Elisa Bertaglia pittrice ‘a traverso’ i suoi dipinti “Out of the Blue” in Mostra ‘tra sogni e fiabe’/ In Galleria Officine dell'Immagine - MI


14/12/2016  

Domani non è solo un altro giorno perché Elisa Bertaglia, come pittrice e come persona, non è  …Rossella O’Hara in Via col vento al fotofinish.
Sarà perché la vita non è un film, ma di certo Elisa Bertaglia di spunti per la sua pittura ne ha presi e ne sta prendendo tanti, anche se il suo viaggiare non è solo nello spazio, ma anche nel tempo e dentro sé stessa.
Per questo il suo ‘essere’ attuale è frutto di quel suo girotondo intorno al mondo che ‘riappare’ in modo così diverso e così uguale ogni volta che i suoi ‘dipinti’ si mettono in mostra, praticamente “Out of the Blue” come avverrà domani , inteso proprio come senso cronologico del calendario, anche se il suo …Tomorrow sarà sempre ‘un altro giorno’ ancorato a quel suo ‘essere nell’anima’ che la caratterizza come pittura evangelica e universale fatta di ‘piccoli uomini’ che non diventeranno mai grandi nei suoi quadri e nella sua pittura.
Certo i Mas Media spiegano che il titolo ““Out of the blue” è ispirato ad un libro di
Patricia Highsmith, letto nel soggiorno americano, ma adesso la relativa sua Mostra Personale approda a Milano, cioè domani 15 cm, con inaugurazione alla ore 19  presso la Galleria Officine dell’Immagine, in Via Atto Vannucci 13, a Milano.
E noi prendiamo spunto dal suo invito all’inaugurazione , ricordando che il titolo completo della mostra è significativamente “Out of the blue” tra sogni e fiabe; affidandoci peraltro per la relativa presentazione al reportage che vi proponiamo come Main News anche perché written by Matteo Galbiati che peraltro ‘cura’ la Mostra stessa, ad ingresso libero e coi seguenti orari: martedì - venerdì: 15 - 19; sabato: 11 - 19; lunedì e festivi su appuntamento.
A corredo, vi proponiamo due flash dedicati ad Elisa Bertaglia e ai suo quadri, segnalando altresì che la stessa pittrice internazionale è comunque di casa qui su www.polesinesport.it , visto che potrete fare search e trovarla protagonista di tante altre mostre dove è stata più volte premiata e winner per la sua passione e la sua riconosciuta professionalità artistica.

MAIN NEWS (di Matteo Galbiati by www.officinedellimmagine.it ) / ELISA BERTAGLIA | OUT OF THE BLUE (15 Dicembre 2016 - 29 Gennaio 2017 )

