In EUROPA sconfitto Benetton vs Leinster e pari amaro Zebre vs Bristol/ E Rugby Rovigo batte Petrarca 10-3 in finale di Coppa Italia


18/01/2020

Fermo il Campionato è stata comunque gran giornata per le due squadre italiane impegnate in Europa. Infatti in Champions il Benetton Treviso allo Stadio Monigo di Treviso ha perso solo 18-0 contro Leinster capolista, così come in Challenge Cup le Zebre hanno subito il pareggio solo al fotofinish vs Bristol Bears.
Ma questo week end ha presentato anche la storica finale di Coppa Italia 2020 allo stadio Mario Battaglini tra la Rugby Rovigo Delta e il Petrarca , con i Bersaglieri winners 10-3.
Come ben spiegano in sequenza news tutti i seguenti reportage ufficiali sia della società rodigina che della Federugby per quanto riguarda soprattutto le partite ‘europee’; tuitto documentato anche in fotogallery.

Fermo restando che in Challenge vale la pena di ricordare che il Calvisano ha perso seccamente in Galles 62-3 contro i fortissimi Blues Cardiff.


FIRST ANTEPRIMA NEWS  ( di Agnese Sartori, Comunicato n. 63 del 10.01.2020 ) / FEMI-CZ RRD: LA TRASFORMAZIONE DIGITALE PARTE DAL RUGBY

La trasformazione digitale parte dal Rugby
Al via un percorso di formazione realizzato dalla RRD e dallo sponsor Archimedia dedicato a professionisti e imprenditori-

 

 

 

Un piano di allenamento dedicato agli imprenditori che vogliono sfruttare concretamente le opportunità di internet. La Rugby Rovigo Delta ha creato un percorso formativo, aperto a tutte le imprese, per accompagnarle nella trasformazione digitale.
Lo sponsor Archimedia, azienda che si occupa di Inbound Marketing, mette a disposizione le proprie competenze per formare liberi professionisti, imprenditori, commerciali e responsabili marketing.

In concreto, ci saranno tre workshop dedicati al mondo digitale. Il primo è “Inbound: oltre il web marketing”, un corso per scoprire il metodo più aggiornato e completo di marketing digitale, due volte più potente del web marketing. Attraverso l’Inbound infatti, è possibile ottenere ottimi contatti che richiedono preventivi sfruttando al 100% tutte le potenzialità di un sito, dei social network e di Google.

 

 

 

Nello specifico, al corso verrà spiegato come arrivare primi su Google, come ricevere richieste di preventivo direttamente dal sito in modo automatico e come gestire commercialmente i contatti con un software CRM.

Il corso è programmato per il 16 gennaio alle 14.30 e sarà tenuto da Manuel Tuozzi, CEO di Archimedia e massimo esperto in Italia del metodo Inbound Marketing applicato a progetti aziendali.
È ancora possibile iscriversi a questo link: https://www.archimedia.it/corsirugbyrovigo
o mandando una mail a marketing@rugbyrovigodelta.it

 

 

 

Manuel Tuozzi, che sarà il coach di questo percorso, presenta così l’appuntamento: “Essere un tifoso della Rugby Rovigo Delta è molto più che seguire un campionato. Sostenere questo sport è un privilegio che ci proietta all’interno di una comunità. Con questo spirito, Archimedia ha deciso di fare parte della comunità mettendo a disposizione le proprie competenze per condividerle con le imprese che vogliono utilizzare il sito internet in modo consapevole ed efficace”.

Il percorso formativo sarà anche l’occasione per conoscere la rinnovata Sala Consiliare della Tribuna Lanzoni, uno spazio che la società vuole rendere accogliente e aperto a tutti i sostenitori del mondo ovale. Con questo progetto Rugby Rovigo Delta conferma ulteriormente la propria volontà di essere sempre di più un luogo inclusivo in cui si possano coniugare Sport, Network e Business.

