Campionati 2010/11. Ancora ‘cambiati’ i Gironi Veneti di Seconda. E Rovigo e Adriese new look societario. Fiessese ‘fuori’ dalla Prima e ...


28/08/2010

E Delta Radio sarà sempre con Voi, con tutti i risultati dai campi e tanti collegamenti in diretta da tutto il Veneto...
Intanto il Rovigo di Parlato fa pari in amichevole con la Spal e  subito c’è il Chioggia in Coppa. Scerra firma ancora i tesseramenti. Le novità del dg Pasquali pro tesseramenti. David Sesa neo responsabile settore giovanile al posto di Giorgio Giuliano. E il resto?
Roma ha confermato Venezia: fuori termine l’iscrizione della Fiessese in Prima, così …riparte dalla Terza. Laconico il presidente Bonaguro su La Voce di Rovigo:<< Siamo stati puniti oltre le nostre colpe. Certo è sttao commesso un errore, ma la punizione mi sembra francamente esagerata. Proprio quest’anno avevamo iniziato un nuovo e ambizioso progetto…>> E poi sempre ai taccuini di Riccardo Zecchini il presidente della Fiessese ha puntualizzato:<< purtroppo ora è saltato tutto. Abbiamo ancora voglia di fare calcio a Fiesso, abbiamo voglia di fare bene e riporteremo questa società nel posto che le compete, cioè la Prima categoria>>. Da segnalare peraltro che la Fiessese, per tutelarsi, si era comunque iscritta alla Terza categoria. Ovviamente il ‘progetto Fiessese’ si trova a ripartire e per il ds Luigi Fantin c’è la necessità di ricostituire subito un parco giocatori ex novo.. davvero una grande perdita, per il Polesine e per il Veneto, vista il blasone e la storia della Fiessese. Insomma un errore pagato caro. Le regole sono regole, ma alla Fiessese va tutta la nostra comprensione, perché i mali del calcio derivano più dal dolo e dalle furbizie che dalle colpe. Anche per questo diciamo ‘Auguri Fiessese’, ci mancherai in Prima categoria , tanto più che il girone a sole 15 squadre sarà lì ricordarcelo per tutta l’annata .

Nel frattempo la Figc Veneta ha comunicato in data 25 agosto le ‘ultime’ variazioni sulla composizione dei gironi. In particolare è cambiato qualcosa nel girono di Seconda categoria, perché nel Girone I il Battaglia Terme è stato sostituito dal Castelbaldo Masi e va segnalato che proprio il Battaglia terme viene inserito nel Girone L al posto del Lupia Maggiore. Tutto questo come da Comunicato che ufficializza questi Gironi definitivi relativi al Campionato 2010/11.
SECONDA CATEGORIA GIRONE I: Bellelieng Gaiba, Boara Polesine, Canaro, Castelbaldo Masi, Costa Rovigo, Deserto, Eridano, Fluminense, Frassinelle, Grignano,
Lendinarese, S.Pio X Rovigo, S.Marco Arquà, S.Sofia Lendinara, Stientese, Stroppare.

SECONDA CATEGORIA GIRONE L:  Arre, Arzergrande, Blucerchiati 2004, Calcio Battaglia Terme, Cartura, Casone Legnaro, CMP River Team Bottrighe, ODM San Pietro,
Patavina Polverara, Pettorazza, Pontecorr, Rosolina, S.Vigilio Adria, Santangiolese Calcio,
Virtus Agna 2005, Zona Marina.

