Calcio Life Giorgio Verzini & Castelmassa 1974-75, Osti Adriano & Rovigo 1957/58, Martina Galeazzo & San Pio X new premio Figc 2015/16


14/06/2016  

Ogni tanto approfitto di questa rubrica perché non ho trovato il tempo per delle ‘segnalazioni dirette’ che meriterebbero più attenzione. Non ho che non le abbia prese in considerazione, ma diciamo che era rimasto a ‘metà dell’opera’ per delle risposte/segnalazioni che avevo cercato per soddisfare le aspettative di Chi mi aveva contattato, sia by mail che telefonicamente.
Così vi propongo “Tre - Flash – Tre” giusto per segnalare Tre Signori di Fair Play e che in sequenza sono Giorgio Verzini da Caldiero (VR), Adriano Osti praticamente in trittico ‘amico-tennista-calciatorenen’ amarcord, , Martina Galiazzo by Polisportiva Sn Pio X praticamente Calcio Educational e sostanzialmente per questo Premio Figc Veneto nel prossimo cerimoniale di fine stagione 2015/16.
PRIMA MAIL ( by Giorgio Verzini, mail 5.4.2016 ) / STO CERCANDO UNA FOTO DEL CASTELMASSA 1974//75 QUANDO GIOCAVA GASPARI ANTONIO…. ( e in alternativa …il Libro del Castelmasssa …)

PRIMO PERSONAGGIO FAIR PLAY /ECCO LA MAIL BY GIORGIO VERZINI CHE CHIEDE DI ANTONIO GASPARI GIOCATORE DEL CASTELMASSA 1974/75 :<< Caro Sergio, ogni tanto sono qui a chiederti qualche cortesia.
Sto cercando una foto del Castelmassa 1974-75, quando giocava Gaspari Antonio.
Ho letto da qualche parte che dovrebbe essere stato stampato un libro del Castelmassa e se ancora disponibile vorrei acquistarne uno.
In alternativa, mi sarebbe sufficiente le pagine che parlano di quella annata,magari con foto.
Complimenti per il tuo "Polesinesport" che leggo nonostante per me sia un pò "fuori porta" e che naturalmente ti invidio con fraterna amicizia.
Arrivederci. / Giorgio Verzini >>.

 

 

RISPOSTA/ Premesso che in precedenza avevo dato risposta soddisfacente a metà ( almeno per quel che penso io quando mi chiedono delle soluzioni…) , così questa volta avrei voluto soddisfare al meglio la richiesta. Così penso al Libro del Castelmassa e guardo che ho in archivio e cerco la risposta nelle Pagine di quell’annata 1974/75 …
Però non trovo alcuna foto di quel periodo perché …non lo so…sta di fatto che per quelle annate con ci sono,.
Chissà perché, probabilmente perché era un Castelmassa ‘minore’ ed era sostanzialmente una ripartenza dal basso rispetto alle annate precedenti quando si parlava del Dextrosport Castelmassa ‘quasi’ a livello nazionale, visto i ‘grandi’ come Saul Malatrasi poi nel Grande calcio tra Spal, Fiorentina, Roma, Inter, Milan e  ancora ‘casa Spal.
Grandi calciatori a Castelmassa, come , Italo Bonatti e Goffredo Stabellini di cui ho raccontato le relative Story anche qui su www.polesinesport.it oltre che nella mia trilogia libraria “Polesine Gol - Campioni & Signori”.
Per farla breve, due mesi fa, praticamente a fine campionato sono andato a Lendinara per raccontare in diretta il match di Promozione tra Union Vis e l’Altopolesine ( la attuale squadra di Castelmassa) , giusto per chiedere ‘lumi e soluzioni’ per soddisfare la richiesta dell’amico veronese Giorgio Verzini, anche perché avevo visto che all’epoca di quel Castelmassa 1974/75 era presidente Emilio Buraschi  il compianto papà dell’amico Maurizio che ad inizio stagione era di ‘casa’ nell’Union Vis come dirigente.