 

 

 

-
SECONDA ANTEPRIMA NEWS  ( di Agnese Sartori , Comunicato n. 64 del 14.01.2020  ) / FEMI-CZ RRD: PRESENTAZIONE FINALE COPPA ITALIA 2020

Si è svolta questa mattina, martedì 14 gennaio, la presentazione ufficiale della Finale di Coppa Italia 2020 che vedrà la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta affrontare l’Argos Petrarca nel Derby numero 167 sabato 18 gennaio alle ore 15. Nella nuova Sala Consiliare dello Stadio “Mario Battaglini” erano presenti il presidente della FEMI-CZ Rovigo Francesco Zambelli e il Consigliere dell'Argos Petrarca Enrico Toffano, gli allenatori Umberto Casellato e Andrea Marcato e i capitani Matteo Ferro e Andrea Trotta.

 

 

 

A prendere per primo la parola è il presidente Zambelli che ha commentato:” Siamo molto contenti di poter ospitare questa importante sfida qui a Rovigo, un grande riconoscimento va al Petrarca che ha dato la disponibilità di giocare al “Battaglini”. Sia il Rovigo che il Petrarca sono due squadre che ci tengono a fare bella figura ed entrambe si impegneranno molto visto anche che si tratta del Derby. Sono 50 anni che il Rovigo non ha un occasione come questa, quindi speriamo di portare a casa questa vittoria.”

 

 

 

“Speriamo sia una bella giornata di sport per tutti.” - queste le parole dell'ex presidente bianconero Toffano - “abbiamo accettato come luogo della Finale il “Battaglini” perché è il posto ideale per dare prestigio e merito ad una gara così importante.”
A prendere la parola poi sono stati i due coach Casellato e Marcato concordi nel dire che si affronteranno due squadre forti e preparate. “Sarà un bel momento per tutti, soprattutto per i ragazzi.” - commenta Casellato - “ Speriamo vinca il rugby e l’agonismo.”

 

 

 

“Per noi ragazzi la partita con il Petrarca ha sempre quel qualcosa in più.” - è capitan Ferro a prendere la parola - “ siamo molto contenti di fare la finale qui a casa nostra. Per i ragazzi nuovi potrà essere un bel biglietto da visita per capire cos’è il Derby, poi sicuramente con un trofeo in palio è più affascinante sia per noi che per la società e per il nostro pubblico, che ci è sempre vicino.”

 

 

 

In palio oltre al Trofeo della Coppa Italia vi sarà anche l’Adige Cup, istituita dalla Rugby Rovigo Delta e il Petrarca Rugby con l’aiuto del giornalista Ivan Malfatto. “E’ una coppa che dà l’ufficialità a tutti derby. Si lotta anche per questo” - ha concluso Toffano.
Prosegue intanto la prevendita dei biglietti della finale presso la Segreteria della società allo Stadio Battaglini con il seguente orario pomeridiano: dalle ore 15 alle ore 19. Si ricorda che sono in vendita i biglietti per le tribune laterali della Lanzoni e e delle tribuna Quaglio, mentre la Tribuna VIP è riservata esclusivamente agli inviti.

 

 

 

TERZA ANTEPRIMA NEWS ( di Agnese Sartori, Comunicato n. 65 del 17.01.2020 ) / FEMI-CZ RRD: SABATO LA FINALE DI COPPA ITALIA CONTRO ARGOS PETRARCA

Manca un giorno alla Finale di Coppa Italia 2020. ‪Sabato 18 gennaio alle ore 15‬, sarà la cornice dello Stadio “Mario Battaglini” ad ospitare il 167° Derby D’Italia tra la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta e l’Argos Petrarca Padova.
L’importante match, in diretta sulla pagina Facebook della FIR (www.facebook.com/federugby), sarà arbitrato da Manuel Bottino (Roma), coadiuvato dai giudici di linea Gianluca Gnecchi (Brescia) e Vincenzo Schipani (Benevento). Il quarto uomo sarà il signor Filippo Bertelli (Brescia).

