Happy end “Pianeta Uisp Oggi” in tv su Prima Free e al 'Gabrielli' di Rovigo dove Chioggia & winners Calcio...


19/06/2013  

Ieri sera è stata l’ultima puntata televisiva su Prima Free della trasmissione “Uisp Pianeta Oggi”  e c’erano tutti i “winners” della lunga stagione 2012/13. Dai winners del Calcio a 5 a quelli di tutti i campionati del Calcio a 11, in primis le squadre protagoniste sabato scorso  ( ndr, 15 giugno ) allo stadio Gabrielli di Rovigo, Vale a dire il Chioggia che ha battuto ai rigori la Portotollese dopo aver chiuso 1-1 nei tempi regolamentari,vale a dire il Santa MargheritaTaglie .che ha battuto il Corbola. Ma onore ovviamente a tutte le altre winners, dalla Coppa Amatori alla Coppa Disciplina, fino a Ciro Liotto Ct della Rappresentativa Uisp Rovigo fresco Campione d’Italia 2013.
Tra l’altro il sabato del “Grande Villaggio Uisp” anche sabato che è stato ripreso by tv Prima Free con solito cronista rock Gigi Patrian e col sottoscritto a fare alcuni commenti flash su entrambi le predette finali targate Uisp 2013.
Tutto questo allo stadio Gabrielli, dove in tribuna stampa siamo stati fianco a fianco anche con Marco Bellinello de La Voce di Rovigo e con Enzo Fuso de Il Gazzettino.

 

 

Ovviamente poi sul campo era presenti tutti e tre i fotoreporter delle tre testate polesane; cioè Viscardini per il Gazzettino, Carlo Chiarion per La voce d Rovigo, Tommaso Moretto per il Resto del Carlino.
Insomma poi domenica tutto il Mondo Uisp presente al Gabrielli è stato ampiamente onorato sulle sopracitate testate, con ampie immagini in fotogallery.
Chi più chi meno, chi più attento ad onorare “the winers” e i sorrisi smile  della Festa, chi più attento ad immortalare “Momenti di tensione fra i giocatori del Corbola e la terna arbitrale al Gabriellli” piuttosto che celebrare le “facce smile” dei winners del Calcio Finali Uisp, cioè quelli che …”trionfano S.Margherita e Chioggia” , come scritto nel titolo sotto la foto.

 

 

Intendiamoci, tutto vero e giusto come ‘sottilineatura’ per certe cose che non vanno. Come a tal proposito devo segnalare  le troppe offese ‘cantate’ dagli Ultras del Corbola sulla tribunetta del Dabrielli, da dove peraltro hanno altresì lanciato in campo (nell’intervallo tra le due finali) diverse bottigliette che sono state recuprate in un sacco di plastica da parte dei dirigenti Uisp , in particolare da Brazzo e Ruzzante.

 

 

Ma noi dobbiamo onorare soprattutto il ‘lavoro positivo’ di tutte le componenti Uisp per la loro valenza sociale , come ho direttamente riconosciuto sia alla ‘solita coppia’ Fabiano & Grimaldi della Uisp Calcio che a Massimo Gasparetto responsabile Uisp ‘generale’ col quale abbiamo parlato anche  della necessità di trasmettere messaggi/testimonianze  positivi in rappresentanze di tante altre Associazioni sportive e Culturale e di Solidarietà che caratterizzano la Uisp in linea con l’acronimo Unione Italiana Sport per tutti.

 

 

Per tutto questo voglio riproporvi per quanto riguarda la cronaca/partite e perché meritevole, il reportage completo by Marco Bellinello de La Voce di Rovigo, mentre nell’Extratime oltre alla solita fotogallery con didascalie, faremmo adeguati ampi commenti sul Cerimoniale & Dintorni, anche per sottolineare l’impegno e la sensibilità sportiva e familiare di alcuni speciali addetti ai lavori ( come Adriano Martinelli magazziniere del Gabrielli) e di quella che ‘regna’ sia in casa Uisp’ sia a livello di Comitato che dei vari settori Tecnici e Arbitrali.

