Campodarsego “Festa FCI Veneto 2013”/ Premiati i “Campioni” by presidente Carlesso; anche Bosaro Emic


Sono sempre i numeri e le premiazioni certificate che danno il senso della dimensione e della qualità di un movimento. Così nel Veneto la FCI del presidente Raffaele Carlesso lo scorso sabato 14 cm a Campodarsego ha premiato tutti i suoi ‘Campioni Veneti” e quei dirigenti che stando sul campo, pardon “on the road” , sono la linfa vitale dello sport delle ‘due ruote’ , portandolo ad essere protagonista anche a livello nazionale e internazionale, mettendo a frutto professionalità e passione messa al servizio dei giovani.
Tra gli Istituzionali presenti segnaliamo intervenuti alla cerimonia, tra gli altri, il presidente della Corte Federale, Jacopo Tognon ed il componente della stessa, Enzo Conte, il presidente del Coni Veneto, Gianfranco Bardelle, il professionista del Team Saxo-Tinkoff, Matteo Tosatto, l'assessore allo sport del Comune di Padova, Umberto Zampieri, nonché i mitici e grandi amici del ciclismo, Valentino Campagnolo, Remo Mosole e Gaspare Lucchetta.
 
Un discorso particolare, quest’ultimo che ha reso orgogliosa in particolare la società Bosaro Emic del presidente Vittorino Gasparetto che non a caso a Campodarsego è salita più volte sul palco  per raccogliere onorificenze e applausi convinti.
Perciò questo sito che vuole essere una “windows in the world” onora nel suo insieme la “Festa del Ciclismo Veneto 2013” , partendo innanzitutto dal ‘piccolo grande orgoglio’ di casa Bosaro Emic con relativa fotogallery, ma proponendovi altresì in sequenza e per intero la Relazione/Saluto griffati FCI Veneto e firmata del presidente Raffaele Carlesso anche sulla pubblicazione “Ciclismo Veneto” , da cui estrapoliamo e pubblichiamo altresì in Appendice News anche l’Elenco completo delle CATEGORIE PREMIATE , a partire dagli Esordienti fino agli Juniores e poi la categoria Elite, Master e dulcis n fundo il Settore Paralimpico; giusto per certificare la ‘rilevante dimensione’ del Ciclismo Veneto ‘on the road’.

Per la cronaca segnaliamo altresì che pochi giorni prima nella sede dl Comitato della Federciclismo del Veneto, presso lo Stadio Euganeo , in occasione dell'ultimo consiglio del 2013 dello stesso Comitato, lo stesso presidente Raffaele Carlesso aveva sottolineato l’importante lavoro del suo staff , a partire dai vice presidenti Pierluigi Molinaroli e Pierangelo Zanco, più i consiglieri Giuseppe Soldà, Renzo Gandini, Rudy Mosole ed Italo Bevilacqua. Tutto questo preparato con la collaborazione di Martina Lois, Filippo Carpanese e Gian Piero Reggi.
E in una riunione di consiglio incentrata,  sull'assegnazione dei campionati regionali delle varie specialità e categorie, cui hanno partecipato i sette responsabili dei Comitati Provinciali del Veneto . E che segnaliamo così per giusto merito: Angiolino Vinci (Belluno), Stefano Carletto (Padova), Graziano Barbierato (Rovigo), Ivano Corbanese (Treviso), Gianpietro Bonato (Venezia), Gianluca Liber (Verona) e Luigi Comacchio (Vicenza).