 

 

 

Ecco il commento di coach Umberto Casellato prima del match con i tuttineri:”Sappiamo che la partita di sabato sarà difficile, visto anche l’importanza della gara. Affrontiamo il Petrarca, che non ha avuto una prima parte di campionato facile, in quanto ha incontrato fin da subito squadre molto forti. I tuttineri sono molto preparati e hanno un ottimo allenatore, quindi ci aspettiamo una partita dura anche dal punto di vista tecnico-tattico e fisico. I ragazzi sono pronti e si sono allenati bene in queste settimane, quindi siamo fiduciosi e preparati per affrontare la Finale.”

 

 

 

Questo il XV rossoblù pronto a scendere in campo per la Finale di Coppa Italia: Odiete; Barion, Modena, Angelini, Cioffi; Menniti-Ippolito, Piva; Ferro (cap.), Lubian, Ruggeri; Canali, Mtyanda; Pavesi, Momberg, Rossi. A disposizione: Nicotera, Pomaro, D’Amico, Michelotto, Vian, Citton, Bacchetti, Mastandrea.

I botteghini allo stadio sabato apriranno ‪alle 13.30‬. Si potranno acquistare i biglietti al costo di 10 euro per entrambe le tribune. Per gli Under16 l’ingresso sarà gratuito.

 

 

 

PRIMA MAIN NEWS ( by Agnese Sartori, Comunicato stampa n. 66 del 18.01.2020  ) / FEMI-CZ RRD: I BERSAGLIERI SCONFIGGONO I TUTTINERI E PORTANO A CASA LA COPPA ITALIA 2020

Femi-CZ Rovigo v Argos Petrarca Padova 10-3 (0-3) / Coppa Italia, Finale – diretta Facebook.com/Federugby

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 18 gennaio, ore 15
Femi-CZ Rovigo v Argos Petrarca Padova 10-3 (0-3)
Marcatori: p.t. 10’ c.p. Garbisi (0-3); s.t. 53’ m. Ferro tr. Menniti-Ippolito (7-3), 70’ c.p. Menniti-Ippolito (10-3)
Femi-CZ Rovigo: Odiete; Barion (47’ Bacchetti), Modena (63’ Mastandrea, 80’ Pavesi), Angelini, Cioffi; Menniti-Ippolito, Piva; Ferro (cap.), Lubian (58’ Vian), Ruggeri; Canali, Mtyanda (58’ Michelotto); Pavesi (41’ D’Amico), Momberg (41’ Nicotera), Rossi (41’ Pomaro)
a disposizione: Citton
all.Casellato

 

 

 

Argos Petrarca Padova: Riera; Leaupepe, De Masi (62’ Fadalti), Faiva, Coppo; Garbisi, Chillon (68’ Navarra); Cannone, Nostran (54’ Conforti), Trotta (cap.)(68’ Manni); Michieletto (54’ Saccardo), Gerosa; Swanepoel (71’ Mancini Parri), Cugini (54’ Carnio), Borean (54’ Scarsini).
all.Marcato
arb.Manuel Bottino (Roma)
assistenti:Gianluca Gnecchi (Brescia), Vincenzo Schipani (Benevento)
quarto uomo:Filippo Bertelli (Brescia)
Calciatori: Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo) 2/5 ; Garbisi (Argos Petrarca Padova) 1/1
Note: Giornata piovosa, circa 7 gradi. Presenti circa 2700 spettatori
Cartellini: 41’ giallo a Michieletto (Argos Petrarca Padova), 78’ giallo a D’Amico (FEMI-CZ Rovigo)
Man of the Match: Matteo Ferro (FEMI-CZ Rovigo)

 

 

 

 

CRONACA/ É sotto la pioggia che si apre il 167° Derby d’Italia tra la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta e Argos Petrarca Padova. L’importante gara allo Stadio “Mario Battaglini” assegna il trofeo della Coppa Italia 2020 ai rossoblù grazie al risultato finale di 10 a 3.

