Finale EU 2016/ Champion is Portogallo di CR7 & Eder: 1-0 vs ‘galletti’ Francia/ Ed è già tempo D... ‘calciomercato’ targato Delta Ro & Adriese


11/07/2016

Vi snocciolo dei nomi! Sono quelli dei neo Campioni d’Europa 2016 targati Portogallo che contro la Francia ha schierato la seguente formazione con relativi cambi: Rui Patrizio, Cedric, Pepe, Josè Fonte, Guerreiro, Williams Carvalho, Renato Sanchez ( 34' st Eder), Adrien Silva ( 22' st Joao Moutinho) , Josè Mario, Nani, Ronaldo ( 25' pr Quaresma) . All.re Fernando Santos.
Invece i ‘galletti’ della Francia ( ricordate il marchio ‘Le Coq Sportif” sono stati schierati così da mr Deschamps:” Lloris, Sagna, Koscielny, Umtiti, Evra, Pogba, Matuidi, Sissoko ( 5' sts Martial), Griezmann, Payet ( 13' st Coman), Giroud ( 33' st Gignac). Allenatore Deschamps.
Una vittoria per tanti inaspettata, ma che fa parte del ‘calcio equilibrato’ di giorni nostri, dove può succedere appunto che sia il Portogallo a vincere questi Europei a Parigi in casa della nazione organizzatrice, come successo a suo tempo anche all’Italia a Roma che potrete ritrovare leggendo la “Ricchieri Antonio Story” , un personaggio Made in Polesine che è stato presidente della Lega Calcio Dilettanti e vice di Matarrese, oltre che responsabile dell’Italia ai Giochi Olimpici di Seul 1988 e Barcellona 1992.
Invece nel calcio di oggi agli Europei sono successe alcune cose che certificano la evoluzione del calcio. A partire dalle 24 squadre partecipanti, dalle novità approdate agli Ottavi  e poi ai Quarti, mentre sono uscite nelle Qualificazioni diverse nazioni blasonate, a partire dall’Inghilterra e dalla Russia.
Ma soprattutto tra campo e dintorni sono emerse diverse ‘cose’ meravigliose’. Vale a dire l’ottima Organizzazione messa in campo dalla Francia come paese organizzatore, vale a dire l’Islanda ‘qualificata’ e in festa a modo suo tra gli applausi ricambiati dai tifosi.

Ma anche il Galles promosso oltre gli Ottavi, alla pari dell’Italia del CT Antonio Conte che …poteva eliminare anche la Germania se non avesse sprecato ‘malamente’ i rigori calciati da Pellé ( inutile il suo ‘bad gest’ al momento di calciare il penalty vs Neurer) e Zaza (altissimo , appena inserito da Conte giusto perché …rigorista) .
Ma sono state eccezionali anche le ‘coreografie’ sul campo e per la televisione, mentre il Mondo Football nelle strade e nelle piazza si è ricompattato a sostehgno dei propri beniamini.
Come è successo per gli azzurri del CT Conte, ritenuto tanto normali dal punto di vista tecnico quanto eccezionale come ‘gruppo’ e sul piano dei valori umani che li ha fatti considerare grandi per l’impegno e per il coraggio.
Per la serie “tutti per uno , uno per tutti” come ha detto Gigi Buffon ai suoi compagni prima della sfida ‘impossibile’ vs i Belgio per una interpretazione tecnico-tattica che poi gli azzurri hanno ripetuto vs la Spagna. Anche per questo il risultato è stato lo stesso in entrambi i casi : 2-0 e gol sigillo finale sempre di Pellè e sempre nei minuti finali.

Se proprio devo fare un appunto , lo faccio ai Mass Media italiani, partendo da quelli televisivi, da Zazzaroni a Zenga,  professionisti dal punto di vista tecnico, ma troppo ‘professori’ nei commenti, più volti a pretendere un tipo di gioco ‘che non cera e non era nelle corde dei giocatori in campo, piuttosto che sottolineare che nella gestione della loro ‘normalità’ quegli stessi centrocampisti tanto vituperati ( leggi Thiago Motta in primis) erano comunque ‘protagonisti’ alla pari dei migliori centrocampisti del Belgio e della Spagna.
Insomma per tanti Thiago Motta era meglio che ‘stesse fuori’ salvo poi ‘sgridarlo’ perché (causa seconda ammonizione vs Spagna e quindi automatica squalifica) aveva lasciato orfana l’Italia vs la Germania, tanto più che … si era infortunato anche De Rossi.

