CARRERA CUP/ Parla il vincitore Alessandro Balzan


30/10/2009

Per la terza volta in un monomarca, Balzan adesso guarda avanti.

E punta al professionismo.

 

Vincere mi farebbe piacere. Ma vorrei soprattutto diventare un professionista del volante”.

Ecco l’aspirazione di Alessandro Balzan, laureatosi campione italiano della Porche Carrera Cup al Mugello.

Il 28enne veneto è riuscito nell’impresa con una vettura dell’Ebimotors Porche Haus.

Con il mio team i rapporti sono ottimi – racconta Balzan -. Mi hanno trattato come un driver di punta, non come un gentleman. Se mi sono imposto in campionato è anche grazie al loro aiuto, a quello dei miei sponsor ed a quello della Pfm di Oliviero gatti. Non disponevo di tutto il budget necessario: ci siamo messi al tavolino ed alla fine le difficoltà si sono risolte. Ora spero di restare con la squadra di Enrico Borghi, disputando il prossimo anno la Porche Supercup. In alternativa, sempre con le vetture di Stoccarda, potrei correre nel GT , o rimettermi in gioco nella Carrera Cup con la nuova macchina”.

Portano bene al pilota di Rovigo i monomarca: ne ha disputati tre, vincendoli. In passato si era imposto nell’Alfa 147 Cup 2001, mentre l’anno dopo era stato il miglior Junior della Clio Cup ( secondo assoluto) .

E quest’anno? “ la mia stagione ha avuto un ottimo inizio ad Imola, con una vittoria ed un 2° posto. Poi per tre trasferte sono entrato in una fase buia, in cui ha dominato Luca Rangoni. Avevo difficoltà di assetto e soffrivo particolarmente il sottosterzo. Abbiamo fatto dei test ed effettuato una piccola modifica che mi ha messo le ali. Da allora sono sempre andato a podio, o a ridosso. Insomma, da Misano la musica è cambiata ed al Mugello è arrivato il titolo tricolore con 3 round d’anticipo”.

Quale è stata l’arma vincente?

La regolarità nella fase critica. Bastavano dei quinti posti, ma sono andato a podio e ho concluso quarto. Anche quando le ‘prendevo’ da Rangoni, il rischio era calcolato. Perdevo punti, ma amministravo il vantaggio: E ce l’ho fatta, contro avversari più forti”.

 

KART E CAMPUS

Balzan ha iniziato con le ruote scoperte

Alessandro Balzan nato nel 1980 a Rovigo, ha iniziato giovanissimo, in kart. Nel 1996 il primo risultato di spicco: il titolo nella 100 junior. L’anno dopo arriva anche l’Europeo nella 100 Ica. Poi, il veneto passa alla monoposto, facendosi le ossa in F.Campus. Nel 2001 il primo tricolore in auto, con il successo nell’Alfa Romeo 147 Cup. L’anno dopo Alessandro passa alla Renault della Clio Cup: vince il campionato italiano Junior, piazzandosi anche secondo nella classifica assoluta. Dal 2003 al 2006 Balzan corre in Superturismo con l’Alfa Romeo 156, conquistando numerosi piazzamenti. Nel 2006 con la stessa vettura, preparata dal team Antonelli, partecipa anche al Wtcc. Nel 2007 il rodigino passa alla Superstars: con la Jaguar ottiene il secondo posto nella serie nazionale, bissando il risultato anche in quella internazionale. Lo scorso anno Alessandro si dedica al GT: con la Ferrari F430 si mette in luce in GY2, con una vittoria a Mosca e due pole. Si arriva così al 2009. Ed al primo tentativo Alessandro ha fatti sua la difficile, affollata e molto combattuta Porche Carrera Cup.

 

Autosprint - Settimanale 13-18 ottobre 2009 - di Enrico Rosi Capellani

Replay by Sergio Sottovia

www.polesinesport.it