Ecco “Programmi & Novità” by FIR 2014-15/ Ma in ECCELLENZA sarà ‘sfida scudetto’ Calvisano – Rovigo Delta targata Femi-Cz?


27/07/2014

Ci eravamo lasciati col reportage della finale scudetto tra Calvisano e Rovigo Delta. Adesso la FIR ha comunicato programmi e novità a tutto rugby per la nuova stagione 2014-15 (compresa Top Ten in Eccellenza). Sia per quanto riguarda la Nazionale che per i principali appuntamenti organizzativi che coinvolgono tutte le principali società protagoniste sul campo nella prossima stagione, dalla Benetton alle Zebre, dalle Academy agli appuntamenti ‘mondiali’ e italiani che coinvolgono tutta la struttura italiana del Rugby, dalla Pro 12 alla…Promozione. Una ‘scaletta’ di Eventi e Programmi di cui vi diamo conto in Appendice News come da relativo ‘fresco’ Comunicato Ufficiale by Federugby targata presidente Gavazzi.
Onestamente una mole di lavoro impressionante, che coinvolge tutto il movimento by Rugby in Italia, ma che al di là dei ‘numeri’ del Rugby Veneto vede piuttosto in prima fila, in tandem  dal punto di vista organizzativi e degli Eventi Speciali, la Lombardia & l’Emilia Romagna, sulla scia di un Evento internazionale come Expo 2015 che ha indubbiamente fatto da calamita.
Invece per quanto riguarda il Campionato di Eccelenza si prospetta ancora una sfida tra il Calvisano e la Rugby Rovigo Delta, che quest’anno sarà griffata Femi Cz  anche perché i Bersaglieri del presidente Francesco Zambelli sono rimasti orfani dell’altro main sponsor, cioè la Vea di patron Panin.
Ecco allora che l’invito ricevuto per partecipare alla prima conferenza stampa della Femi Cz Rugby Rovigo Delta è diventata l’occasione per la prima presentazione ufficiale del New Deal con relativo blow up su novità e aspettativa da parte dei coach Filippo Frati & Andrea De Rossi sulla prossima nuova stagione agonistica.
Anche per questo la fotogallery vi mostra ‘facce nuove’ tra i Bersaglieri che hanno appena iniziato il raduno stagionale allo stadio Battaglini di Rovigo.

 

 

Così giovedì mattina è stata ‘giornata particolare’ ; appuntamento alle ore 10 coi fotografi e appuntamento alle 12 coi rappresentanti Mass Media.
Per parte nostra, come www.polesinesport.it, il sottoscritto è stato presente per gli scatti digitali che hanno visto ancor più professionalmente coinvolti GP Donzelli, Chiarion & Max Sandri in rappresentanza delle testate Resto del Carlino, Gazzettino, La Voce di Rovigo, ma anche Giorgio Achilli/ Rovigooggi.it e Jole Straro / Agoraonline.it.
E mi piace citarli perché per quanto mi riguarda li considerò ‘complementari’ oltre che promotori dello sport tout court.
Un discorso che vale anche per i ‘cronisti’ presenti successivamente alla prima Conferenza Stampa Ufficiale ; parlo dei ‘blasonati’ Alessandro Andriolli & Roberto Roversi, ma anche dei più giovani Paolo Romagnolo & Alice Spunton ( Gazzettino) e  Osvaldo Prestia ( Resto del Carlino). Ovviamente è sempre un piacere leggere gli approfondimenti di Andriolli su Il Resto del Carlino e di ‘Billy’ Roversi  su www.rovigooggi.it , come peraltro gli speciali blow up che scrive Ivan Malfatto su Il Gazzettino.

Per quanto riguarda i presenti, oltre al sottoscritto, c’era anche una ragazza che prendeva appunti oltre al sottoscritto, ma non mi ricordo se per caso fosse de La Voce di Rovigo (anche perché venerdì pur avendo pubblicato l’articolo a tutta pagina con tanto di nomi e cognomi di tutti i giocatori fotografati, non ha messo la ‘firma dell’autore’) .
Detto per onor di cronaca che le domande le hanno fatte ‘principalmente’  Roversi e Andriolli e poi Paolo Romagnolo, vi voglio raccontare qualche flash di una giornata che nel suo insieme ha certificato la ‘voglia di scudetto’ da parte dei Bersaglieri, al di là di una professionalità ovviamente palese in chi come la Rugby Rovigo Delta ha disputato la finale scudetto già l’anno scorso.

 

 

Così quando siamo entrati ‘da fotografi’ nella sala riunioni abbiamo subito notato  in bella mostra la scritta “ La pressione è un privilegio” , che poi coach Frati ha spiegato così in  tutta la sua positività :<< Siamo in una piazza che ha grande tradizione e passione per il rugby. E logico che si aspetti molto dalla squadra, ma noi tutti dobbiamo trasformare in senso positivo la pressione che la tifoseria, la stampa e la città tutta ci fanno sentire perché … questo è un privilegio che nessun’altra squadra di Eccellenza può dire di poter avere>>.
Parafrasando il cacio, si capisce che l tifoseria dei Bersaglieri è  il 16° uomo in campo; d’altra parte Rovigo è da sempre “Città in Mischia” a sostegno dei Bersaglieri.
Ecco perché quest’anno , nella Conferenza Stampa, la parola ‘scudetto’ non era affatto bandita.

