Andrea Maida ‘firma’ 24 titoli italiani in carriera/ Chiude da “speedway winner” by “La Favorita Sarego” (2 tricolori)


12/01/2013  

Il probabile abbandono della pista ovale lo vede chiudere la carriera da vincente. Perciò questo blow up dedicato a “ANDREA MAIDA FESTEGGIA I SUOI DUE ALLORI TRICOLORI” , perché il pilota di Loreo, pur impegnato nelle vesti di istruttore di velocità ha appena chiuso ‘doppiamente winner tricolore, nella sua ‘probabile’ ultima stagione.
E noi lo onoriamo raccontandolo con le parole di Michele Guerra, puntuale writer di motori, aggiungendo in Appendice la “sua biografia young” e i suoi “Ringraziamenti” a chi lo ha fatto arrivare tantissime volte winner da “International Speedway Racer”.
Onore quindi all’evergreen champion Andrea Maida ( prego visitare il suo sito per un palmares strepitoso, d cui su questo sito abbiamo raccontato …tanti podi & trofei vinti), che vi proponiamo nel suo ultimo flash smile da ‘last winner’ secondo il vangelo di Michele Guerra, il suo angelo commentatore.
   
MAIN NEWS (by Michele Guerra) / ANDREA MAIDA FESTEGGIA I SUOI DUE ALLORI TRICOLORI
Impegnato nelle vesti di istruttore di velocità continua a vincere nello speedway

Un’altra stagione agonistica nello speedway portata a termine dal veterano della pista ovale Andrea Maida, con questa sono ben ventisette, con due importanti allori tricolori che vanno ad aggiungersi nella sua già prestigiosa bacheca con i successi nel Campionato Italiano Speedway a Coppie e nel Campionato Italiano Speedway a Squadre denominato “Internazionali d’Italia” per la presenza di piloti stranieri.

 

 

Alla sua seconda stagione consecutiva con i colori del Moto Club La Favorita di  Sarego del presidente Maurizio Vigolo, Andrea spalleggiato dai due piloti italo-argentini Nicolas Covatti e Cristian Carrica, con uno splendido gioco di squadra sono arrivati alla conquista dei prestigiosi titoli nazionali a coppie e a squadre.
Da circa due anni l’impegno di Andrea Maida nello speedway si è notevolmente ridimensionato, soprattutto per gli impegni chi si intensificano nella sua attività di istruttore per molte scuole di guida sicura e guida sportiva che si svolgono in diversi autodromi italiani e con uscite sulle strade ordinarie.

 

 

Tra i nomi prestigiosi delle scuole che Maida collabora, DRE Ducati Riding Experience, MV AGUSTA per Adria International Raceway  e il rosa dell’Associazione “Donne in Sella” con i master patente A per le novelle amazzoni delle due ruote.
Nelle apparizioni sulle piste ovali di Lonigo e la friulana Terenzano, il pilota di Loreo con il team La Favorita hanno praticamente concluso una stagione da imbattuti mettendo il proprio sigillo con i successi in tre gare su quattro del torneo a coppie, di cui una annullata per ben due volte per pioggia, e nella finale unica negli Internazionali d’Italia a squadre in cui Maida, Covatti e Carrica sono stati ben affiancati dai funambolici fratelli polacchi Krzysztof e Miroslaw Jablonski.

 

 

Sfortunate le presenze di Andrea nel serale Campionato Triveneto che si svolge di giovedì sulla pista berica, per il rider bassopolesano nelle sue due uniche apparizioni in quarto e un settimo piazzamento in cui a dovuto far fronte alle rotture del motore che ne hanno pregiudicato il risultato finale.
Come ogni finale di stagione Andrea Maida rivolge i ringraziamenti a tutti quelli che in qualche modo lo hanno aiutato nella sua attività agonistica, e in particolare a tutto lo staff del Moto Club La Favorita di Sarego e al suo team composto da Alfredo, Roberto, Luca, Vito e Carlo.
Nella sua carriera Maida ha vinto complessivamente ben 24 titoli nazionali tra individuali, a coppie e a squadre, ricevendo senza non qualche difficoltà, aiuti da persone che sono state entusiasmante dalla stoffa di campione e signore che Andrea ha dimostrato in tutti i questi anni.

 

 

Nel tradizionale pranzo di fine stagione con il team La Favorita di Sarego, Maida unico campione superstite vista la partenza di Covatti e Carrica ritornati in Argentina per disputare il Campionato Internazionale Individuale di speedway nel loro paese, è stato il vero protagonista del momento di festa del pluridecorato team vicentino.
Momenti di difficoltà economica che non risparmiano nessun settore sportivo, anche per Maida la possibilità di agguantare il 25° titolo in carriera si affievolisce.
Sempre più impegnato come istruttore di guida sicura e veloce, per il centauro di Loreo il 2012 si prospetta come la sua ultima stagione sulla pista ovale.

 

 

PRIMA APPENDICE NEWS ) by www.andrea-maida.com) / ANDREA MAIDA “INTERNATIONAL SPEEDWAY RACER” ( CIOE’ LA “SUA” BIOGRAFIA YOUNG )

<<Andrea Maida nasce a Loreo (Rovigo)il 23 marzo 1964. Sin da piccolo dimostra di avere una naturale predisposizione per le attività sportive. Inizia praticando pattinaggio in cui poco dopo riesce a primeggiare vincendo diversi campionati provinciali e regionali. Alla ricerca di emozioni più forti,     successivamente si dedica al karaté conquistando un brillante terzo posto ai campionati italiani. Gli apprendimenti di questa disciplina, messi in pratica nello speedway gli consentiranno in futuro di poter contare su uno stile di guida più tecnico che di forza, sviluppando principalmente la concentrazione e permettendogli di controllare la moto con piccoli spostamenti del corpo. In pratica le basi per poter emergere nella pista ovale.

