Antonelli/Rovigo,Lazzari/Delta,Marzola/Lapecer, Pagliarini & Guccione/Union At winners come la saracinesca Brunello. E Poncina e Florindo…


24/01/2011

E Bertipaglia, Trombin/Lazzarini, Verza, Di Vico… sono questi i bomber winners che mandano sul podio le polesane e dintorni.
E’ stata una domenica fatta di tanti risultati da ‘gustare’ ma anche di qualcuno difficile da ‘digerire’ ( leggi Porto Viro).
Ma partiamo dagli ‘antipasti’ e allora l’anteprima della nostra panoramica spetta al Rovigo di mister Parlato che in SERIE D sabato pomeriggio (per esigenze televisive) ha giocato ed impattato 1-1 allo stadio Gabrielli nel big match vs Tamai.
Un match che ho visto appunto in tv, col Tamai in vantaggio su rigore quantomeno magnanino ( per fallo di Ruopolo), ma che mister Carmine Parlato in diretta Rai Sport , intervistato da Piccinini, ha ‘ammesso’ che “c’era”, dimostrando di non essere uno che ‘a priori’ cerca giustificazioni .
Infatti poi le riprese tv hanno mostrato che probabilmente non c’era,  e perciò voglio sottolineare la ‘signorilità’ di mister Parlato che non si è fermato ad …Eboli-rigore’.
Per fortuna che poi il portiere  friulano ( Tamai è frazione di Brugnera, in provincia di PN) ha …ballato il liscio permettendo all’arciere Antonelli di infilzarlo per l’1-1 definitivo che mantiene il Rovigo quarto (dietro Tamai e Venezia) e comunque in corsa play off, tanto più che il Montebelluna dell’ex Masitto ha sconfitto la capolista Treviso.
Tenendo conto le ultime ‘vicissitudini societario’ è comunque una ottima stagione per il Rovigo di mister Parlato tanto più che, sempre in diretta su Rai Sport, il dg Andrea Pasquali ha sottolineato che ‘tanti ostacoli sono stati superati e che in prospettiva per la prossima stagioni ci sono le basi per completare il progetto societario’.
In tale ottica la doppietta di Fabio Cazzadore con la Juniores di mister Adriano Rossignoli in casa della capolista San Paolo dà ottime garanzie, nel frattempo certificate stamattina da Simone Chiarion su Il Gazzettino.

 

 

Restando in tema alta classifica, ci spostiamo in ECCELLENZA per confermare che questo è l’anno del Delta 2000 di mister Zuccarin, perché ha solo pareggiato ma ha allungato sulle inseguitrice. Merito della punizione insaccata da Daniele Lazzari nella porta della Piovese per l’1-1 che fa diventare + 12 le lunghezze sulla Feltrese (sconfitta 3-1 dal Liapiave)  e sul Ponzano ( sconfitto 1-0 dal Romano d’Ezzelino).
Intanto sul fondo l’Adriese di mister Silvano Tumiatti fa un altro passettino avanti pareggiando 1-1 in casa al Bettinazzi contro il forte Sottomarina Lido. Un match tutto deciso da ex granata, vale a dire vantaggio ospite con Alessandro Sabatini e pareggio locale in pieno recupero con l’autogol di tacco dell’ex Michele Florindo.
E diciamo che l’Adriese adesso sale a -2 dal Rosssano ( sconfitta interna 0-1 vs Giorgione).

 

 

Più altalenanti le polesane in PROMOZIONE, con un elogio particolare che va al Lapecer e all’Union At. Infatti il Lapecer ha vinto per 2-0 sul GazzeraOlimpia, firmando il rigore con Giacomo Crepaldi (indisponibile mister Grassi) e il raddoppio con bomber Marzola. E così fa sorpasso sul Saonara e diventa secondo in classifica a – 7 dal Pozzonovo che è sempre ‘lepre’ visto che ha battuto per 3-0 la Virtus Villafranca.
Per quanto riguarda l’Union At di mister Turetta l’ho vista battere per 2-1 il forte Saonara Villatora di Franco Gabrieli grazie all’eurogol da fuori area di Pagliarini e all’incornata vincente di Guccione a solo 4 minuti dal termine.  Per un match vibrante che il Saonara  Villatora poteva anche pareggiare, ma ci ha pensato Niccolò Rosante a salvare nel pt un gol sulla linea e poi ci ha pensato ‘saracinesca’ Brunello a sciorinare tre-paratone-tre che nel finale hanno negato il pareggio ai padovani.
Rimarrà in zona play off l’Union At? Quando nel post partita ho intervistato per Delta Radio il presidente Alessandro Stocco lui si è schermito così:<< Ci mancano ancora 12 punti per centrare l’obiettivo salvezza a quota 40…>>.