La partita, davanti ad un numeroso pubblico, vede al 4’ il Rovigo ottenere un calcio piazzato, che però Menniti-Ippolito non mette tra i pali. Al 11’ i tuttineri ottengono a loro volta un calcio a favore e Garbisi mette a segno i primi tre punti. Al 31’ Menniti-Ippolito prova ancora dalla piazzola a centrare i pali, ma sfortunatamente prende la traversa, ancora 0-3. Vari i tentativi al termine del primo tempo di superare la linea avversaria ma la buona difesa dei tuttineri impedisce ai bersaglieri di mettere punti nel tabellone. Le squadre tornano agli spogliatoi con il risultato parziale di 0 a 3.

 

 

 

Il secondo tempo inizia con i tuttineri indisciplinati, è infatti al 41’ che Michieletto esce per un cartellino giallo. Al 53’ i bersaglieri non demordono e dopo una touche sui 5 metri avversari e una serie di pick and go è il capitano dei rossoblù Matteo Ferro ad andare in meta. Menniti-Ippolito centra i pali e trasforma, 7-3. Al 70’ il Rovigo ottiene un calcio a favore e Menniti-Ippolito centra i pali e porta i rossoblù a 10 punti. Al 77’ Menniti-Ippolito prova ancora un calcio piazzato dalla piazzola, ma non centra i pali.

 

 

 

Al 78’ D’Amico viene punito con un cartellino giallo, rossoblù in quattordici. Pochi minuti dopo l’arbitro fischia la fine e decreta vincitore della Coppa Italia 2020 la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta con il risultato di 10 a 3.

I giornalisti accreditati presenti oggi in tribuna stampa hanno nominato Man of The Match Matteo Ferro il capitano del Rovigo. A consegnare il premio è il Consigliere Federale Fabio Beraldin.

 

 

 
Ecco il commento di coach Umberto Casellato:” Sono molto contento della vittoria e se devo dedicarla ad una persona questa è il nostro presidente Francesco Zambelli che non ci fa mancare mai nulla. Ho la fortuna di lavorare con 37 giocatori e tutti i cambi che facciamo sono sempre di grande qualità e quando entrano fanno sempre la differenza. Faccio i complimenti al Petrarca che ha fatto una grande partita. Noi abbiamo centrato il nostro obiettivo e sono contento.”

 

 

 

A prendere la parola è Andrea Menniti-Ippolito:”Giocare contro i miei ex compagni è stato un po’ strano, perché ero contro persone con cui ho giocato per sei o sette anni. Ringrazio il pubblico del Battaglini, che nonostante la pioggia era presente e ci ha sostenuto fino alla fine.”

Infine è il capitano Matteo Ferro a commentare:” La meta l’abbiamo voluta molto, quello che avevo chiesto ai ragazzi, è che tra il primo e il secondo tempo dovevamo scendere in campo come con la partita con il Calvisano. Quest’anno abbiamo la grande qualità che quando acceleriamo riusciamo a concretizzare il nostro lavoro. È stato un lavoro collettivo di voglia e determinazione.”

 

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( by www.federugby.it, 18.01.2020) / A MONIGO LEINSTER SUPERA I LEONI 18 A 0