 

 

L’amore per le moto senza freni, inizia così nel lontano 1973 quando all’età di 9 anni ha il suo primo approccio con questa particolare attività motoristica. Sicuramente il trampolino di lancio Andrea Maida lo trova a pochi metri da casa sua dove sorge una pista da speedway, che risulterà teatro di molti eventi nazionali e internazionali.

 



La pista ovale con il fondo di terra battuta, delimitata da una staccionata senza vie di fuga, la moto nuda e perennemente su di giri in veloci controsterzo, il forte odore di alcool metilico che emana, l’abbigliamento dei piloti a sembrare dei marziani e il fascino del forte rischio costante, accumulati gli fanno nascere la voglia di provare questa nuova esperienza e cimentarsi in una disciplina motociclistica in piena evoluzione nel Polesine.
Appena il tempo glielo permette Andrea Maida si fa trovare in pista e attirato dal forte interesse inizia a collaborare con i meccanici, chiedendo loro informazioni sulle moto e aiutandoli nell’allestimento delle moto, rimanendo a stretto contatto con i piloti e ai vari team presenti nel paddock.

 

 

 

Una volta raggiunta la maggiore età, nonostante il parere contrario dei genitori, decide di cimentarsi in questa specialità. Venduto lo stereo e alcuni oggetti personali per racimolare i soldi necessari, muove i suoi primi passi in un’attività che lo appassionava in modo frenetico; poi richiedendo un piccolo prestito a un suo cugino riesce ad acquistare la sua prima moto: una Jawa 500cc.

Inizia a frequentare il motoclub Guido Leoni di Badia Polesine (Rovigo) nell’indimenticabile anello di terra rossa costruito all’interno dello stadio Ottorino Verzaro e tramite il club altopolesano, nel 1986 si iscrive al suo primo Campionato Italiano Junior dimostrando immediatamente le sue capacità verso questa disciplina, attirando un forte interesse verso di sé del pubblico di appassionati e addetti ai lavori.

Con una veloce escalation le soddisfazioni non tardano ad arrivare. Importante vittoria per Maida che raggiunge il gradino più alto del podio nel tempio italiano dello speedway sulla pista “Santa Marina” di Lonigo, al termine della stagione concluderà il campionato al quarto posto assoluto.>>

 

 

APPENDICE NEWS/ RINGRAZIAMENTI BY ANDREA MAIDA

<<Il Team di Andrea Maida:

Fabio Rancan: Team manager e sponsor principale dal 2002 oltre che un grande amico!

Vito Maida: papà di Andrea, collaboratore nella preparazione e modifiche varie delle moto in officina.

Giancarlo Degan: Un fondamentale punto di riferimento, meccanico di pista con 30 anni di esperienza nello speedway. Con Andrea da 18 anni, da considerarsi il suo braccio destro. In precedenza è stato meccanico di pista di Gianni Famari.

Roberto Bertoldo: Meccanico di pista, con Andrea 10 anni di collaborazione e duro lavoro. Indispensabile!

Alfredo Secondini: Preparatore atletico di Andrea, prepara e segue gli allenamenti in palestra e in pista da 13 anni. Insostituibile!

 

 

RINGRAZIAMENTI SPECIALI

Lightron di Ruggero Padoan, Team Varco, Team Black Prince by Belstaff, Team Fabio Rancan.

I MECCANICI: Giancarlo Degan, Roberto Bertoldo, mio papà Vito.

IL PREPARATORE ATLETICO: Alfredo Secondini.

LA FONDAMENTALE COLLABORAZIONE DI: Giovanni Pavan, Giuseppe Freguglia, Arrigo Pavan, Gianfranco Boschini,  Mauro Ferrari, Claudio Bergo, Silvia Giannetti, e tutti coloro che hanno seguito e tutt’ora seguono le mie gare!>>

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per Andrea Maida in pista col suo ‘fido’ preparatore atletico Alfredo Secondini ( vedere sua specifica Story pubblicata su questo sito).
Poi per la fotogallery ecco le relative didascalie in sequenza a ‘scendere’.
Vale a dire innanzitutto il team La Favorita con Maida, Nicolas Covatti e Cristian Carrica e i fratelli polacchi Krzysztof e Miroslaw Jablonski.
Quindi Andrea Maida in tuta ‘La Favorita”, poi due sue ‘perentorie’ azioni corsa by Terenzano.

 

 

Relativamente ai suoi due ‘ultimi tricolori’ ecco il trio con ( da sx) Covatti, Maida, Carrica vincitori nella gara a coppie di Lonigo, quindi la successiva zona podio formato da (sx) Carrica, Covatti, Maida vincitori nella gara a coppie di Terenzano. Per una gioia smile appunto del Team La Favorita vincitori del campionato a squadre a Terenzano.
Passando alle azioni da corsa, ecco Andrea Maida nella gara a coppie di Lonigo.
Poi lo stesso Maida davanti al campione italiano 2012 Guglielmo Franchetti.

 

 

Dopo lo ‘stacchetto’ dedicato ad Andrea ‘single’ in azione, proponiamo il nostro Maida inseguito da Covatti e il giovane promettente Nicolas Vicentin.
Giusto prologo per la chiusura dedicata al ‘tandem winner tricolore’ Maida & Covatti e al loro eccellente lavoro di coppia.
E sopra tutto ‘dulcis in fundo’ dedicata ad Andrea Maida, the best & the red in pista ad Adria.



Michele Guerra & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it