Delta Volley Porto Viro leader A3 sbanca 3-2 Prata/ Ma FIPAV causa coronavirus stoppa il campionato/ Ma si giocherà in estate?


29/03/2020

La autorevolezza dei reportage dipende dallo spirito open di chi lo sviluppa, tra cronaca e commenti. E così per la storia dello sport non è determinante fare lo scoop prima degli altri, quanto raccontare una ‘verità comparata’, tanto meglio se in sinergia con le fonti più affidabili e ufficiali ( tali sono l’addetto stampa Mario Caporello e il giornalista Luca Crepaldi) . Come ben fa qui di seguito in ‘trilogia’ Main News tra cronaca e commenti l’amico Emiliano Milani , storico corrispondente de Il Gazzettino, che in questa puntata ‘a bocce ferme’ ci racconta la vittoria esterna per 3 a 2 della capolista Marini Delta Volley in quel di Pordenone, vs Prata in un match nient’affatto scontato.
Valido come 19° turno del Campionato di A3 e peraltro giocato a ‘porte chiuse’ a Pordenone, peraltro l’ultimo disputato perché poi sempre a causa del coronavirus la Federazione ha deciso la sospensione del campionato.

PRESENTAZIONE “SPECIAL FOCUS” SULLA 19^ GIORNATA/ ( di Emiliano Milani, 29.03.2020) / A PORDENONE NEL BIGMATCH DISPUTATO A PORTE CHIUSE CAUSA EMERGENZA CORONAVIRUS LA CAPOLISTA MARINI DELTAVOLLEY SBANCA PRATA 3-2
Convinti di poter raccontare quanto prima nella formula twins un’altra accoppiata di match del Delta Marini Volley, dopo la 19^ di campionato giocata dal team nerofucsia e vinta a porte chiuse in casa del Prata, avevamo deciso di aspettare anche la ventesima giornata di campionato per fare il nostro solito resoconto.

 

 

Ci siamo dovuti, invece, rassegnare a raccontare per il momento la story in terra friulana in single way. L’emergenza Covid-19 e il conseguente stop forzato di tutto lo sport Italiano continua, e non si sa fino a quando, così nella settimana della ricorrenza dell’ottavo anniversario dalla scomparsa dell’amico campione e signore tagliolese Vigor Bovolenta (raccontato in più riprese qui su www.polesinesport.it), proviamo a ridare, con un’altra puntata di questa rubrica, un po' di slancio al volley polesano.
Quello della serie A, per intenderci, dove la squadra dei presidenti Veronese&Tumiati a conti fatti è riuscita, seppur nel silenzio di una partita giocata in quel di Pordenone a porte chiuse, ad ottenere in anticipo i play off.
Nel girone bianco di A3 Credem Banca, dove il team nerofucsia di Porto Viro con un anche sofferto 3-2 ha saputo fare sua la gara e i due punti che sono valsi l’accesso agli spareggi promozione con tre giornate di anticipo rispetto al termine della regular season.
E la classifica allegata in foto non può fare altro che certificare l’impresa confezionata dai nerofucsia in questa stagione pallavolistica avvincente, il destino della quale però non è ancora dato a sapersi. Mancano due gare ancora da giocare e poi ci sarebbero i play off.

 

