Castelmassa & Five News by Rizzi che parla col sindaco Petrella di Art Bonus e Ciclopedonale, della ZES con 16 Comuni Sinistra Po, della Pati con Legnago; di Boschini e truffe agli anziani/ E dei Brenzan premiati a Maranello


30/07/2019

C’è una bella differenza tra Politica, Economia Politica, Scienza dell’Economia. Ne abbiamo parlato questa settimana commentando una tesi sulla Silicon Valley partendo dal focus sul Mercante di Firenze, precursore della …Economia Politica. Ma di questo vi parleremo fra quattro mesi, anche se la Tesi l’ho già letta,perché la neolaureata va ‘presentata’ nella sua completezza  con la sua ‘trilogia di passioni’.
Questo per dire che la filosofia che sta alla base di ogni cantastorie è la conoscenza più ampio di un solo fatto, e da lì rappresentare un ‘insieme’ stile prototipo, per valorizzare il percorso ‘universale/universitario’ fatto dal nostro Protagonista. E così facciamo con le Cinque-News-Cinque che vi racconta Franco Rizzi cantastorie dell’enclave altiopolesano, e specificatamente dell’habitat di Castelmassa & Dintorni, tra Art Bonus & Teatro Cotogni, Autoservizi Brenzan & ANAV Maranello, tra  Legnago e Castelnovo Bariano , tra Progetto ZES coi 16 comuni della Sinistra Po e la ciclopedonale Massa Superiore, nuova linfa per la Gente del Po & Distretto altopolesano.

 

FIRST MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 01.07.2019) / CASTELMASSA: LUIGI PETRELLA "IL MIO PRIMO MESE DA SINDACO"
Luigi Petrella, classe 1972, funzionario Aipo, nel decennio 2009-19 assessore a lavori pubblici e urbanistica,  lo scorso 26 maggio sempre con la lista di centro-destra Castelmassa Nuova è succeduto ad Eugenio Boschini con lo storico risultato dei 71,69% dei suffragi.
Mercoledì 12  giugno nel primo civico consesso della consigliatura 2019-24 il nuovo primo cittadino ha giurato, poi le nuove deleghe amministrative. I vari referati. Luigi Petrella curerà lavori pubblici, urbanistica, manutenzione del patrimonio comunale, ambiente, sviluppo del territorio, personale fra l'altro. Vice sindaca Roberta Azzolini (cultura e scuola): Assessori: Eugenio Boschini (attuazione del programma di mandato, bilancio, tributi, attività produttive), Alessandra Carta (politiche sociali), Ettore Ludovico Guccione (pubblica sicurezza e protezione civile). Consiglieri delegati: Alice Trombella (tempo libero e rapporti con la comunità parrocchiale), Federico Ragazzi (politiche giovanili), Maria Elena Vitiello (sanità), Michela Provasi (associazionismo e rapporti con il volontariato), Paolo Gilioli (sport).
La sua prima intervista l'ha concessa proprio a chi scrive in un assolato sabato 29 giugno dopo le 12, al termine del ricevimento pubblico.
"Se mi vuole fotografare - esordisce -  preferisco al mio tavolo da lavoro a fianco della scultura di Giovannino Guareschi, tanto caro a Castelmassa,  un vero portafortuna per la mia sindacatura quinquennale solo agli inizi".  Cosa che abbiamo fatto immediatamente.

 

Come ci si sente come nuovo sindaco?
"Per fortuna ho fatto la mia gavetta decennale come assessore, ma ora è diverso! Il consenso record alla mia persona e a Castelmassa Nuova mi riempie di orgoglio ma mi carica di grosse responsabilità, stanti le grandi aspettative della cittadinanza. Lavorerò sodo per questo mandato, non penserò ad un post 2024 amministrativo. Eugenio Boschini con Castelmassa Nuova ha guidato il Comune brillantemente per dieci anni, voltando pagina definitivamente. Ciò grazie ad un vero gioco di squadra che ha coinvolto amministratori, associazioni (in particolare Avis e Pro Loco), tanti cittadini a vario titolo. Il nostro gruppo si riunirà un paio di volte al mese per fare il punto della situazione; essenziale il confronto continuo con i massesi. Un grazie affettuoso a tutti, i nomi sono tanti... Certo la mia amministrazione è e sarà nel segno della continuità, stanti i pochi soldi a disposizione in tempo di crisi".