Marcature: 35’ p. Byrne, 52’ p. Byrne, 60’ meta Doris, 65’ meta Tracy tr. Byrne
Note: 18’ cartellino giallo a Caelan Doris, 41’ cartellino giallo a Irné Herbst
Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward (50’ Antonio Rizzi), 14 Angelo Esposito (76’ Marco Zanon), 13 Luca Morisi, 12 Marco Zanon (69’ Tommaso Benvenuti), 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley, 9 Tito Tebaldi, 8 Toa Halafihi (61’ Marco Lazzaroni), 7 Abraham Steyn, 6 Marco Barbini (C) (52’ Giovanni Pettinelli), 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst (66’ Alberto Sgarbi), 3 Simone Ferrari (52’ Cherif Traore), 2 Hame Faiva (61’ Tomas Baravalle), 1 Federico Zani (12’ Nicola Quaglio)
Head Coach: Kieran Crowley
Leinster Rugby:
15 Jordan Larmour (71’ Rob Kearney), 14 Dave Kearney, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 James Lowe, 10 Ross Byrne (69’ Ciaran Frawley), 9 Luke McGrath (C) (61’ Jamison Gibson-Park), 8 Caelan Doris, 7 Josh van der Flier, 6 Max Deegan (57’ Rhys Ruddock), 5 James Ryan, 4 Devin Toner (69’ Ross Molony), 3 Andrew Porter (52’ Tadhg Furlong), 2 Sean Cronin (52’ James Tracy), 1 Cian Healy (17’ Peter Dooley)
Head Coach: Leo Cullen

 

 

 

 
Allo Stadio Monigo, nel sesto round di Heineken Champions Cup, i Leoni ospitano il Leinster Rugby. Gli uomini di coach Crowley cominciano il match nella maniera migliore chiudendo gli avversari nella propria metà campo.
I Dubliners in almeno un paio di occasioni sono costretti a ricorrere al fallo per placare le avanzate dei Leoni, con quest’ultimi che preferiscono andare in touche per il bersaglio grosso invece di piazzare. Purtroppo la scelta non porta punti anche grazie ad un’astuta difesa di Leinster.
Al 18’ gli uomini di Cullen rimangono in 14 per il giallo a Doris, nonostante l’inferiorità riescono comunque a rendersi pericolosi ed entrare per la prima volta dentro i 22m dei padroni di casa merito delle giocate di McGrath. La difesa dei Leoni è comunque perfetta e non concede punti.

La gara è veramente molto combattuta e si sblocca soltanto al 35’ quando Byrne decide di andare per i pali ed aggiungere tre punti sul tabellino.
Le squadre vanno così al riposo sul punteggio di 3 a 0 in favore degli ospiti.

 

 

 

 

La ripresa comincia con Leinster pronta a mettere sotto pressione i Leoni, un avanti volontario di Herbst costa al seconda linea sudafricano il cartellino giallo.
Al 52’ Leinster trova il modo di allungare ancora con Byrne, ancora dalla piazzola. Il punteggio dice 6 a 0 in loro favore.

Coach Crowley prova a dare una scossa ai suoi cambiando qualche pedina, i neo entrati Traore e Pettinelli provano a portare avanti l’ovale tra la fitta difesa di Leinster, ma al 60’ il terza linea Doris trova la via della meta. Byrne non trasforma.
La stanchezza comincia a farsi sentire e cinque minuti più tardi, Leinster va nuovamente in meta da drive con il tallonatore Tracy, questa volta è precisa la trasformazione di Byrne.
Sono gli ultimi punti messi a segno nel match, nei minuti successivi non accade più nulla di significativo e così Leinster batte i Leoni 18 a 0.

 

 

 

TERZA MAIN NEWS ( by www.federugby.it, Sabato 18 Gennaio 2020 ) / LA DIFESA DELLE ZEBRE CEDE SOLTANTO ALL'80': I BRISTOL BEARS TROVANO ALLO SCADERE IL PAREGGIO NEL 6° TURNO DI CHALLENGE CUP

Parma (Italia) – 18 gennaio 2020
EPCR Challenge Cup 2019/2020 – Pool 4, Round 6
Zebre Rugby Club Vs Bristol Bears 7-7 (p.t. 7-0)
Marcatori: 38’ Tuivaiti tr Canna (7-0); s.t. 80’ Randall tr Sheedy (7-7)
Zebre Rugby Club: Laloifi, Balekana, Bisegni (Cap), Boni, Bellini, Canna, Violi (64’ Renton), Tuivaiti (59’ Giammarioli), Meyer, Licata, Nagle (68’ Biagi), Sisi (52’ Kearney), Zilocchi (59’ Bello), Bigi (56’ Fabiani), Lovotti (52’ Fischetti); All. Bradley