Meglio allora sottolineare in positivo che a livello di tifoseria e dal punto di vista istituzionale sia i Albania, che in Islanda come in Francia i massimi rappresentanti politici hanno ‘premiato’ i loro Campioni per essersi ‘ben comportati’ agli Europei 2016.
Insomma è stato bello vedere che gli Europei di Francia 2016 hanno aiutato i Calcio a trasmettere felicità e serenità tra le varie tifoserie, salvo i soliti holigans ‘esasperati’ ( ma da chi?) che dall’Inghilterra e dalla Russia sono arrivati in Francia per essere ‘spiritosi’ tra birra e alcool, facendo danni a partire da Marsiglia.

Tutto questo tra cronaca e storia, mentre intanto sono esplosi i ‘valori’ dei giocatori nel calcio mercato, da Dogba a Pellè  e tanti altri messisi in luce anche negli Ottavi , nei Quarti e nelle Semifinali.

Per parte nostra che avevano puntato ‘esageratamente’ sul Portogalle dopo le prime critiche a Ronaldo, siamo contenti per CR7 per ciò che ha fatto tra campo e dintorni a suon di gol e di comportamenti Fair play anche in conseguenza dell’infortunio patito pochi minuti dopo l’inizio della finale tra il suo Portogallo e la Francia.

 

Ma prima di staccarci dal calcio internazionale, voglio riproporvi senza commento il seguente messaggio inglese “Written by Sunderland AFC” posted on 08 July, 2016 by twitter :<< Sunderland AFC will not be pursuing its interest in Inter Milan player Davide Santon, after negotiations between the two clubs failed to reach a positive conclusion.>
Perché prologo al seguente messaggio “Written by fcinter1908.it “ in data 11.07.2016 ore 11.59 :<< “Dopo aver visto sfumare il trasferimento al Sunderland, Davide Santon continua ad essere vicino alla Premier League per il futuro. Sul terzino dell’Inter si è fondato nuovamente il Crystal Palace, che già seguiva il giocatore prima dell’affondo, poi fallito al fotofinish, del Sunderland. L’Inter aspetta l’offerta per definire la cessione”.

Insomma …aggiornamenti by Gazzamercato che ci interesano da vicino perché Davide Santon è targato Made in Delta Po.
Come le due migliori società polesane del momento , leggi Delta Rovigo e Adriese di cui vi segnaliamo , a corollario degli Europei 2016 e di tutta la nostra panoramica di stagione 2015/16, le ultime novità ufficiali segnalate dalle due società polesane alla stampa e che vi estrapoliamo in ordine alfabetico e come anteprima della nuova stagione 2016/17 già pronta a partire.

 

ADRIESE “PRIME NEWS “ FOR NEXT SEASON 2016/17/

SCALCIO SERIE D Definiti lo staff tecnico che seguirà Oscar Cavallari nella sua prima avventura da mister in questa serie D e quello dirigenziale dell’Adriese del presidente Luciano Scantamburlo. Già sistemato il movimento tecnico in entrata, adesso si lavora alle cessioni
Perciò la nuova Adriese 2016/17 é già pronta per la preparazione, che comincerà giovedì 21 luglio e da oggi sarà supportata da uno staff tecnico che affiancherà mister Oscar Cavallari. Confermato anche lo staff dirigenziale
Adria (Ro) - Terminate le operazioni in entrata per la costruzione della rosa in vista della preparazione pre-campionato, al via giovedì 21 luglio alle ore 17, il direttore sportivo Sante Longato ( vedi relativo Personaggio Story appena pubblicato qui su www.polesinesport.it nella rubrica Memoria & Futuro” ) dovrà perfezionare ora il mercato in uscita, piazzando i giocatori in esubero nelle varie categorie ‘possibili’ nel territorio e dintorni.

Contemporaneamente è stato definito lo staff tecnico che seguirà Oscar Cavallari nella sua prima avventura da "mister" in Serie D: Mauro Bresciani sarà allenatore in seconda, Dario Penzo preparatore atletico, Ivano Rossetti preparatore dei portieri, Nicola Zanni collaboratore del preparatore atletico e osservatore tecnico, Roberto Mantoan allenatore Juniores Nazionali, Amedeo Amari massaggiatore e Thomas Gorda magazziniere.

Confermato anche lo staff dirigenziale: Luciano Scantamburlo presidente, Roberto Scantamburlo vicepresidente, Ernesto Scantamburlo consigliere e direttore generale, Sante Longato direttore sportivo, Gianluca Targa consigliere con incarico gestione Juniores Nazionali, Leno Zanella consigliere e collaboratore Juniores Nazionali, Gianluca Levi segretario e Giuseppe Donà collaboratore logistico e rapporti con sponsor.