Ci parli del primo mese da primo cittadino.
"Tanta carne al fuoco ovviamente. Partiamo dalla Zes, strategica per il Polesine e per Castelmassa. Ci siamo subito mossi noi sedici sindaci rivieraschi e non presso le istituzioni superiori e non molleremo. In fatto di Zes io e il collega castelnovese Massimo Biancardi stiamo pensando con Legnago (ha appena cambiato amministrazione) ad un deciso rilancio del Pati da troppo tempo fermo. Castelmassa ha poco territorio per nuovi grandi insediamenti produttivi. Al contrario il Pati (già disegnato) prevede lungo il Canalbianco in località Torretta grosse opportunità valide per il futuro in un mondo globalizzato dominato dai social. Riva sinistra (Legnago; porto di Torretta) grande logistica con ferrovia, strade, banchine e navigazione fluviale). Riva destra (Castelnovo Bariano) mille ettari di stabilimenti. Non possiamo rinunciarvi, la balena spiaggiata va messa in mare viva e prospera. Mi si passi la metafora.."

 

Ancora?
"Sempre con Castelnovo Bariano. Un progetto già datato, la ciclopedonale Massa Superiore (il toponimo comunale dei due paesi 1927-1947) di oltre 2 km. fra i due centri urbani per 1,8 milioni di euro: disponibili 1,4 regionali, 100 mila dalla Fondazione Cariparo, mancano 250 mila ma provvederemo e il cantiere non è lontano. Tocco con mano quotidianamente la crisi che morde tante famiglie per mancanza di lavoro e necessità abitative, noi cerchiamo di fare il massimo per quanto di competenza. Sono in corso grosse asfaltature tramite contributi a vario titolo. Teatro Cotogni. Lo Stato ci ha già garantito 700 mila euro in conto recupero sismico. Ma noi vogliamo andare oltre. Prevediamo una spesa di 1,4 milioni per recupero ed ampliamento del teatro, riportandolo alle cubature originali. Occasione unica, cantiere unico e doppio intervento. La Fondazione Cariparo ci ha già garantito 210 mila euro ed abbiamo coinvolto la Cargill per i 500 mila mancanti nel nome dell'Art Bonus per cui lo Stato si accolla il 65% della spesa se si tratta di un bene architettonico di alto valore storico e il Cotogni lo è veramente, come tutti sanno. Auspichiamo il progetto esecutivo nel 2020...".
"Penso che per adesso le basti come primo mese da sindaco", conclude Luigi Petrella.

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 09.07.2019) / CASTELMASSA : IL SINDACO A VENEZIA , FIRMATA LA CONVENZIONE PER LA CICLOPEDONALE
DI 1,8 MILIONI

Il sindaco Luigi Petrella martedì mattina 9 luglio ha "firmato a Venezia con l'assessora veneta competente Elisa De Berti la convenzione tra Regione e Comune di Castelmassa, capofila, pro pista ciclabile Massa Superiore, che si snoderà fra Castelmassa e Castelnovo Bariano. Si tratta - osserva il primo cittadino massese - di un'infrastruttura importante che, oltre a mettere in sicurezza un tratto di strada molto frequentato, avvicinerà molto di più i nostri due Comuni".

 

Il collega castelnovese Massimo Biancardi parla di "un passo fondamentale per un'opera strategica, un  grosso investimento utile alla qualità della vita delle nostre comunità. E' auspicabile che si possa partire nel 2020".
La ciclopedonale Massa Superiore (il toponimo comunale dei due paesi 1927-1947), lunga più di 2 km., unirà i centri urbani e costerà 1,8 milioni. Ce ne sono già 1,4 regionali e 100 mila della Fondazione Cariparo. Ne mancano 250 mila ma le due amministrazioni coinvolte si danno da fare da tempo per trovarli. Il progetto è pronto e l'anno prossimo potrebbe diventare esecutivo.

 

TERZA MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 13.07.2019) / CASTELMASSA: SINDACO CONTRO LE TRUFFE A DANNO DEGLI ANZIANI
Il sindaco Luigi Petrella informa che "sabato mattina 13 luglio durante il mercato settimanale l'amministrazione comunale e l'associazione volontari protezione civile hanno promosso una giornata informativa contro le truffe, rivolta a tutta la popolazione, in particolare alle persone anziane, che sempre più risultano essere vittime di raggiri.

 

Sono stati distribuiti volantini informativi e messa a disposizione di tutti la professionalità degli agenti di polizia locale e dei militari dell'Arma dei carabinieri, che hanno dato tutte le informazioni utili per evitare di essere vittime delle truffe".