 

 

PRIMA NEWS/ FINALE COPPA UISP/ VITTORIA DEL SANTA MARGHERITATAGLIE SUL CORBOLA ( Il grande caldo ha condizionato la sfida. Due espulsi. / Il Santa Margherita fa... Baccan! /Il numero nove punisce il Corbola )

CORBOLA – SANTA MARGHERITATAGLIE  0 – 1
<< CORBOLA: Sivieri, Bruscaglini, Mantovani (30'st Sivieri E.), Carlini (14'st Bovolenta), Bergamini R., Turla (26'st Vicentini), Rossi, Bergamini A., Taschini (10'st Bianchi), Lafsahi (27'st Fornaggio), Bertolaso. A disp.: Crepaldi. All.: Sivieri
SANTA MARGHERITATAGLIE: Boron, Gusella, Chiampan (5'st Carta), Carpi, Bettonte (28'st Rossin), Valandro, Morato, Santinello (1'st Coletta), Baccan (40'st Ghirardo), Pasotto, De Santi. A disp.: Guarato, Carta, Bulbarella, Frigo, Gaffo, Valarin. All.Gaggiofatto
Arbitro: Bellucco
Rete: 32'st Baccan
Espulsi: Bergamini A. (C), De Santi (Sm)

 

 

CRONACA ( Il numero nove punisce il Corbola )

<< ROVIGO - Il Santa Margherita Taglie alza al cielo la Coppa Uisp. I bassopadovani battono il Corbola nell'antipasto della finale del campionato, in virtù di un gol di Baccan a un quarto d'ora dalla fine. Una finale, quella giocata allo stadio Gabrielli, molto ondizionata dal caldo che ha pesato parecchio sulle gambe dei giocatori.
Alla fine sarà proprio la maggior tenuta atletica a premiare il Santa Margherita, compagine padovana affidata a mister Gaggiofatto.
Davanti a una bella cornice di pubblico, con una nutrita presenza di tifosi bassopolesani, nel primo tempo è il Corbola a rendersi maggiormente pericoloso, anche se non mancano le sortite da parte del Santa Margherita.

 

 

In avvio Baron è costretto a mettere i pugni su una punizione di Roberto Bergamini.
Poco dopo Taschini spreca da buona posizione. Al 20' De Santi va giù in area ma per l'arbitro Bellucco non ci sono gli estremi per la massima punizione.
L'occasione più ghiotta capita sui piedi di Roberto Bergamini, che al 26' si fa ipnotizzare da Boron in uscita.
La risposta del Santa Margherita arriva poco dopo, quando anche De Santi non riesce a infilare la palla in rete da ottima posizione. Sul finire di tempo, il Corbola reclama un calcio di rigore, ma l'arbitro ammonisce Mantovani per simulazione.

 

 

Nella ripresa cambia il copione: il Corbola cala vistosamente, mentre il Santa Margherita prende in mano le redini del gioco. Il bello e il cattivo tempo lo fa Baccan, che tra il 10' e il 20' fallisce tre ghiotte occasioni da gol. Ci prova allora De Santi, ma il suo diagonale fa la barba al palo.
L'unico sussulto del Corbola si registra poco prima della mezzora, quando Bianchi da posizione ravvicinata trova l'opposizione di Boron. Poco dopo arriva il gol che decide il match: Baccan si fa trovare pronto su un lungo traversone e in scivolata batte Sivieri.

 

 

L'ultimo acceso quarto d'ora di gioco vede le espulsioni di Alessandro Bergamini da una parte e De Santi dall'altra.
Il triplice fischio finale spezza una volta per tutte le velleità del Corbola, che se la prende con l'arbitro, mentre il Santa Margherita ebbro di gioia può festeggiare la conquista di un trofeo da tanto desiderato.>>

 

 

SECONDA NEWS/ FINALE CAMPIONATO UISP 2012/13/ SCUDETTO AL CHIOGGIA VINCENTE AI RIGORI ( 1-1 dopo tempi regolamentari) SULLA PORTOTOLLESE
( Gli uomini di Sambo trionfano al Gabrielli / Chioggia, benedetti 11 metri/ Come nella finale del 2011 i veneziani battono la Portotollese ai rigori /

CHIOGGIA – PORTOTOLLESE (1 - 1 dtr) 4 - 2 dcr
CHIOGGIA: D'Angelo (1'st Boscolo Al.) (42'st Marzilano), Boscolo An., Baldin M., Boscolo E. (28'st Colombo), Bonivento, De Ambrosi, Doria C. (20'st
Sarcinella), Tiozzo (1'st Nordio), Fabris, Doria A., Filippi (24'st Casette). A disp.: Tessarin, Baldin. All. Sambo
PORTOTOLLESE: Pregnolato, Mancin (10'st De Bei F.), Marchesini, Tessarin (5'st Franzoso) (39'st Fonsato M.), De Bei G., Broggio, Feggi, Farabuttin (32'st
Fonsato G.), Zerbin, De Bei E., Marangon S. A disp.: Trombin, Crepaldi, Stoppa, Zago, Marangon A. All. Bellan
Arbitro: Meneghini
Reti: 8'pt De Bei E. (P), 10'st Nordio (C)
Sequenza rigori: per il Chioggia: (parato), Fabris (gol), De Ambrosi (gol),
Bonivento (gol); per la Portotollese: De Bei E. (gol), Feggi (palo), De Bei F.
(parato), Marangon S (fuori)