Perché lo vuole la società del presidente Zambelli, lo vuole la città, ma lo vuole anche tutta la squadra, che oltre tutto - come hanno spiegato Frati & De Rossi – è stata rinforzata centrando tutti gli obiettivi di mercato, tant’è che il tandem tecnico ha pure fatto i complimenti al presidente e al ds Pietro Reale perché “sono stati estremamente bravi a muoversi con la giusta tempistica per chiudere gli accordi”.
Certo potrei riportarvi domande e risposte parola per parola, ma preferisco andare di flash in flash attraverso …nomi e sensazioni percepite ‘oltre le risposte’.
Così per quanto riguarda  la partenza di Sebastiano Folla è stato sottolineato il fatto che la società ha preso atto della sua ‘scelta di vita’
“Andrà perciò in Inghilterra e …a quel punto abbiamo puntato sull’acquisto di Emiliano Caffini, terza linea ex Viadana, che peraltro era già un nostro obiettivo>>.
Discorsi di campagna acquisti  tenendo conto di ruoli e di budget, in linea col fato che la rosa risulta ridotta da 35 a 33 elementi, anche se la Rugby Rovigo Delta sarà impegnata quest’anno anche in campo internazionale.

 

 

<< Abbiamo ridotto la quantità, ma abbiamo puntato sulla qualità – ha spiegato Frati >>-
Discorsi che poi i tecnici hanno approfondito spiegando le caratteristiche dei neo–acquisti.
Da Enrico Ceccato ‘tallonatore’ a Giorgio Bronzini/mediano di mischia, da Denis Majstorovic/centro a Davide Farolini/apertura fino a Massimiliano Ravalle/pilone.

Per quanto riguarda Majstorovic , già Selezione Georgiana e nuovo numero 13 dei Bersaglieri, sono state sottolineate le sue ‘caratteristiche offensive’; ed è stato l’unico riferimento a Mirco Bergamasco che, la cosa è nota a tutti, quest’anno approda alle Zebre in Pro 12 giusto per fare sinergia col fratello Mauro, e se possibile riconquistare la Nazionale.

Sul discorso dei piloni e ancor più sulla mischia chiusa per la verità sia Frati che De Rossi sono dovuti tornare sull’argomento, anche perché i più esperti cronisti in sala manifestavano dei ‘dubbi legittimi’ anche in considerazione a ciò che era successo nella finale di Calvisano.
Tanto più che a tal proposito è stato chiesto ai coach Pippo & Andrea se si sentissero di aver commesso qualche errore o se , ripensando a ciò che è successo in partita compreso il rosso a Quaglio e se potessero tornare indietro, …rifarebbero le stesse scelte.
Insomma più che di errori , coach Frati ha parlato di rischio e di scelte che probabilmente ripeterebbe, per tutte le …motivazioni sottostanti alla base delle loro scelte.
Considerando anche il fatto che quest’anno le regole che l’anno scorso erano nuove, quest’anno dovrebbero essere più facilmente assimilate sia dai giocatori che dagli arbitri.

 

 

Di sicuro – hanno sottolineato Pippo & Andrea, ci dovrà essere comunque un miglior adattamento …all’arbitro, perché nella mischia questo è fondamentale.
Potrei anche trascrivervi alcune note tecnico-tattiche afferenti all’arbitro nel match di Calvisano, ma non è più il caso di fare rewind.
Semmai dico sinteticamente che Frati ha parlato di ‘resettare la mischia’, citando concetti …Bassi, lega, via! E quindi interpretazioni diverse pro Calvisano o pro Rovigo, del tipo …No reset, sì reset.
E che de Rossi , a conferma , in risposta alla domanda di Andriolli che partiva dal fatto che il Rovigo in mischia chiusa aveva sofferto più volte anche in campionato almeno per un tempo ( es. vs Viadana, San Donà,Fiamme Oro nella finale di Coppa) , beh il coach pur ammettendo che in mischia il Rovigo non ha mai dominato, ha peraltro sottolineato che comunque il Rovigo non è mai stato dominato.
Insomma, se l’anno scorso i tecnici hanno parlato di ‘cali di concentrazione’, beh quest’anno, visto i neo acquisti e al di là della ‘signorile difesa d’ufficio sincronizzata’ da parte di Frati & De Rossi, il sottoscritto è convinto che, i tecnici troveranno gli adeguati correttivi già da questa prima fase della preparazione sul campo.

Una preparazione che tiene conto anche del fatto che oltre al Campionato di Eccellenza ci sarà da far fronte anche agli impegni nelle Coppe Europee, a partire dal match preliminare vs la Georgia , prima di affrontare le corazzate Grenoble ( visitato proprio recentemente dallo staff tecnico rodigino) , Cardiff e London Irish ( che il sottoscritto ha visto proprio a Londra vs Rovigo tre anni fa nello stadio dove il Reading giocava in Premier League).

 

 

Fermo restando che la parte finale della preparazione la Femi Cz Rugby Rovigo Delta la farà a settembre sull’Isola di Albarella, come nelle passate stagioni, completiamo la nostra cronaca-reportage citando che giovedì corso al raduno rodigino mancavano questi tre giocatori: Roan in luna di miele, Bortolussi e Montauriol per indisposizione, presente altresì Van Nieckerk con tanto di stampelle, ma già mattiniero in palestra come tutti gli altri rugbisti.
Tutti affettuosamente assistiti dallo staff tecnico sanitario, dal ‘fisio’ Yarno Celeghin ad Alessia Targa, da Tommy Boldrini al team manager Luca Gabban , dal ds Pietro Reale al massaggiatore Iginio Bagatello.

Per quanto riguarda le amichevoli in programma ( ma si può parlare di amichevoli nel rugby?) segnaliamo l’appuntamento ( diciamo test match…) del 22 agosto vs la Benetton Treviso dell’ex Umberto casellato, quindi il 29 vs le Zebre e poi il 6 settembre il torneo “Pedrini” a Badia Polesine.
Ho detto tutto? Diciamo che come succede ai tecnici ‘legati alla squadra’, anche i mezzi-giornalisti come il sottoscritto (più inesperto che tifoso), di solito non dicono mai tutto pubblicamente quel che magari hanno detto direttamente in privato.
Ma sinceramente e concettualmente mi pare di aver detto tutto …a modo mio.
Compreso il fatto che anche quest’anno ho raccolto gli ‘autografi necessari per arrivare alla finale scudetto’; poi lo scudetto sul petto dipende da Frati & De Rossi , dai Bersaglieri e da …come fischia la Fortuna.
Ma a questo , come a Gavazzi o agli arbitri, non dobbiamo pensare mai;  altrimenti gli ‘alibi’ intasano l’autostrada che va dal nostro cuore alla ...parte intelligente del nostro cervello  ovale.