Ora le priorità in Italia e nel resto del Mondo, però, sono ben altre, la salute prima di tutto. Logico dunque che i punti di domanda per il volley, così come per tutti gli altri sport, in stand by forzato da ormai diverse settimane rimangono tanti.
Si riprenderà oppure no? Cosa ne sarà di questa stagione? e di quelle future? Si, perché se è vero che questa stagione sportiva rischia di non riprendere più, è vero anche che potrebbero essere a rischio i presupposti per un nuovo inizio (a tutti i livelli e sport) data l’entità della crisi economica che dovremo rassegnarci a dover affrontare non appena il Coronavirus ci darà un po' di tregua.
Riprendere, il mese prossimo, tra un anno o fossero anche due è però fondamentale, non conta come, con quali obiettivi o con quanti soldi, l’importante è reagire “giocando, correndo, ballando, combattendo” sull’erba, sul taraflex, sulla terra rossa, in pista o per strada, così come in piscina o sul ring. 
E allora, prima di lasciare alle parole di Luca Crepaldi, cronista de Il Gazzettino e grande amico ritornando al volley e al Biscottificio Marini Delta lasciamo proprio ai protagonisti raccontare quali possono essere gli scenari possibili di una ripresa che lancerebbe i nerofucsia al fotofinish.
Questo dunque il testo integrale scritto dall’addetto stampa Mario Caporello ed uscito su www.deltavolleyportoviro.it con l’intervista datata 27 marzo 2020 al ds Gabriele Pavan:

 

PRIMA MAIN NEWS ( di Mario Caporello) / MARINI DELTA, IL DS PAVAN: "PRONTI A GIOCARE IN ESTATE"
Il dirigente nerofucsia favorevole alla possibilità di riprendere il campionato di Serie A3 Credem Banca, ma con una data limite: il primo weekend di maggio

Una corsa contro il tempo. A una settimana esatta dalla fatidica data del 3 aprile, il mondo del volley si interroga ancora sul futuro dei campionati nazionali. Tra le ipotesi caldeggiate dalla Lega Pallavolo di Serie A c’è quella di protrarre la stagione fino all’estate, ma la proposta, al momento, trova pareri discordanti nella platea dei club. La Marini Delta Porto Viro, capolista del girone bianco di Serie A3 Credem Banca, è tra le società che propenderebbero per questa soluzione, a patto, però, che il campionato riprenda in tempi ragionevoli. Il primo weekend di maggio è la data limite fissata dal Direttore Sportivo nerofucsia Gabriele Pavan, che approfondisce la sua analisi in questa intervista.

Direttore, subito la domanda più importante. A quanto ci risulta non avete atleti, tecnici o dirigenti positivi al Coronavirus: ce lo conferma?
"Sì, lo posso confermare. Anche grazie alle misure preventive prontamente messe a punto dalla società, siamo riusciti a ridurre al minimo le situazioni di rischio e in questo momento non registriamo casi di contagio".

Fino al 3 aprile, intanto, siete fermi. Dopo che succederà?
"Questo è un momento surreale e di difficile interpretazione. Il mio pensiero va prima di tutto alle persone che stanno soffrendo e a chi sta lavorando in prima linea per il bene di tutti. Per quanto riguarda il campionato, allo stato attuale purtroppo non si hanno certezze su quel che sarà, ma si allontana sempre di più la speranza di poterlo portare a termine".

 

In Lega Pallavolo che aria tira?
"È stata prospettato l’ipotesi di proseguire il campionato durante la stagione estiva, ma questo dipenderà dall’effettiva disponibilità delle società partecipanti".

La posizione del Delta Volley su questo punto qual è?
"Siamo ormai alla fine della regular season, mancano solamente le ultime tre giornate. Personalmente ritengo che portare a termine il campionato potrebbe essere un segnale positivo, di forza e di fiducia, anche in prospettiva della prossima stagione 2020/2021, che sicuramente sarà complicata anche da un punto di vista economico. Come società condividiamo appieno la posizione della Lega che prospetta la prosecuzione delle ultime fasi durante l’estate. Noi siamo pronti a rimetterci in gioco".

Quale potrebbe essere una ‘data limite’ per riprendere il campionato e portarlo a termine regolarmente?
"Ritengo che l’ultima data utile per riprendere il campionato sia il primo weekend di maggio. Per rendere percorribile questa strada, però, gli organismi preposti dovrebbero prendere una decisione entro il 5 aprile per dare il tempo alle società e agli atleti di organizzarsi".

Voi di quanto tempo avreste bisogno per tornare in campo?
"I nostri ragazzi scalpitano per poter tornare ad allenarsi. ma ritengo siano necessarie almeno due o tre settimane per poter tornare a regime. Rimaniamo in attesa delle decisioni e delle regole che adotteranno la Federazione Italiana Pallavolo e la Lega Pallavolo di Serie A".