 

 

Ho parlato anche con alcuni dirigenti dell’Altopolesine e poi anche con Gianni Poli ( una storia nel Calcio altopolesano tra Sampietrese , Lendinara e … Rovigo, Chioggia, Contarina) ma l’amico Gianni non era lui il Poli che giocava quell’anni a Casetlmassa insieme al veronese Antonio Gaspari che in quella squadra giocò solo in quella stagione.
Ho anche cercato tra il mio data base se avevo ancora il telefono di Maurizio Buraschi ( tra l’altro mio compagno di squadra interaziendale) , però …nulla.
E allora cosa devo dire , al "Signor" Giorgio Verzini, storico addetto stampa del Caldiero Teme?
Diciamo che Maurizio Buraschi , dopo essere stato di casa come dirigente a Santa Sofia, Castelmassa, Rovigo, adesso è di casa nel Calcio Padova, con delle responsabilità per quanto riguarda le Academy biancoscudate e che ha appena ‘completato’ in tal senso il gemellaggio con le società polesane del Porto Tolle 2010 di Piero Carnacina e con il Canalbianco.
Insomma a Giorgio Verzini posso a questo punto confermare che, per quanto riguarda Antonio Gaspari , … solo in famiglia Buraschi è possibile trovare adeguate risposte fotografiche.
Ergo … vedi sito del Padova calcio dove è possibile contattare Maurizio Buraschi segnalato come Responsabile del Coordinamento Società Gemellate” con riguardo al Progetto Padova Academy.

 

 

 

APPENDICE SEGNALAZIONE “CASTELMASSA 1974/5 BY LIBRO “IL CALCIO A CASTELMASSA 1908-1998” (di Luciano Maragna)

<< CLASSIFICA FINALE Campionato Promozione  1974/75) : Chievo punti 41 promosso in Serie D; quindi a seguire Contarina, Cerea, Monselice, Schio, Abano, Trissino, Malo, Sommacampagna, Badia, CASTELMASSA, Luparese, Cittadella e poi le TRE RETROCESSE Arianese, Carpano, Rosolina.///
Confermati i DIRIGENTI del precedente Campionato e che erano il Dott Paolo Merlin ( neo eletto) , ds dott Di Brino ( noto ds del Vicenza e del Verona) , Da ricordare che poi il Castelmassa ( riconfermati i quadri dirigenziali e tecnici) retrocederà al termine della stagione 1975/76, quando invece ( dopo una lunga crisi dirigenziale) arrivò alla presidenza Emilio Buraschi , con vicepresidenti Bruno Franceschetti e Carlo Gobbi; segretario Mauro Sala e allenatore Renzo Dolci e nella rosa ‘tutta rinnovata di 20 nuovi giocatori troviamo appunto Maurizio Buraschi). 
Ricordato che nel LIBRO dopo le foto del 1972 si passa alle foto del Castelmassa 1980.
e successive annate, segnaliamo a questo punto la seguente ROSA GIOCATORI del Castelmassa 1974/75: Bedendo, Dolci, Vitiello, Poli, Fasoli, Rossi, Bianchini, Tezza, Antonini, Perotti, Tinti, Natali, Buraschi, GASPARI , Ferri Padovani, Sitta. >>

 

 

SECONDO PERSONAGGIO FAIR PLAY / ADRIANO OSTI IN AMARCORD VERSO IL CALCIO ROVIGO ANNI ‘50/

ADRIANO OSTI CHIEDE DEL “SUO” ROVIGO DEGLI ANNI ’50 , La telefonata conferma le segnalazioni fattemi pervenire in precedenza una settimana prima.
Stringendo ecco la richiesta di Adriano:” Ho giocato nel Rovigo del dottor Gasparetto, al primo anno dopo la fusione col Sant’Apollinare dove giocavo con…”
Poi abbiamo parlato a lungo, con Adriano che mi ha segnalato diversi nomi di quel suo Rovigo, diversi nomi di squadre avversarie, oltre  segnalarmi in amarcord del ‘suo’ Grignano dove giocava dove giocava insieme a Nale & Campanati e con Roberto Andriolli & Granziero allora compagni di lavoro anche al Consorzio Agrario …
Ovviamente abbiamo parlato della sua meglio gioventù e altri amarcord lavorativi e tennistici, ma …ecco la risposta stavolta sicuramente esaustiva, anche in fotogallery…

