Europei pattinaggio strada Olanda 2016/ ORO ITALIA staff. americana: con Nicolò Greguoldo, Marco De Flaviis e Giuseppe Bramante


E’ arrivato finalmente! L’oro tanto atteso per il sodalizio dello Skating Club Rovigo in veste azzurra al Campionato Europeo di Heerde, in Olanda.
Questo l’incipit del reportage trasmessoci by Paolo Ponzetti che palesa tutto l’orgoglio delal società rodigina, peraltro già più volte andata a podio in questi Europei ancora in corso in Olanda.

Una soddisfazione che ovviamente appartiene a tutto il team ITALIA, anche perché a meritarsi la golden medal,  nella Categoria Junior A, sono stati ‘in sinergia’ tutto il trio azzurri formato da Nicolò Greguoldo ( Skating Rovigo) , Marco de Flavis (Bosica Martinsicuro) e Giuseppe Bramante (Olimpiade Siracusa), mentre come riserva Andrea Appolloni (A.S.D. Cardano in line) può considerarsi davvero un lusso.
Ma , fermo restando che in Olanda i Campionati Europei sono tuttora in corso con le maratone e che comunque sono ancora tante le speranze di impinguare il palmares azzurro Italia, eccovi tutto il reportage by Paolo Ponzetti che ci regala tutte le emozioni dell’ORO conquistato oggi nella staffetta americana.

MAIN NEWS ( di Paolo Ponzetti, mail Rovigo 30.07.2016) / EUROPEI PATTINAGGIO CORSA SU STRADA IN OLANDA: MEDAGLIA D’ORO PER NICOLO’ GREGUOLDO NELLA STAFFETTA “AMERICANA”.

E’ arrivato finalmente! L’oro tanto atteso per il sodalizio dello Skating Club Rovigo in veste azzurra al Campionato Europeo di Heerde, in Olanda, è stato conquistato proprio nella serata di ieri, 29 luglio, da Nicolò Greguoldo, nella staffetta “Americana” (della categoria Junior A) assieme ai compagni di squadra Marco de Flavis (A.S.D. Rolling Patt. Bosica Martinsicuro) e Giuseppe Bramante (A.S.D. Olimpiade Patt. Siracusa), con Andrea Appolloni (A.S.D. Cardano in line) riserva.

Sette le squadre presenti sullo starting grid, oltre ai padroni di casa olandesi, il trio azzurro si è dovuto difendere dalle formazioni di Belgio, Francia, Portogallo, Spagna Germania e Polonia.
L’avvio della bagarre si è dimostrato più che altro una partita a scacchi con cambi regolari, studio degli avversari, ed evitando passi falsi soprattutto con i mastini francesi.

Ma è nella seconda parte dei 5.000 metri previsti che cominciano le scintille: cambi azzeccati per Italia, Francia e Belgio, mentre sono emerse alcune problematiche per gli avversari. Arriva l’ultimo cambio che De Flaviis riceve proprio da Greguoldo; l’italiano è francobollato al francese Drambru che conduce l’avanzata alla penultima curva con alle spalle l’olandese Middelkoop che ha chiuso la traiettoria del belga Medard.

Sono gli ultimi 300 metri con campana ormai suonata e all’uscita dell’ultima curva che butta sul rettilineo d’arrivo, guizzo di De Flaviis che allarga l’uscita ed incalza l’avversario francese ed è un grido di gioia che sovrasta la linea del traguardo: oro per l’Italia, argento Francia, bronzo Olanda.

Finalmente sopraggiunta anche la medaglia più attesa per Nicolò Greguoldo, dopo l’argento ottenuto nella 1.000 metri fm su pista ed il bronzo della 500 sprint che corona il tanto impegno dimostrato dal giovane atleta portovirese nella rosa dello Skating Club Rovigo a partire dalla stagione in corso.

Oggi, 30 luglio, giornata conclusiva della rassegna europea olandese con le maratone che vedono impegnati sia Greguoldo che l’altro alfiere rodigino Mattia Diamanti. Enorme la soddisfazione proveniente da tutto lo staff, tecnico e dirigenziale dello Skating Club Rovigo ed in particolare da parte del Presidente Federico Saccardin che si dice “grato ed enormemente soddisfatto per gli sforzi compiuti e le conquiste ottenute, portando in alto i colori della società rodigina anche in ambito internazionale”.

 

EXTRATIME by SS/ In cover onoriamo in tandem Nicolò Greguoldo & Roberta Ponzetti, perché la golden medal del portovirese è anche un po’ medaglia e  orgoglio anche della sua allenatrice targata Skating Club Rovigo.

Poi in fotogallery vi proponiamo tutte le immagini trasmesseci e che mostrano i portacolori azzurri in azione sul campo anche con la bandiera tricolore e sul podio ( l'azzurro senza barba è Bramante), dove da winners sono saliti al centro della scena tra gli irriducibili Francesi ( sx) e Olandesi ( dx).

 

 

 

Paolo Ponzetti & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it