Doukara-Rovigo, Salvagno-Delta, Pavarin-Lapecer, Murtisi-Loreo, Cestaro-Union At, A.Crepaldi-Scardovari, Galassi-Badia: 7 UP


17/01/2011

Praticamente 7 bomber-sposi per 7 sorelle! Ma è Paolo Sattin l’assist man della “remuntada” Loreo vs Camponogarese. In una domenica che ha visto altresì il Boara Pisani ‘riproporsi’ in Prima, il San Vigilio ‘svettare’ in Seconda e il Bergantino ‘ossigenarsi’ in Terza.
Ma andiamo con ordine e segnaliamo che in SERIE D il Rovigo di mister Parlato ha fatto colpo grosso per 2-1 in sorpasso a Oderzo. Era andata in vantaggio l’Opitergina, ma poi un errato appoggio difensivo dei trevigiani viene addomesticato a centrocampo da Carofiglio che fa filtrare per Doukara che infila per l’1-1. Siamo al 25’st e due minuti dopo l’arciere Antonelli recitano i writers Luigi Franzoso e Marco Guerrato su La Voce di Rovigo – fa jackpot con Antonelli per il definitivo 2-1 che rilancia in zona play off il Rovigo.
Intanto ha staccato il San Donà Jesolo che ha solo pareggiato 0-0 contro l’Este del polesano Michele Agostini, che peraltro è in trend positivo. E poi, segnalato che il Treviso winner è salito a + 5 sul Venezia-pari, bisognerebbe ‘elogiare quanto mai’ mister Carmine Parlato perché nella situazione di emergenza settimanale al campo del Gabrielli, lui si è impegnato ‘direttamente e con stile’ per trovare soluzioni di allenamento presso le società ‘vicine’ della Ras Commenda e la Hockey Rovigo, rispettando tempi ed esigenze anche dei ‘piccoli’.  Per quel che raccontano i suoi risultati, beh quelli parlano per mister Carmine Parlato, ma per quel che riguarda lo stile  e la sensibilità e la discrezione di Carmine Parlato beh me ne hanno parlato bene tanti addetti ai lavori. Sicuramente da questo punto di vista merita palcoscenici importanti, visto quanto ‘tessitore’ sia stato Carmine Parlato nel Rovigo calcio del presidente Scerra. Chi non lo ricorda giocatore allenatore? E il suo carisma da allenatore ‘dentro’ gli spogliatoi, al di là di tutte le situazioni societarie?  Questione di personalità.
Quella che ognuno si costruisce sviluppando caratteristiche proprie.

 

 

Da questo punto di vista Fabrizio Zuccarin è un altro prototipo. Non certo un istrione del palcoscenico, ma un ‘fratello maggiore’ ch sa stemperare le problematiche e le emergenze. E che peraltro è cresciuto in parallelo con la crescita del Delta 2000 dei presidenti Umberto Cavallari e Mario Visentini, gestendo il nuovo potenziale programmato per vincere l’anno scorso e che quest’anno …si ripete con un mosaico adattato all’Eccellenza. E il campo lo conferma perché adesso il Delta 2000 matricola in ECCELLENZA è addirittura a + 11 sul tandem Feltreseprealpi e Ponzano.
L’ultimo tassello il Delta lo ha costruito domenica andando a vincere per 2-0 sullo scacchiere di Marostica dove Santaterra-rigore e Salvagno-gol hanno confezionato il 2-1.
E poco conta se mancavano Stocco, Giolo e bomber Rizzi, tnato c’era il tandem d’attacco Santaterra-Nonnato u una squadra di ‘esperti-duttili’ da Vendemmiati a Lazzari, da Roma a baby Chiarion,  fino alla coppia cash & curry Crivellari-Cavallari, senza contare il golden boy “James” Marangon. A far da contraltare alla capolista c’è l’Adriese fanalino di coda, ma le va dato merito di aver pareggiato 0-0 in casa del Giorgione, quasi a ribadire che il pareggio della settimana scorsa significa inversione di tendenza e speranza di salvezza.

 

 

Visto anche che da Castelfranco Veneto, in diretta per Delta Radio, il cronista Luigi Franzoso ( sempre quello de La Voce di Rovigo) ci ha raccontato della traversa colpita da Boscolo e delle occasioni by Fioravanti e Tiozzo, oltre che della buona prestazione del neo portiere Mauro Broggio.
Passando in PROMOZIONE, qui è andata bene a 3 polesane su 4, visto che l’unica a perdere è stato il Porto Viro di mister Fulvio Fellet sconfitto 1-0 nel big match a Saonara Villatora. Peccato non solo perché Corontini perde l’imbattibilità a quota 780 minuti, ma anche perché c’è il rammarico per l’espulsione di Donaggio e la pallagol parata all’88’ dal portiere padovano  sul tiro di Firmino Elia. E così la zona alta vede il Pozzonovo a quota 37 (winner 1-0 di rigore sulla Virtus Villafranca, mentre al terzo posto dietro il saonara Villatora sale il Lapecer che ha sbancato per 2-1 Noventa PD grazie ai gol di capitan Pavarin e dell’eclettico Zacconella ( scuola Spal & Paramatti), Per il Lapecer del presidente Luca Pavarin e di mister Grassi la conferma che i play off sono anche quest’anno alla loro portata.

