European PRO 12 amara for Benetton Rugby/ Al 'Monigo' di Treviso, domina per 50’ con Sgarbi & McKinley vs Cardiff Blues fino al 28-16; poi toglie “Tre Leoni” e crolla ko 28-34. Why coach Crowley, why ds Pavanello, why Mr Zatta?


05/11/2016

Nobel, Si bel… How many times Benetton devi perdere ancora in Pro 12 prima di vincere al Monigo di Treviso? Blowin’ the wind ( Bob Dylan) , ma anche …Ho visto un re, povero Re, ma povero anche il cavallo ( Dario Fo & Jannacci).
Davvero non me l’aspettavo che il Benetton Rugby , dopo la meta al 45’ di Steyn tr. McKinley, dilapidasse un vantaggio così corposo contro il Carbiff Blues veramente alla portata di mano per registrare la prima vittoria dei “Leoni” nella prestigiosa PRO 12 internazionale. Certo la ingenuità dei Benetton –players , su touche al 50’, ha regalato la meta Cook, ma…. nulla faceva pensare che quello fosse l’inizio della fine per i Leoni.

 

 

Invece sì, le uscite praticamente contemporanee dei “Tre Leoni” citati nel tabellino , ha scardinato l’assetto tattico e il morale dei trevigiani , sia in tribuna che di quelli che lo stavano vedendo in streaming.
Per uno come il sottoscritto che ogni qualvolta richiede l’Accredito Stampa ( come ho fatto anche stavolta l Benetton Rugby) precisa sempre “Resto in attesa della relativa Vs conferma di accettazione, SEGNALANDO che non chiedo la relativa Postazione Stampa perché preferisco stare tra il Pubblico volendo trasmettere ai Lettori di www.polesinesport.it le relative Sensazioni...>> , davvero stavolta il Monigo di Treviso è stato un contenitore di ‘amarezze’.

 

 

Tra l’altro anche per il sottoscritto visto al Monigo ci sono andato per … Bibi Quaglio –player ( ho salutato anche suo padre) e per Antonio Pavanello gran Ds del Benetton Rugby, oltre al fatto che ho salutato anche Zanini ( braccio al collo) e Jeff Montauriol ancora fermi per infortunio.
Insomma è pur vero che la tifoseria trevigiana se l’è un po’ presa anche con l’arbitro per alcune sue decisioni ‘impopolari’, ma bisogna dire che dopo l’uscita di McKinley, Quaglio, Gerosa ( tutti insieme i “Tre Leoni “ al 52’) praticamente il Benetton è sparito sciupando anche due occasioni a due passi dalla meta ( a livello di regolamento è …sempre fallo quando arbitro fischia) mentre i gallesi del Cardiff hanno spinto sull’acceleratore trovando ..calci su calci….

 

 

E nel post partita della ottava sconfitta consecutiva in Pro 12, sono stati in tanti i tifosi trevigani che , in mini sondaggio veloce, mi hanno detto che il Benetton si è spento al momento dell’uscita di Ian McKinley , e cioè dei “Tre Leoni” sopracitati.
Poi l’amarezza ‘biancoverde’ Made in Treviso , l’ho anche riscontrata a … Borgo San Martino , dove ho salutato Pietro (fondamentale) prima di vedere l’Aurora e in escalation le tre prestigiose maglie del Benetton, degli All Blacks e della Nazionale Italiana di Rugby.

 

 

Oltre che della Famiglia polesana-trevigiana che aveva visto la sfida Benetton Rugby vs Cardiff Blues in streaming , soffrendo nel finale come fossero in campo e nel cuore della gente del Monigo , dall’ultimo tifoso, a coach Kieran Crowley, ad Ds Antonio Pavanello , al presidente Mr Amerino zatta cui ho proposto il WHY? , nel titolo…. sperando che la loro professionalità trovi quella risposta che ( blowin’ the wind) non può però essersi ‘persa nel vento’ che …non c’era allo stadio Monigo, in questo 4 novembre giorno notoriamente dedicato alla ‘vittoria’ ma che  Treviso by Rugby non s’è registrata vs Cardiff Blues.

 

 

Come ben spiega in Main News il reportage by sito societario della Benetton Rugby con relativa fotogallery completata da alcuni miei personalissimi flash ‘scattati’ dai gradini della tribuna dello stadio Monigo, dove il primo tempo è stato ‘stellare’ e il secondo tempo …quasi subito incolore. Sperando che a Treviso trovino presto l'Algoritmo giusto per una performance di squadra vincente tra prestazione atletica e personalità da "Tre Leoni/ Tre Viso" ; giusto per alzare l'asticella in modo da salire in cielo verso la vittoria anche in PRO 12 mixando ...Time & Men per nuovi lettori USA ma soprattutto ...Treviso-Italia-Europa.