 

 

PRIMA & MAIN NEWS “FIR” ( by www.federugby.it , 26.07.2014)/ / COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO FEDERALE FIR DEL 25 LUGLIO A BOLOGNA
<< Bologna – Si è svolta ieri presso l’Hotel Airport di Bologna la quarta riunione del Consiglio Federale della FIR presieduto da Alfredo Gavazzi.
Di seguito i principali temi trattati dall’organo di governo del rugby italiano:
Sedi Cariparma Test Match 2014
Il Consiglio ha confermato le sedi di Genova e Padova per i Cariparma Test Match del 15 e 22 novembre contro Argentina e Sudafrica e conferito mandato al Presidente federale di definire la sede di Italia v Samoa dell’8 novembre, per la quale hanno manifestato interesse le Città di Ascoli, Palermo e Pescara.
Diritti TV Cariparma Test Match 2014
Il Consiglio ha conferito mandato al Presidente di gestire le trattative per la cessione dei diritti televisivi dei Cariparma Test Match 2014.



Sedi Test-Match e Torneo 6 Nazioni Squadra Nazionale Femminile
Il Consiglio ha deliberato le seguenti sedi di gara per gli incontri della Nazionale Femminile:
Italia v Scozia, novembre 2014, test-match: Avezzano
Italia v Francia, 16 marzo, IV giornata 6 Nazioni: Badia
Italia v Galles, 22 marzo 2015, V giornata 6 Nazioni: Padova Plebiscito (organizzazione Valsugana Rugby)
Resta da definire la sede di Italia v Irlanda dell’8 febbraio, turno inaugurale del 6 Nazioni Femminile, per la quale hanno manifestato interesse le Società Firenze 1931, Romagna RFC ed Amatori Torre del Greco.

Affari amministrativi
Il Consiglio Federale ha approvato all’unanimità la prima variazione al bilancio preventivo 2014.
Informativa tesserati
Il Segretario Federale ha informato il Consiglio del superamento dei 104.000 tesserati.
Modifiche regolamento organico
Sono state approvate all’unanimità le modifiche agli articoli 38 e 46 del Regolamento Organico regolamento organico art. 38 e 46 in tema di cessazione del vincolo sportivo volontario e di indennità di formazione. Il nuovo Regolamento Organico sarà pubblicato su Federugby.it

Lega Italiana Touch Rugby
Il Consiglio Federale ha deliberato la presa d’atto dell’associazione Lega Italiana Touch Rugby ASD, con sede amministrativa in Via Cal di Sopra 1 in Conegliano (Treviso) quale associazione rivolta all’attività del rugby in modalità “touch” sotto l’egida federale. Zeno Zanandrea sarà il referente federale presso la Lega.
Vincolo post-Accademia e Regime Giocatori Emergenti d'interesse nazionale
Il Consiglio ha deliberato di aumentare da due a tre anni il vincolo nei confronti della Federazione Italiana Rugby per i giocatori che hanno frequentato le Accademie Zonali U18.

 

 

 

La durata del vincolo rimane invariata a due anni per gli atleti dell’Accademia Nazionale U19 “Ivan Francescato” di Parma. Di concerto con le modifiche al Regolamento Organico, è stato abrogato il comma 3 dell'art. 6 del Regime Giocatori Emergenti d'interesse nazionale.
Commissione Tesseramenti
Il Consiglio ha nominato il vice-Presidente vicario Nino Saccà, il vice-Presidente Luisi ed il Segretario Federale Perruzza membri della Commissione Tesseramenti.
Nomina del Delegato Regionale del Molise
Il Consiglio ha deliberato la nomina del sig. Carmine Di Iorio a Delegato Regionale del Molise a seguito della conclusione del mandato di Gennaro De Falco.
Campionato Italiano d’Eccellenza 2014/2015 (Campione in carica: Cammi Calvisano).

Il Consiglio Federale ha deliberato composizione e formula del Campionato Italiano d’Eccellenza 2014/2015.
Parteciperanno al massimo campionato le seguenti squadre:

Cammi Calvisano (Campione d’Italia)
Vea-FemiCZ Rovigo
Marchiol Mogliano
Rugby Viadana 1970
Petrarca Padova
Estra I Cavalieri Prato
M-Three San Donà
Fiamme Oro Roma
IMA Lazio
L’Aquila Rugby Club (neopromossa)

Il Campionato Italiano d’Eccellenza 2014/2015 prenderà il via il 4 ottobre, con formula di girone unico all’italiana con partite di andata e ritorno tra le dieci squadre partecipanti.
La stagione regolare si concluderà nel fine settimana del 9 maggio e qualificherà alle semifinali, al via la settimana seguente, le prime quattro classificate che si affronteranno in gare di andata (16/17 maggio) e ritorno (23/24 maggio) secondo il seguente schema:
4° classificata v 1° classificata
3° classificata v 2° classificata

Le vincenti del doppio turno di semifinale si affronteranno in gara unica, sabato 30 maggio, nella Finale che assegnerà il titolo di Campione d’Italia 2014/2015. Il Consiglio, sentito il parere delle Società di Eccellenza, ha deliberato di mantenere invariata la formula della Finale che si disputerà in gara unica in casa della finalista meglio classificata al termine della stagione regolare.
Retrocederà in Serie A 2015/2016 la formazione classificatasi all’ultimo posto della stagione regolare.