E il precampionato cosa ci ha proposto? Qualcosa si sta ancora muovendo, per cui Vi daremo a bocce ferme tutte le formazione del ‘first  match’ solo post Coppa Italia e Trofeo Veneto. Vale a dire con la prima del campionato in programma  a partire dal 19 settembre. Per ora ci limitiamo a segnalare che il tempio delle amichevoli non ha ancora scoperto le carte. Calcio di amichevoli quindi e poco indicative , anche se il pari 1-1 tra Rovigo e Spal deve essere osservato con attenzione perché i loro rispettivi campionati sono …prossimi alla partenza.  Intanto Sabatini ha firmato dal dischetto il pari rigore per mister Parlato,  dopo che Smit aveva regalato il vantaggio alla Spal di mister Notaristefano.
E domenica c’è la Coppa Italia, con lo scontro derby vs Chioggia. Nel frattempo è ancora di patron Francesco Scerra la firma in calce ai tesseramenti, anche se la nuova società è già nata grazie ad una cordata fuori provincia e Andrea Pasquali ne è il nuovo dg, così come David Sesa è il nuovo responsabile al posto di Giorgio Giuliano. Tutto in linea col new deal, ovviamente, ma di Giorgio Giuliano ci piace segnalare quanto scritto da Massimo Benà su La Voce di Rovigo.
Perché la riteniamo una interpretazione autentica, e parte dalla ufficializzazione stessa da parte di Giuliano decisa ‘al fine di agevolare il lavoro di chi sarà chiamato a sostituirmi ’.
Ebbene nel lasciare spazio ai ricordi Giorgio Giuliano ha sottolineato giustamente la soddisfazione per aver ottenuto questi speciali traguardi:<< Quelli passati collaborando con questa società sono stati per me 12 anni indimenticabili e mi sento comunque ancora legato ai colori biancazzurri… Indimenticabili i successi della Juniores Nazionale che per due anni hanno vinto il titolo con in panchina mister Monini prima e Ricci poi, così come il successo degli Allievi regionali di mister verza e la finale di coppa Veneto purtroppo persa lo scorso anno con il Giorgione…>>.
Per quanto riguarda l’Adriese siamo ancora di fronte ad un laboratorio sia societario che sul campo, dove mister Silvano Tumiatti sta aggregando attorno al neo capitano Filippo Turra tante giovani promesse viste le tante partenze.  Insomma il Rovigo in SERIE D giocherà per vincere, mentre in ECCELLENZA sarà dura per l’Adriese il cui ‘scudetto’ potrebbe essere la salvezza, al contrario del Delta 2000 che pur essendo matricola ha le carte in regola per essere tra i protagonisti.
Per quanto riguarda PROMOZIONE segnaliamo che sono 4 le polesane ai nastri di partenza del girone C. Cioè la consolidata Porto Viro del neo presidente Ponzetto e del neo mister Cleto e l’altrettanto consolidata Lapecer del presidente Luca Pavarine del tandem tecnico Grassi – Vigorelli con Gianluca Sattin dg supportato dal ds Sebastiano Ruzza. Invece le due matricole saranno il Loreo del neo mister Rodighiero e l’Union At del neo mister Bressan, capaci sicuramente di centrare quantomeno una tranquilla salvezza.

Più composito il pacchetto polesano in PRIMA CATEGORIA . Qui c’è l’Altopolesine del neo mister Sergio Cestari, il Badia di Giovanni Tibaldo neo mister, la Fulgor Crespino del riconfermato Luca Fabbri, lo Scardovari del neo mister Kristian Maistrello, la Tagliolese del riconfermato Geminiano Franzoso, e la Villanovese del riconfermato GP Zanaga. Pe runa stagione che potrebbe vedere alcune polesane in corsa per il salto di categoria, mentre per la salvezza … dovrebbe essere un problema che prevalentemente riguarda le altre del Veneto, perché la Fulgor Crespino non vorrebbe più soffrire come l’anno scorso.
Passando alla SECONDA CATEGORIA e visto che i due gironi di riferimento polesano sono finalmente definitivi, Vi rimandiamo all’incipit per vedere le relative partecipazioni; cioè 13 nel girone I, e solo 6 nel girone L. Tenuto conto dei tanti ripescaggi polesani (Canaro, Grignano, Fluminense) è prevedibile che la Seconda categoria vede le padovane/veronesi/veneziane correre per vincere quantomeno quanto le polesane.

EXTRATIME/ La foto civetta è dedicata a Silvano Tumiatti & Mauro Manfron (eccoli come promotori ‘assieme’ dello stage allenatori con Beretta/Zaccheroni. Una avventura che ha avuto successo e bissato anche quest’anno con mister Parlato. Ebbene entrambi quest’anno inizieranno un’altra avventura : Tumiatti all’Adriese e Manfron col Baricetta per la prima volta iscritto ad un campionato di Terza categoria. Invece ‘dentro la rubrica’ abbiamo messo la foto del Rovigo 2005/06 quando sempre mister Carmine Parlato, in foto con Baiesi e il dr Broglio, era sulla panchina biancazzurra appunto durante la solita sfida col Chioggia. E infine abbiamo voluto fare poker con “Quelli di Delta Radio” (da sx, Villani, Binatti, Curri, Travaglia) perché sarà ancora con la ‘loro’ Domenica Sportiva e le loro dirette dai campi collegati che, a beneficio dei tifosi, potremo ascoltare ( e leggere subito dopo sul relativo sito web) fatti e risultati di tutti i campionati veneti. Così come ad ogni inizio settimana questa rubrica ‘Polesine Gol’ ve ne darà il relativo approfondimento panoramico. Un impegno che magari potrò sviluppare al meglio con eventuali foto che fin d’ora invito a mandarci perché www.polesinesport.it diventi sempre meno mio e più Vostro, cioè dei Friends. Fermo restando che POLESINE non è soltanto ciò che succede nel territorio della Provincia di Rovigo, ma …ciò che succede nella ‘terra emersa dalle acque’ e quindi nello sport Made in Polesine e in giro per il Mondo, coi suoi Fatti & Personaggi, non comunicato come notizie ma come Storie e approfondimenti da leggere anche, come uso dire, fuori dal tempo, dal luogo e dallo spazio. Come stanno dimostrando i contatti Made in Roma che è capolista col doppio di Padova che ha appena superato Rovigo e però deve stare attento a Milano, Vicenza, Venezia , Ferrara e , pensate un po’, anche alcune città estere ed intercontinentali.


 

Sergio Sottovia

www.polesinesport.it