Bristol Bears: Protheroe (62’ Purdy), Morahan, Leiua, Madigan, Fricker, Sheedy, Uren (55’ Randall), Hughes (33’ Luatua, 79’ Dawe), Heenan (Cap), Hamilton, Joyce (64’ Hawkins), Holmes, Thiede (72’ Thomas), Capon (52’ Thacker), Woolmore; All. Pat Lam
Arbitro: Thomas Charabas (Fédération Française de Rugby)
Assistenti: Laurent Cardona (Fédération Française de Rugby) e Vivien Praderie (Fédération Française de Rugby)
Calciatori: Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 1/2, Callum Sheedy (Bristol Bears) 1/1
Cartellini: 38’ giallo a Callum Sheedy (Bristol Bears); 64’ rosso a Johan Meyer (Zebre Rugby Club)
Man of the Match: Jimmy Tuivaiti (Zebre Rugby Club)
Punti in classifica: Zebre Rugby Club 2, Bristol Bears 2
Note: Cielo nuvoloso. Temperatura 8°. Campo pesante. Spettatori 1900. George Biagi e Oliviero Fabiani salgono al secondo posto nella classifica di presenze con le Zebre (117), superando Andrea De Marchi (116).

 

 

 

 

Cronaca: A distanza di 63 giorni dal loro ultimo incontro, Zebre e Bristol Bears sono tornate a sfidarsi. Entrambe inserite per il secondo anno consecutivo nel Girone 4 della Challenge Cup, le due squadre sono scese in campo al Lanfranchi per il 6° ed ultimo turno di coppa. Per le due squadre si è trattato del quarto scontro diretto di sempre, il secondo a Parma dopo la vittoria del 20 ottobre 2018 degli Italiani sugli Inglesi, vincitori viceversa delle altre due sfide disputate all’Ashton Gate Stadium nel 2018 e ancora nel 2019.
Le Zebre danno avvio ai propri 80’ col drop di Carlo Canna. I Bristol Bears risalgono il campo alla mano, aiutati da tre calci di punizione concessi dai padroni di casa nei primi 7’. La difesa italiana è però attenta e aggressiva e non concede nulla al XV di Pat Lam che all’11’ andrà a strappare un ulteriore fallo per un fuorigioco commesso dai multicolor a ridosso della linea di metà campo.

Al 14’ gli Inglesi ci riprovano da una touche nei 22 offensivi dopo una penalità – la quinta delle Zebre – commessa questa volta da Paula Balekana, tardivo a rotolare via da una ruck.

La squadra casalinga fa buona guardia, rubando anche il possesso del pallone e riprendendo a giocare da una mischia a favore nei loro 22, la prima della partita. I primi 20’ vedono gli ospiti padroni di possesso e territorio, ma proprio al giro di boa del primo tempo gli Inglesi concederanno il loro primo calcio di punizione in situazione di mischia chiusa. Canna si appoggia in touche nei 22 rivali, ma il lancio di Bigi è storto ed è nulla di fatto.

 

 

 

 

I giocatori della franchigia federale difendono in maniera sontuosa e al 27’ si rendono autori del loro primo squillo offensivo con un break di capitan Bisegni; il passaggio per il centro della Nazionale era però irregolare e si riparte da una mischia chiusa, la terza della gara. I Bristol Bears vincono la battaglia col pack degli avanti, ma al 31’ si trovano per la prima volta schiacciati nei loro 10 metri per una penalità. Le Zebre alzano i giri del motore, forzando tre penalità consecutive agli ospiti. Al terzo lancio in touche la formazione di coach Bradley arriverà a schiacciare con la carica vincente di Jimmy Tuivaiti. Canna centra i pali e il XV di Pat Lam rientrerà nello spogliatoio sotto di 7 a 0 e penalizzato dell’espulsione temporanea del regista Callum Sheedy, rifiatando sull’ultimo assalto degli Italiani.