DELTA ROVIGO “PRIME NEWS FOR NEX SEASON 2016/17_ / CALCIO SERIE D E JUNIORES NAZIONALE Ufficializzati i giocatori e lo staff che fanno parte del Delta Calcio Rovigo. Primo allenamento il 25 luglio in vista delle quattro amichevoli precampionato
Giocatori, staff, amichevoli, presentazione della squadra, abbonamenti e biglietti, settore giovanile: il Delta Calcio Rovigo ha iscritto la prima squadra al Campionato di Serie D e della Juniores Nazionale, oltre a comunicare che anche i Giovanissimi parteciperanno al campionato regionale 2016/17
 E’ stato ufficializzato lo staff tecnico, oltre alla rosa dei giocatori del Delta Calcio Rovigo.
A comunicarlo la stessa società nella giornata di lunedì 11 luglio, dopo aver iscritto la prima squadra al Campionato di Serie D e della Juniores Nazionale.
Lo staff che seguirà per la stagione 2016/17 la prima squadra sarà composto da mister Francesco Passiatore, responsabile della prima squadra, mister Davide Tentoni, allenatore in seconda e responsabile di analisi delle performance e match analysis, e Francesco Rizzo, preparatore atletico.

 

QUESTA LA ROSA COMPLETA/ Gli atleti che indosseranno la maglia del Delta Rovigo, al momento, sono:
-  Cristian Bala portiere 1998 (juniores Delta Calcio Rovigo)
-  Gianni Careri portiere 1982
-  Gaetano Capogrosso difensore 1989 (2015/16 Mestre)
-  Davide Sentinelli difensore 1979 (2015/16 Piacenza)
-  Assane Mboup difensore 1990
-  Bojan Dukic difensore 1986 (2015/16 Monfalcone)
-  Federico Berti 1999 difensore (juniores Delta Calcio Rovigo)
-  Enrico Lollo 1999 difensore (juniores Delta Calcio Rovigo)
-  Francesco Contri terzino dx 1997 (Hellas Verona prestito)
-  Gian Marco De Masi terzino dx 1997
-  Gianmarco Fabbri 1997 terzino sx (Cesena Calcio prestito)
-  Andrea Lo Perfido centrocampista 1997 (2015/16 Triestina)
-  Francesco Miotto centrocampista 1998 (Spal 2013 prestito)
-  Matteo Fabris centrocampista 1998 (juniores Delta Calcio Rovigo)
-  Tommaso Gattoni centrocampista 1993
-  Andrea Migliorini centrocampista 1988 (2015/16 Mestre)
-  Jacopo Fortunato 1990 centrocampista (2015/16 Calcio Chieri)
-  Diego Santos Oliviera attaccante 1987 (2015/16 Castiadas)
-  Nicola Ferrari attaccante 1989 (2015/16 Mestre)
-  Dejan Marijanovic attaccante 1987 (2015/16 Oltrepovoghera)

Altri atleti inizieranno la preparazione con il gruppo per un periodo di prova. Il 25 luglio poi si terrà il primo allenamento alle ore 17. Successivamente, la squadra si tratterrà a Rovigo fino al 31 luglio per poi iniziare il ritiro presso Valsugana Sport a Borgo Valsugana (Trento) dall’1 al 12 agosto. Durante il periodo di pre-campionato sono previste quattro amichevoli: il 31 luglio amichevole in famiglia presso lo Stadio Gabrielli; il 6 agosto triangolare presso Valsugana Sport a Borgo Valsugana (Tn); il 20 agosto Delta Rovigo – San Donà Calcio (luogo e ora ancora da stabilire) ed il 25 agosto il memorial Giovanni Celeghin allo stadio comunale di Boara Pisani.
La prima squadra, insieme allo staff, alla Juniores Nazionale e a tutto il settore giovanile, sarà poi presentata alla Città di Rovigo, ufficialmente, il 19 agosto. Il Delta Rovigo fa presente che dal giorno 25 luglio, dalle ore 17 alle 19, aprirà la campagna abbonamenti nella segreteria dello stadio Gabrielli, i prezzi stabiliti sono: per la tribuna centrale 200 euro, 150 euro per la laterale e 100 euro per la laterale per gli iscritti al Club Vecchia Guardia. Per chi volesse iscriversi al “Club Vecchia Guardia” può contattare il presidente Fabrizio Donà al 349-0742478, il vice presidente Fabrizio Fredini 347 4507013, ed il presidente onorario Nazzareno Piva.