 

 

Trofeo Eccellenza 2014/2015 (detentore: Fiamme Oro Roma)

Il Consiglio Federale ha deliberato composizione e formula del Trofeo Eccellenza 2014/2015, riservato alle squadre che non hanno acquisito il diritto a partecipare alle Coppe Europee.
Invariata la formula, con due gironi all’italiana da tre squadre ciascuno e partite di andata e ritorno tra le componenti delle due Pool.
Le squadre che, conclusa la fase a gironi, saranno classificate al primo posto si affronteranno nella Finale del Trofeo, in calendario in gara unica in campo neutro il 4 aprile.
Questa la composizione dei Gironi:
Girone 1: Petrarca Padova, Estra I Cavalieri Prato, M-Three San Donà
Girone 2: L’Aquila Rugby 1936, IMA Lazio, Fiamme Oro Roma
Campionato Italiano di Serie A 2014/2015 (Campione in carica: L’Aquila Rugby)
Il Consiglio Federale ha deliberato composizione e formula del Campionato Italiano di Serie A 2014/2015, al via il 5 ottobre 2014 e valido per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia di Serie A e per la promozione nel Campionato Italiano d’Eccellenza 2015/2016.
Confermate le ventiquattro squadre al via ma nuova formula per il campionato cadetto che si articolerà su due fasi.
La nuova composizione prevede la suddivisione delle ventiquattro squadre partecipanti in quattro Gironi da sei squadre ciascuno, su base territoriale, con formula all’italiana con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuno dei gironi sottostanti:
Girone 1: Cus Genova, Pro Recco, Rugby Lyons, Piacenza Rugby, Rugby Reggio, Cus Torino
Girone 2: Rugby Brescia, Patarò Lumezzane, Rugby Colorno, ASR Milano, RC Valpolicella, Franklin&Marshall Cus Verona
Girone 3: Rugby Udine, Valsugana Padova, Rubano Rugby, Ruggers Tarvisium, Rangers Vicenza, Zhermack Badia
Girone 4: Gran Sasso Rugby, Accademia FIR, UR Capitolina, Firenze 1931, UR PratoSesto, Cus Perugia
Al termine della prima fase, le prime tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Promozione) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno e qualificazione alla semifinali per la prima e la seconda classificata di ciascun girone secondo il seguente schema:
Pool Promozione 1: 1°, 2° e 3° classificata dei Gironi 1 e 4 della prima fase
Pool Promozione 2: 1°, 2° e 3° classificata dei Gironi 2 e 3 della prima fase
Le semifinali avranno luogo, con gare di andata e ritorno (10/17 maggio), secondo il seguente schema:
1° classificata Pool Promozione 1 v 2° classificata Pool Promozione 2
1° classificata Pool Promozione 2 v 2° classificata Pool Promozione 1
Le vincenti del doppio turno di semifinale si affronteranno, in gara unica in campo neutro, nella Finale-promozione del 24 maggio che conferirà alla vincente il titolo di Campione d’Italia di Serie A ed il diritto a partecipare al Campionato Italiano d’Eccellenza 2015/2016.
Le peggiori tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Salvezza) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno, secondo il seguente schema:
Pool Retrocessione 1: 4°, 5° e 6° classificata dei Gironi 1 e 4 della prima fase
Pool Retrocessione 2: 4°, 5° e 6° classificata dei Gironi 2 e 3 della prima fase
Retrocederanno direttamente in Serie B le ultime due classificate di ciascun girone.

 

 

Campionato Italiano di Serie B 2014/2015
Il Consiglio Federale ha deliberato composizione e formula del Campionato Italiano di Serie B 2014/2015, al via il 5 ottobre 2014 con quarantotto squadre divise in quattro gironi geografici da dodici squadre ciascuno.
La formula della Serie B 2014/2015 è la seguente:
- Girone 1 e 3 a dodici squadre con partite di andata e ritorno. Si qualificano ai play-off promozione del 17 e 24 maggio le prime due classificate di ciascun Girone. Retrocedono in Serie C le squadre classificate al 12° ed 11° posto di ogni Girone.
- Girone 2 e 4 a dodici squadre, ognuno suddiviso in due Pool territoriali da sei squadre ciascuno. Prima fase territoriale con partite di andata e ritorno. Al termine della prima fase, le prime tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Promozione) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno, mentre le squadre classificate dal quarto al sesto posto accedono alle Pool Retrocessione.
Le prime due classificate delle rispettive Pool Promozione si qualificano ai play-off promozione, retrocedono in Serie C le squadre classificate al 5° e 6° posto delle due Pool Retrocessione.
I play-off per la promozione in Serie A, in calendario il 17 e 24 maggio con gare di andata e ritorno, si disputeranno secondo il seguente schema:

2° classificata Girone 1 v 1° classificata Girone 3
2° classificata Girone 3 v 1° classificata Girone 1
2° classificata Pool Promozione Girone 4 v 1° classificata Pool Promozione Girone 2
2° classificata Pool Promozione Girone 2 v 1° classificata Pool Promozione Girone 4

La composizione dei Gironi per la Serie B 2014/2015 è la seguente:
Girone 1: Rugby Parma, Amatori Parma, Rugby Bergamo, Gussago Rugby, Rugby Lecco, Rugby Parabiago, Rugby Grande Milano, Riugby Sondrio, Biella RC, VII Rugby Torino, Amatori Capoterra, Amatori Alghero