 

 

Che lo siano anche per la matricola Union At? Non ci metto la mano sul fuoco, ma …lo spero. Intanto hanno sbancato per 2-1 GazzeraOlimpia (gol Pagliarini e Cestaro) ma sopra tutto hanno invertito la tendenza negativa. Fors’anche perché in settimana il tandem dirigenziale Stocco-Bellinato ha predicato calma e autocontrollo e così l’Union At del ds Masotti e di mister Forin ( sostituiva in panchina l’indisposto Turetta) ha ritrovavo il sorriso. E resta appaiato alla Thermal Ceccato che peraltro ha vinto 1-0 in casa del Conselve..
Per parte mia ho raccontato in diretta per Delta Radio la ‘remuntada’ dl Loreo di mister Augusti. Ebbene nell’intervallo ai cronisti Angelo Bizzaro de la Voce di Rovigo ed Emiliano Milani de Il Gazzettino ho offerto i cioccolatini quantomeno per addolcire l’amarezza dello svantaggio loredano ( dovevo anche ricambiare il vin brulè dell’amico Simone Andriotto ma per Il Resto del Carlino era dovuto andare a Crespino).

Per fortuna che Camalori aveva segnato prima del tè riaprendo il match e così nella ripresa il Loreo (mister Augusti ha dovuto cambiare tre volte l’assetto tattico)  cambiando marcia ha fatto il miracoloso sorpasso coi gol di Crepaldi-rigore e Murtisi.
Ma voglio sottolineare che Paolo Sattin ( da studiare) è stato determinante nel piazzare la prima punizione sulla testa di Camalori e la seconda ‘nello spazio’ per lo scatto veloce di Murtisi.
Insomma 3 punti ossigeno e corroboranti per le tensioni di mister Pino Augusti e del ds Massimo Bovolenta e per il Loreo che addirittura esce fuori da zona play out.

 


 

Meno protagoniste le polesane in PRIMA CATEGORIA. Innanzitutto perché c’erano due derby e perciò …non tutte potevano fare 3 punti.
Infatti è finito 1-1 il derby tra Fulgor Crespino e Tagliolese (vantaggio ospite con Mattia Tessarin e pareggio locale con Di Vico). Così, al di là delle recriminazioni ospiti su un quasi-gol e relativa decisione arbitrale, non sprintano le speranze salvezza della Fulgor di mister Fabbri e neppure le speranze play off della Tagliolese di mister Franzoso.
Ritorna invece prepotentemente a proporsi lo Scardovari di mister Kristian Maistrello winner per 4-1 nel turno casalingo vs Atheste Pd. Da segnalare che Andrea Crepaldi ( il trottolino spinterogeno che avevo visto ‘effervescente in casa della Villanovese) ha segnato una doppietta, poi completata dalla premiata ditta Federico Finotti – Poncina.
E così i ‘pescatori’ agganciano il Cavarzere che in doppio vantaggio sul Porto grazie a Bertipaglia si è fatto rimontare dalla doppietta di Eluisi. Per quanto riguarda l’altro derby polesano in programma, è andata bene al badia di mister Piccinardi che grazie a Galassi match winner ha sbancato per 1-0 la Villanovese di mister Zanaga. Fermo restando che entrambe restano a soffrire, comunque il Badia aggancia al terz’ultimo posto La Rocca che ha impattato 2-2 col Maserà e oltre tutto sorpassa il Vigo ( sconfitto 1-2 in casa vs il Boara Pisani di mister Raimondi, grazie ad una ottima prestazione di Esposito ex Serie A).
Abbiamo dimenticato qualcosa? Beh il Casalserugo di mister Trovò è sempre capolista e non perde colpi perché ha vinto 3-0, perciò è sempre + 3 sullo Scardovari.

 


 