RISPOSTA / Vale da questo punto di vista il seguente significativo testo by Libro sul Calcio Rovigo scritto dal ‘grande ricercatore’ Stefano Casalicchio relativamente alla citata stagione agonistica 1957/58 con ADRIANO OSTI certificato in squadra e in campo…

 

 

APPENDICE FLASH STORY “CALCIO ROVIGO CAMPIONATO DILETTANTI VENETO 1957/58 BY LIBRO “OLTRE UN SECOLO DI CALCIO A ROVIGO “ SCRITTO DA STEFANO CASALICCHIO  E CARLO FONTANELLI
<< La stagione 1957/58 presenta non poche novità. Il presidente Borgato non è più tale dal 31 maggio 1957 , allorché, vista la delicata situazione finanziaria, ha assunto la carica di commissario. Il suo mandato è di formare il nuovo consiglio direttivo della società, nonché dare corpo all’idea che prevede la fusione tra Ballarin e Saf Sant’Apollinare.
Nei primi giorni di settembre, ultimati i sondaggi e “non avendo trovato l’appoggio morale e finanziario da quelle persone che a suo parere potevano contribuire” al raggiungimento degli obiettivi , Borgato dopo aver iscritto la squadra al C.I.D. ( Campionato Italiano Dilettanti) rimette l’incarico nelle mani del sindaco Agostino Zorzato.

 

 

La giunta comunale prende a cuore la faccenda: il 16 settembre ha luogo una riunione in Municipio e il 22 …il problema è risolto. … Il presidente della nova società, che eredita un passivo di 700.000 lire , diviene il dottor Mario Gasparetto, suo vice l’avvocato Mario Mantero che inizia così il suo lungo connubio con il calcio rodigino …>>
Per la cronaca,  e per le ragioni di cui sopra , relativamente a Mario manetro poi presidente di lungo corso , il sottoscritto ne ha fatto un Personaggio Story nella mia trilogia libraria “Polesine Gol – Campioni & Signori.
Mentre di quel ROVIGO 1957 /58 con Adriano Osti in campo e arrivato dalla Saf Sant’Apollinare del presidente Mario Gasparetto, voglio ricordare , per la cronaca e per la storia , la seguente CLASSIFICA FINALE :  Lendinara primo con punti 43  e a seguire Solesino, BALLARIN ROVIGO, Dextrosport Castelmassa, Minerbe, Este, Badia ( -1), Contarina, Galileo Battaglia, Adriese, Cologna Veneta, Petrarca Padova, Legnago ( -2) e ultimo il Trecenta.

 

 

