APS MONDADORI VR, da oltre 30 anni disputa le ‘sue’ gare sociali tra Po e Adige in Polesine. E il suo presidente Tiziani 'thanks' Nolo & Fipsas


01/10/2010  

Quante volte Angelo Nolo, allora presidente Fipsas, mi ha portato tabellini e risultati gare per la relativa pubblicazione ‘articoli’ su Il Resto del Carlino. Stavolta però ho voluto ‘raddoppiare’ e affidarmi alla ‘Lettera di Fair Play’ del presidente veronese Angelo Tiziani per proporvi in sequenza l’articolo datato 3.10.2006 a dimostrazione che il feeling tra la veronese APS Mondadori e Angelo Nolo & Fipsas ‘tra Po e Adige’ si è consolidato nel tempo. Tra l’altro oggi la stessa lettera ‘attuale’ del presidente Tiziani è stata pubblicata in ‘toto’ su la Voce di Rovigo combinata alla foto – smile dei pescasportivi veronesi ‘tutti felici’ per il pranzo alla Trattoria al Pescatore “Da Aligi”. Onore quindi al Fair Play Lettera di ringraziamento , che vi proponiamo come ‘prima news’ seguita dalla storica ‘Aps Mondadori gara sociale di quattro anni fa. A certificazione che ‘pescasportiva è anche amicizia”.
PRIMA NEWS (now 2010, by Tiziani) / LETTERA FAIR PLAY DA “30 E LODE”  DEL PRESIDENTE APS MONDADORI
<< PASSATEMPO PREFERITO/ Cronaca di una giornata di Pesca e non solo…

L’amicizia e sottolineo AMICIZIA con la Federazione di pesca-sportiva di Rovigo nella persona del Sig. Angelo Nolo, ha portato il mio gruppo anche quest’anno come da tradizione pluridecennale a cimentarsi su un tratto del canal Bianco località Cavanella Po.
Raduno e partenza con pullman h.5 del mattino dal parcheggio dello sporting Mondadori di Verona, destinazione Crespino (RO), distanza circa km 120.
Strada facendo tappa per una colazione volante, quindi si prosegue verso il Canal Bianco che dista 20 km dal paese di Crespino.
Giornata con cielo minaccioso e soprattutto vento forte, davvero fastidioso.
Arrivati sul posto destinatoci, scarichiamo la nostra attrezzatura di gara e pure le nostre donne davvero coraggiose che hanno rischiato l’alzataccia.
Il pullman con a bordo le Signore decidono di andare a visitare Adria, bella scelta.
Noi pescatori, dopo meticolosa preparazione pre-gara, iniziamo l’azione di pesca alle h 9 in punto.
Dopo tre ore di impegno e tribolazione ( appunto causa vento) , stiliamo la classifica e tramite pesatura e l’immediata rimessa in libertà del pescato.

Nonostante il tempo inclemente, il risultato è buono, con qualche atleta che riesce a catturare oltre kg 9.500 poi kg 6,500 ecc.
Nel frattempo c’è il ritorno del pullman, si ricarica tutta l’attrezzatura, quindi si ritorna a Crespino ospiti del Sig Aligi presso la sua rinomata trattoria dove ci aspettano una serie di piatti a base di pesce di mare, dagli antipasti a seguire un’infinità di portate e per finire l’ennesimo brindisi con spumante accompagnato dal dolce a forma di pesce esclusivo per noi e caffè con correzione.
Tutto davvero ottimo, complimenti al Sig Aligi, fra l’altro nostro amico da tanti anni.
Naturalmente a metà pranzo c’è stata la premiazione con medaglie ai primi tre classificati dei due settori con applausi spontanei, meritatissimi anche e soprattutto dalle nostre Signore, applausi agli organizzatori della riuscitissima festa e naturalmente all’apprezzatissimo pranzo.
I partecipanti al “ Trofeo Amicizia” sono stati n.21 concorrenti suddivisi in due settori di 10 e 11 pescatori.
Risultato finale dei premiati , nel 1° settore vince Amoroso Giuseppe con kg 9,675, 2° Tiziani Angelo con kg 6,535, 3° Pazzocco Giuseppe con kg 3, 560. Nel 2° Settore vince Lago Antonio con kg 3, 815, 2° Rigamonti Umberto con kg 3,500, 3° Bacchetti Luciano con kg 2,840.
Gli altri concorrenti sono: Mirandola A/ Rudi E / Marchiella I / Praga A / Nascimbeni M / Rizzi A / Ottolini R / Guercio A / Meneghelli F / Turri I / Dalla Mura M / Insulare M / Bonetti R / Erseni G / .
Complimenti a tutti naturalmente !
Terminato il pranzo con cerimoniale incluso, digestione, chi facendo quattro passi in mezzo alla natura lungo l’argine del Po chi sfidandosi al gioco delle carte all’esterno della trattoria (ruolo imperativo delle Signore).
Poco dopo le h 18 ritorno a Verona con il solito pullman.
Un doveroso grazie all’autista gentile e professionale.
CONCLUSIONE. Staccare ogni tanto la spina dalle nostre preoccupazioni e impegni quotidiani non sarebbe male, visto anche il coinvolgimento partecipe delle nostre Signore.
Allora un evviva alle nostre meravigliose donne e grazie della vostra partecipazione!!
Da parte mia e del Consiglio APS MONDADORI , un grazie sincero a chi ha partecipato alla Manifestazione, un grazie speciale ancora una volta al Sig ANGELO NOLO, al Sig Aligi, alla FIPSAS di ROVIGO.
Con stima e affetto
Verona 19.09.2010
ANGELO TIZIANI >>