 

 

ROVIGO - E’ il Chioggia a laurearsi campione provinciale Uisp.
I veneziani si impongono al termine di una lunga ed equilibrata sfida con la Portotollese, vincendo ai calci di rigore ( 1-1 al termine dei 90 minuti) La miglior precisione dagli undici metri dei chioggiotti è valsa la vittoria dell’ambito trofeo.
La partita comincia a ritmi blandi, ma il primo sussulto vede la Portotollese trovare subito il vantaggio.
Merito di una punizione-capolavoro di Enrico De Bei, che da 35 metri infila la palla all'incrocio dei pali.

 

 

Nulla da fare per D'Angelo. Il Chioggia prova faticosamente a rispondere, ma i bassopolesani sono bravi a contenere. Poco dopo la mezz'ora due colpi di testa
mettono paura ai biancazzurri: il primo, di Tiozzo, finisce tra le braccia di Pregnolato; il secondo, di De Ambrosi su calcio d'angolo, colpisce in pieno il secondo palo.
Scampato il pericolo, la Portotollese si rifà avanti, con Stefano Marangon, che prova la botta centrale, D'Angelo però non si fa sorprendere.
Si va così all'intervallo sull'1-0 per i deltini.

 

 

Qualcosa cambia nella ripresa. L’equilibrio registrato nella prima frazione si spezza, perché i portotollesi iniziano a sentire la stanchezza, mentre il Chioggia si fa più pimpante. Al 10' la squadra di Sambo trova con un guizzo il meritato pareggio: su un lungo traversone spunta il neo entrato Nordio che da pochi passi infila Pregnolato.
Il Chioggia a questo punto ci crede e cerca con convinzione il vantaggio. Al 15’ un bel colpo di testa di Fabris va fuori di un soffio. Al 29’ lo stesso Fabris coglie in pieno la traversa, ma il gioco era stato interrotto per offside.

 

 

Nel finale si rivede la Portotollese. Al 37’ il portiere Boscolo, subentrato a inizio ripresa a D’Angelo, alza sopra la traversa una punizione di Stefano Marangon.
Al 44’ invece è a dir poco provvidenziale il salvataggio sulla linea di Bonivento, che di testa metta la palla in corner.
Anche dopo il 90’ l’1-1 non si sblocca, pertanto si va ai calci di rigore.
Mister Sambo cambia ancora il portiere, mandando in campo il terzo Marzilano. La sequenza vede incominciare il Chioggia, con Alessandro Doria che si fa parare il tiro da Pregnolato. Coi successivi tiri dal dischetto viene però confermata la regola secondo cui a prevalere è la prima squadra a sbagliare.

 

 

Infatti la Portotollese, dopo aver segnato con Enrico De Bei, sbaglia tre rigori. Per il Chioggia invece segnano Fabris, De Ambrosi e Bonivento. Alla fine è l’errore di Marangon, che calcia fuori, a consegnare la coppa del campionato nelle mani del Chioggia.
La festa al Gabrielli è tutta per il Chioggia che ripete lo stesso successo del 2011, quando i veneziani superarono sempre ai rigori la Portotollese nella finale del campionato Uisp.>>

 

 

MAIN NEWS ( di Sergio Sottovia) / TRA FESTEGGIAMENTI E CERIMONIALE AL GABRIELLI, TRA OSPITATE & BACKSTAGE FINO ALL’ULTIMA PUNTATA DI CHIUSURA STAGIONE 2012/13 NELLA TRASMISSIONE TELEVISIVA “ PIANETA UISP OGGI” SU PRIMA FREE ( IERI SERA 18.06.2013) CON SUPEROSPITI CHIOGGIA, SANTA MARGHERITATAGLIE, ARIANO

