Cani & lepri protagonisti nel “12° Trofeo Interregionale Isola Bianchi pro Airc” organizzato by Sezioni Federcaccia di Sermide (Mn) e trio polesano Castelnovo Bariano, San Pietro Polesine e Pro Segugio/ Factotum Doriano Berti e Valentino Boaretto


18/03/2015

Cronaca e fotoservizio di un evento interregionale venatorio sportivo in cui cani e lepri sono stati protagonisti assoluti contro il cancro. Quasi un incipit della ‘Metamofosi’ di Kafka, la mail trasmessaci by Franco Rizzi, che val la pena di proporvi perché sottolinea , oltre a tutti i nomi dei vincitori, l’importanza di una pratica sportiva che nell’enclave altopolesano e nell’Oltrepo mantovano ha al tempo stesso radici storiche e motivazioni moderne. Come appunto la gara disputata tra Sermide e Castelnovo Bariano che ha visto protagonisti ‘insieme’ cani, gatti e cacciatori ( pardon istruttori) tra l’altro con finalità benefiche e assistenziale a favore della lotta contro il cancro.


MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 15.03.2015) / CASTELNOVO BARIANO-SERMIDE: CANI E LEPRI CONTRO IL CANCRO INSIEME AGLI ‘ASSOCIATI’ DELLA FEDERCACCIA MANTOVANA E POLESANA
<< Cani e lepri una volta di più protagonisti nella lotta contro il cancro, questo ha riaffermato il 12° Trofeo Interregionale Isola Bianchi pro Airc, la tradizionale prova di lavoro libera per cani da seguita su lepre (classe mute, coppie e singoli) disputatasi sabato 14 e domenica 15 scorsi sul Po lombardo-veneto di Castelnovo Bariano (Ro) e Sermide (Mn) e valida pure per il 6° memorial Lucio Federzoni e il 5° Trofeo Atc1-Mn.
Organizzazione a cura delle Sezioni Federcaccia di Mantova, Sermide (Mn), Castelnovo Bariano (Ro) e San Pietro Polesine (Ro), oltre alla rodigina Pro Segugio. Factotum organizzativi Doriano Berti e Valentino Boaretto.
Il sindaco di Castelnovo Bariano Massimo Biancardi ha subito manifestato il “proprio apprezzamento per la perfetta riuscita del Bianchi, un evento rivierasco di caratura interregionale e di grande valore morale pro ricerca contro il cancro. Bravi gli organizzatori, il quasi centinaio di concorrenti lombardo-veneto-emiliani; i cani e le lepri sono stati protagonisti assoluti!”
Buono il livello tecnico della manifestazione caratterizzata da una ventina di batterie, dall’abilità canina e dei loro istruttori, dai terreni di gara idonei in cui ha abbondato la simpatica orecchiona, dal meteo favorevole, dalla professionalità dei giudici di gara, dalla disponibilità degli accompagnatori e della polizia provinciale virgiliana.
Ci si è ritrovati la mattina presto sabato e domenica presso il bar Al Ponte di Moglia di Sermide; qui sono state formalizzate le batterie eliminatorie, i giudici di gara e gli accompagnatori, poi via subito per i campi di gara fluviali e non.
L’epilogo con il pranzo e le premiazioni presso il circolo La Cucaracha di Caposotto di Sermide. Fra le autorità intervenute l’assessore sermidese all’ambiente Andrea Bianchi, il responsabile provinciale mantovano Fidc Gastone Zani e il presidente dell’Atc1-Mn Guido Malavasi.

Il sampietrese Doriano Berti, storico dirigente venatorio della Federcaccia polesana, s’è detto “soddisfatto per quest’ultima edizione record del Bianchi il cui ricavato netto andrà alla ricerca Airc contro il cancro. In 12 edizioni, compresa questa, siamo arrivati ad offrire quasi 10 mila euro e ciò va a merito del nostro mondo venatorio sempre impegnato nella tutela ambientale e nella solidarietà vera”.
Valentino Boaretto, una vita passata a dirigere la sezione Fidc sermidese (nel 2014 è stato riconfermato alla grande) ha ringraziato “tutti i presenti alla gara, al pranzo e alle premiazioni per la solita spontanea disponibilità per questo ormai classico appuntamento annuale di segugisti nel nome della lotta contro il male del secolo.
In giro da troppo tempo ormai c’è irrazionale prevenzione verso i seguaci di Nembrotte; al contrario per l’ennesima volta noi figli di Diana abbiamo dimostrato evidente impegno sociale e sportivo; continueremo sempre su questa strada. Un grazie a tutti: concorrenti, giudici di gara, proprietari e conduttori dei fondi, la Provincia di Mantova, la Federcaccia virgiliana, la rodigina Pro Segugio, la polizia provinciale mantovana, l’Atc1-Mn, gli sponsor fra cui la Banca Popolare  S. Felice 1893, la famiglia Federzoni, gli accompagnatori, i ristoratori, i tanti che a vario titolo ci hanno aiutato. Arrivederci al 2016”.

QUESTI I PREMIATI
CATEGORIA SINGOLI, 12° Trofeo Isola Bianchi. Vince il Bianchi il cane Amon  (153 punti, giudizio molto buono) di Tarcisio Veneri 2° Telma (145, buono) di Giorgio Mirandola 3°  Roana (143, buono) di Loris Ferrari 4° India (136, abbastanza buono) di Marco Molinari 5° ex aequo (135, abbastanza buono) Alba di Piero Frison e Luna di Bruno Sarti.
CATEGORIA COPPIE, 6° Memorial Lucio Federzoni. Vince il Federzoni la coppia Lara-Bic (161, eccellente) di Mattia Spedo 2° Mosca-Lisa (157, molto buono) di Luciano Mazzanini 3° Diva-Kira (152, molto buono) di Franco Scarabello 4°  Diana-Rambo (150, molto buono) di Germano Alban 5° Birba-Lila (146, buono) di Lino Montagnin 6° Gek-Lola (142, buono) di Vinicio Assandri.
CATEGORIA MUTE, 5° Trofeo Atc1-Mn. Vincono l’Atc Merlino-Nico-Dino-Dina-Marga-Mosca (163, eccellente) di Guido Benini 2° Dina-Ella-Faia-Frisa-Argo (157.2, molto buono) di Giampaolo Stizioli 3° Asia-Elba-Sara-Nico (152.4, molto buono ) di Moreno Mazzotti 4° Anita-Fata-Isa-Cora-Fria-Asso (152, molto buono) di Leonardo Stefanoni. >>

EXTRATIME by Sergio Sottovia/ Per quanto riguarda la fotogallery , e per esigenze di visibilità ottimale a favore di tutti i concorrenti premiati, vi proponiamo in modo disaggregato il poster delle premiazioni.
Vale a dire prima la parte sinistra, poi la parte centrale, quindi la parte destra.
E dulcis in fundo in formato poster panoramico “tutti i premiati” dell’evento-gara disputata tra Sermide e Castelnovo Bariano, con tanto di trofei e targhe, e con due splendidi segugi in rappresentanza dei ‘fedeli amici dell’uomo’.

Franco Rizzi
www.polesinesport.it