SECONDA NEWS (ex 3 ottobre 2006, by Sottovia) / ARTICOLO GARA “APS MONDADORI “ : AI VERONESI PIACE IL POLESINE

<<Come è ormai da tradizione i pescasportivi veronesi dello Sporting Club Mondadori scelgono le acque del Polesine per organizzare l’annuale Trofeo dell’Amicizia.
Una specie di attrazione fatale che valeva la pena di soddisfare, per Italo Amoroso presidente dell’Aps Mondadori, perché al di là della necessaria ‘levataccia’ c’era comunque in Polesine quell’ospitalità professionale da parte della Fipsas di Rovigo che garantiva una giornata speciale sia dal punto di visto sportivo che logistico.
E così i veronesi sono partiti alle 4,30 del mattino, attrezzati fino ai denti di canne da pesca, seggiolini, pastura e ombrelloni contro la pioggia, per poter essere sul ‘posto gara’ alle canoniche 8,30, orario d’inizio della competizione. Ma questo è stato possibile perché , caricato sul pullman tutta l’attrezzatura da pesca, durante il tragitto sono stati fatti i sorteggi per il ‘posto pesca’ in modo da definire sia i partecipanti che la composizione dei settori. A garantire la massima regolarità era presente Arnaldo Terribile, delegato Fipsas Rovigo, e Angelo Nolo che da 30 anni si adopera perché tale manifestazione si svolga in Polesine.  E nelle tre ore di gara, tra il suono iniziale di tromba e quello di fine gara, le lenze le catture e la pesatura hanno avuto le professionali attenzioni dei pescasportivi della Aps Mondadori.

Per la cronaca, nei tre settori in cui è stato suddiviso il Collettore Padano a Cavanella Po, questi sono risultati i primi tre classificati:
-Settore rosso: primo Giuseppe Amoroso su Italo Turri e Arduino Rizzi;
-Settore bianco: primo Mauro Nascimbeni davanti ad Antonio Guercio e Gabriele Erseni;
-Settore verde: primo Umberto Rigamonti su Dario Pisani e Rolando Turco.
Ma al di là dell’aspetto sportivo, dei pesci che si potevano prendere e delle catture scappate, è stato l’habitat del Polesine, terra emersa dalle acque, che ha calamitato i veronesi, peraltro poi fermatisi per il pranzo al Ristorante ‘Da Aligi’ a Crespino, ovviamente a base di pesce innaffiato da ottimo vino.
E siccome si è trattato del Trofeo dell’Amicizia, è stato naturale effettuare le premiazioni tra una portata e l’altra>>.

EXTRATIME/ Questo è un Fair Play bilama, dedicato alla APS Mondadori e ad Angelo Nolo, una vita dentro la Fipsas di Rovigo, una vita sui campi di gara. Passato dai prati verdi dei campi di calcio alle …acque dei pescasportivi. Anche per questo ho dedicato la ‘testina’ d’apertura a Nolo …amoroso, per poi proporre subito la foto gruppo degli amici della APS MONDADORI dopo aver migliorato il loro ‘fosforo’ a base di pesce.
Ma ho anche voluto omaggiare Nolo e la Fispas del presidente Arnaldo Terribile con le foto di alcune altre gare significative.  Vale a dire, in sequenza a scalare, la foto di Angelo Nolo e ‘quelli’ della società Tritone durante le premiazioni. Quindi la foto dei due pescasportivi durante le premiazioni della Canna d’Oro, e la foto tutta ‘yellow’ del cerimoniale durante il “ X° Memorial Giovanni Medea Johnny” datato 30 settembre 2007.
Infine , per la serie ‘alfa e omega’ ecco la foto di quel 2006 quando Nolo & Terribile ( in maglia bianca) premiarono Italo Amoroso ‘winner’ per l’Aps Mondadori.
Insomma , questa è anche la storia Fair Play dei “DUE ANGELI” , cioè Nolo e Tiziani, uno polesano e uno veronese.



Sergio Sottovia
www.polesinesport.it