Firenze & inaugurazione statua a Franco Ballerini/ Presenti ct Alfredo Martini & Paolo Bettini, Cassani, Nencini e …Bosaro Emic


18/10/2013

nore allo scultore fiorentino Giorgio Butini per la statua dedicata a Franco Ballerini e inaugurata a Firenze davanti al Mandela Forum. E onore anche ai “Campioni & Signori” che hanno accettato l’invito della Ballerini family per essere presenti all’inaugurazione.
Indimenticabile Franco Ballerini, sia come corridore che come Ct e come amico della Bosaro Emic.
Anche per questo Vittorino Gasparetto in rappresentanza della Bosaro Emic, quindi Remo Randolo sindaco di Bosaro nonché Venerino Tosini, l’artista autore di “Le Routier”, la analoga statua di Bosaro dedicata a Ballerini hanno voluto esserci a Firenze, quasi a suggellare un gemellaggio di stampo ciclistico.
E noi che ricordiamo il grande Gastone Nencini, lo scalatore/discesista vincitore negli anni ’50 sia di un Giro d’Italia che di un Tour de France, ricordiamo altresì la presenza speciale,  all’inaugurazione, di suo nipote Riccardo Nencini, sopra tutto perché ne perpetua la passione per il ciclismo in quanto presidente del comitato regionale toscano della FCI nonché (dal 2010) coordinatore del comitato istituzionale che ha affiancato il Comitato organizzatore dei Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013, svoltisi proprio in Toscana.

 

 

Significativo anche il fatto che la statua dedicata a Franco Ballerini sia stata ubicata di fronte al Mandela Forum, a pochi passi dallo stadio “Artemio Franchi” dove gioca la Fiorentina.
Tutto questo a qualche centinaio di metri dalla linea di traguardo dove domenica 29 si è conclusa la prova in linea “professionisti su strada maschile”.
Così per Franco Ballerini, una statua davvero significativa quella dedicata al CT tre volte campione del mondo (bis di Paolo Bettini e acuto di Alessandro Ballan).

 

 

Innanzitutto perché opera realizzata dal maestro fiorentino Giorgio Butini; un monumento ricavato da un blocco di marmo bianco di Carrara da 75 quintali.
E poi perché l’inaugurazione del venerdì ha aperto ufficialmente la settimana dei mondiali di Firenze.
Detto che alla cerimonia mancavano i big annunciati ( il sindaco Matteo Renzi e Giorgio Squinzi presidente di Cinfindustria) , segnaliamo che l’inaugurazione del monumento è stata istituzionalmente effettuata da Stefania Saccardi, vicesindaco di Firenze.


Presenti, invece, tanti big del ciclismo di ieri e di oggi.
A partire dallo storico CT Alfredo Martini (classe 1921) ora presidente onorario della FCI, quindi il Ct e campione del mondo Paolo Bettini, il commentatore Rai Davide Cassani, il vicepresidente del comitato organizzatore dei mondiali Vincenzo Ceccarelli e il presidente della Fci toscana Riccardo Nencini ( altresì governatore e nipote del mitico Gastone Nencini citato nell’incipit). Oltre ovviamente a Renato Di Rocco presidente attuale della FCI nazionale.

 

 

 

Ma a Firenze erano presenti anche alcuni dirigenti storici della società Bosaro Emic, dal presidente Vittorino Gasparetto al suo vice Nirvano Mazzetto,  accompagnati altresì da Arturo Faedo e Sandro Baracco (nomi di casa su questo sito) e da Remo Randolo sindaco di Bosaro.
Tutti giunti a Firenze, invitati direttamente da Mauro Ballerini, fratello di Franco, per rendere omaggio a “Ballero”, che da ct visitò più volte Bosaro e la società ciclistica di patron Angelo Rondina.

 

 

D’altra parte con Franco Ballerini la cittadinanza di Bosaro ha un rapporto particolare, tanto più che quest’anno, in data 27 aprile, ha inaugurato propria una statua al Ct  , opera di Venerino Tosini, il 61enne scultore ciclista che a Firenze ha voluto arrivarci in modo speciale.

Straordinario quindi il suo viaggio in bici, da Bosaro a Firenze andata e ritorno per complessivi 516,9 km, quasi tutti in notturna, alla media di 23 km all’ora.

 

 

Tutto in 25 ore esatte, come ha dimostrato il computer della sua bicicletta all’arrivo sotto la statua de “Le Routier” ( questo il nome della dedica a Ballerini) , Visto la partenza alle ore 21 di giovedì sera e l’arrivo del venerdì 20 settembre alle ore 22, considerando anche un centinaio di km in più per effetto di una ‘piccola deviazione’ fino ad Incisa e Figline dentro la Valdarno.
Per una impresa che non fa ‘specie’ se consideriamo che lo stesso Venerino Tosini in versione nuotatore aveva già nel suo palmares  altre speciali imprese.

 

Come ad esempio la traversata Sardegna-Corsica e poi quella da Piombino all’isola d’Elba ( in 5 ore e 44 minuti). Senza contare altre imprese che … vi racconteremo semmai in una specifica Tosini Venerino Story.
Tutto questo per dire, onore  a Ballerini e a tutta la sua Famiglia, con cui la società Bosaro  ha un rapporto speciale come peraltro con i vari Di Rocco, Martini e Cassani che si può dire siano di casa in Polesine , visto le tante loro speciali ospitate sia in ambito cerimoniale che agonistico.

 



EXTRATIME by SS/ La cover è per la statua di Franco Ballerini a Firenze, con sottostante staff Bosaro Emic insieme alla Ballerini family.

Poi per quanto riguarda la fotogallery partiamo dalla ‘coppia Ct’ formata da Paolo Bettini e l’evergreen Alfredo Martini ( tra l’altro quest’anno venne a Bosaro per l’inaugurazione ella statua a Ballerini e così è già la terza volta che incontra Vittorino Gasparetto & friends bosaresi).
Un feeling speciale che i bosaresi stanno maturando anche con l’attuale Ct Paolo Bettini, come dimostrano le successive foto in sequenza.

 

 

 

Prima con Vittorino Gasparetto e poi col sindaco Remo Randolo.
Un tandem affiatato , quello tra Randolo e Gasparetto, anche quando hanno ‘ricevuto’ a Firenze l’arrivo del loro compaesano bosarese/ferrarese Venerino Tosini in versione ciclista da …guinness.

 

Tutti personaggi , quelli della Bosaro Emic, per i quali è stato naturale ritrovarsi a Firenze sotto la statua inaugurata insieme alla Ballerini Family ( vedi successiva foto ricordo).
Come poi Vittorino Gasparetto con Davide Cassani, quindi Nirvano Mazzetto con Paolo Bettini, infine Sandro Baracco con Paolo Bettini
A chiusura del nostro reportage by Toscana, ecco il relaivo invito trasmesso alla società Bosaro Emic e la finale foto poster sotto la statua di Ballerini, con Gasparetto presidente della Bosaro Emic  e tutta la delegazione polesana ( quindi anche Arturo Fado e Sandro Baracco e seminascosto Luigi Milan) attorno alla coppia istituzionale Remo Randolo sindaco di Bosaro & Stefania Saccardi vice sindaco di Firenze ( on la fascia tricolore).

 

Vittorino Gasparetto & Sergio Sottovia

www.polesinesport.it