 

Al di là di come finirà, il lavoro svolto dalla società quest’anno è stato eccezionale. Avete sempre avuto in mente l’obiettivo playoff oppure è venuto strada facendo?
"Come società neopromossa, con tutte le difficoltà gestionali ed economiche dovute al salto di categoria, abbiamo cercato di creare un organico che ci permettesse di puntare al quinto/sesto posto in classifica. I giocatori si sono poi dimostrati un grande gruppo. propositivo, combattivo ed unito, che insieme a tutto lo staff è riuscito a creare un ottimo ambiente di lavoro. Questi gli ingredienti dei brillanti risultati fin qui raggiunti".

Uno dei segreti del vostro successo è anche la commistione di ruoli, a tutti i livelli societari.
"Sicuramente la nostra mission è sempre stata quella di coinvolgere nell’attività tutte le figure che compongono il Delta Volley Porto Viro. Vogliamo creare uno tessuto societario coeso e solido, così da garantire continuità al grande progetto che abbiamo intrapreso insieme".

A proposito di questo grande progetto: l’obiettivo è arrivare in A2?
"Il Delta Volley è sempre stata una società ambiziosa, pronta ad affrontare le sfide e a cogliere le opportunità che le si presentano. Siamo aperti al futuro. Mi riallaccio alle parole del nostro Presidente Luigi Veronese, che alla fine della stagione scorsa disse ‘siamo solo all’inizio’. C’è ancora molto da fare".

In attese di risposte non possiamo fare altro che aspettare. Prima di raccontare l’ultima impresa nerofucsia grazie al resoconto by Luca Crepald de Il Gazzettino, vogliamo certificare anche un’altra bella soddisfazione della quale ha potuto gioire il club di Porto Viro grazie al grande lavoro fatto con il settore giovanile.
Ce lo racconta sempre Mario Caporello:

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Mario Caporello) / DELTA VOLLEY PORTO VIRO/GIOVANILE: PIOGGIA DI CONVOCAZIONI NELLE RAPPRESENTATIVE PROVINCIALI

Che la stagione 2019/2020 fosse una buona annata per le giovanili del Delta Volley Porto Viro lo si era capito dalle vittorie ottenute nei campionati di riferimento, ma ora è diventata addirittura speciale in quanto ben sette atleti nerofucsia sono stati scelti per entrare a far parte delle selezioni provinciali Under 14 e Under 15 del Comitato Territoriale Fipav di Rovigo.

Grandissima soddisfazione in primis per i ragazzi ma condivisa anche dai tecnici Sebastiano Ballo e Maurizio Tiozzo nonché da tutta la dirigenza di Delta Volley per questo traguardo raggiunto dopo anni di lavoro.

Gli atleti convocati, cui va un grosso in bocca al lupo per questa grande opportunità, sono per l'U14
Tommaso Finotello, Giacomo Fois, Nicolò Maghenzani, Davide Marangoni, Marco Paparella; per l'U15 Nicolò Bompan e Mattia Crosara.

Detto anche questo, ecco, invece,  il racconto by Luca Crepaldi&Il Gazzettino sulla gara con Prata:

TERZA MAIN NEWS ( di Luca Crepaldi ) / TIMET GORI WINES PRATA PORDENONE -
BISCOTTIFICIO MARINI DELTA VOLLEY   2 -3
(  Parziali: 23-25, 20-25, 25-23, 25-23, 12-15. )

TIMET GORI WINES PRATA PORDENONE: Baldazzi 23, Link 15, Galabinov 13, Miscione 11, Tassan 6, Calderan 5, Rau 1, Alberini, Meneghel e Deltchev 0, Tolot, Marinelli; liberi: Lelli e Vivan. Allenatore: Matteo Battocchio.
BISCOTTIFICIO MARINI DELTA VOLLEY PORTO VIRO: Cuda 24, Lazzaretto 13, Dordei e Luisetto 12, Sperandio 11, Kindgard 3, Marzolla 2, Daniel e Bernardi 0, Pavan e Martinez; liberi: Lamprecht e Fregnan. Allenatore: Massimo Zambonin.
Arbitri: Luca Cecconato di Treviso e Denis Serafin di Padova.