La “Giornata finale” al Gabrielli è la certificazione dell’importanza del movimento calcistico griffato Uisp. Quello dei timonieri Mario Fabiano & Gianni Grimaldi,  quello del Settore Tecnico Arbitrale con a capo Gianni Brazzo,  quello della Giustizia Sportiva affidata a Gianfranco Munari avvocato ‘on the road football’.
Ma anche di tutt i suoi componenti e della tantissime società affiliate, che peraltro hanno ottenuto successi importanti sia a livello provinciale che regionale e nazionale.
Perciò il cerimoniale delle premiazioni, visto le premesse e i tanti presenti sportivi (in primis Luca Pavarin presidente Rovigo Lpc) e istituzionali al blasonato stadio Gabrielli,  ha assunto i sapore del riconoscimento del merito sia sportivo che più ampiamente formativo / educativo verso tutto il mondo amatoriale, dai giovani ai meno giovani.
Ai quali peraltro la Uisp da due stagioni ha voluto dare ‘voce e immagini’ attraverso tante ‘riprese televisive’ sia in campo per le partite che in studio a Rovigo con le tante ospitate settimanali del venerdì su Prima Free nella trasmissione “Uisp Pianeta Oggi’ di cui peraltro vi abbiamo dato conto anche noi qui su www.polesinesport.it settimanalmente ( nella rubrica Polesine Gol) pubblicando la foto certificativa degli ospiti in studio.
Come facciamo peraltro questa volta  qui dentro questa rubrica per  gli ospiti dell’ultima puntata della stagione.
Quella nella quale per motivi personali non ha potto essere presente Gigi Patrian conduttore storico e che perciò per l’occasione il sottoscritto ha eccezionalmente condotto in tandem con Mario Fabriano. Snocciolando peraltro tutti i nomi dei ‘Campioni & Winners” della stagione 2012/13 e soprattutto dando la parola ai graditi ospiti presenti.
Vale a dire i rappresentanti del Chioggia e del Santa MargheritaTaglie in quanto winners del “Sabato Uisp al Gabrielli”  più i rappresentanti del Gs Ariano in quanto Campione d’Italia 2012 e in partenza per Rimini per cercare di bissare il successo tricolore.
Perciò doverosamente ricordiamo , come da ultimo Comunicato numero 36 del 18 giugno 2013, che nella finalissima di Campionato a 11 lo scudetto provinciale è andato al Chioggia che al Gabrielli ha superato la Portotollese ( 1-1 al termine dei tempi regolamentari ma 4-2 dcr).
Altresì segnaliamo che la Coppa Uisp ( denominata Memorial Angelo Menegato) è andata al Santa Margheritataglie winner 1-0 vs Csm Corbola grazie a match winner Sonny Baccan.
Tutto questo ripreso  dalle telecamere di Prima Free allo stadio Gabrielli di Rovigo appunto sabato con la cronaca/commento di Gigi Patrian e il supporto dei commenti flash del sottoscritto.
Come peraltro è successo la settimana prima quando Prima Free , grazie ad Alessandro Brunello in veste di cameraman, ha ripreso sul neutro di Corbola la finalissima della Coppa Amatori che ha visto la squadra emiliana del Mesola aggiudicarsi per 1- 0 (rigore trasformato da Taschin) sui padovani del Piacenza d’Adige.
Mentre sempre in settimana, sul neutro di Villadose ad aggiudicarsi la finalissima per la Coppa Disciplina è stata la squadra padovana del Palugana United a spese della Portotollese , guarda caso battuta anche stavolta, come al Gabrielli, battuta per 4-3 dopo calci di rigore ( sempre 1-1 dopo tempi regolamentari).
Altre segnalazioni importanti? Intanto che il capocannoniere del campionato è stato Roberto Fabris del Chioggia coi suoi 33 gol ( peraltro 40 alla fine dei play off e della finalissima vinta al Gabrielli).

E poi che il CT Ciro Liotto ha vinto a Montesilvano con la sua Rappresentativa Uisp Rovigo addirittura il titolo di Campione d’Italia 2013.
Per tutto il resto, sul Campionato di calcio a 5 e su quello Over 35 abbiamo già detto tutto durante la stagione agonistica e anche televisiva,
Giova però ricordare che il Calcio Rovigo Over 35 si è aggiudicato il titolo 2013 allo stadio Mazza di Ferrara e adesso proverà ad andare a vincere il titolo nazionale a Rimini.
Ma a proposito della fase finale nazionale di Rimini, voglio ricordare che la Uisp di Rovigo del presidente Gianni Grimaldi è ampiamente rappresentata e fiduciosa, come peraltro la Uisp Veneto del presidente Mario Fabiano.
E ve ne diamo dimostrazione segnalando che a Rimini a rappresentare il Veneto per il Calcio a 5 ci saranno le squadre del Lusia, Ariano e Trecento Bonavigo (veronese e winner titolo regionale); per il calcio a 11 ci sarà la squadra veneziana del Santa Bertilla campione regionale; per gli Over 35 ci saranno il Rovigo Calcio Over 35 e i veneziani dello Straelle Over 35.
Ma avranno l’onore del palcoscenico nazionale di Rimini i seguenti rappresentanti arbitri/assistenti designati dal STA: cioè per il Calcio a 11 il padovano Brasola e il rodigino Maggiolo; per il Calcio a 5 il tandem veneziano Palasgo e Vanzan; quindi i due ‘osservatori’ Mancanzin ( veneziano) e Andriotto ( rodigino).
Praticamente tutta una serie di impegni e di successi che fa onore a tutto il movimento Uisp del presidente Massimo Gasparetto, col quale ho parlato a lungo allo stadio Gabrielli, anche con riferimento a tutte le altre attività socio – culturali . ricreative che fanno capo alla Uisp  dando attenzione interdisciplinare sia ai giovani che ai più maturi e anche vecchi, una parola questa che non ha niente di dispregiativo perché è sempre più una risorsa al servizio dei giovani e della società.
D’altra parte , al di là dei numeri ( che sono ‘importanti’) , lo stesso Mario fabiano ha sottolineato l’importanza dello Sport come fattore di buona salute sia per l’individuo che per la società di riferimento “ perché oggi lo sportivo è uno che si tiene allenato e accetta di svolgere quei controlli che lo allontanano dai pericoli”.

