Balzan vince al Mugello in “Gara Uno” su Postiglione. E così ipoteca la "Porsche Carrera Cup Italia 2011"


Dalle speranze alla realtà. E così  per Alessandro Balzan (Ebimotors) adesso sono già cinque i successi conquistati in questa stagione e sempre in Gara 1: la più impegnativa. Comincia così la ‘cronaca’ trasmessaci da Michele Guerra, il nostro reporter by motor show, stavolta in scena al Mugello. La settimana scorsa abbiamo segnalato all’avvocato Gianni Balzan ciò che aveva scritto la Gazzetta dello Sport  sul “Re della pioggia” winner al Nurburgring.
Adesso chissà cosa dovrà scrivere la ‘mitica rosa’ per onorare Alex “Del Gianni” Balzan, superstar al Mugello.
Ma noi siamo fedeli a Michele Guerra, in quanto nostro condomino su questo sito per aver ‘sempre’ raccontato by heart il viaggio in “Porsche Carrera Cup” del Figlio di Fetonte Alex Balzan. E così eccovi la sua cronistoria by Mugello, con relativa certificazione in fotogallery 

ANCHE AL MUGELLO VINCE LA GARA UNO; COSI’ ALESSANDRO BALZAN FA CINQUINA

<< Dopo le gare del Mugello chi ancora si stupisce è perché non conosce Alessandro Balzan. Il forte driver di Rovigo si mostra sempre più leader della Porsche Carrera Cup Italia 2011, infilando una lunga serie di performance ad alto livello e tempi da record uno dietro l’altro, mostrando un assoluta tranquillità e pacatezza che quando gli si domanda “…ma come fai?” la sua risposta è: “Non mi sembra di fare nulla di astronomico, sto solo facendo una cosa che mi piace e sto cercando di farla bene!”.

Sempre preciso e meticoloso nel preparare ogni singolo momento della gara, Alessandro non lascia mai nulla al caso trovandosi sempre pronto ad ogni avvenimento che incontra fuori e dentro la pista.
La prova lampante arriva dall’ultimo impegno della Carrera Cup disputata nel week end scorso sul circuito fiorentino del Mugello. Pilota principale della Ebimotors Centro Porsche Varese, Balzan preso posto nella propria Porsche 911 Gt3 Cup MY11 numero 1, firmava il miglior tempo già nelle prove libere fermando il crono a 1’53”096.

Apparso in apparente difficoltà nella prima sessione delle qualifiche con i continui cambiamenti climatici che influenzavano le caratteristiche del fondo pista, verso il termine della seconda sessione riservata ai migliori otto tempi della PQ1, il polesano sferrava l’ultimo attacco che valeva la sua terza pole position stagionale con un tempo strepitoso di 1'52"237, che così commentava: "Ho capito solo nella sessione finale come si dovevano scaldare le gomme. Nella PQ1 non sono riuscito a sfruttare il potenziale delle coperture perché non le ho scaldate a dovere e mi sono ritrovato nel giro lanciato con pneumatici freddi. Dopo non ho commesso lo stesso errore e ho ristabilito le distanze!”.

Due gare e sei diversi piloti sul podio mostra il resoconto del quinto appuntamento della Carrera Cup Italia che si è tenuto sulle colline del Mugello, a dimostrazione dell'equilibrio di valori che il monomarca è in grado di esprimere quando non è dominato dalla superiorità di Alessandro Balzan.
Il rodigino esce dalla trasferta toscana con un bilancio dai due volti: dopo aver colto la pole position nel sabato e firmando la vittoria in Gara 1 al mattino della domenica segnando il giro più veloce nell'ottava tornata con il crono di 1'53"598 alla media di 166,217 Km/h, che gli consentiva di portare a 43 i punti di vantaggio sul primo inseguitore che è tornato ad essere Vito Postiglione(Petricorse Motorsport - Tsunami RT), in Gara 2 del pomeriggio non è entrato nei punti per un ruvido contatto nelle prime fasi con Max Busnelli (Centro Porsche Padova). Balzan finito nella sabbia, riusciva a ripartire, mentre i commissari sportivi gli imponevano un “drive through” aggiuntivo attribuendogli la totale responsabilità dell'accaduto.

Alessandro ritrovava la concentrazione necessaria per piazzare ancora un giro più veloce nella seconda gara con il tempo di 1'53"723 alla media di 166,035 Km/h, che valeva un punticino aggiuntivo nel suo bottino di Campionato, concludendo la gara in decima posizione, vinta dal bolognese Massimo Monti (Antonelli Motorsport). Il rodigino ora va in vacanza con la quinta affermazione stagionale, che aggiunta alle 3 pole position e 4 giri più veloci mostrano un ruolino di marcia che lascia poco spazio agli avversari permettendogli il pieno controllo del Campionato; ma questa volta ha pagato un eccesso di agonismo, quasi a voler dimostrare che adesso non vuole fare il "ragioniere" rimanendo sempre acceso nella mischia.

Finora ha monopolizzato tutte le Gare 1 che attribuiscono il maggior punteggio, comunque sono le più impegnative perché il lavoro parte da molto prima, mentre in gara 2 basta un piazzamento per partire davanti a tutti. Poi domenica al Mugello ha confermato la sua lucidità anche nei momenti meno favorevoli.


Con ancora due appuntamenti suddivisi in quattro round da disputare, 17 - 18 Settembre a Vallelunga (Roma) e 15 - 16 Ottobre sull’ Autodromo Nazionale di Monza (MB), Alessandro Balzan comanda la classifica assoluta del monomarca riservato alle 911 GT3 Cup con 43 punti su Vito Postiglione (Petricorse Motorsport - Tsunami RT), mentre fra le squadre resta netto il vantaggio del team Ebimotors di Enrico Borghi.

Classifica assoluta di Campionato: 1. Alessandro Balzan punti 133; 2. Vito Postiglione 90; 3. Massimo Monti 86; 4. Marco Mapelli 83; 5. Alessandro Bonacini 61; 6. Alex Frassineti 60; 7. Max Busnelli 59; 8. Stefano Comandini 57; 9. Enrico Fulgenzi 29; 10 Alberto De Amicis 26; 11. Giorgio Piccioni, Angelo Proietti e Gianluca Giraudi 25; 14. Alexandr Gayday 20; 15. Stefano Costantini e Stefano Maestri 6; 17. Stefano Pezzucchi 3; 18. Alberto Petrini e Gunther Blieninger 1.
Team: 1. Ebimotors punti 150; 2. Petricorse Motorsport - Tsunami RT 109; 3. Antonelli Motorsport 94; 4. Erre Esse - Antonelli Motorsport 72; 5. Centro Porsche Padova 71; 6. AB Racing Team 70; 7. Centro Porsche Firenze by Heaven19 Racing 47; 8. Pole Team 21; 9. Go Race 11; 10. Gt Motorsport by Autotecnica Tadini 10.>>

EXTRATIME by SS/ La cover è liscia o gassata? Io dico che è …Alex Balzan , effervescente naturale. Poi la fotogallery è di per sé eloquente, perché mostra, con relative didascalie, le evoluzioni di Alex sulla pista dl Mugello prima di riproporcelo winner sul podio della gara 1, tra i soliti rivali che (vedi Postiglione  e Busnelli) sono allo stesso livello di “Sua Altezza” pur accontentandosi di stargli al suo fianco sul podio.



Michele Guerra
www.polesinesport.it