Girone 2, Pool 1: Rugby Noceto, Reno Bologna, Romagna RFC, Modena Rugby, Pesaro Rugby, Vasari Arezzo
Girone 2, Pool 2: UR Tirreno, Livorno Rugby, RC Emergenti Cecina, Paganica Rugby, Civitavecchia Centumcellae, UR Viterbo
Girone 3: Cus Brescia, Bassa Bresciana Leno, Cus Ferrara, Caimani Rugby, Cus Padova, Rugby Casale, Rugby Paese, Villorba Rugby, Rugby Silea, Rugby Mirano, Lyons VeneziaMestre, Rugby Villadose
Girone 4, Pool 1: Cus Roma, Primavera Rugby, UR Capitolina, Città di Frascati, Colleferro Rugby, Partenope Rugby
Girone 2, Pool 2: Rugby Benevento, Svicat Rugby Lecce, Amatori Catania, Rugby Reggio Calabria, Amatori Messina, Ragusa Padua

 


Campionato Italiano di Serie C – Girone 1

Il Consiglio ha deliberato la formula del Girone 1 del Campionato Italiano di Serie C 2014/2015 al via nel week-end del 4/5 ottobre e che determinerà 8 promozioni nella Serie B 2015/2016 e 13 passaggi nel Girone 2 della Serie C 2015/2016.
La struttura del Campionato di Serie C Girone 1 prevede:
a.sei Gironi a dodici squadre (A-B-C-D-E-G) ognuno suddiviso in due Pool Territoriali da sei squadre, con sviluppo in due fasi. Ogni singolo Girone promuove una squadra in Serie B, mentre due squadre per ogni singolo Girone passano al Girone 2 della Serie C.
b.Un Girone (F) a sedici squadre organizzato in due Pool Territoriali (6 nella Pool della Sardegna, 10 nella Pool Umbro-Toscana). Una promozione in Serie B, un passaggio in Serie C Girone 2 per l’ultima classificata della Pool Umbro-Toscana)
c.Un Girone (H) a diciotto squadre suddiviso in tre Pool territoriali (6 squadre nella Pool campana, 6 nella Pool pugliese, 6 nella Pool siciliana). Una promozione in Serie B, mentre i passaggi al Girone 2 della Serie C saranno attribuiti ad ogni singolo Comitato Regionale in funzione del numero di squadre partecipanti.

Di seguito la composizione dei Gironi e le formule in dettaglio:

Girone A
Pool 1: Pordenone Rugby, Lussetti Venjulia, Leonorso Udine, Rugby Piave, Grifoni Oderzo, Rugby Lemene
Pool 2: Rugby Belluno, Rugby Feltre, Rugby Alpago, Rugby Conegliano, Lido Venezia, Riviera 2010
Formula: prima fase con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuna Pool
Le prime tre classificate di ciascuna Pool si qualificano ad una Pool Promozione con partite di andata e ritorno la cui vincente sarà promossa in Serie B 2015/2016.
Le squadre classificate dal quarto al sesto posto di Pool 1 e Pool 2 accederanno ad una Pool Passaggio con partite di andata e ritorno. Quinta e sesta classificata della Pool Passaggio parteciperanno nel 2015/2016 alla Serie C Girone 2.
Girone B
Pool 1: Lupi di Canolo, Rugby Mantova, Petrarca Padova, Monsters Rugby, Rugby Monselice, Rugby Bassano
Pool 2: Botticino Rugby, Borgo Poncarale, Rugby Rovato, Ospitaletto Rugby, Sudtirolo Rugby, Rugby Trento
Formula: vedi Girone A

Girone C
Pool 1: Valle Camonica, Crema Rugby, Grande Brianza, Iride Cologno, Cus Milano, Amatori Milano Junio 2013
Pool 2: Rugby Lainate, Rugby Rho, Rugby Cernusco, Rugby Union, Cus Pavia, Rugby Varese
Formula: vedi Girone A
Girone D
Pool 1: Cuneo Pedona Rugby, Amatori Novara, Cus Torino, Ivrea RC, Rugby San Mauro, Rivoli Rugby
Pool 2: Cogoleto Rugby, RC Spezia, Savona Rugby, Rugby Alessandria, Acqui Terme, Asti Rugby
Formula: vedi Girone A
Girone E
Pool 1: Rugby Bologna 1928, Imola Rugby, Cesena 1970, Rugby Forlì, Highlanders Formigine, Faenza Rugby
Pool 2: Falconara Dinamis, Rugby Jesi 1970, Amatori Ascoli, San Benedetto, Amatori Macerata, Fano Rugby
Formula: vedi Girone A
Girone G
Pool 1: Holding Latina, Arvalia Villa Pamphili, Rugby Segni, Rugby Roma 2000, Rugby Anzio, Amatori Civita Castellana
Pool 2: Avezzano Rugby, Cus L’Aquila, Abruzzo Rugby, Rugby Tortoreto, Arieti Rieti, Rugby Roma Club
Formula: vedi Girone A
Girone F
Pool 1 (Toscana/Umbria): Firenze 1931, Elba Rugby, Lions Amaranto, UR Tirreno, Etruschi Livorno, Florentia Rugby, Cus Siena, Città di Castello, Rugby Gubbio, Terni Rugby
Pool 2 (Sardegna): 7 Fradis Rugby, UR Cagliari, Olbia Rugby, Amatori Alghero, Rugby Sassari, Bulldog Sassari
Formula: gare di andata e ritorno tra le dieci componenti della Pool 1; gare di andata e ritorno tra le sei componenti della Pool 2, con semifinali  di andata e ritorno secondo il seguente schema:
4° classifica Pool 2 v 1° classificata Pool 2
3° classificata Pool 2 v 2° classificata Pool 2
Le vincenti delle semifinali si affronteranno in una finale che qualificherà la vincente allo spareggio-promozione contro la prima classificata della Pool 1.
La squadra ultima classificata della Pool 1 parteciperà invece, nella stagione 2015/2016, alla Serie C Girone 2.
Girone H
Pool 1: IV Circolo Benevento, RC Santa Maria Capua Vetere, Amatori Torre del Greco, Alcott Amatori Napoli, Rugby Afragola, Rugby Salerno
Pool 2: Amatori Monopoli, Draghi Bat, Tigri Bari, Cus Foggia, Salento XV Trepuzzi, Amatori Taranto
Pool 3: Nissa Rugby, Cus Catania, Aquile del Tirreno, Messina RC, Amatori Palermo, Rugby I Briganti
Formula: gare di andate e ritorno tra le componenti delle singole Pool.
Le prime due classificate di ogni Pool si qualificano ad una Pool Promozione, la cui prima classificata sarà promossa in Serie B.
Le squadre non qualificate alla Pool Promozione disputeranno una seconda fase con le squadre della Serie C Girone 2 delle rispettive Regioni. La classifica finale determinerà le squadre che parteciperanno alla Serie C Girone 1 2015/2016.