 


EXTRATIME by SS/  La cover è per il trio Uisp con Grimaldi che premia Liotto sotto lo sguardo di Fabiano e di ‘capitan winner’ del Chioggia sullo sfondo.

Per quanto riguarda la fotogallery pariamo subito dallo Stadio Gabrielli proponendo il “noto quartetto con l’arbitro Belluco” che ha diretto la finale valida per la Coppa Uisp ( tra i capitani del Corbola e del Santa Margeritataglie ( maglia bianca).
Ma mi piace sottolineare l’orgoglio di Antonio Boscolo da Porto Tolle , l’assistente ( secondo da sx) per essere rientrato dopo lunghi mesi a svolgere la sua ‘passione sportiva’ dopo una difficile operazione all’anca che ha richiesto … volontà e rieducazione dell’arto interessato.
A seguire la squadra del Corbola ( maglia rossa) e del Santa MargheritaTaglie ( maglia bianca) prima del match.
Poi la foto by tribuna Gabrielli perché proponiamo Dino Caporali e Ongaro Flavio noti insegnanti STA per i nuovi e vecchi arbitri, sia sul campo che durante corsi nuovi e di aggiornamento oltre che in stage regionali/nazionali.
Passiamo quindi alla partita valida per il titolo di campione Uisp 2013, proponendovi innanzitutto il noto quartetto arbitrale ( Maggiolo, Meneghini, Lavezzi, Andriotto) , quindi in maglia blu il Chioggia e a seguire i bianchi della Portotollese nel pre-partita.
Quindi tutta la fase del cerimoniale con la premiazione delle quadre e personaggi Story già citati e che perciò non hanno bisogno di ulteriori indicazioni.

Se non la foto che mostra Grimaldi a fianco di Gianni Brazzo mentre premia bomber Fabris del Chioggia ( maglietta blu al collo sopra la maglietta con la scritta “Grazie Betty”, per onorare la moglie di capitan Alessandro Donà prematuramente scomparsa ma sempre ‘presente e viva’ nel cuore di tutta la squadra lagunare)
Dopo la foto che ha visto , per conto del Comune di Porto Tolle, l’assessore Siviero e il vicesindaco Mancin premiare col gagliardetto del loro Comune, i rappresentanti della Uisp
Gianni Grimaldi & fabiano, presentiamo come last photo le due foto certificative dell’ultima ospitata che questa settimana ha chiuso la stagione televisiva su Prima Free dedicata a “Uisp Pianeta oggi”.
Nello specifico dell’ultima foto segnaliamo in piedi da sx Sergio Sottovia, Gianni Grimaldi, Giuseppe Scarparo (team manager Santa Margheritataglie) , Alessandro Brunello (patron Prima Free), Mario Fabiano, Fernando Callegari ( ‘anima’ Gs Ariano; accosciati Thomas Crepaldi (portiere Gs Ariano), Alessandro Donà (capitano del Chioggia), Andrea Morato ( capitano Santa MargheritaTaglie).

 

E a conferma di quanto siamo importanti le STORIE in the world come questa griffata Uisp ecco la certificazione datata 19.06.2013 che questo sito www.polesinesport.it (proprio perchè by Sergio Sottovia & Friends") ha superato i 230/mila contatti e le oltre 380/mila pagine viste , senza facebook, senza twitter, senza linkedin e senza pubblicità anche se offertami.

Insomma una 'pazzia amatoriale' come quella della Uisp by Grimaldi, Fabiano, Gasparetto , ma con tanta dedizione professionale by heart dilettantistico, al servizio di Sport & Life.


Sergio Sottovia
www.polesinesport.it