Un fallo per parte a inizio ripresa premia i Bristol Bears che al 44’ ripartono da un lancio in touche nei 22 avversari. Nagle ruba l’ovale in rimessa laterale e innesca l’azione offensiva dei suoi che si spegne però su un tenuto-a-terra. Spartiti invertiti in questo inizio secondo tempo, con gli atleti di coach Bradley costantemente nella metà campo inglese nel primo quarto d’ora di gioco e vicini al colpo del + 10 sul tentativo della piazzola di Carlo Canna. Al 56’ un fallo per proteste costerà 30 metri di campo alle Zebre che cominciano a mostrarsi anche più indisciplinate.

 

 

 

Nei minuti centrali della ripresa la formazione d’Oltremanica prova a costruire alla mano, galvanizzata dalla nuova inerzia della gara, ma i padroni di casa sono solidi in difesa e al 61’ andranno a strappare un altro calcio di punizione a favore. Al 64’, nel momento di massimo equilibrio, cresce però il boato del pubblico del Lanfranchi per il cartellino rosso estratto ai danni di Joahn Meyer, il cui placcaggio alto è stato ritenuto da Charabas oltre un certo limite.

Le Zebre non demordono e, nonostante l’uomo in meno, si rendono pericolose nelle loro manovre offensive, andando però a commettere al 75’ sealing-off col neoentrato George Biagi. I Bristol Bears si ripresentano nella metà campo italiana e, dopo aver forzato un’altra penalità per un placcaggio non chiuso, si appoggiano in touche nei 5 metri offensivi, perdendo però il lancio in rimessa laterale. Renton libera al piede ma i Bristol Bears risalgono il campo per i troppi calci di punizione commessi dalle Zebre. A tempo rosso Randall troverà il varco vincente e andrà a schiacciare. Sheedy trasforma e fissa il punteggio finale sul 7 a 7.
Nei prossimi tre fine settimana le Zebre saranno libere da gare ufficiali. I sedici atleti della franchigia federale convocati dal ct dell’Italia Franco Smith si ritroveranno domenica 19 gennaio a Roma per il prossimo ritiro della Nazionale in vista del Guinness Sei Nazioni 2020, mentre i rimanenti giocatori multicolor si raduneranno nuovamente alla Cittadella del Rugby di Parma mercoledì 29 gennaio.

 

 

 

Di seguito risultati e calendario della Pool 4 dell’European Rugby Challenge Cup 2019/20:
Round 1
Sabato 15 Novembre 2019, ore 20.45 – Stade Français 11 vs CA Brive 27 (0-4)
Sabato 16 Novembre 2019, ore 15.00 – Bristol Bears 59 vs Zebre Rugby Club 21 (5-0)
Round 2:
Venerdì 22 Novembre 2019, ore 20.00 – CA Brive 0 vs Bristol Bears 36 (0-5)
Sabato 23 Novembre 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Club 12 vs Stade Français 13 (1-4)
Round 3:
Sabato 7 Dicembre 2019, ore 15.00 – Bristol Bears 37 vs Stade Français 11 (5-0)
Sabato 7 Dicembre 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Club 27 vs CA Brive 24 (5-1)

 

 

 

