Dal raduno della Nazionale Italiana di Football gaelico allo stadio Battaglini di Rovigo in vista dei Mondiali in Irlanda, ecco elenco convocati: tra loro anche il polesano Buoso/ Intanto Grego e Zago arbitreranno al Torneo di Amsterdam


20/06/2019

Incrocio internazionale allo stadio Battaglini di Rovigo, dove grazie alla New Ascaro del presidente Raffaello Franco è andato in scena il raduno della Nazionale Italiana di Football Gaelico in visti dei prossimi campionati Mondiali da disputarsi in Irlanda.
E così anche il Polesine è protagonista ai grandi livelli visto che ai prossimi appuntamenti internazionali ci saranno Donatello Buoso in campo tra gli azzurri ai citati Mondiali, mentre gli arbitri Alessandro Grego e Lorenzo Zago hanno ricevuto ulteriore certificazione del loro confermano visto che sono stati selezionati per dirigere le partite in programma nel Torneo di Amsterdan, tappa speciale del campionato gaelico regionale riferito all’habitat Benelux.
Come ben spiega lo stesso Raffaello Franco, orgoglioso della considerazione internazionale della sua New Ascaro, nelle relative Main News che vi proponiamo in sequenza, ricordando altresì che in Irlanda , oltre a football e ladies football, i mondiali irlandesi impegneranno anche atleti ed atlete di hurling e camogie.

 

 

 

PRIMA MAIN NEWS ( di Raffaello Franco , 14.06.2019) / LA NAZIONALE DI FOOTBALL GAELICO IN RADUNO PRE MONDIALE ALLO STADIO BATTAGLINI DI ROVIGO

Mancano poco meno di 2 mesi alla cerimonia inaugurale dei Reanult GAA World Games che si giocheranno a Waterford, in Irlanda, dal prossimo 28 Luglio e la nazionale maschile, in vista di questo importante appuntamento, inizia a scaldare i motori partendo proprio da Rovigo, la città che nel 2011 diede l'input decisivo a questa nuova avventura sportiva.
Nel pomeriggio di sabato 15 giugno prossimo infatti, grazie alla collaborazione con la Rugby Rovigo Delta che metterà a disposizione degli azzurri "gaelici" il glorioso Stadio "Mario Battaglini", il tecnico irlandese Niall Boyle guiderà il raduno del gruppo dal quale selezionerà i 13 atleti che, alla fine del prossimo mese di luglio, difenderanno il tricolore al mondiale irlandese.
La nazionale italiana tornerà in campo, per la prima volta, dopo l'infelice esordio internazionale risalente alla ormai lontana sfida, disputata a Tolosa il 14 novembre del 2014, affrontando la fortissima selezione nazionale francese. Quel giorno da segnalare anche lo storico debutto assoluto della selezione nazionale Ladies che si ricoprì di tanto onore in terra transalpina, Ladies assenti però quest'anno nell'appuntamento iridato a causa della mancata iscrizione del team che, in attesa di un necessario ricambio generazionale, sconta una crisi dei settori femminili delle poche squadre di football gaelico presenti sul territorio nazionale.
Se Atene piange, Sparta non ride. Anche il movimento maschile infatti non è che possa ancora contare su un ampio numero di atleti. Da qualche tempo a "storici" club quali Rovigo, Padova e Lazio, si sono affiancati i ragazzi e le ragazze del club Gaelic Football Milan, sodalizio che, dalla fine del 2017, opera nella città di Milano e che non ha però ancora avuto modo di partecipare a nessuno degli appuntamenti internazionali organizzati da Gaelic Games Europe in attesa di rimpolpare le proprie fila e di ottenere, dal board europeo della Gaelic Athletic Association il beneplacito per poter entrare ufficialmente nel variegato panorama delle squadre GAA operanti al di fuori dell'Isola di Smeraldo.

 

 

 

Di strada da fare ce n'è davvero tanta ed è ancora lontano il momento nel quale la diffusione, di uno sport straordinario come il football gaelico, potrà davvero considerarsi compiuta sull'intero territorio nazionale.
Così il tecnico di Leitrim County potrà contare su un numero esiguo di risorse dalle quali poter attingere per comporre la lista dei 13 che in Irlanda si troveranno ad affrontare alcune tra le migliori squadre del pianeta. Un compito gravoso per Boyle che dovrà tener conto pure delle numerose assenze dovute ad impegni di lavoro, infortuni ed impedimenti di varia natura, tutte cose da mettere in debito conto quando si ha a che fare con ragazzi che, nel più puro spirito dilettantistico ed a spese proprie, devono provare a far quadrare il cerchio coniugando l'enorme passione per uno sport, con le reali esigenze che la vita di tutti i giorni riserva a ciascuno di noi.
Comunque andrà a finire, per la spedizione azzurra in terra irlandese sarà un successo, se non altro per il fatto che questa rappresenterà la prima volta nella storia di una nazionale italiana iscritta ad un'edizione iridata di un torneo che tornerà ad essere disputato, ancora una volta dopo l'edizione targata Etihad Airways 2016, nella patria di questi sport e che vedrà impegnati oltre 1300 atleti provenienti da tutti e cinque i continenti. Oltre a football e ladies football, i mondiali irlandesi impegneranno anche atleti ed atlete di hurling e camogie, un vero e proprio festival internazionale dei due principali sport della tradizione irlandese che vide la luce nella prima edizione dei World Games giocata ad Abu Dhabi nel 2015 e che, edizione dopo edizione, riscuote sempre più successo.

