Castelmassa & 201^ Fiera naz. San Martino 2019, in mostra artigianato altopolesano by Maac 37/ Quattro giornate con 300 bancarelle e tanti visitatori anche da Emilia e Lombardia, tra …Cose Belle ma finale bagnato


14/11/2019

Stavolta l’estate si San Martino è stata davvero breve e col suo finale bagnato non h scaldato del tutto Castelmassa e la sua 201esima Fiera nazionale di San Martino, che ha messo in mostra l’artigianato altopolesano soprattutto grazie al suo Maac 37; tutto spalmato in 4 giornate con 300 bancarelle e tanti visitatori anche da Emilia e Lombardia.

 

Perciò Franco Rizzi, cantastorie dell’enclave altopolesano e profondo conoscitore della storia dell’enclave altopolesano in quanto già professore e corrispondente per il Resto del Carlino, ci ha trasmesso il seguente reportage , corredato però dal seguente rammarico finale, causa pioggia del lunedì:<< Un vero peccato per tutti: organizzatori (Comune, associazioni, enti, sponsor, aziende), i titolari delle 300 bancarelle provenienti da ogni dove, espositori, visitatori lombardo-veneto-emiliani, che negli anni scorsi hanno sfiorato le 20 mila presenze.>>.
Anche per questo la serata dell'11 novembre, il lunedì giorno di San Martino, si è svolta al padiglione del mercato coperto con l'intrattenimento grazie al piano bar di Elia Garbellini ed Enrica, che ha concluso così virtualmente l’annuale sagra nazionale.

 

PRIMA MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 09.11.2019) / CASTELMASSA, 201A FIERA NAZIONALE DI SAN MARTINO : SABATO EN PLEIN
201a  fiera nazionale di San Martino iniziata venerdì 9 novembre con il botto in virtù dell'inaugurazione ufficiale alle 11 presso lo stand di Gustiamo l'Italia, quando il sindaco Luigi Petrella ha tagliato il classico nastro tricolore, mentre don Stefano Marcomini ha benedetto l'evento.
Fra le autorità intervenute il primo cittadino di Castelnovo Bariano Massimo Biancardi e il capitano Andrea Pezzo comandante della locale compagnia dei carabinieri. Nonostante il tempo incerto la gente è accorsa numerosa.
Secondo la consolidata tradizione l'ultima grande sagra polesana dell'anno si snocciolava per tre giorni.
Dopo il 2011, quando ha ricevuto il crisma di nazionale, è stata allungata a quattro, aggiungendo il venerdì e ciò sino a lunedì; proprio il prossimo lunedì 11 novembre si festeggia il patrono S. Martino e sarà festa totale a Castelmassa: gran chiusura sanmartinese; scuole e uffici pubblici chiusi; assalto della gente lombardo-veneto-emiliana.

 

Sabato 9 novembre, giornata di mercato settimanale il mattino, il meteo favorevole ha favorito l'afflusso di gente da ogni dove per una location da sempre protagonista dell'immaginario collettivo di qua e di là del Po: 300 bancarelle da ogni parte d'Italia; 4 km di percorso fieristico; luna park adeguato; via dell'arte; liceo Munari in mostra; numerose mostre ed esposizioni; sfilate varie; trionfi enogastronomici..
Come sempre è stato venduto fra le bancarelle il 182° almanacco meteognostico vicentino per l'anno bisestile 2020, un foglio murale figlio della tradizione sagraiola nella civiltà contadina da cui la San Martino deriva. Sabato fieristico da en plein dunque, come sempre!
Domenica 10 e lunedì 11 tutti  auspicano l'ennesimo successo popolare.

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 11.11.2019/ CASTELMASSA: 11 NOVEMBRE S. MARTINO, LA PIOGGIA ROVINA, LA GIORNATA CONCLUSIVA
DELLA 201A SAGRA
Lunedì 11 novembre S. Martino. Si aspettava la chiusura con il botto pro la 201a fiera nazionale e patronale massese, purtroppo la pioggia ha obbligato ad avere un epilogo in tono minore, dopo tre dì al massimo livello. Un vero peccato per tutti: organizzatori (Comune, associazioni, enti, sponsor, aziende), i titolari delle 300 bancarelle provenienti da ogni dove, espositori, visitatori lombardo-veneto-emiliani, che negli anni scorsi hanno sfiorato le 20 mila presenze.

D'altro canto la proverbiale estate di San Martino ha sorriso sabato 9 e domenica 10, niente l'11, in cui si aspettava il clou finale. Siamo quasi a metà novembre e il meteo regna sovrano in negativo e in positivo! Comunque la serata dell'11/11 al padiglione del mercato coperto la sagra si è virtualmente chiusa in virtù dell'intrattenimento con il piano bar di Elia Garbellini ed Enrica.

 

Fra le varie promozioni, sempre rilevante Maac 37, la mostra dell'artigianato altopolesano in Castelmassa, ciò presso la tensostruttura di piazza Garibaldi, inaugurata sabato 9 alle 11.30: taglio del nastro da parte del sindaco Luigi Petrella; benedizione di don Stefano Marcomini, alla presenza dell'assessora Roberta Azzolini. In tale ottica doveroso ricordare il locale negozio Cose Belle, encomiato in Regione e inserito nell'elenco delle botteghe storiche del Veneto, un trentennio dedicato all'abbigliamento per la gestione di Lina Zangheratti ed ora dalla figlia Arianna Meloncelli.

Ma…non è finita. Domenica 17 novembre degna appendice al padiglione del mercato coperto: alle 18 intrattenimento musicale con il gruppo Ultimo Avviso; alle 20 Paella Party a cura dell'ente fiera di Isola della Scala e della Pro Loco; alle 21 estrazione lotteria Fiera di San Martino a cura di Avis e Pro Loco.

 

EXTRATIME by SS/ In cover e nella fotogallery le immagini delle bancarelle e della 201^ Fiera di San Martino on the road Castelmassa, fino al flash finale dedicato allo stand targato Avis col suo tandem rappresentativo, parlano da sole.

Franco Rizzi & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it