L’immaginario onirico e fiabesco di Elisa Bertaglia in mostra, dal 15 dicembre 2016 al 29 gennaio 2017, presso Officine dell’Immagine di Milano (Via Atto Vannucci, 13). Curata da Matteo Galbiati, l’esposizione sarà inaugurata giovedì 15 dicembre alle ore 19.00.
Vincitrice del Premio Speciale Officine dell’Immagine ad Arteam Cup 2015, l’artista presenta in galleria una trentina di opere inedite, realizzate nel 2016 in America, durante la residenza d’artista promossa dalla ESKFF (Eileen S. Kaminsky Family Foundation) presso il MANA Contemporary di Jersey City.
Il titolo della mostra – “Out of the blue” – è tratto dall’omonima serie, esposta per la prima volta al pubblico. Un’espressione, parafrasabile in “Un fulmine a ciel sereno”, che Elisa Bertaglia ha rintracciato in un libro di Patricia Highsmith, letto durante il soggiorno americano. Da un lato il rimando alla letteratura, che da sempre accompagna il percorso dell’artista, dall’altro il colore blu, predominante nella sua nuova produzione.
Il progetto si articolerà in due sezioni: a piano terra, una selezione di opere pittoriche di medie e grandi dimensioni; al piano sottostante, lavori di piccolo formato progressivamente sostituiti da una pittura parietale site-specific che trasformerà il sotterraneo in un larario, luogo sacro, intimo e raccolto, dedicato alle divinità familiari. In questo contesto, saranno installate anche due opere tridimensionali, legate al vissuto dell’artista.
Un linguaggio lirico, evanescente ed altamente simbolico, quello di Elisa Bertaglia, che attraverso un vocabolario mitologico maturato negli anni propone una riflessione sul tema del doppio e della metamorfosi, alla ricerca di un’identità personale e collettiva.
Protagonisti delle sue opere, tutte realizzate a tecnica mista e collage su carta, tavola e faesite, sono bambine in età preadolescenziale ed animali, immersi in un paesaggio straniante, dove le regole prospettiche e compositive lasciano campo all’immaginazione.
«I personaggi di queste narrazioni – spiega Elisa Bertaglia – stanno tra loro in relazioni atipiche, inconsuete, portatrici di molteplici valenze simboliche: piccole bimbe-tuffatrici, attorcigliate da serpi, irte su rocce o avviluppate da edere e piante carnivore, alludono al difficile passaggio dall’infanzia all’età adulta. Qui tutto è in metamorfosi; l’identità, e non solo il corpo, è in trasformazione e rinascita. Cani e lupi, corvi e aironi sono i garanti di quello stesso passaggio di crescita, protettori di un sottile squarcio di intimità».
Come sottolinea Matteo Galbiati, le opere della serie “Out of the blue” si differenziano dalla precedente produzione sia per la scelta cromatica che per l’impaginato: se i colori sono più intensi e nitidi, meno legati alla tradizione pittorica italiana, la composizione è più libera, svincolata da elementi paesaggistici, mentre il segno viene utilizzato in maniera pittorica, in dialogo con le campiture e gli inserti a collage.
Apparentemente semplice e piacevole allo sguardo, la pittura di Elisa Bertaglia nasconde significati profondi e particolari spiazzanti: elementi duri, a tratti violenti, che spingono la narrazione oltre il piano dell’immaginazione, riportandola alla società contemporanea.
La personale sarà visitabile da martedì a venerdì con orario 15.00-19.00, sabato 11.00-19.00, altri orari, lunedì e festivi su appuntamento. Ingresso libero. Catalogo Vanilla Edizioni con testo di Matteo Galbiati. I visitatori potranno incontrare l’artista e seguire la realizzazione della pittura parietale site-specific il mercoledì ore 17.00-19.00 e il sabato ore 15.00-19.00. Per informazioni: tel. +39 02 91638758, info@officinedellimmagine.it, www.officinedellimmagine.it.

BIOGRAFIA FLASH/ Elisa Bertaglia nasce a Rovigo nel 1983. Si iscrive nel 2002 all’Accademia di Belle Arti di Venezia, presso l’Atelier di Pittura del professor Carlo Di Raco, conseguendo la Laurea di I livello nel 2006 e la Laurea di II livello in Pittura nel 2009. Dal 2008 inizia una ricca attività espositiva, instaurando diverse collaborazioni con critici, curatori e giornalisti. Tra le mostre principali: “Lo stato dell’arte” (54. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia, Padiglione Accademie, Tese di San Cristoforo - Arsenale, Venezia, 2011), “Dolomiti contemporanee” (Sospirolo, 2011; Taibon Agordino, 2012; Casso, 2013; Borca di Cadore, 2014), “Elisa Bertaglia” (MZ Gallery, Augsburg, 2014), “Bindwood” (Banca Sistema, Milano, 2015), “Arteam Cup” (Officina delle Zattere, Venezia, 2015; Palazzo del Monferrato, Alessandria, 2016). Nell’ambito di Arteam Cup 2016 si è aggiudicata il Premio Speciale Residenza Officine Saffi Milano. Vive e lavora a Rovigo.

Elisa Bertaglia è la vincitrice del Premio Speciale Officine dell'Immagine assegnato in occasione di Arteam Cup 2015. www.arteam.eu

EXTRATIME by SS/ In cover Elisa Bertaglia in viaggio …con sé stessa e col suo dipingere.
Una cosa c’è da dire a chi sostiene che gli artisti sono tali quando sono soprattutto universali e in un certo senso apolidi. Beh se questo è verosimile, è pur vero che Elisa Bertaglia al di là dell’essere tendenzialmente apolide non è certo …apolesana, visto che quei sapori, profumi ed emozioni che sono emigrati nei suoi quadri sono palesemente impregnati di cittadinanza originaria di quelle sponde dell’Eridano dove Fetonte con la sua voglia di volare e col suo carro trovò casa forever.

Anche per questo , ecco in fotogallery due flash promotion for Elisa e per i suoi quadri in Mostra “Out of the Blue” tra sogni e fiabe’, da visitare a Milano nella Galleria Officine dell’Immagine

Elisa Bertaglia & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it