Coni Veneto va in Calabria e vince “Trofeo Coni Kinder+Sport 2019” anche con Gabriele Gargiulo/ E a Rovigo il corso con Zanotto , Schiraldi, Bargnani, Biino contro il ‘drop out’, poi sulla privacy con Vavassori e Bertazzoli


08/11/2019

Abbinare attività e formazione è nella filosofia del Coni Nazionale, che si trasmette ai vari Coni Regionani e Provinciali. Una filiera produttiva che si certifica con i risultati. E da questo punto di vita ne sono una certificazione emblematica la vittoria del Coni Veneto in Calabria nel “Trofeo Coni Kinder+Sport 2019” , dove sono stati importanti i ‘contributi’ portati al baseball polesano ( nelle semifinali) e dell’atleta Gargiulo nel kickboxing ( nella finale nazionale). Come sono altrettanto certificativi di successo la partecipazione degli ‘addetti ai lavori’ ai due corsi che si sono svolti a Rovigo e promossi dal Coni Veneto con riferimento al ‘drop out’ e alla privacy.
Giusto per stimolare l’impegno e la ‘formazione’ al fine di prevenire l’abbandono e il “drop out”, mentre la conoscenza del rispetto delle norme sulla privacy è elemento basilare per le competenze dirigenziali  degli addetti ai lavoro, a tutti i livelli del mondo sportivo e in particolare a quello giovanile.

Anche per questo vi proponiamo in sequenza cronologica i seguenti reportage ‘ segnalati da Paolo Romagnolo –addetto stampa Coni Rovigo - sugli Eventi organizzati ed evidenziati nel titolo, corredati dalla fotogallery relativa.  

 

 

PRIMA MAIN NEWS (di Paolo Romagnolo , mail Rovigo 11 ottobre 2019 ) / IL VENETO TRIONFA AL “TROFEO CONI”. ROVIGO CONTRIBUISCE AL SUCCESSO CON IL GIOVANE GARGIUOLO DI AREASPORT
Anche Rovigo ha contribuito alla straordinaria vittoria veneta del “Trofeo Coni Kinder+Sport 2019”. Un trionfo che conferma la ricchezza del movimento sportivo giovanile nella nostra regione. L’evento, giunto alla sesta edizione, rappresenta la manifestazione multisportiva più importante d’Italia dedicata ai ragazzi Under 14, una vera e propria “piccola Olimpiade”. Ad ospitarla, dal 25 al 28 settembre, alcune città della Calabria: Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Catanzaro e Palmi. A guidare la delegazione regionale il presidente del Coni Veneto, Gianfranco Bardelle. I 110 punti conquistati dai nostri giovani atleti hanno consentito di superare di misura la Sicilia (108) nella classifica definitiva che ha chiuso le tre giornate di gara; sul terzo gradino del podio il Lazio (107).
A rappresentare il Polesine c’era il giovane Gabriele Gargiuolo, atleta della locale società Areasport che, dopo aver strappato la qualificazione all’evento, in Calabria si è cimentato nella competizione di kickboxing. Buona la sua prova con un sesto posto nella graduatoria finale.

 

Nei mesi scorsi aveva conquistato il pass per il Trofeo Coni anche l’Under 12 di softball del Baseball Softball Club Rovigo: purtroppo la presenza in Calabria delle giovani rossoblù è stata impedita dalla contemporanea partecipazione alle finali nazionali del campionato, chiuse con un ottimo terzo posto.
Con questo successo il Veneto bissa la vittoria ottenuta tre anni fa a Cagliari e succede al Piemonte, trionfatore dell’edizione 2018. Non solo, con due successi il Veneto raggiunge lo stesso Piemonte nella classifica delle regioni fin qui più vincenti nel Trofeo Coni.

Comprensibile la gioia del presidente Gianfranco Bardelle: “Al di là della partecipazione di un solo atleta, anche il contributo rodigino è stato fondamentale per cogliere questo grande successo – sottolinea il numero uno dello sport veneto – Questa è una vittoria particolarmente importante perché arriva al termine di un evento che ha visto la partecipazione di oltre 4mila ragazzi, di cui 200 veneti, e ben 35 federazioni sportive. Quasi il 70% dell’attività sportiva nazionale era presente. L’aver conquistato il Trofeo Coni dimostra soprattutto che in Veneto l’attività giovanile funziona: il Coni è quotidianamente impegnato nella diffusione dello sport tra le nuove generazioni ma c’è ancora tanta strada da percorrere e occorrerebbe fare più squadra con la scuola e le varie istituzioni perché oggi ancora troppi giovani non praticano alcuna disciplina. L’Italia è al nono posto mondiale e anche qui in Veneto abbiamo tanti campioni, ma ciò che conta veramente è far crescere lo sport di base. Ed eventi come il Trofeo Coni ci indicano la giusta direzione”.

