Con “Sport Crime” Daniela Scalia & Tramontin/ In TV il ciak “Porto Tolle” e Rovigo ‘pazzi di valori’ con… Franz


05/09/2020

Pazzi di valori di sport, come sempre peraltro… Daniela Scalia la produttrice veronese sempre più di casa tra Delta Po e Rovigo, dopo aver assaporato quei valori sportivi che in Polesine hanno coltivato radici profonde tra rugby e pugilato, con tante ‘facce naturali’ fin dai tempi del cinema neorealista. Se penso che la settimana scorsa sono stato chiamato a Corbola per dire  ‘due parole’ sul film ‘La Donna del Fiume’, non tanto perché sia un esperto di cinema quanto perché potevo raccontare alcune aneddoti visto che ho frequentato ‘abbastanza’ il grande Rik Battaglia, allora mi piace ricordare che quel film h avuto come regista Mario Soldati, quindi ‘dialoghi’ curati da Giorgio Bassani e Pier Paolo Pasolini, alla scenografia & dintorni Florestano Vancini, Michelangelo Antonioni  etc etc, allora come …Daniela Scalia & Luca Tramontin con figlio Nico diventato per noi che li conosciamo i nostri ‘Polesani nel Mondo’ anche perché fanno diventare protagonisti e ‘pazzi di valori di sport’ gente per certi versi comuni , ma che la stessa Daniela Scalia ha definito ‘attori naturali’, soprattutto perché veri.
Mettiamoci che anch’io tanti di questi personaggi li ho conosciuti grazie a ‘gancio ‘ Franz, cioè Raffaello Franco eternamente in viaggio International ma ‘pazzo di sport’ tra football gaelico, hockey, baseball, boxe e …storie di vita , sicché mettiamo nella nostra squadra ‘Polesani nel Mondo’ proprio Daniela Scalia & Friends “Sport Crime” perché raccontano  è l’anima e l’amarcord della Gente del PO, sempre in viaggio distante da casa ma sempre ‘icona’ di storie speciali tra acqua e mare, tanto più se emerse dalla acque del Delt Po, dove l’Uomo Naturale ‘legittimato’ dal Tommaso Campanella è sempre più moderno dell’uomo …contemporaneo ‘sfigurato’ da tanti falsi progressi tecnologici anti-biologici che purtroppo ci deturpano l’anima.

 

 

 

Per questo, eccovi tout court quanto trasmessoci dalla Svizzera, ma che in Sport rime il sui dna polesano, mixando Daniel Scalia & Tramontin con gli attori dell’episodio ‘Porto Tolle’ ormai in fase di montaggio… con tutte le sue caratteristiche però naturali, compreso Franz…  che in calce nell’Extratime ci racconta qualcosa direttamente dal ‘dietro le quinte’ , visto che lui la produzione l’ha vissuta da vicino tra stadio Battaglini e Ascaro friends, al fianco di quel Previato che potrebbe essere un altro …Rik Battaglia, magari interprete poi di oltre 100 film , quantomeno da comprimario.
Come certificato dall’esordio attoriale che ha visto partecipi anche anche alcuni atleti della Pugilistica Rodigina di Cristiano Castellacci, a partire da Enrico Pizzardo ( nel suo ruolo naturale di manager sportivo) , e come pugili Traoré Beh Alassane ed Efe Osamwonyi al fianco di Eliel Mavakala protagonista di puntata.

 

 

 

MAIN NEWS ( by Blullow.ch, mail 04.09.2020) / SPORT CRIME: IN FASE DI MONTAGGIO LE IMMAGINI DI ROVIGO E PORTO TOLLE
Per una serie televisiva, ancora più che per un film, la fase del montaggio finale dell'intera stagione è quella della verità, e le immagini dell'episodio «Porto Tolle» sembrano tra le preferite degli autori.
«È come la vendemmia per un viticoltore - dichiara la produttrice veronese Daniela Scalia - fino a quel momento hai impressioni, assaggi, ma solo con il prodotto grezzo in mano sai esattamente la qualità del prodotto finito, e Porto Tolle, Rovigo, gli impianti sportivi, la Questura... tutte le immagini dell'episodio 4 danno i brividi».