NOTE. Gara a porte chiuse. Battute punto/errori: Prata 8/23; Delta 6/18; Ricezione: Prata 47%, Delta 58%; Attacco: Prata 42%, Delta 49%; Muri punto: Prata 7, Delta 12.

 

In un ambiente surreale, dovuto alle porte chiuse per l'emergenza  sanitaria causa Covid-19, la Biscottificio Marini Delta Volley Porto Viro espugna Prata di Pordenone per 3-2 ed accede matematicamente ai play-off del girone Bianco di A3. Tutto in attesa di capire cosa succederà, visto che la Fipav ha bloccato domenica a mezzogiorno la serie A femminile.
PRIMO SET/ Un avvio al rallentatore per il Delta Volley che fatica a trovare il bandolo della matassa e subisce quella che è l’iniziativa di Prata (8-4). Ma la reazione degli ospiti polesani finalmente arriva con i soliti super muri di Sperandio che, con Dordei e Lazzaretto da posto quattro, sfiancano i padroni di casa mettendo in scena il sorpasso (11-13). Tanti gli errori al servizio adesso, su entrambi i fronti, fatto sta che le squadre arrivano a braccetto, 18-18. Servono i muri per arginare Prata e Porto Viro dispone di questo “vaccino" anti Tinet Gori Wines, tra Luisetto e Lazzaretto nessuno molla (23-24), e proprio la banda chiude il set con decisione: 23-25 e 0-1.
Nel SECONDO SET, il Delta Volley ribalta la situazione e parte di slancio, Dordei e Sperandio sono sempre sul pezzo, Prata crolla e non tiene la veemenza dei nerofucsia (3-14). Super block di Luisetto (4-12), che continua a spazzolare palloni anche in attacco. Mazzata di Link, attacco e ace per il 10-15, quindi il muro di Prata. Il riavvicinarsi dei locali, mette di nuovo il fuoco ai giocatori di Zambonin che riprendono in mano il parziale e tengono a distanza i friulani (19-23). Qualche errore Prata lo fa sia in battuta che nella difesa, sbaglia spesso i tempi a muro, seppur la difesa funzioni bene ma non c'è correlazione fra i fondamentali. Così che la Biscottificio Marini con Cuda chiude 20-25 e 0-2.

 

Nel TERZO SET, meglio Prata in avvio: 7-2. I friulani si inceppano per un attimo, ma poi ricominciano: 10-5. Ace di Calderan, palla vagante chiusa da Miscione e attacco violento di Baldazzi: Porto Viro in picchiata, 16-7. Capitan Cuda è ispirato, attacco e due battute a segno (16-10), buon turno in battuta di Sperandio capitalizzato da Dordei: 19-15. La Marini Delta ci sta provando con tutte le armi a sua disposizione, cuore incluso. Di Marzolla l'attacco del 23-21, poi ace di un gigantesco Cuda per il 23-22. La rincorsa nerofucsia, però, si interrompe sul più bello, Prata riesce a trovare lo spunto ed accorcia: 25-23, 1-2.
Inizia il QUARTO SET , che per la prima volta vede un estremo equilibrio nella parte iniziale tra le due squadre. Calderan mette pressione alla ricezione ospite che fatica a contenerlo, servono rinforzi per bloccare la battuta ed entra Bernardi. La gara prosegue in parità o differenza di un solo punto (20-19). Dordei fa punti ma becca anche un giallo prima, poi continua ad essere nervoso e l’arbitro deve mostrargli il cartellino rosso, finisce 25-23 con Prata che porta la gara al tie-break.
QUINTO SET, temibile, ansioso, set. Al posto di Dordei espulso, Zambonin schiera Marzolla che subito si immerge in partita con attenzione. Nessuno dei due sestetti sta mollano, al cambio e Prata in vantaggio 8-7. Da qua il Delta Volley dimostra perché è primo, riesce a gestire, riesce ad essere più credo sotto rete (determinante quasi sempre al tue-break) e sorpassa andando sull'11-13 grazie a Cuda. A chiudere i compiti ci pensano prima Lazzaretto e poi Sperandio che pianta un pallone da due punti in classifica a terra, è il 12-15 e il 2-3 deltino.