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Paolo Romagnolo, mail Rovigo 12.10.2019) / LA LOTTA ALL’ABBANDONO DELLO SPORT AL CENTRO DELL’ULTIMO CORSO PROPOSTO DAL CONI POINT DI ROVIGO
Questa mattina, 18 ottobre, la Sala Mediateca del Palazzo delle Federazioni di Rovigo ha ospitato un nuovo appuntamento formativo firmato dal Coni Point di Rovigo e dalla Scuola Regionale dello Sport del Coni Veneto. Un aggiornamento di primo livello inserito nella ricca programmazione a cinque cerchi del 2019, che ha voluto approfondire il tema delicato della pedagogia in ambito sportivo. Occasione imperdibile per allenatori, tecnici, operatori sportivi, laureati e studenti in scienze motorie e professionisti del settore sportivo. Circa 40 i protagonisti della mattinata, aperta come di consueto dal saluto del delegato provinciale del Coni, Lucio Taschin. “La formazione è un tema sempre fondamentale per il Coni e nel Veneto siamo tra i più attivi sotto questo aspetto – ha sottolineato il numero uno dello sport polesano – Lo sport è cambiato e cambia continuamente, occorre adattarsi e intercettare le nuove informazioni che vengono generate per renderle pratiche e utilizzabili nella gestione delle attività sportive quotidiane. Oggi ci concentriamo sul fenomeno dell’abbandono dello sport da parte dei nostri ragazzi e cerchiamo di comprendere le modalità per attrarne sempre di nuovi”.

 

“MODULO: 3/4/3…4/3/3…3/5/2: qual è la formazione giusta?”, questo il titolo del corso, ha affrontato il tema della formazione del giovane sportivo e tutti gli aspetti connessi alla crescita, all’allenamento, alla prestazione al fine di prevenire l’abbandono e il “drop out”. Il primo relatore salito in cattedra è stato Massimo Zanotto che con il suo intervento intitolato “Con-Testo” ha scattato una fotografia della pratica sportiva italiana, sottolineandone luci e ombre. Claudio Schiraldi, secondo relatore di giornata, ha poi ricordato l’importanza dello sport per la salute soprattutto delle nuove generazioni. Quindi è stata la volta di Alessandro Bargnani che ha affrontato il tema dell’abbandono dello sport con la lezione “Con-Testa: aspetti relazionali e psicologici della pratica sportiva e contro il drop out”. A chiudere la mattinata l’intervento di Valentina Biino “Con virtù: impara l’arte e mettila da parte”, grazie al quale sono stati passati in rassegna i comportamenti in grado di prevenire l’abbandono dello sport nelle fasce dai 6 ai 10 anni e dagli 11 ai 14 anni.

 

TERZA MAIN NEWS ( di Paolo Romagnolo , mail Rovigo 19.10.2109) / RIFLETTORI SULLA PRIVACY IN AMBITO SPORTIVO PER IL NUOVO CORSO DI PRIMO LIVELLO DEL CONI POINT ROVIGO
E’ in rampa di lancio un nuovo appuntamento formativo firmato dal Coni Point di Rovigo con la collaborazione della Scuola Regionale dello Sport del Coni Veneto. Dopo il corso di formazione dedicato alla pedagogia nello sport, andato in scena lo scorso 12 ottobre, l’obiettivo si sposta su un’altra tematica di grande attualità: la gestione della privacy. Sabato 26 ottobre se ne parlerà ampiamente in “Privata-mente – La privacy e la sua regolamentazione in ambito sportivo”, aggiornamento di primo livello ospitato nella Sala mediateca del Palazzo delle Federazioni del Coni in viale Porta Adige 45/G a Rovigo.
Il via alle 8.30 con le fasi di accredito dei partecipanti. La mattinata di approfondimento si aprirà alle 9 con la relazione di Roberto Vavassori “…Da dove veniamo e dove andiamo” che passerà in rassegna la normativa passata e quella attuale in tema di privacy. Dalle 10.45 salirà in cattedra la seconda relatrice di giornata, Laura Bertazzoli, con l’intervento “Pratica-mente – Come gestire operativamente gli aspetti relativi ala privacy e le sanzioni previste in caso di inadempienza”.
L’aggiornamento è stato pensato per allenatori, tecnici, operatori sportivi, laureati e studenti in scienze motorie, professionisti del settore e tesserati con qualifiche federali di qualsiasi federazione, ente di promozione o disciplina associata.

 

E’ possibile iscriversi gratuitamente sul sito www.veneto.coni.it accedendo alla sezione dedicata alla Scuola regionale dello sport, previa registrazione nell’area riservata. Termine ultimo il 24 ottobre. Eventuali adesioni potranno essere accettate anche il giorno stesso del corso. Massimo 95 posti disponibili. Info al numero 0498643073 o scrivendo a srdsveneto@coni.it. ...

EXTRATIME by SS/ In cover e apertura di fotogallery oltre che nella immagine dulcis in fundo , vi proponiamo il poster ( anche in versione disaggregata lato sx e lato dx per esigenze di risoluzione visibilità ) del team Coni Veneto col presidente Gianfranco Bardelle, perché vincente in Calabria il “Trofeo Coni Kinder+Sport 2019”
Invece al centro ella fotogallery vi proponiamo alcune immagini dei ‘corsi’ tenuti nella sede del Coni Rovigo , con i partecipanti attenti a Lucio Taschin e ai relatori.

Paolo Romagnolo & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it