Badia Polesine nella Storia del Calcio coi presidenti Rizzi, Bendin, Boldrin/ E coi mister…da Vigna a Piccinardi


20/05/2014  

Written by Paolo Aguzzoni, che mi dice e vi dice:” Ho pensato di fare una breve storia degli ultimi 11 anni del calcio Badia per salutare il ritorno in Prima Categoria…”.
Dire thank you…è il minimo. Poi questa Flash Story che vi proponiamo è tutta da gustare, perché onorare la vittoria di questo Badia 2013/14 premettendo una carrellata di altre victory prestigiose, vuol dire regalare un ‘cammeo’ alla Storia del Calcio e a questo sito che si alimenta prevalentemente by Friends’ Story speciali come appunto questa by P.A. cronista di lunga data tra Stadio Verzaro e Cittadella dello Sport & Life a Badia Polesine.

MAIN NEWS ( di Paolo Aguzzoni, 20.05.2014)/ LA US CALCIO BADIA TORNA IN PRIMA CATEGORIA: BREVE STORIA
<< Il 4 maggio 2014 allo stadio badiese di via Martiri di Villamarzana l’Us Calcio Badia Polesine ha battuto La Giovane Italia Polesella per 3-0: un risultato che ha portato i biancazzurri a vincere il girone H della seconda categoria e a conquistare la promozione diretta in Prima Categoria senza passare dagli spareggi. Nel primo tempo doppietta di Cestaro al 12’ e al 43’, nella ripresa al 17’ 3-0 di Hakim. In questo modo il Badia ha mantenuto il punto di vantaggio sul Crespino-Guarda Veneta: 78 contro 77. Nella partita decisiva l’allenatore Davide Piccinardi ha schierato: Ruzza, Megetto (St 29’ Mantoan), Susto, Bonfante (St 36’ Palma), Visini, Tommasini, Queraiti, Caberletti, Hakim, Cestaro, Travaglini (St  20’ Pietro Piccinardi); non entrati Tognolo, Fioratti, Grassi, e Milani.



Per trovare un’altra vittoria del Badia in Seconda categoria bisogna tornare al campionato 1999-2000 quando vince il proprio girone e viene promosso in Prima categoria. Nel torneo 2000-2001 il Badia chiude a metà classifica sotto la guida del confermato Daniele Azzi; l'anno successivo le redini passano a Piccinardi che svolge il doppio ruolo di giocatore e allenatore e il Badia chiude il campionato al secondo posto appaiato alla Fluminense che poi vinse lo spareggio per tentare di andare in promozione. Al terzo campionato di Prima categoria, 2002-2003, i biancazzurri di Davide Piccinardi (giocatore e allenatore) conquistano un successo storico che arriva l’11 maggio del 2003 proprio a Crespino quando battono i padroni di casa della Fulgor per 2-0 (reti di Piccinardi e Baratella) e vincono il girone di Prima Categoria e salgono in Promozione.

L'US CALCIO BADIA è stata fondata alla fine degli anni '70 sulle ceneri della gloriosa Ac Badia che aveva chiuso i battenti giocando il suo ultimo campionato nel 1977-78 in Prima categoria quando retrocedette senza più ripresentarsi. L'Us Calcio Badia debutta in terza categoria nel campionato 1979-80 e per anni non vince nessun torneo: qualche volta viene ripescata in seconda categoria ma puntualmente retrocede. Le cose si mettono bene nel campionato 1994-95 quando finalmente l'Us Badia vince il suo primo torneo e sale in seconda categoria dalla quale retrocede subito: successivamente viene ripescata e inizia a fare sul serio e così vincendo il campionato 1999-2000 sale in prima categoria. Il presidente delle tre promozioni è Giancarlo Bendin.