 

 

MAIN NEWS ( by www.benettonrugby.it, 04.11.2016) / BENETTON RUGBY - CARDIFF BLUES 28 -34 ( Treviso, 4 novembre 2016 )
 
MARCATORI: 6’ meta R. Williams tr. Shingler, 13’ meta Budd tr. McKinley, 17’ meta Sgarbi tr. McKinley, 21’ p. Shingler, 26’ p. Shingler, 32’ meta Tagicakibau tr. McKinley, 36’ p. Shingler, 45’ meta Steyn tr. McKinley, 50’, meta Cook, 56’ p. Shingler, 63’ meta Halaholo tr. Shingler, 76’ p. Shingler,
 
BENETTON RUGBY: 15 Jayden Hayward, 14 Michael Tagicakibau, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi ( C ) (76’ Luke McLean), 11 Angelo Esposito, 10 Ian McKinley (52’ Tommaso Allan), 9 Tito Tebaldi, (56’ Alberto De Marchi) 8 Marco Barbini, 7 Abraham Steyn, 6 Marco Lazzaroni, 5 Dean Budd (72’ Francesco Minto), 4 Filippo Gerosa (52’ Marco Fuser), 3 Simone Ferrari (52’ Kris Dacey), 2 Luca Bigi (52’ Ornel Gega), 1 Nicola Quaglio (56’ Alberto De Marchi)
 Head Coach: Kieran Crowley

 

 

 
 
CARDIFF BLUES: 15 Matthew Morgan; 14 Blaine Scully, 13 Rey Lee-Lo, 12 Willis Halaholo, 11 Rhun Williams (70’ Dan Fish); 10 Steve Shingler, 9 Lloyd Williams; 8 Macauley Cook, 7 Ellis Jenkins (41’ Seb Davies), 6 Sam Warburton, 5 Jarrad Hoeata (72’ James Down), 4 George Earle, 3 Scott Andrews, 2 Matthew Rees (c) (46’ Kris Dacey), 1 Rhys Gill (70’ Brad Thyer).  A disposizione: 18 Dillon Lewis, 21 Tomos Williams, 22 Jarrod Evans.
Head coach: Danny Wilson

 

 

 
CRONACA
I primi minuti del match vedono i Cardiff Blues gestire la partita riuscendo a trovare la meta con Rhun Williams, Shingler trasforma. Leoni che non stanno a guardare ed alla prima vera occasione riescono a replicare con Budd. Azione nata da un recupero di Hayward, break dell’estremo neozelandese che scambia con Tagicakibau e palla che finisce nelle mani del numero 5 biancoverde. McKinley è preciso dalla piazzola. Al 17’ è lo stesso mediano d’apertura irlandese che trova il varco giusto, creando così la superiorità numerica che permette a capitan Sgarbi di schiacciare senza troppi problemi in mezzo ai pali. McKinley trasforma ancora. Tra il 21’ ed il 26’ i Blues accorciano le distanze due volte dalla piazzola con Shingler.
I biancoverdi costruiscono tanto ed alla mezz’ora, al termine di un’ottima azione schiacciano in meta con l’ala figiana Tagicakibau, è ancora una volta McKinley a trasformare da posizione defilata. Poco prima dello scadere di fine tempo, fuorigioco commesso dai Leoni e piazzato di Shingler da metà campo.

 

 


A Monigo la prima frazione di gioco termina 21 a 16 in favore dei biancoverdi.
 
La ripresa comincia subito bene per i Leoni che vanno in meta con Steyn servito da una splendida giocata al piede di McKinley. Al 51’ gli ospiti reagiscono con la meta di Cook, Shingler sbaglia la trasformazione. Quest’ultimo si rifarà pochi istanti dopo mettendo a segni due calci concessi dal direttore di gara. E’ buon momento per Cardiff che al 64’ approfittano di un errore in touche, giocano l’ovale al largo e vanno in meta con il centro Halaholo.
Gli ultimi tre punti del match li mette a segno ancora Shingler dalla lunga distanza per il +6 finale.
 
Risultato finale: Benetton Rugby 28 Cardiff Blues 34

 

 

EXTRATIME by SS/ Per la cronaca voglio riportarvi il seguente significativo incipit written by Ennio Grosso su Il Gazzettino: << IL Benetton getta al vento un’occasione d’oro. Segna 4 mete, sciupa un vantaggio di 12 punti e perde una partita che sembrava già vinta>>. Tanto più che il cronista, profondo conoscitore e reporter by rugby, ha poi chiosato:<< Il Cardiff si è imposto a Monigo 34-28, agevolato da un arbitraggio infelice e dall’uscita dal campo del miglior uomo del Treviso, Mc Kinley, colpito da crampi>>.
Il tutto sotto l’eloquente titolo “ Benetton, una sconfitta che brucia”.

 

 

Poi per quanto riguarda la fotogallery by siti web/twitter targati Benetton , visto i nomi noti ( da Alberto Sgarbi-metaman a Bibi Quaglio in cerca di placcaggio , etc) soprassediamo dal citare le relative didascalie , proponendovi altresì alcuni flash che ho scattato tra Campo e dintorni, partendo dal Bar ‘biancoverde’ fino al poster Benetton giusto per proporvi Bibi Quaglio in team  col ds Antonio Pavanello, il presidente Amerino Zatta e all players –all colours Benetton Rugby datati …stagione in corso.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it