 

 

 

Continua il ventenne ex hockeysta Nico Tramontin, che nella produzione si occupa di seguire la preparazione dei giovani e degli atleti: «In genere i giovanissimi e gli atleti di pugilato o ring in genere li recluto e preparo io, a Rovigo invece li ho trovati tutti pronti e perfetti, scenici, bravi, professionali, sia le figure atletiche, dei veri mostri, che quelle narrative come l'allenatore”.
Questo grazie alla collaborazione con Cristiano Castellacci e la Pugilistica Rodigina. «Me li ha segnalati il nostro "uomo a Rovigo" Raffaello Franco - continua a ancora Daniela Scalia - oltre a essere il nostro location manager è anche un amico e uno sportivo vero e sa quanto, sia aziendalmente sia personalmente, teniamo all'etica sportiva.

 

 

 

Quando Franz mi ha detto "sono dei nostri" non ho chiesto altro se non di incontrarci di persona. Sono bastati pochi minuti con Cristiano e i suoi ragazzi nella splendida location dell'ex ospedale psichiatrico di Granzette per accordarci. Possiamo ironizzare sulla follia di un simile approccio per un prodotto di grande investimento imprenditoriale e destinato al mercato internazionale, ma il risultato parla chiaro. Pochi minuti tra "pazzi" di valori dello sport hanno avuto più successo e valore che ore e ore di powerpointeraggio».

 

 

 

C'è stato così l'esordio attoriale di Enrico Pizzardo, estremamente credibile nel ruolo del manager sportivo, e la partecipazione di Traoré Beh Alassane ed Efe Osamwonyi che hanno affiancato il protagonista di puntata Eliel Mavakala.
La collaborazione con le realtà sportive del territorio però si è estesa anche alla New Ascaro Rovigo, protagonista nelle scene di football gaelico, e al Rovigo Baseball. Un primo scambio quello con la società guidata da Lucio Taschin che ha messo le basi per una futura collaborazione e un ritorno delle telecamere della serie a Rovigo.

 

 

 

Sullo sfondo del mitico Stadio Battaglini, dove la troupe ha goduto di un tipico terzo tempo alla Casetta Rossoblu, la produzione ha scelto veri sportivi e veri impianti, che verranno presentati al pubblico internazionale con la loro denominazione e la loro reale geografia. Per questo la produzione ha lavorato col Patrocinio del Comune di Rovigo.
Caratteristico anche il fatto di intitolare la puntata «Porto Tolle»: questo episodio, il 4, e il 2, girato a Fiume/Rjieka, sono i due più paesaggistici tra i 6 che compongono la prima stagione, quelli in cui lo svolgimento - ferma e ampia restando la trama sportiva - si lega più strettamente al luogo che alla parte psicologica, scientifica, economica o altro.

 

 

 

Ancora Daniela Scalia: «SPORT CRIME è un genere a sé, che contiene altri generi, infatti parlare di Sport può portare una puntata verso il legal drama, se c'è una disputa contrattuale, o il “medical” in caso di infortunio o aumento sospetto della muscolatura come nell'episodio 3, politico, (acquisizione di squadre, scissioni di nazioni), economico, etc.».
Per Luca Tramontin, ex seconda linea di Casale e Viadana è autore della serie c'è anche una perla attoriale: «I locali hanno fatto parti perfette, sia a Rovigo più legatamente allo sport, Stefano Bettarello, Raffaello Franco, Enrico Pizzardo e gli altri, che nelle immagini avventurose nel delta.

 

 

 

Ma il botto viene da Giovanni Previato , atleta e poliziotto, che ha avuto un ruolo lungo, da co-protagonista, con dialoghi, piani sequenza, movimenti lunghi, interazioni. Il regista gli ha chiesto se non abbia mai pensato di fare l'attore. Lui dice di non aver esperienze precedenti. Rivedendolo al montaggio sembra davvero di sì, chiederò ai suoi colleghi della Questura di indagare a sua insaputa».
Non riesce a non scherzare – nella serie televisiva e nella vita – l'ex rugbista che ha voluto restare qualche minuto da solo nel campo 1 del Battaglini dopo la cena di fine riprese.

 

 

 

 

APPENDICE FLASH STORY / SPORT CRIME BACKSTAGE ( by Raffaello 'Franz' Franco) / LE CONSIDERAZIONI DEL LOCATION MANAGER SULLE RIPRESE RODIGINE DI SPORT CRIME
“Lavorare” con Daniela (Scalia) e Luca (Tramontin) vi posso assicurare che è un vero e proprio spasso. Non a caso, appunto, ho messo quel “lavorare” ben virgolettato e penso di interpretare anche il pensiero di Giovanni Previato e di tutti i protagonisti di questa straordinaria “Porto Tolle”, la quarta puntata, girata nel nostro Polesine, della prima stagione della serie televisiva Sport Crime, episodio che tutti attendiamo in grande trepidazione di vedere quanto prima possibile.