Per la cronaca segnalo che OSTI nel libro citato ( peraltro non è indicato il suo nome) risulta registrato soltanto per 4 partite giocate nelle prime 5 di campionato , con 1 gol segnato.  E si parla a Rovigo di rinforzi a novembre dopo un avvio citato come ‘incerto’ ( ndr, vittoria iniziale 2-0 vs Battaglia, sconfitta 4-0 ad Este, pareggio 0-0 a Cologna, pareggio 2-2 ad Adria dove Osti segnò al 69’ il gol del pareggio.
Per la verità Adriano Osti mi ha parlato anche di una sua ‘doppietta’, ma … mi limito a segnalare per la cronaca e per la storia entrambi i tabellini – formazione di quello storico derby al Bettinazzi datato 27 ottobre 1957 ( arbitro Trucillo di VE) e 4^ in calendario: ADRIESE: Schenato, Dallla Dea.  Dario, Rubini, Bottaro, Stroppa, Berto, Cavallini, Trivellini, Caldaris, Sperindio ( ndr, Vanni Sperindio… altro ‘nostro’ Personaggio Story, anche tra San Vigilio e Badia) . BALLARIN ROVIGO: Bratti, Sturaro F., Rossi P., Palmarin ( altro ‘nostro’ Personaggio Story), Nale, Testa II, Ghirardello, Tantimonaco, Roccato GP, Lucchini , Osti.
Le RETI: 1’ Ghirardello, 18’ Stroppa, 48’ rig. Dario, 69’ Osti.
Da ricordare altresì che a fine stagione , precisamente il giovedì 8 maggio 1958 ci fu a Rovigo una amichevole col Grande Padova di paron Rocco , ricevuto anche in Municipio e quell’anno straordinariamente classificatosi 3° il Serie A .E il risultato fu 3-0 per il Padova contro un Rovigo ‘rinforzato da alcuni giocatori del Clodia, del Trecenta e del Badia.

 

 

TERZA PERSONAGGIO FAIR PLAY / MARTINA GALIAZZO PRESIDENTE DELLA POLISPORTIVA SAN PIO X E “PREMIO FIGC VENETO 2015/16”
Qui non c’è stata nessuna domanda, ma …c’è domanda e risposta , tutto compreso nella mail by Paolo Sasso –addetto stampa della citata Polisportiva San Pio X – che pubblichiamo in toto compresa fotogallery perché …”Signora di Fair Play” è la Martina Galiazzo, che ben conosco come Calcio Educational…

SEGNALAZIONE ( di Paolo Sasso , by mail Rovigo 13/06/2016 ) /: MARTINA GALIAZZO RICONFERMATA PRESIDENTE DELLA POLISPORTIVA SAN PIO X  MA NCHE PREMIO FIGC VENETO …
Nella  stagione che ormai volge al termine con gli ultimi tornei giovanili  è arrivato per  la polisportiva San Pio X lo storico riconoscimento di Scuola Cacio ELITE per la stagione 2015/2016 che è stato consegnato ufficialmente dalla FIGC alla società rodigina il 6 /giugno /2016 allo stadio Bentegodi di Verona prima della partita della nazionale  Italia - Finlandia .La società punta  sulla crescita dei giovani calciatori , affidandosi ad uno staff giovane e qualificato e alla collaborazione con la società professionistica Calcio Padova il progetto è stato affidato al nostro DS del settore giovanile Simone Zemella .La stagione appena conclusa ha visto anche l'assegnazione da parte della FIGC alla società polisportiva San Pio X del riconoscimento targa disciplina alla squadra Allievi B e non per ultimo il presidente Martina Galiazzo verrà  premiato quale unico presidente della provincia di Rovigo  il 25/06/16 sempre dalla FIGC al Novotel di Mestre-Venezia alla Festa delle premiazioni delle società e delle Benemerenze regionali.

 

 

La stagione si concluderà con la29^ festa dello sport in programma il 17 ,18 e 19 giugno al campo di calcio di San Pio X venerdì 17 giugno torneo di green volley, sabato 18 giugno la dodici ore di calcio a cinque  Domenica 19 giugno è in programma un concentramento con la categoria piccoli amici . I grandi riconoscimenti ricevuti hanno concluso la 56^ stagione della società e la 57^ stagione si è aperta  con l’assemblea dei soci che hanno eletto il presidente e il direttivo per il biennio 2016/2018. Il presidente Martina Galiazzo nella relazione di apertura dell’assemblea ha ringraziato tutti per i grandi risultati  ottenuti sia nel calcio , che nel volley che  nel doposcuola Angolo Cottura , la targa consegnata come scuola calcio elite dalla figc e la targa per la vittoria della coppa disciplina  con la squadra allievi B erano esposte nella sala , Martina ha poi detto che il premio che le verrà consegnato a Mestre è di tutte le componenti della società nessuno escluso . Conclusa la relazione del presidente si è poi passati alla votazione e per la carica di presiedente  è stata l’acclamazione di tutti i presenti che hanno voluto riconfermare la fiducia ad una grande donna di sport come Martina Galiazzo confermata a furor di popolo presidente anche per il biennio 2016/2018 .