QUARTA MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 22.07.2019) / CASTELMASSA: L'EX SINDACO BOSCHINI SI DIMETTE DA CONSIGLIERE COMUNALE

Nel consiglio comunale di mercoledì 17 luglio scorso l'ex sindaco Eugenio Boschini s'è dimesso da consigliere comunale, al suo posto Massimiliano Lavezzo primo dei non eletti.

 

Il sindaco Luigi Petrella ha dichiarato che "si tratta di una scelta condivisa. Abbiamo così dato a Massimiliano Lavezzo l'occasione di diventare consigliere, un riconoscimento per il suo lungo impegno civico specie in Pro Loco. Eugenio Boschini rimane in giunta come assessore esterno e gli stessi referati (attuazione del programma di mandato; bilancio; tributi; attività produttive)".
Alcuni sostengono, comunque, che le dimissioni dell'ex primo cittadino massese, siano da vedere come una semplificazione per un'eventuale imminente sua nomina a nome del centro-destra in una società partecipata polesana, enti che stanno per rinnovare i propri organi collegiali.

 

QUINTA MAIN NEWS ( di Franco Rizzi, mail 25.07.2019) / CASTELMASSA: L'ANAV PREMIA AUTOSERVIZI GIULIO BRENZAN
Recentemente a Maranello si è svolta l'assemblea annuale coincidente con il 75° anniversario di Anav. Fra l'altro sono stati premiati alcuni soci, imprenditori che "con impegno,  passione, professionalità e dedizione hanno contribuito alla crescita del sistema di rappresentanza e allo sviluppo del settore del trasporto di persone con autobus".

Fra i premiati Ida Brenzan  in rappresentanza della ditta Autoservizi Brenzan Giulio di Castelmassa. Autoservizi Brenzan offre diversi servizi: noleggio autobus granturismo; viaggi organizzati in Italia e all'estero; transfert aeroportuali, portuali, stazioni ferroviarie, fiere, hotel, servizi per matrimoni, visite, mostre, serate in discoteca; non per ultimo un innovativo servizio taxi.

 

L'Agenzia viaggi Brenzan s.a.s. nasce nel 2000 a supporto dell'azienda di autoservizi: gestita dalla signora Claudia Rossignoli e dalla figlia Ida Brenzan, nel tempo si è specializzata nell'organizzazione di viaggi di gruppo rivolta anche a terzi quali associazioni, parrocchie, istituzioni scolastiche e privati che decidono di pianificare viaggi.

 

EXTRATIME by SS/ In cover il sindaco Luigi Petrella intervistato nel suo studio con sfondo la bici con suo ‘portafortuna amministrativo’ Giovannino Guareschi ( quello di Peppone & Don Camillo) e in aggancio alla prima News anche il gruppo istituzionale dei Consiglieri Comunali in Municipio a Castelmassa.
Quindi con riferimento alla News sulla convenzione firmata in Regione per la ciclopedonale Massa Superiore, ecco anche il sindaco Massimo Biancardi di Castelnovo Bariano e l’assessore regionale veneta Elisa De Berti nel cerimoniale della citata firma.
In aggancio quindi alla News  blow up sulle truffe agli anziani ecco un momento del ‘sostegno’ attivato dalla Polizia Locale e dai Carabinieri in piazza a Castelmassa,
E in aggancio alla News delle dimissioni da Consigliere comunale ( ma non da assessore) da parte di Eugenio Bianchini, ecco l’ex sindaco in team azzurro con tutti i candidati ella lista pro Petrella sindaco.

 

 

A questo punto rendiamo onore alla premiazione a Maranello by ANAV a favore della Autoservizi Brenzan , di cui proponiamo a completamento delle ‘five flash’ anche le Lady che gestiscono la Agenzia Viaggi Brenzan ( di cui vi abbiamo già dato conto sempre qui su www.polesinesport.it in altra rubrica).
Infine, a conclusione del nostro viaggio sul …sidecar condotto dal prof’ Franco Rizzi, vi riproponiamo il sindaco Luigi Petrella insieme al suo ‘portafortuna amministrativo’ Luigi Guareschi che nel suo primo libro su Peppone e Don Camillo aveva messo proprio la chiesa di Castelmassa , vista dall’argine del fiume PO, da dove lo scrittore arrivava appunto anche da Brescello sulla sua indispensabile bicicletta.

Franco Rizzi & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it