigo,  ha avuto inizio anche l’edizione femminile del torneo. E che è stato vinto dalla coppia Silva e Gianna Pacchiega.
Nel 2008 il torneo maschile è stato vinto dalla coppia Gianni Vettorato – Sergio Sottovia vincenti su Lidio Destro e Carlo Gennaro. Invece nel torneo femminile ha vinto la coppia Antonella Tovo – Silva Pacchiega.
 Nel 2009 , nell’ultima edizione amatoriale disputata sui campi del Ct Rovigo, sono risultati vincitori i fratelli Francesco e Carlo Gennaro sulla coppia M. Paioro – Stefano Galuppi.
Così come , in quell’ultima edizione amatoriale al Ct Rovigo, hanno vinto le sorella Silva e Gianna Pacchiega nel torneo femminile.

QUINTA NEWS/ GLI SCOPI DELL’ASSOCIAZIONE “AMICI DEL CUORE”
Nel rispetto della ufficialità citiamo tutti i ‘cinque punti’ secondo l’interpretazione autentica della stessa ‘Associazione’  pubblicato sul retro del libretto di presentazione del recente Torneo di Tennis 2010.
<< L’Associazione ha lo scopo di sviluppare la lotta contro le malattie cardiovascolari con interventi nel campo epidemiologico, di educazione sanitaria e di lotta contro i fattori di rischio. On particolare:
a) realizzare una prevenzione primaria e secondaria delle malattie cardiovascolari e il loro tempestivo riconoscimento e trattamento;

b) promuovere ed organizzare ricerche, studi, e convegni scientifici, relativi alla cardiologia;
c) perfezionare la preparazione e la specializzazione delle varie categorie professionali interessate alla cardiologia anche mediante il conferimento di borse di studio e assegni di aggiornamento;
d) adeguare le strutture e le dotazioni strumentali della cardiologia ospedaliera e ambulatoriale alle innovazioni tecnologiche;
e) contribuire all’assistenza di pazienti in condizioni particolarmente disagiate.

EXTRATIME/ Nella fotogallery, a scalare verso il basso, la prima foto è relativa a Roberto Bobisse e Carlo Piombo ‘sul campo’ prima del match tra le finaliste Bellan e Rigobello, assieme ai rispettivi genitori. Quindi la foto dei finalisti Campaci ( bianco) e Carossa ( giallo) tra Malengo ( primo a sx) Bobisse e Zurma. Sono invece col le coppe tra le mani i finalisti Sanny Furlan ( a sx) e Giacomo Caserta, entrambi in maglietta gialla.
Impegnati nell’organizzazione il quartetto staff Malengo e Nardi con alle spalle Zurma e Bobisse. Nella rituale foto sul campo , coi finalisti Chiacchierini e Baracca anche il maestro Massimo Barella ( maglia azzurra) assieme a Bobisse, Gasperotto, Malengo e Zurma. Quindi il team dell’Associazione Amici dle Cuore, composto da Brazzorotto, Bobisse, Piombo con alle spalle Zurma e Malengo. Prima dell’ultima foto da campo, quella delle baby Ganzerolli ( a sx) e Masiero. A completamento della fotogallery 2010, ci sono le foto della serata – premiazioni, partendo da Chiacchierini premiato da Loris Roncon ( primario cardiologia Uls 18) e Carl Piombo. E in sequenza Marta Marchesini ( maglietta blu, premiata dal vice prefetto Carmine Fruncillo), Diana Bortolotto ( con gli occhiali, premiata da Francesco Noce presidente Ordine dei Medici) , quindi Giulia Martello ( con la collana, premiata da Pietro Zonzin presidente onorario degli Amici del Cuore)  e poi la bionda ‘capelli lunghi’ Anna Colombo premiata da Piombo, ed infine la riccioluta Elisa Bellan premiata dal sindaco Fausto Merchiori.

A chiudere la fotogalley abbiamo messo …le speranze del futuro a fianco del loro maestro Gianluca Nardi. Perché sono in cinque e indossano la maglietta degli ‘Amici del Cuore’. Si può dire che indossino i già citati ‘cinque punti’ della ‘magna carta’ dell’Associazione amici del Cuore.

Tra Memoria & Futuro, dicevamo, e perciò va onorato anche la storicità dei tornei organizzati al CT Rovigo del presidente Gianfranco Piombo ( primo a sx, coi Bosa e Spizzica prima di una finale del prestigioso Torneo Città delle Rose). E perciò con riferimento al Torneo Amici del Cuore 2008 abbiano ‘contestualizzato’ la foto della finale maschile ( da sx, Destro, Gennaro, Lerario giudice, Vettorato, Sottovia) e la foto della finale femminile sempre 2008 ( Gianna Pacchiega e Daniela Chiarion con Silva Pacchiega e Antonella Tovo assieme ai giudici Angelo Lerario ed Emanuela Guerzoni, con Roberto Bobisse factotum – tennistici dell’Associazione ‘Amici del Cuore’.

Quella di cui è presidente onorario Pietro Zonzin, presidente Carlo Piombo, vice Ettore Cicchella, segretario, Luigi Brazzorotto, e ‘consiglieri’ Loris Roncon, Roberto Bobisse, Mario Casolino, Giuseppe Bonfiglio, Franca Barison, Giannino Simonetti, con revisori dei conti Paolo Pizzardo, Lucio Spedo e Chiara Paparella, quest’ultima anche ‘ufficio stampa’.
Tutto questo perché …sport è salute, nel pensiero e nel cuore, lo stesso binomio che diventa speciale se a far coppia , sul campo e nella vita ( perciò l’ultima foto – gruppo è dedicata al ‘concerto per ‘Cuore & Sport’ in cattedra nel cerimoniale delle premiazioni e nella cena sociale degli Amici del Cuore),  è quello tra medico e paziente, in un rapporto di fiducia – lo  sottolinea anche la ‘Carta Uls’ - tra cittadini  e personale sanitario.



Sergio Sottovia
www.polesinesport.it