Campionato di Serie C – Girone 2
Parteciperanno al Campionato di Serie C Girone 2 tutte le squadre iscritte che non hanno acquisito il diritto a partecipare al Girone 1. La gestione sarà competenza dei rispettivi Comitati Regionali.

 

 

 

Progetto Rugby di Base
Il Consiglio Federale ha confermato il montepremi di 980.000€ (novecentottantamila euro) per il Progetto Sviluppo Rugby di Base a cui, da questa stagione, potranno accedere anche le Società che promuovano l’attività del rugby a sette. 
Commissione Nazionale Arbitri – Comitato di designazione arbitrale
Il Consiglio ha deliberato l’istituzione, dalla Stagione 2014/2015, di un Comitato di designazione arbitrale presieduto dal Presidente del CNAr Maurizio Vancini e composto dai membri Borgato, De Falco e Orlandi.
Staff tecnico Nazionale Femminile
Il Consiglio ha deliberato la nomina del sig. Tito Cicciò a nuovo assistente allenatore della Nazionale Italiana Femminile per la Stagione Sportiva 2014/2015. Confermati il CT Andrea Di Giandomenico, la Team Manager Giuliana Campanella e la preparatrice atletica Elena Chiarella.

Quadri tecnici Nazionali ed Accademie
Il Consiglio ha deliberato la composizione degli staff tecnici delle Squadre Nazionali e delle Accademie per la Stagione Sportiva 2014/2015.
Nazionale Emergenti
Orlandi (Responsabile), Allenatori di Benetton Treviso e Zebre Rugby, Duodo A. (Manager), Vernieri (preparatore), Sisti (Video Analyst)
Nazionale 7s maschile
Andy Vilk (Responsabile), Gaetaniello F. (assistente), Arancio (Manager), Di Maio (preparatore)
Nazionale U20
Troncon (Responsabile), Roselli e Prestera (assistenti), Appiani C. (Manager), Vigna (preparatore), Gaetaniello N. (video-analyst)
Nazionale U18
Brunello (responsabile), Zaffiri (Manager), Biondi (preparatore), Pistore (Video Analyst)

 

 

Nazionale U17
Grassi (Responsabile), Dolcetto (assistente), Gaudiello (Manager), Della Ceca (preparatore), Lombardo (Video Analyst)
Accademia Nazionale “Ivan Francescato” di Parma
De Marigny (Responsabile), Prestera (assistente), Cavatorti (Manager), Zaghini (preparatore), Gaetaniello N. (Video-Analyst)
Accademia U18 di Mogliano
Sgorlon (Responsabile), Mazzariol (assistente), Ambrosini (Manager), Vigna (preparatore), Pistore (Video Analyst)
Accademia U18 di Rovigo
Brunello (Responsabile), Tellarini (assistente), Bortolato (Manager), Nalin (preparatore), Chiarion (Video Analyst)
Accademia U18 di Milano
Porrino (Responsabile), Grangetto (assistente), Fulgoni (Manager), Rosario (preparatore), Mizzon (Video Analyst)
Accademia U18 di Torino
Mazzantini (Responsabile), Eschoyez (assistente), Lentini (preparatore), Ungureanu (Video Analyst)
Accademia U18 di Remedello (BS)
Dolcetto (Responsabile), Ravazzolo (assistente), Biondi (preparatore)

Accademia U18 di Prato
Grassi (Responsabile), Nava (assistente), Isozio (Manager), Otano (preparatore), Lo Valvo (Video Analyst)
Accademia U18 di Roma
Roselli (Responsabile), Marrucci e Castagna (assistenti), Pighetti (Manager), Vernieri (preparatore), Lombardo (Video Analyst)
Accademia U18 di Benevento
(Responsabile), Fragnito (assistente), Zullo (Manager), Della Ceca (preparatore), Liguori (Video Analyst)
Accademia U18 di Catania
Cicciò (Responsabile), Costantino (assistente), Pezzano (Manager), Cafaro (preparatore), Failla (Video Analyst)

Nomina del Consiglio di Amministrazione di Zebre Rugby
La FIR ha definito la composizione del Consiglio di Amministrazione di Zebre Rugby:
Presidente: Pier Luigi Bernabò
Vice-Presidenti: Giorgio Bergonzi (Rugby Reggio), Artemio Carra (CUS Brescia)
Membri: Angelo Baroncelli (Noceto), Bernardo Borri (Rugby Parma), Giovanni Panzeri (Lyons Piacenza), Gianni De Vincenzo (Amatori Parma), Cosetta Falavigna (Colorno Rugby), Enrico Freddi (Modena), Daniele Margarita (Piacenza Rugby), Francesco Paolini (Bologna Rugby), Daniele Reverberi (Noceto), Gabriele Ruffolo (Noceto), Ennio Speranza (CUS Torino), Marcello Tedeschi (Conad)
Revisore dei Conti: Gianni Micheli
Stefano Cantoni è stato nominato delegato di FIR, socio unico di Zebre Rugby, all’interno del CDA della Franchigia. >>