 

 

Beh, verrebbe voglia di contestarlo, il presidente Stocco, visto che in attacco c’è il tandem Cestaro-Guccione con alle spalle quel Mirco Pagliarini che di gol ne ha segnati diverse da ‘attaccante globetrotter in ambito Promozione e dintorni. E visto che il rientro di Thomas Bonfante a fianco dell’omonimo Niccolò garantisce ulteriore qualità al ‘cerchio del centrocampo dell’Union At del ds Masotti.
Per quanto riguarda invece il Loreo di mister Augusti va segnalato che in casa del Vigodarzere era andato in vantaggio con Deni Crepaldi, ma poi ha subito il sorpasso per il 2-1 padovano in gol con Gomiero e poi Carraro a poco dalla fine, quando è pesato l’assenza di Sattin espulso per doppia ammonizione al 15’ st.

Storie di rimpianti, come quelli del Porto Viro segnalati in diretta su Delta Radio da Fausto Gnan, e al quale mister Fulvio Fellet , a fine match dopo l’1-1 col Noventa Pd , ha eloquentemente chiosato così:<< Capisco la stanchezza, ma gol del genere non si devono prendere!>>. E come dargli torto, visto che il Porto Viro era andato in vantaggio con Paralovo e solo al 90’ il Noventa aveva agganciato il pari con Libralon.

 

 

Tutto bene invece in PRIMA CATEGORIA per le polesane della zona alta.  Infatti lo Scardovari di Kristian Maistrello ha vinto a Porto contro il fanalino di coda, e grazie al gol di Poncina già al 1° minuto e così aggancia addirittura il Csalserugo sconfitto per 2-1 in casa del Maserà.
Un aggancio alla vetta che peraltro ha effettuato anche il Cavarzere di mister Pianta che è andato a sbancare l’Altopolesine con match winner Bertipaglia per l’1.0 al 45’ pt.
E che non fosse facile lo dimostra la vittoria dell’Altopolesine in settimana nel recupero sul Boara Pisanti, tant’ è che è costato l’esonero a mister Dario Raimondi.
Un Boara che peraltro affidato a Selleri ha trovato ieri la vittoria per 1-0 grazie a match winner Filippo Verza sulla Villanovese di GP Zanaga, e si avvicina alla zona play off. Come peraltro ha fatto la Tagliolese vincendo per 3-1 in sorpasso sul Vigo grazie ai gol del trio Zainaghi-Trombin-Lazzarini.

 

 

Chi continua a fare miracoli uscendo fuori da zona play out è la Fulgor Crespino di mister Luca Fabbri che ha consolidato la difesa attorno a Marangotto e poi col ‘contropiedista’ Di Vico ha siglato l’1-0 definitivo in casa della Nova Gens.
E così restano impelagati sul fondo il Porto ( praticamente retrocesso a quota 4) e il Vigo penultimo a quota 15, mentre il Badia resta fermo a quota 16 quantomeno perché …era a riposo.

 


 

Intanto in SECONDA CATEGORIA “quelle davanti” continuano imperterrite la loro corsa.
E’ così nel Girone I dove la capolista Castelbaldo Masi ha superato per 2-1 l’ostico Eridano, e dove la Stientese di Lorenzo Visentini resta in scia per aver vinto per 1-0 il derby in casa del Gaiba di Enrico Ghisellini, che così subisce il sorpasso da parte del San Marco Arquà ora terzo. Infatti l’Arquà di mister Saterri ha superato con un secco 4-1 in trasferta il Grignano (decisiva la doppietta di Davide Chiarion fantasista).Attenzione però allo Stroppare che ha pareggiato 1-1 in casa contro il San Pio X e che adesso ha agganciato il Gaiba quarto a quota 29. Nel frattempo ha ripreso a correre la Lendinarese
di mister Alessandro Zennaro che grazie alla doppietta di Campioni ha vinto per 3-2 sul Canaro. Si rifà sotto anche il Santa Sofia di mister Di Lena perché con match winner Simone Marchesin ha sbancato Costa per 1-0. Fuori corsa play off ritorna in evidenza il Boara Polesine vincente 3-1 in casa della Fluminense grazie alla doppietta di Curzio e al gol finale di Simone Braggion. Per quanto riguarda la zona play out continua il trend positivo del Frassinelle che ha rifilato 3-1 al Deserto fanalino di coda, trovando i gol decisivi con Calzavarini e Simeon a pochi minuti dal termine.
Per un fondo classifica che ora vede penultimo il Grignano, appena sotto i tandem Fluminense – Eridano.
Restando in SECONDA CATERORIA ma nel Girone G, va ricordato che nel recupero il San Vigilio di Casilli ha pareggiato col Cartura e pertanto adesso che ha vinto per 3-0 sul San Pietro sprinta solitario in vetta a + 1 sul tandem Arzergrande – Bottrighe.
Un tandem che peraltro non demorde visto che l’Arzergrande ( peraltro deve recuperare il match vs Cartura) ha liquidato con un roboante 7-0 il Battaglia, e che il Bottrighe di mister Nasti è stato bravo a vincere per 2-1 in casa della Virtus Agna (gol iniziale di Cattozzo e gol decisivo di Selvatico al 41’ st). In una giornata che ha visto l’Arre di Samuel Broggio perdere per 2-1 in casa contro la Patavina Polverara, un fatto di cui non hanno saputo approfittarne le polesane ‘aspiranti play off. Vale a dire il Pettorazza perché ha perso in casa per 2-0 contro il Pontecorr, e vale a dire i Blucerchiati di Samuele Paganin sconfitti per 3-2 in casa del Casone Legnaro di mister Franco Cerilli (una ‘storia’ tra Chiogia, LR Vicenza, Inter).
Continuano invece a soffrire appaiati a quota 9 sul fondo, lo Zona Marina (pari 1-1 in casa della Santangiolese) e il Rosolina (pari 0-0 in casa del Cartura) .