 

 

PRIMA NEWS ( di Franco Pittalis, mail 15.12.2013)/ CAMPODARSEGO & FESTA FCI 2013 / GIOVANISSIMI DELLA BOSARO EMIC TRA LE STELLE DEL CICLISMO VENETO / PREMIATI ALLA FESTA DEL CICLISMO REGIONALE VENETO

<<A conclusione della stagione ciclistica 2013 si è tenuta in Campodarsego (PD) la tradizionale “Festa Regionale del Ciclismo Veneto”, alla presenza di tutto il Direttivo Regionale sono stati premiati i ciclisti, dai giovani ai professionisti, che hanno portato onore alla Regione Veneto durante tutto l’anno della stagione agonistica.
E tra campioni conclamati e piccoli campioni in erba non poteva mancare la Bosaro Emic, dove il suo Presidente nonché Commendatore Vittorino Gasparetto, ha visto dapprima premiato il suo storico Sponsor Cav. Angelo RONDINA con una Onorificenza di Bronzo da parte della Federazione Ciclistica Italiana per meriti sportivi, la Scuola Primaria “Sante Bonvento” di Bosaro con l’Insegnante M.stra Simonetta Coltro, il Sovrintendente della Polizia Stradale di Rovigo Sandro Baracco per la partecipazione alla “Fase Nazionale del Pinocchio in Bicicletta” e poi ha visto sfilare sul palco per essere premiati anche i suoi piccoli giovanissimi, neo Campioni Provinciali di Rovigo, che al termine di una lunga stagione che li ha visti primeggiare in tutte le competizioni svolte in ambito Nazionale, hanno ottenuto il doveroso riconoscimento a livello Regionale.
La splendida stagione dei piccoli Ciclisti Bosaresi si evince sicuramente dai numeri, che mai tradiscono, e che mai come questa volta danno sicura menzione del grande impegno posto in essere non solo da chi sulla bici corre ma anche da chi, durante tutto l’anno, segue e rincorre i piccoli campioni per permettere agli stessi di presentarsi in forma ed in totale sicurezza al nastro di partenza di ogni competizione.

 

 

Quest’anno sono state numerose le domeniche di gioia per il Presidente Vittorino Gasparetto ed i D.S.  Roberto Secchiero e Franco Pittalis, ed alla fine il palmares risulta di tutto rispetto:

    25 Vittorie  (12 ori per Francesca Pittalis, 8 per Maria Giulia Rossi, 4 per Alberto Dainese ed 1 per Anna Dainese)

    12 Secondi Posti  ( 5 argenti per Francesca Pittalis, 4 per Mari Giulia Rossi, 3 per Anna ed Alberto Dainese, 1 per Giacomo Panin)

    18 terzi Posti ( 8 per Anna Dainese, 3 per Maria Giulia Rossi ed Alberto Ponzetti, 2 per Francesca Pittalis e Giacomo Panin, 1 per Christian Meneghello)

Oltre a innumerevoli piazzamenti nei primi 5 e nei primi 10; tra i quali spiccano i piazzamenti al Meeting Nazionale per Giovanissimi di Andalo dove Giacomo Panin ha conquistato un 6° posto nella prova su strada e Francesca Pittalis ha conquistato un 7° posto nella prova in Mountain Bike ed un 10° posto su strada.
Come sempre non ha fatto a tempo a concludersi la stagione 2013 che già Vittorino Gasparetto, alla cena tra dirigenti, ha voluto presentare le novità 2014, e difatti, dopo consegnato un riconoscimento alle stelle di Bronzo al merito sportivo del CONI ad Angelo Rondina e Luigi Milan, ha illustrato i cambiamenti a livello Tecnico per il 2014, dove il neo DS di secondo livello Fortunato Saltarin lascerà gli esordienti per seguire nella preparazione gli Allievi, Roberto Secchiero abbandonerà i giovanissimi per tornare ad allenare gli Esordienti, dove nel 2000 portò la vittoria al Campionato Italiano, ed il neo DS di Secondo Livello Franco Massimiliano Pittalis resterà unico Tecnico dei Giovanissimi, dove, dopo aver salutato Alberto Dainese che passerà Esordiente, accoglierà i nuovi innesti previsti non solo per la categoria G1 maschile e femminile ma anche nelle altre categorie, nella speranza di poter ripetere un’altra stagione vincente.>>

 

 

SECONDA NEWS ( by www.federciclismoveneto.com) / A CAMPODARSEGO LA “FESTA DEL CICLISMO VENETO 2013”/ IL SALUTO DEL PRESIDENTE RAFFAELE CARLESSO