 

 

Il consiglio direttivo della polisportiva San Pio X per il biennio 2016/2018 è il seguente : Martina Galiazzo  presidente, Marco Andreotti vice presidente e consigliere ; Paolo Sasso consigliere  addetto stampa e webmaster ; Carla Degiorgi (consigliere), Nicola Chinaglia (consigliere), Marcello Trevisan ( consigliere), Alessandro Milian (consigliere), Luigi Zerbinati (consigliere),Marco Zilli ( consigliere), Raffaello Battocchio ( consigliere), Daniele Battocchio ( consigliere), Francesco Ercolani ( consigliere), Maurizio Zanesco (consigliere), Sergio Merendino ( consigliere), Diego Sorice ( consigliere), Nadia de Togni ( responsabile sponsor), Simone Zemella (direttore sportivo).

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per Martina Galiazzo ‘Premio Figc Veneto’ nonché riconfermata presidente della Polisportiva San Pio X di Rovigo.
Poi per quanto riguardala fotogallery , partiamo agganciati a Giorgio Verzini e al Castelmassa dei bei tempi di Iro Di Brino ( eccolo in poker con Pasquale Nasti, Nils Liedholm , Imo Scabin’ come da didascalia incorporata), ma anche di Emilio Buraschi ( eccolo premio ‘Stella Coni’ by pres Bruno Piva).
Un personaggio di cui ho raccontato la Story qui su www.polesinesport.it e che ho incontrato più volte in campo , come peraltro suo figlio Maurizio ’centravanti-furetto’ in squadra ‘interaziendale’ ( vedi foto ‘blu’ ) anche col sottoscritto più lento …quasi a kilometro zero.

Un Personaggio dalel ottime capacità organizzative e gestionali, Maurizio Buraschi, come dimostra poi la sua carriera da globetrotter sia a Castelmassa ( eccolo presidente in team poster Altopolesine 2003/04) che in tour tra Santa Sofia a Lendinara, Rovigo e Union Vis ( eccolo a dx nel flash che ho scattato durante un’intervista con Cristiano Masotti ds Union Vis) .
Chiuso il capitolo Castelmassa & Altopolesine (perciò un flash ‘segreteria’ Terzo Millennio al tandem con sfondo foto-team alle pareti)  eccoci a ricordare il Rovigo 1957/58 targato Adriano Osti con due flash bianconero e Classifica Finale che …non hanno bisogno di commenti viste le didascalie incorporate.

 

 

 

A questo punto, riagganciandoci alla Polisportiva San Pio X della presidente Martina Galiazzo, ecco la relativa certificazione “Scuola calcio Elite” targata Figc, quindi il kit che mostra il vicepresidente Marco Andreotti e il ds Stefano Zemella ( red polo) abbinati ai Loghi del San Pio X & Padova Calcio società gemellate ( quelle by Buraschi) .

E dulcis in fundo, ecco il poster dedicato ai Piccoli Amici 2015/16 perché, della Polisportiva di cui alla Galiazzo presidente fair play, il Settore Giovanile è sicuramente il fiore all’occhiello sia dal punto di vista dello staff tecnico che …tra campo e dintorni  con tanti discorsi da ‘cenacolo’ secondo il vangelo di uno staff dirigenziale ( già noto su questo Sito e ... presente anche nella sopracitata foto interaziendale)  attento sia all’impiantistica che all’educazione delle risorse umane dove la parola Dilettante’ ha il suo significato più profondo.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it