 

 

Concludendo la nostra panoramica sul ‘pianeta calcio polesano’ segnaliamo che nella TERZA CATEGORIA/ ROVIGO continua la corsa parallela tra la capolista Fiessese winner per 3-0 (Gramegna, Masin, Carrieri) sulla Turchese e l’inseguitrice La Vittoriosa che ha rifilato un eclatante 6-0 (tripletta Bellonzi, doppietta Andreasi C. + Moretto gol) al Duomo, in quel di Rovigo. Per il discorso play off da registrare il sorprendente pareggio per 1-1 del Polesella (terzo) col fanalino di coda Buso. E così il Papozze winner per 4-2 sul Roverdicré (doppietta di Main e Djlan Benazzi) si avvicina a -1. Ma per l’ultimo posto disponibile in zona play off resta in corsa anche il Ficarolo di mister Pigaiani bravo e fortunato per aver agganciato contro il Guarda Veneta il 2-2 nel finale grazie alla reti di Boarati e Carreri. Idem il già citato Roverdiré ma anche il Granzette per effetto del 3-2 sul Pontecchio. Per una classifica ‘intruppata’ e che comprende anche il Baricetta di mister Mario Ferro, bravo e fortunato per aver recuperato a Concadirame la doppietta di Kazadaev grazie ai gol di Barison-rigore e Tomasini per il definitivo 2-2. Mentre più sotto il match tra Villadose e Salara Calcio ha visto gli ospiti trovare lo spunto vincente dell’1-0 con Rosi al 30’st.
Passando in TERZA CATEGORIA/PADOVA , dove c’è lo strapotere dell’Azzurra Due Carraree capolista a + 16 sul Montagnana) era interessante il derby polesano tra Cà Emo e San Martino. Ebbene grazie al 3-0 (reti Bernardinello, Pavanato, Ferrari) il Cà Emo di mister Bernardinello sorpassa il Pernumia ed entra in zona play off, mentre l’altra polesana Beverare resta ultima perché …rimasta a riposo.
Per quanto riguarda la TERZA CATEGORIA/VERONA l’unica polesana del girone, cioè il Bergantino penultimo di mister Perboni, ha perso come da pronostico per 3-1 in casa della capolista Cavalponica, stratosferica a quota 41 e a + 9 sull’Albaredocoriano peraltro vincente a Bonarubiana.

 

 

EXTRATIME/ La cover è per il portiere ‘mascherato’ Andrea ‘Mandrake’ Brunello la saracinesca dell’Union At vs Saonara. Quindi nella fotogallery onoriamo il Rovigo con il ds Andrea Pasquali intervistato sabato da RaiSport, quindi il sorridente Daniele Lazzari  perché su punizione ha firmato’ il pareggio pro capolista delta 2000.
A seguire proponiamo il Lapecer che guarda caso , in piedi da sx a fianco di capitan Pavarin, presenta Giacomo Crepaldi e Anastasio Marzola i due ‘bomber winners’ di domenica scorsa sul GazzeraOlimpia. Poi con riferimento all’exploit dell’Union At presentiamo il ‘saluto gioia’ del team al suo pubblico, a Trecenta post vittoria sul saonara Villatora. Quella che peraltro aveva preventivato mister Turetta, tant’è che (in foto tra i presidenti Stocco a sx e Bellinato a dx)  ne mostra il relativo SMS che peraltro aveva scritto a ‘ chi di dovere’ prima del match.
Infine la fotogallery propone Poncina ( primo a dx) assieme ai nuovi arrivi quest’estate in casa Scardovari alla corte del ds Sergio Bortolotti. E il poker Tagliolesse composto da Faggion e Zainaghi con alle loro spalle Duò e Lazzarini, mentre last photo è  dedicata a Valentino Sartori presidente evergreen del San Vigilio capolista: perciò in foto repertorio che mostra da sx Franzoso, il presidente Sartori, Bocchio, Manfrini e Lugarini, per tutti ‘tanta passione pro Settore Giovanile’.




Sergio Sottovia
www.polesinesport.it