E in SECONDA CATEGORIA? Stavolta partiamo dal Girone L, perché è lì che il Polesine è sempre più in vetta. Infatti nel trio di testa ci sono due polesane assieme all’Arzergrande che guarda caso ha vinto 1-0 in casa del Bottrighe di Nasti.
E sapete quali sono le 2 polesane? Intanto il Bottrighe che perdendo si è fatto agganciare sia dall’Arzergrande che dal San Vigilio di mister Casilli bravo a sbancare Battaglia Terme per 1-0 grazie a match winner Matteo Sfriso su rigore all’87’. Questo è il ‘quantum’ ben sapendo che hanno una partita in meno lo Arzergrande e il San Vigilio , per uno scontro diretto che cambierà i vertici della classifica. Nel frattempo si avvicinano a zona play off sia il Pettorazza ( largo 6-2 in casa del Rosolina) ceh i Blucerchiari ( ma solo 0-0 col Cartura).
Purtroppo in coda assieme al Rosolina rimane lo Zona Marina che ha perso in casa ( 0-1 contro l’Arre di mister Broggio).
Restando sempre in SECONDA CATEGORIA, ma nel Girone I, la Stientese ( doppietta di Balboni) ha vinto col largo 5-1 sul Costa e resta in scia della capolista Castelbaldo Masi che ha vinto per 2-0 ad Arquà. E così sale al quarto posto ( a -1 dall’Arquà) il Bellellieng Gaiba di mister di mister Ghisellini che ha sbancato per 1-0 il campo del Boara Polesine grazie a match winner Destro al 31’pt. Certo nel Boara Polesine di mister Rauli erano assenti Braggion e Pasquino, ma al di là di questo pare proprio che questa stagione non voglia proprio decollare per la squadra ‘rivierasca d’Adige’.
Per il resto è stta una giornata ad andamento lento per le polesane sotto zona play off. Infatti la Lendinarese di mister Zennaro ha impattato 1-1 in casa del Grignano, come 1-1 è finto i match tra l’Eridano di Teofili e il San Pio X di Boreggio.  Cade invece il Santa Sofia in casa, sconfitto per 4-2 dalla rediviva Fluminense di mister Miotti ( doppietta di Pjetri).
Continua invece il suo trend positivo il Frassinelle perché ha impattato 1-1 in casa del Canaro.   Tutto questo per una classifica che, partendo dal fondo  segnala ultimo il Deserto , poi Grignano, Fluminense, Eridano e Frassinelle  ora a -2 dal Canaro, la prima squadra fuori della griglia play out.

 

 

Quasi del tutto regolarizzata la situazione calendari in TERZA CATEGORIA/ ROVIGO visto che La Vittoriosa in settimana aveva vinto per 1-0 sul Guarda. E per effetto del 2-0 domenicale sul Buso adesso è a -2 dalla capolista Fiessese winner col largo 5-1 sul Due Torri. Alle loro spalle c’è sempre il Polesella di mister Prearo perché ha vinto per 1-0 ( gol di Matia Dasini) in casa del Roverdicrè. Attenzione però al Ficarolo che è stato bravo a vincere per 3-1 nel derby in casa del Salara. E attenzione al Baricenta che ha vinto per 3-1 sul Duomo e aggancia a quota 25 la Turchese che ha impattato 2-2 col Papozze. Identico risultato del match tra Guarda veneta e Granzette, mentre sorprendentemente il Pontecchio ha subito un perentorio 1-5 casalingo contro il Villadose.
Passando alla TERZA CATEGORIA/PADOVA la polesana Cà Emo è incappata nello scoglio azzurra Due Carrare che da capolista qual è ha vinto per 3-1 scappando addirittura a + 14 sul Bagnoli secondo. Così l’unica polesana a vincere è stato il San Martino di mister Flavio Pigato (2-1 in esterno sul Tribano) mentre il Beverare resta ultimo pur avendo impattato 2-2 col Redentore.
Concludendo con la TERZA CATEGORIA/VERONA stavolta abbiamo la fortuna di registrare il terzo successo stagionale del Bergantino di mister Perboni, che ha vinto per 4-2 il derby dei bassifondi sul Bonfer ultimo. In un girone di tutte veronesi (la Cavalponica capolista è a quota 37 e a + 6 sull’Albaredocoriano) il Bergantino in questa occasione  merita la nomination dei suoi marcatori: cioè Oltramari, Garosi, Grazia D. e Coppola.

 

 

EXTRATIME/ La cover è per Salvagno goleador Delta 2000 vs Marosticense. Poi nella fotogallery onoriamo tutta la matricola – capolista  con la foto poster Delta 2008-09 con tutto il team attorno al presidente Mario Visentini e a mister Zuccarin ( con l’occasione ringraziamo la società stessa per averci mandato le foto di questa stagione-cavalcata in Eccellenza), perché la storia di domani si costruisce …oggi. Proseguendo nella fotogallery proponiamo capitan Pavarin del Lapecer nel cerimoniale con l’arbitro Bortoluzzi e l’assistente Simoni ( match vs Saonara Villatora), quindi la foto dell’Union At con capitan Susto e Cestaro nell’entrata in campo del match vs Pozzonovo (arbitro De Zuani e assistenti Gritti e Gabriele). In successiva sequenza il tandem del Loreo formato da Paolo Sattin ( a sx) e Luca Socciarelli, quindi Mirco Finotti capitano dello Scardovari e i suoi boys nell’entrata in campo vs Villanovese. E per concludere completiamo tutto con la foto del BoaraPisani 2008-09 ( primo a sx Matteo Zacconella , domenica bomber pro Lapecer) e il San Vigilio 2009-10 col suo presidente storico Valentino Sartori, in quanto …neo capolista in questo campionato.  



Sergio Sottovia
www.polesinesport.it