Per trovare il calcio badiese vincente bisogna tornare al campionato 1972-73 quando l'allora Ac Badia vince il campionato di Prima categoria e sale in Promozione: era il 13 maggio 1973 quando i biancazzurri di Mariuccio Vigna e del "presidentissimo" Mario Rizzi battono 1-0 al comunale di via Roma la Portotollese con una rete dell'indimenticabile Tino Magnan. L’Us Badia rimane in Promozione solo la stagione 2003-2004 e ritorna in Prima categoria dal campionato 2004-2005.
Al termine della stagione 2005-2006 l’Us Badia rischia la discesa in Seconda categoria: un campionato travagliato con tre allenatori che si susseguono: parte Tessarin, poi arriva Brugin e chiude Terry Cavazzana che porta i biancazzurri ai play-out contro il Cerea. Un doppio pareggio: 2-2 all’andata a Cerea il 14 maggio e 1-1 in casa (rete del vantaggio di Tommasini) il 21 maggio 2006 e quindi salvezza garantita.

Dalla stagione 2007-2008 il Badia gioca nel nuovo stadio di via Martiri di Villamarzana: prima partita ufficiale il 5 settembre nel Trofeo Regione Veneto in notturna contro il Bassa Padovana. Dopo quella salvezza conquista ai play-out contro il Cerea seguono alcuni campionati dignitosi poi la retrocessione in Seconda categoria al termine della stagione 2010-2011 quando l’Us Badia affronta il Vigo Legnago ai play-out. Una stagione anche sfortunata quella del 2010-2011: all’inizio la squadra è affidata a Giovanni Tibaldo, ma a dicembre viene esonerato e torna in panchina Davide Piccinardi che aveva lasciato il Badia al termine del campionato 2003-2004 quando fu sostituito da Sandro Tessarin. I play-out vanno male: all’andata a Badia finisce 1-1 (gol del momentaneo vantaggio di Galassi); ritorno nella bassa veronese il 29 maggio: finisce 2-1 (gol del momentaneo pareggio di Giacomo Aguzzoni)  per i padroni di casa che si salvano, ma il Badia ha molto da recriminare sull’arbitraggio. Il Badia scende così in Seconda categoria.

Alla guida dei biancazzurri per la stagione 2011-2012 rimane Davide Piccinardi che chiude al terzo posto e va al primo turno dei play-off promozione contro il San Marco Arquà che era giunto quarto. Al Badia basta anche il pareggio ma in casa il 20 maggio 2012 viene sconfitto per 3-0. Sempre con Davide Piccinardi in panchina il Badia chiude la stagione 2012-2013 ancora al terzo posto e va ai play-off con la Villanovese: partita secca a Badia il 19 maggio in casa propria. Vince la Villanovese per 1-0: per Davide Piccinardi è il quarto spareggio perso alla guida dei biancazzuri quindi per la stagione 2013-2014 l’obiettivo principale è quello di fare bene e se possibile tentare la promozione diretta in Prima categoria. Promozione che arriva il 4 maggio 2014 con questi numeri: 78 punti conquistati in 30 partite giocate, con 25 vittorie, 3 pareggi e 2 sole sconfitte; 62 gol segnati (secondo miglior risultato dopo i 68 del Crespino Guarda Veneta), miglior difesa del girone con soli 14 gol subiti (seconda difesa è quella del Grignano con 22 reti subite). Esulta il presidente Alessandro Boldrin che dopo tre anni riporta i biancazzurri in Prima Categoria. >>



EXTRATIME by Sergio Sottovia/ La cover è per il tandem Sebastiano Ruzza/ portiere e bomber Akim, perché il portierone ha chiuso in bellezza quest’anno da vincitore e perché il secondo …segnerà ancora altri gol da bomber.
Poi per quanto riguarda la fotogallery partiamo da lontano, proponendovi lo storico presidente Rizzi winner con trofeo by Badia 1974, tra Bassi e mr Vigna.
Quindi il glorioso stadio Verzaro , in onore del mitico Ottorino bandiera storica del Badia Calcio.
Passando ai tempi moderni, ecco i primi due flash by match vinto dal Badia a Crespino in data 11 maggio 2003 che ha fruttato il salto in Promozione con relativi festeggiamenti attorno al presidente Bendin e allenatore.
A seguire altri due analoghi flash del Badia winner, stavolta in data 4 maggio 2014, cioè pochi giorni fa, allorché ha vinto a Polesella e festeggiato la promozione in Prima categoria per i Piccinardi boys & Boldrin presidente.


Paolo Aguzzoni
www.polesinesport.it