"Carissimi Amici - ha rilevato - grazie alla disponibilità dei dirigenti del Centro Servizi Alta Forum di Campodarsego ci apprestiamo a festeggiare la conclusione della stagione e soprattutto quelli che sono stati i grandi protagonisti ed hanno tenuto alti nei vari settori ed in campo internazionale e nazionale i colori della nostra regione.
È stata un'annata del tutto particolare per una serie di fattori, primi fra tutti quelli legati alla crisi economica che sta attraversando il nostro Paese e che si è fatta sentire anche nel nostro sport. Nonostante le enormi difficoltà incontrate, il Veneto ha sempre fatto in pieno la propria parte ed è uscito a testa alta. Se questo è avvenuto lo si deve a quello che oso definire lo 'zoccolo duro', ovvero quei dirigenti e tecnici motivati che pur lavorando dietro le quinte con grande passione e attaccamento, ci hanno consentito di essere all'avanguardia in tutti i settori, primi fra tutti quelli della pista e del fuoristrada, da dove sono arrivati risultati davvero straordinari.
Nelle gare su pista i nostri ragazzi sono stati i veri mattatori dominando i campionati italiani e le varie manifestazioni che si sono svolte in campo internazionale. Ma, oltre alla pista, la vera rivelazione del 2013 per me è stato il fuoristrada, che negli ultimi anni ha evidenziato una enorme evoluzione e per come sta operando di sicuro continerà a regalarci anche in futuro tantissime soddisfazioni".
"Io non mi stancherò mai di ripeterlo - ha proseguito - che i risultati in tutti i campi arrivano se c'è impegno, sacrificio e passione e se questo è avvenuto bisognerà ringraziare le società ed i loro dirigenti che sono la vera linfa vitale di tutto il nostro movimento.
Analizzando nei particolari i risultati ottenuti in questa stagione da i nostri atleti, che ci hanno riservato tante soddisfazioni, possiamo dire che il ciclismo veneto negli appuntamenti che più contano, ovvero i Campionati Mondiali, Europei ed Italiani, ha conquistato complessivamente la bellezza di 114 medaglie: 55 di oro, 41 d'argento e 18 di bronzo. Dalle prove iridate di mountain-bike e su pista del settore Paralimpico, grazie a Fabio Zampese (Bike Pro Action) e ad Andrea Tarlao (Sorgente Pradipozzo) sono arrivate rispettivamente un oro ed un bronzo. Dai vari campionati mondiali, per come eravamo stati abituati in passato, ci attendevamo qualcosa in più e questo ci stimolerà a fare ancora meglio per il futuro".

 

 

"I Campionati Europei, invece, ci hanno regalato cinque medaglie: due d’oro e tre d'argento - ha sottolineato Carlesso -. Queste ultime, sfortunatamente, solo per poco non sono state di metallo più prezioso. A salire sul gradino più alto nelle gare continentali su pista sono stati l'Under 23 Liam Bertazzo (Trevigiani Dynamon Bottoli) e la Junior Maria Vittoria Sperotto (Vecchia Fontana) rispettivamente nell'americana e nell'inseguimento a squadre. Il secondo gradino del podio lo hanno conquistato, invece, l'élite Francesca Cauz (Top Girls-Fassa Bortolo) nella gara su strada e gli Junior Seid Lizde (San Vendemiano) e Riccardo Minali (Cipollini Assali Stefen) su pista rispettivamente nella corsa a punti e nell'omnium".
"Centosette sono state, invece, complessivamente le medaglie che i nostri atleti ci hanno regalato nei vari campionati italiani (strada, pista, marathon, bmx, time trial, mountain-bike, cronometro, cruiser, ciclocross ed eliminator) - ha osservato il presidente del Veneto - a dimostrazione della bontà della nostra scuola in Italia. Con grande orgoglio posso affermare che le maglie tricolori che i nostri ragazzi hanno portato a casa sono state 55 e a questa cifra bisognerà aggiungere le 41 medaglie d'argento e le 17 di bronzo. Numeri che la dicono lunga su come lavorano i dirigenti ed i tecnici delle nostre società. Di questo ne sono molto fiero perché coincide con il mio ritorno alla guida del Comitato Veneto. Se sono arrivati questi risultati lo dobbiamo anche agli amici e fedelissimi sponsor che, pur nelle difficoltà ma con grande disponibilità, hanno consentito ai nostri atleti di praticare lo sport preferito, di dare loro la possibilità di guardare al futuro con maggiore fiducia e di poter quindi realizzare i loro sogni".