 

INTERVISTA. Il commento di coach Massimo Zambonin: "È una doppia soddisfazione, abbiamo raggiunto un obiettivo che non era preventivato ad inizio stagione e manteniamo ancora la testa della classifica. I ragazzi sono stati bravissimi, hanno interpretato bene la gara, vincendo il primo set sul filo di lana e poi portando a casa con merito il secondo. C'è stato un calo nel terzo parziale, in cui siamo rientrati forse troppo tardi, mentre nel quarto abbiamo sprecato molto, ma poi al tie-break ci siamo dimostrati ancora più squadra di quello che siamo di solito, sopperendo ottimamente all'assenza di Dordei. Bravi tutti, staff, società, giocatori: questi playoff sono un grande risultato di squadra. La situazione all'esterno è molto delicata, ma noi, seppur in silenzio, questa sera festeggiamo”.

Il gusto della vittoria e dei play off raggiunti, seppur in silenzio, era stato doppio come certificato direttamente da coach Massimo Zambonin per il Delta Volley. In Friuli si era concretizzato qualcosa di veramente grande. Con la G maiuscola. Ora c’è il rischio che tutto questo possa essere anche vanificato, burocraticamente parlando. Speriamo di no e che tutto si possa risolvere. Così non fosse, quel che è certo è il fatto che il risultato sportivo e di promozione del volley e del territorio gigantesco ottenuto dal Delta Marini in questa stagione attraverso il suo intenso lavoro (anche se incagliato in un limbo per ora evanescente) rimarrà per sempre nella storia dello sport e tutti i suoi protagonisti, dirigenza, staff tecnico, squadra ed addetti ai lavori comprese le migliaia di persone che hanno sempre assiepato gli spalti per seguire i loro beniamini nerofucsia non possono che continuare ad esserne meravigliosamente orgogliosi.

 

EXTRATIME by SS/ In cover la gioia del noto  tandem nerofucsia winner a Pordenone.
Quindi in  apertura di fotogallery partiamo da coach Massimo Zambonin, con subito dopo il  tandem DIRIGENTI Gabriele Pavan e Cinzia Braghin.
Poi in versione poster la squadra Giovanile da cui sono partiti gli atleti selezionati by Fipav nelle rappresentative provinciali U14 e U15.

Quindi la foto ‘sestetto’ TECNICI con a seguire due immagini dedicate al roster dei GIOCATORI griffati Biscottificio Marini Delta Volley.

Ritornando allo staff tecnico –dirigenziale ecco in pour parler coach Massimo Zambonin insieme a Gabriele Pagan, quindi stavolta in versione panoramica la gioia del tandem players proposto in cover.
E poiché la leadership della Marini Volley è frutto dell’impegno di tanti, ecco il tavolo organizzativo a bordo campo, cioè il trio De Bei, Filppo Carlin , Cinzia Braghin impegnati alla consolle, guarda casa nella precedente partita casalinga proprio vs Prata.
Con l’augurio che il campionato possa ripartire per consegnare alla fine ancora un Trofeo da winner al tandem presidenti Veronese&Tumiati come è già successo nella storia societaria e che documentiamo con Salvatore Binatti ( in versione conduttore televisivo) in trio Made in Delta Po, dove l’estate in summertime potrebbe portare nuovi ottimi frutti…di mare.

Emiliano Milani & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it