 

 

SECONDA FLASH NEWS FEMI-CZ ( di Silvia Stievano Comunicato n. 217 , 13.06.2014)
VEA FEMI-CZ: ENRICO CECCATO E DENIS MAJSTOROVIC NUOVI ROSSOBLÙ

<< La VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta ha messo a segno i primi colpi di mercato in vista della stagione sportiva entrante. A firmare il contratto che li lega al club rossoblù sono stati, nel tardo pomeriggio di ieri, il tallonatore Enrico Ceccato e il centro Denis Majstorovic.
Enrico Ceccato, 179 cm per 108 kg, nato a Treviso il 24 luglio 1986, è cresciuto rugbisticamente nel Rugby Paese per poi essere ingaggiato dal Benetton nella Stagione 2006/2007, vincendo lo scudetto. Ha militato nel Club biancoverde fino alla Stagione 2013/2014, vincendo altri due scudetti (nel 2008/2009 e 2009/2010) e giocando in Celtic League. Ha giocato anche con le Nazionali A, Under 21 ed Under 19, partecipando ad una edizione del torneo Sei Nazioni Under 21 e al Mondiale Under 19 del 2005 in Sud Africa. 
“Sono contento di vestire la maglia rossoblù perchè ho visto una squadra che punta a vincere lo scudetto, e questo per me è fondamentale - afferma Enrico Ceccato - Andare a Rovigo, una piazza importante che ha un pubblico caloroso e una storia che mi ha sempre appassionato, non lo reputo come scendere un gradino sotto la Celtic, ma un'opportunità e un onore”.
Denis Majstorovic, 185 cm per 87 kg, nato a Pakrac (Croazia) il 23 giugno 1989, ha cominciato a giocare a rugby nell'Alpago, in provincia di Belluno, per poi proseguire nel Vibu Noceto con cui ha conquistato la promozione in Eccellenza. Si accasa nella società I Cavalieri Prato nella stagione 2010/2011 rimanendovi fino a quella appena conclusa. È stato ingaggiato dagli Aironi Rugby come permit player, e ha vestito la maglia azzurra della Nazionale Under 20 e partecipato a diversi raduni e test match della “A”.>>

 

 

 

TERZA FLASH NEWS FEMI-CZ ( di Silvia Stievano , Comunicato n. 218 del 16.06.2014)
VEA FEMI-CZ: GIORGIO BRONZINI E DAVIDE FAROLINI NUOVI BERSAGLIERI
<< La VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, in vista della stagione 2014/2015, ha concluso le trattative con altri due giocatori. I nuovi acquisti, che vanno a completare la linea mediana rossoblù, sono il mediano di mischia Giorgio Bronzini e l'apertura Davide Farolini.
Giorgio Bronzini, 178 cm per 87 kg, è nato a Viadana il 20 aprile 1990 ed è cresciuto sportivamente nel club giallonero, da cui proviene. Vanta otto presenze in Celtic League con la maglia degli Aironi, squadra in cui ha militato dopo una parentesi di sei mesi al Gran Ducato Parma Rugby, ed è stato convocato a diversi raduni della Nazionale Under 19 e della Nazionale Italiana Emergenti.
“Sono molto entusiasta di iniziare questa avventura a Rovigo - è il commento di Giorgio Bronzini - la squadra è competitiva, con grandi ambizioni e sete di vittoria che ha sempre dimostrato sul campo. Inoltre sono felice di arrivare in una città piena di passione e con una storia importante, incorniciata da un pubblico che è veramente attaccato ai colori della maglia”.
Davide Farolini, 180 cm per 83 kg, è nato a Parma il 19 maggio 1992 e si è formato tra le fila del Noceto, ha militato successivamente nei Crociati Parma per poi accasarsi al Rugby Reggio. Nella stagione appena conclusa ha meritato la nomina a MVP dell'Eccellenza, titolo poi assegnato al suo neo-compagno di squadra Matteo Ferro. A livello internazionale vanta presenze in maglia azzurra con la Nazionale Under 20 e con gli Emergenti.>>

 


 

QUARTA FLASH NEWS VEA FEMI ( di Silvia Stievano, Comunicato n. 1 del 02.07.2014)
VEA FEMI-CZ: EMILIANO CAFFINI APPRODA IN ROSSOBLÙ

<< La VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta ha messo a punto un altro colpo di mercato in vista della stagione entrante: questo pomeriggio, infatti, ha firmato con il Club rossoblù Emiliano Caffini.
Nato a Mantova il 7 dicembre 1989, 195 cm per 104 kg, il seconda/terza linea Emiliano Caffini è cresciuto sportivamente nella città natale, per militare poi nel Viadana. Successivamente si è accasato al Granducato e ai Crociati Parma, per poi approdare negli Aironi. Nelle ultime due stagioni ha vestito la maglia delle Zebre, con cui ha collezionato più di 30 presenze in Celtic League. Caffini vanta inoltre esperienze con le nazionali giovanili Under 18, 19 e 20 ed ha recentemente vestito la maglia azzurra degli Emergenti partecipando all'Irb Tbilisi Cup. >>

 


 

QUINTA FLASH NEWS FEMI-CZ ( di Silvia Stievano, Comunicato n. 2 del 17.07.2014)/
FEMI-CZ RRD: NASCE LA “FRANCHIGIA POLESANA”