 

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Raffaello Franco, mail 20.06.2019) / SODDISFAZIONI INTERNAZIONALE TARGATE NEW ASCARO ASD: ROAD TO WATERFORD CON IL ROSSOBLU DONATELLO BUOSO

Sarà una nazionale a trazione S.S. Lazio quella che, a fine luglio, volerà in Irlanda per disputare il mondiale, di football gaelico, targato Renault, organizzato dalla Gaelic Athletic Association e che vedrà i migliori team del mondo andare a caccia del prestigioso trofeo iridato.
Questo è quanto si evince scorrendo la lista dei convocati diramata ieri dal commissario tecnico Niall Boyle il quale, dopo il raduno azzurro svoltosi nel pomeriggio di sabato scorso allo Stadio "Mario Battaglini" di Rovigo, ha effettuato le sue ultime scelte.
Sono infatti ben 9, sui 13 selezionabili come stabilito dal regolamento dei GAA World Games, gli "aquilotti" biancoazzurri che compongono la rosa della selezione azzurra in partenza per Waterford, una scelta tecnica in linea con quello che è il piano di gioco elaborato dal tecnico irlandese che vuole schierare una squadra capace di nascondere i propri limiti tecnici dovuti all'inesperienza, bilanciandoli con quelli che sono i suoi punti di forza: corsa, preparazione atletica e gestione della palla nel gioco alla mano, tutti elementi che pretendono una certa freschezza atletica che solo un'età media quanto più bassa possibile può garantire.
Una nota di rossoblu comunque ci sarà anche in questa nazionale che è al debutto assoluto in un mondiale, grazie al difensore Donatello Buoso, giocatore dell'Ascaro Rovigo GF, uno che di grinta, corsa, forza e carattere da mettere al servizio degli schemi di Boyle ne ha da vendere. I Paddies, l'altro storico team del movimento italiano, porteranno alla causa azzurra tre elementi. A completare la rosa un atleta tesserato con il team tedesco Munich Colmcilless Gaa, una delle migliori squadre d'Europa, che risponde al nome di Andrea Musumeci.
Tanta la soddisfazione in casa New Ascaro per la convocazione di Buoso, atleta straordinario, uno dei reduci dalla sfortunata campagna di Tolosa 2014, che regala sicurezza alla difesa e che in campo non si risparmia mai. Un tipo tosto che non fa sconti e che costringe gli attaccanti avversari a fare gli straordinari.

Ecco la lista completa dei convocati dal CT Boyle che dal 28 luglio saranno impegnati nei mondiali irlandesi: Luca WULZER (S.S. Lazio Calcio Gaelico), Andrea MUSUMECI (Munich Colmcilless Gaa), Riccardo MOSCARDO (Padova Gaelic Football), Donatello BUOSO (Ascaro Rovigo Gaa), Paolo IALONGO (S.S. Lazio), Erik BOLNER (S.S. Lazio), Brian O CUIV (S.S. Lazio), Denis CONTE (S.S. Lazio), Daniele GIANNARINI (S.S. Lazio), Nicholas TONDELLO (Padova GF), Salvatore BONOFIGLIO (S.S. Lazio), Riccardo PINTO (S.S. Lazio) e Michele PASQUOTTO (Padova GF).

 

 

 

ARBITRI GAELICI

Ma le soddisfazioni made in Polesine "gaelico" non si esauriscono con la convocazione di Buoso. Alessandro Grego e Lorenzo Zago, sono stati infatti inseriti, dal nuovo designatore JJ Keaney, nel panel dei direttori di gara che sabato 22 giugno arbitreranno nel torneo in programma ad Amsterdam (Paesi Bassi), tappa inserita nel calendario della Regione Benelux, Regione nella quale il livello delle squadre iscritte al campionato è mediamente superiore a quello espresso nelle altre aree geografiche d'Europa. Per Grego e Zago dunque un riconoscimento alle loro qualità, un'ulteriore certificazione del valore espresso dalla scuola arbitrale italiana a livello internazionale. Per i due fischietti rodigini l'appuntamento è fissato per sabato allo Sportpark De Eendracht casa dell'Ac Amsterdam.


EXTRATIME by SS/ In cover gli azzurri della Nazionale Italiana di Football Gaelico in flash d’archivio ai Mondiali 2014 di Tolosa ( Francia).
A seguire tre flash ‘rossoblu’ by raduno Italia allo Stadio Battaglini, dedicato al convocato Donatello Buoso (immagine by Giampaolo Defanti ) , che in last flash vediamo primo da sx in trio con Raffaello Franco e Lorenzo Zago ‘osservati dalla tribuna’ dall’indimenticabile Maci Battaglini.

Raffaello Franco & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it