 

 

"Un grande e sentito ringraziamento - ha precisato - lo rivolgo a tutti i collaboratori ed ai componenti delle varie Commissioni: Struttura Tecnica, Metodologica, Giovanile, Cicloturistica, Amatoriale e Fuoristrada, ai tecnici dei vari settori, ai direttori di corsa, alle scorte tecniche e alle motostaffette. Ammirazione e riconoscenza alle varie Commissioni Regionali e ai Commissari di Gara (a Jesolo hanno organizzato un memorabile campionato italiano della categoria) per l'impegno mostrato nell'espletamento del loro sempre più impegnativo lavoro, agli Organi di Giustizia, al Giudice Unico e Supplente e alla Commissione Disciplinare".
"E' altrettanto doveroso ringraziare - ha concluso Carlesso - gli amici del Centro Servizi Alta Forum di Campodarsego, la Segreteria Generale della Federazione Ciclistica Italiana, il personale di quella del Comitato, l'intero Consiglio Direttivo Regionale, i Presidenti Provinciali ed i loro collaboratori, la Regione Veneto, le sette Province, i Comuni, la Polizia Stradale, i Carabinieri, la Polizia Municipale, la Protezione Civile ed i rappresentanti delle varie testate giornalistiche.
A voi e alle famiglie l'augurio per un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo. Grazie per la fiducia che avete avuto nei nostri confronti e arrivederci nel 2014 sulle strade, sulle piste e sui campi di gara. Grazie di cuore a tutti>>

APPENDICE NEWS ( by Comintato Regionale Veneto, pubblicazione Ciclismo Veneto – Attività 2013) / ELENCO COMPLETO DEI PREMIATI BY FCI VENETO

Donne Esordienti,  Esordienti Uomini,  Donne Allieve,  Allievi Uomini, Donne Juniores, Juniores Uomini, Donne Elite, Under 23 Uomini, Elite Uomini, Elite Women Sport, Master Women e Master e Master Women 2, Master Uomini 1 e 2 e 3 e 4 e 5 e 6 e 7 , infine Settore Paralimpico.

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per Angelo Rondina premiato a Campodarsego by Lady Daniela Isetti vicepresidente FCI nazionale.
Poi per quanto riguarda la fotogallery vi proponiamo in apertura Raffaele Carlesso presidente FCI Veneto, tra un sestetto di “Campioni” premiati.
A seguire la Scuola Primaria di Bosaro premiata by Ivano Camatta (responsabile regionale settore giovanile)  , sul palco di Campodarsego con la maestra Simonetta Coltro, il sovraintendente Sandro Baracco della Polizia di Stato, quindi Mirvano Mazzetto ds Emic e Michele Gambarin responsabile regionale Settore Giovanile per il “Progetto Pinocchio”.

Lo stesso Camatta dirigente FCI Veneto (cravatta gialla)  che poi vediamo premiare Franco Pittalis insieme ai suoi “Giovanissimi” griffati Bosaro Emic.
E come nella serie ‘reazione a catena, ecco poi Franco Pittalis smile con Vittorino Gasparetto, che vediamo a seguire altrettanto smile insieme a Fortunato Saltarin e poi insieme al poker d’assi  poker d’assi ( da sx) Franco Pittalis, Luigi Milan, Fortunato Saltarin, Angelo Rondina.
E a chiusura di questo ciclistico Giro del Veneto targato FCI, riproponiamo stavolta in foto poster Angelo Rondina premiato by Lady Daniela Isetti, giusto per onorare anche Gianfranco Bardelle (seduto a sx)  presidente del Coni Veneto.



Franco Pittalis & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it