<< Le società dilettantistiche Rugby Rovigo Delta, Monti Rugby Rovigo Junior, Amatori Badia, Junior Badia, Rugby Villadose e Junior Villadose hanno realizzato una convenzione, della durata di tre anni e rinnovabile, che le coordina in ambito tecnico-economico allo scopo di ottenere, dalla Federazione Italiana Rugby, la qualifica ufficiale di franchigia, con l'interscambiabilità dei giocatori durante i rispettivi campionati. L'accordo, firmato dai Presidenti delle società coinvolte, nasce dall'assoluta necessità di creare uno sviluppo coordinato e un sempre più saldo legame tra le realtà ovali polesane. 
La Rugby Rovigo Delta ha il ruolo di guida nello sport rugbystico polesano seniores, con diritti e doveri di coordinamento sul piano tecnico da un lato, di sostegno economico, nei limiti consentiti dal bilancio, da un altro. Alla società del rugby giovanile Monti Rugby Rovigo Junior, invece, sono delegati i compiti di sviluppare il settore giovanile fino all’Under 18 compresa e di designarne il coordinamento tecnico. La Rugby Rovigo Delta e la Monti Rugby Rovigo Junior destineranno i giocatori provenienti dai settori giovanili, non inclusi immediatamente nella rosa della Rugby Rovigo Delta, alle due squadre seniores di Badia e di Villadose; sarà compito delle società riceventi completare le eventuali carenze di rosa delle rispettive squadre seniores, puntando particolarmente su giocatori giovani. Il trasferimento avrà, comunque e sempre, i caratteri permanenti del prestito. 
A firma congiunta sarà a breve inviata una richiesta alla Federazione Italiana Rugby per il riconoscimento del loro come di un accordo costitutivo di una franchigia Polesana, eventualmente aperto ad altre società. La stessa domanda conterrà la richiesta di mantenere un’Accademia zonale federale, alla quale far confluire i migliori giovani, eventualmente integrati da altri provenienti da territori circostanti, destinati a rinforzare le squadre partecipanti all’accordo, sulla base alle rispettive capacità tecnico-fisiche.>>

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per Silvia Stievano addetto stampa societaria in versione smile sotto il LOGO Rugby Rovigo Delta che quest’anno, al di là di quanto scritto sopra nel Comunicato della FIR , sarà griffato soltanto Femi-Cz come title sponsor, vista la rinuncia della Vea di patron Panin.
Poi per quanto riguarda la fotogallery ripartiamo dalla finale dello scorso anno a Calvisano per proporre Matteo Ferro premiato MVP di tutto l Campionato di Eccellenza 2013-14, nonché la certificazione by P.A. reporter che il sottoscritto era presenza a quella finale scudetto.
Per quanto riguarda invece le novità di questa nuova stagione in casa Rugby Rovigo Delta ecco in sequenza kit prima il presidente Zambelli con Ceccato e Bronzini, poi il ds Reale con Majstorovic e Caffini nel cerimoniale di benvenuto in occasione della classica ‘firma’ contrattuale.

 

 

A questo punto passiamo allo stadio Battaglini ( ecco il flash-poster che ho scattato in mattinata) e alla ‘prima ufficiale conferenza stampa’ da parte dei tecnici.
Perciò ecco subito ‘al tavolo’ il terzetto Frati, De Rossi e Boldrini che hanno appena concluso la loro ‘chiacchierata coi giocatori , partendo dal concetto filosofico ( e scritto) che “la pressione è un privilegio” .
A seguire l’altro terzetto che completa lo staff tecnico, peraltro presente al tavolo precedente.
E poi un flash ai giocatori presenti in sala e infine a Van Niekerk all’uscita dal ‘corso’ , con tanto di stampelle e assistito da Silvia Stievano.
Ritornati sul green del Battaglini ecco il sestetto dei nuovi acquisti con da sx Farolini, Caffini, Ravalle, Ceccato, Bronzini, Majstorovic.

 

 

E in chiusura della giornata la foto di gruppo di tutta la Femi-Cz Rugby Rovigo Delta, prima lato sx a partire da Alessia Targa & Luca Gabban e poi lato dx partendo dal ‘fisio’ Yarno Celeghin, tutto per esigenze di massima risoluzione e pro miglior visibilità dei nostri lettori.
Tutto questo per un nuovo Campionato di Eccellenza 2014/15 che non può che ripartire dalla finale di Calvisano ( perciò chapeau ai yellow winners), di cui vi proponiamo in flash il presidente Zambelli insieme a Dondi e poi  Alfredo Gavazzi presidente Fir prima in tribuna e poi in sede della Federazione nazionale.
Per una FIR che comunque ha appena registrato l’importante successo a Rio Cuarto in terra Argentina con la vittoria della Under 18 di coach Massimo Brunello ( perciò eccolo in due flash coi giocatori e con lo staff ) nel “4 Nations” vs appunto Uruguay U20 , Stati Uniti U19 e appunto Argentina U19 contro la quale l’ITALIA di Brunello peraltro ( per la cronaca e per la storia) ha messo in campo la presente formazione: Cioffi; Bronzini, Dal Zilio, Schiabel (16’ st. Colitti), Zanon; Banzato, Panunzi (20’ st. Dho); Venditti G., Zago (36’ st. Mordacci), Cosi; Orso (7’ st. Ceciliani, 12’ st. Casolari), Morona; Riccioni (cap), Manfredi, Rimpelli (26’ st. Ceciliani).
A questo punto ritorniamo allo stadio Battaglini , giusto per mettere ‘simbolicamente’ sotto la luce dei flash  ( perciò Max Sandri & Giorgio Achilli in primo piano e sullo sfondo McCann, Ngawini e Alessia Targa) la nuova Femi-Cz Rugby Rovigo Delta che riproponiamo dulcis in fundo in formato poster integrale.
Perché Tomorrow is now ( not yesterday) e quindi …da adesso in poi seguiremo come l’anno scorso tutto quanto succederà sui campi di rugby partendo dai consueti reportage by Silvia Stievano ( perciò mettiamo la sua firma ad honorem) ,con tutta la sua ufficialità da casa Bersaglieri e by heart.


Silvia Stievano & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it