 

 

 

 

Posso dire che collaborare con Dani, Luca a tutti i membri della crew di Sport Crime è un’esperienza unica che consiglierei a chiunque perché quando arrivi sul set, fin dal primo minuto, ti senti a tuo agio come essere in famiglia grazie alla professionalità, all’organizzazione, alla resilienza, all’affabilità ed alla contagiosa simpatia dei due assoluti protagonisti di questo progetto unico nel suo genere.

 

 

 

 

La scelta, quasi rivoluzionaria, della produzione nell'utilizzare principalmente giovani attori emergenti professionisti ed “attori”, si fa per dire, nemmeno lontanamente aspiranti ma capaci comunque di interpretare in modo straordinariamente naturale una parte che sono abituati a vivere ogni santo giorno che il Signore manda sulla terra, a mio modo di vedere sarà probabilmente la principale chiave del successo di una serie che si prepara al debutto internazionale e che porterà una vera e propria ventata d’aria fresca nel panorama delle fiction televisive.

 

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover la certificazione che Daniela Scalia e Luca Tramontin sono di casa in Polesine da tanto tempo, al seguito…della loro passione for Sports, come dimostra il fatto che fanno da sfondo a Raffaello ‘Franz’ Franco , che ho fotografato allo stadio Battaglini durante la prima partita di football gaelico giocata a Rovigo, organizzata ‘ovviamente’ da Franz targato Ascaro ma multisport.

 

 

 

Quindi in apertura di fotogallery il CIAK intitolato “Porto Tolle” edito by Sport Crime ormai pronto al montaggio televisivo, ma che in Polesine aveva già visto girate altre scene nel Delt Po, come dimostra l’immagine d’archivio ( vedi precedente reportage qui su www.polesinesport.it) con Luca Tramontin attore con sfondo Mare Adriatico.
Lo stesso che proponiamo insieme a Daniele Scalia in questa occasione, ma che anche ad ottobre 2019 erano stati in CIAK by rugby a Stanghella , come certifichiamo in flash con Previato anche allora protagonista.

 

 

 

A questo punto eccoci a Rovigo per proporvi le immagini trasmesseci, a partire da quella allo stadio CONI di atletica leggera, col CIAK con atleti della Pugilistica Rodigina, Baseball e Ascaro Rovigo.
Quindi in trio recitativo Traoré , Beh Alassane ed Eliel Mavakala.

 

 

 

Poi in sequenza e da soli gli attori Efe Osamwonyi della Pugilistica Rodigina e poi Eliel Mavakala ( mani giunte sotto il mento) che sta interpretando il ruolo di Thabo protagonista dell’episodio.

 

 

 

Doppia immagine a questo punti dedicata al polesano Enrico Pizzardo nel suo convincentissimo esordio da attore ( nel ruolo del manager e dopo il Ciak) , mentre l’ultima foto trasmessaci dalla produzione di Sport Crime mostra il CIAK con Traoré Beh Alassane insieme a Efe Osamwonyi  sulla pista CONI Rovigo nello stadio intitolato a Tullio Biscuola il maratoneta polesano che ha corso alle Olimpiadi di Parigi 1924 ( vedi sua story sempre su questo sito e che riproporremo in modo ancor più ampia prossimamente) .

 

 




A questo punto eccoci alle immagini da backstage trasmesseci by Raffaello 'Franz' Franco, presente alle riprese e al …dietro le quinte.

 

 

E allora …partiamo mostrando la regista Daniela Scalia mentre tiene un breafing prima dell’inizio delle riprese al Campo “T. Biscuola” di atletica leggera, con a seguire un momento delle riprese al campo CONI di atletica.

 

 

Quindi in foto le ragazze e i ragazzi del BSC Rovigo prima del ciak e poi la fase di preparazione di alcune scene di sport.

 

 

A seguire una serie di immagini che mostrano Luca Tramontin e Giovanni Previato mentre  ‘interrogano’ Eliel Mavakala, intervallate dalle atlete del Softball Rovigo che osservano le riprese.

 

 

Quindi proponiamo gli atleti della Pugilistica Rodigina e atlete del Bsc Rovigo mentre seguono interessati le riprese.

 

 

E a conclusione del lungo viaggio attraverso le immagini trasmesseci da Franz, vi proponiamo la questura di Rovigo in esterno notte …ciak si gira.

 

 

Prologo alla immagine singolo di Giovanni Previato in versione ciak si gira, con dulcis in fundo la foto di gruppo con attori, autori e componenti dello staff di Sport Crime alla fine delle riprese in Questura a Rovigo.

Raffaello Franco & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it