Round 4:
Vendrdì 13 Dicembre 2019, ore 20.00 – CA Brive 24 vs Zebre Rugby Club 10 (4-0)
Sabato 14 Dicembre 2018, ore 21.00 – Stade Français 16 vs Bristol Bears 18 (1-4)
Round 5:
Sabato 11 Gennaio 2020, ore 15:00 – Stade Français 24 vs Zebre Rugby Club 29 (1-5)
Sabato 11 Gennaio 2020, ore 15.00 – Bristol Bears 52 vs CA Brive 3 (5-0)
Round 6:
18 Gennaio 2020, ore 15:00 – Zebre Rugby Club 7 vs Bristol Bears 7 (2-2)
18 Gennaio 2020, ore 15:00 – CA Brive 33 vs Stade Français 29 (5-2)
Quarti di finale: 3/4/5 Aprile 2020
Semifinali: 1/2/3 Maggio 2020
Finale 2020 – Stadio de Marsiglia, Francia
Finale European Rugby Challenge Cup – Venerdì 22 Maggio 2020
La classifica del girone 4 della Challenge Cup dopo il 6° turno: Bristol Bears 26, CA Brive 14, Zebre Rugby Club 13, Stade Français 8

 

 

 

EXTRATIME by SS/ Prima di tutto vengono i lettori di www.polesinesport.it e il fatto che non potevo saltare di raccontare la finale storica della Coppa Italia ‘vista da vicino’ ; cioè dallo stadio Mario Battaglini di Rovigo al di là del fatto che non potevo entrare dalla ‘zona accrediti’-
E allora, quando sono arrivato alla ‘Zona Accrediti’ e anche il dg Roberto Roversi mi ha spiegato che …sì l’avevo richiesto per tutta la stagione ma che la finale di Coppa esulava dall’accredito in essere per le partite interne della Rugby Rovigo, beh ne ho preso subito atto e… guardato i tanti tifosi in fila, ho pensato bene di fare quattro passi e di andare a prendermi il biglietto all’entrata per la tribuna Quaglio, dove non c’era da fare la fila.

 

 

 

Così mi sono goduto lo spettacolo di un match intenso e imperdibile per il sottoscritto e per il racconto con relativa fotogallery pro PolesineSport in the world, perché considero il Giornalismo per spirito di servizio e non un diritto di accredito; tant'è che nella stagionale Richiesta Accredito alla Rugby Rovigo come alle altre società, ho specificato sempre che "non chiedo la relativa postazione stampa perchè preferisco stare tra i tifosi per trasmetterne le relative emozioni".

 

 

 

 

Detto questo eccovi in cover Matteo Ferro man of the match e capitano dei Bersaglieri della Rugby Rovigo Delta vincente la Coppa Italia vs Petrarca Padova.

Quindi in apertura di fotogallery, dal cerimoniale di presentazione finale Coppa Italia ecco in piedi da sx Marcato , Trotta , Toffano trio Petrarca  e quindi Zambeli, Ferro, Casellato trio Rugby Rovigo Delta.

 

 

 

A seguire tutta la serie di immagini trasmesseci by Agnese Sartori – Ufficio Stampa Rugby Rovigo Delta – che pubblichiamo volentieri come abbiamo sempre fatto, perché mostrano la battaglia tra giganti nel fango dello Stadio Battaglini, fino al cerimoniale delle premiazioni comprese, con i Bersaglieri in festa sul podio insieme a capitan Matteo Ferro e ..trofeo.
A seguire oltre ad una immagine dedicata al match Benetton – vs Leinster e a l match Cardiff vs Zebre ( una per ogni specifica Main News) vi proponiamo altresì tutti i nostri personalissimi flash scattati da ‘Tribuna Quaglio” ad onore e gloria di tutti i Protagonisti nel fango , perciò sia i Bersaglieri che i Tuttineri, anche se …quasi non se ne vede la differenza.

 

 

Per una festa che i Bersaglieri rossoblu, anche dopo il cerimoniale delle premiazioni, hanno voluto condividere anche con la tifoseria rossoblu della Tribuna Maci Battaglini & Doro Quaglio, da dove sinceramente anche il sottoscritto ha fatto il tifo per i Bersaglieri.

 

Agnese Sartori & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it