I prezzi dei biglietti invece sono: biglietto unico per la tribuna centrale 15 euro e ridotto agli under 16 a 10 euro; biglietto unico per la tribuna laterale 10 euro e ridotto a 5 euro per gli Under16.  La società, inoltre, conferma in qualità di responsabile del settore giovanile Stefano Toso, mentre la Juniores Nazionale sarà guidata da Mister Renzo Spada.
Infine comunica come oltre agli Allievi, anche i Giovanissimi parteciperanno al campionato regionale 2016/17. Per il settore giovanile sono iniziate le iscrizioni della nuova stagione e continueranno per tutto il mese di luglio e agosto, con i seguenti orari: lunedì e giovedì dalle 16 alle 18.30 allo stadio Francesco Gabrielli. E’ possibile scaricare il modulo con la documentazione richiesta e visionare i prezzi delle quote e/o kit delle varie categorie al sito www.deltacalciorovigo.it.

EXTRATIME by SS/ In cover la gioia Made in Portogallo col portiere Rui Patricio mentre blocca ‘anche’ la Coppa Trofeo insieme al suo compagno-capitano lusitano.
Poi per quanto riguarda la fotogalelry partiamo dall’entrata in campo dell’arbitro inglese Clattenburg insieme alla terna e al quarto e quinto uomo tutti yellow.
Poi chapeau a CR/ mentre canta l’inno lusitano nel prematch, mentre per la Francia proponiamo by Ty la relativa formazione Top 11 ufficiale.
Con riferimento all’infortunio di CR7 ecco il ‘campionissimo’ uscire sofferente in barella.
Poi dopo alcuni minuti proverà a rientrare ma ben presto …uscirà tra le lacrime mentre consegna la sua fascia di capitano a chi di dovere.
A questo punto era tutto più facile per la Francia  e per il suo bomber Griezmann ( eccolo in foto blu col numero 7…stesso numero di CR7) , invece per il Portogallo nei tempi supplementari sarà match winner Eder lusitano ( vedi tabellone tv finale) .

E allora ecco nel cerimoniale delle premiazioni le lacrime dei galletti Made in France e la gioia dell’allenatore Fernando Santos sul palco prima di incontrare anche Hollande presidente francese.
Ovviamente più ‘scoppiettante’ dei suoi players lusitani , compreso CR7 che ..urla di gioia stavolta alzando la Coppa per il suo Portogallo Campione d’Europa 2016 capitalizzando il ‘possesso palla’ per certi versi lenti come quello del Brasile ma poi ‘esplosivo’ con le sue individualità offensive ( leggi CR7 & Eder, ma anche Renato Sanchez e Quaresma ‘essenziali’ quanto mai) , oltre alla gran forze dei ‘centrali’ difensivi e del suo portiere Rui Patricio che quando non ha parato l’impossibile ci ha pensato il palo a bloccare il tiro dei francesi) .
Passando dagli EU 2016 alla serie D Made in Polesinesport.it ecco il sottoscritto in coppia con Lorenza Visentini che , come papà Mario presidente & delta Rovigo non ‘meritano’ di essere in silenzio stampa, ma ‘devono’ parlare, fermo restando ‘possono’ avere il diritto’ di non rilasciare ‘dichiarazioni esclusive’ a Chi a volte può aver oltrepassato la linea della critica sportiva sfociando magari nella indecorosa zona dell’offesa personale e/o societaria.

Perciò , …eccovi ancora , il trio family Visentini che ho fotografato smile e sempre disponibili in tribuna allo stadio Gabrielli di Rovigo ( da Lorena a Mario Visentini con Lady) che invito anche in questa occasione a parlare alla Città e ai tanti che sono interessati ad ascoltare e raccontare i loro progetti ( compreso il sottoscritto che ‘fatica’ ad andare in Conferenza stampa dove spesso i ‘cronisti’ diventano …troppo pruriginoso travalicando il lato tecnico.
Invece per onorare l’Adriese matricola in serie D, ripartiamo dall’ultima domenica di Eccellenza con la Festa in tribuna allo Stadio Bettinazzi di Adria con tutti  noti protagonisti  di ieri e di oggi, da Sante Longato al sindaco Bobo Barbujani , al presidente Luciano Scantamburlo che ho ‘testato’ come buon tennista senza mai parlare dell’Adriese.

Tanto nei colloqui quasi privati , sia con Mario Visentini che con Luciano Scantamburlo ho sempre detto quello che penso, ma con spirito costruttivo perché …si meritano tanto rispetto e tanti ringraziamenti anche se work in progress , ben sapendo che a questo Polesine con tanti problemi ci mettono tanto ‘del loro’ per regalarci emozioni quantomeno sportive.


Sergio Sottovia
www.polesinesport.it