Internazionale “Calcio a 5 Giacciano con Baruchella”/ Intanto i marocchini del Casablanca travolgono i veronesi dell’Avana. E al Bar L’Incontro bomber Galassi si mangia la Mastro Pizza Team


23/07/2011

Senza contare le squadre dei Big Fish, ASD Azzurra,  Atze Menà, Frecce Gialle e ...le altre squadre in foto. Tutto questo nel torneo sotto l’egida della Uisp di Rovigo e dei suoi ‘noti’ arbitri forgiati dal tandem dirigenziale Grimaldi – Fabiano.  Per un’organizzazione che è praticamente ‘summertime forever’, in campo nei vari torneo notturni del Polesine e dintorni …lagunari.

Ma noi, lasciando stare la “rotonda sul mare” griffata Uisp a Chioggia, restiamo in casa Polesine e per il made in Giacciano con Baruchella ci affidiamo all’indigeno Michele Guerra, un vero indiano da preservare nella riserva del calcio notturno di una cittadina che ha dato i natali e anche le …pasque a tanti “Campioni & Signori” inseriti per questo nella mia trilogia libraria POLESINE GOL.

QUINDI ECCO IL PRIMO RESOCONTO DEL TORNEO PARTENDO DALLA “PRIMA TRANCHE – QUALIFICAZIONI”
 << Giacciano con Baruchella (18 luglio) – Calcio sotto le stelle in casa de La Gazzella, prosegue con accanimento e spettacolo la seconda edizione del Torneo di Calcetto a 5 di Giacciano con Baruchella. Effettuata una prima trance di incontri che conducono verso le semifinali, in cui combattività ed agonismo a suon di reti non si sono fatti attendere. Otto gli incontri fin qui disputati tra le otto squadre presenti suddivise in due gironi separati, ha segnato le conferme dei vincitori della scorsa edizione padroni di casa Bar L’Incontro e i secondi classificati Casablanca, inseriti nello stesso girone A.

Tra le new entries il Mastro Pizza Team di Baruchella da una parte e l’ASD Azzurra di Castelguglielmo e i vicini Atze Menà di Castagnaro nel girone B, sono stati in grado di dare un tocco in più di qualità ad un torneo che si proietta già per l’edizione del prossimo anno.

Prime due gare di apertura con una serie di gol a senso unico, segnano la supremazia spumeggiante dei marocchini che popolano il Polesine del Casablanca imporsi con un perentorio 14 a 0 sui veronesi dell’Avana Michellorie-Albaredo d’Adige. Derby casalingo già nella prima serata, vede i campioni in carica del Bar L’Incontro trascinati da un incontenibile Daniele Galassi, imporsi con il risultato di 10 a 1 sul giovane gruppo del Mastro Pizza Team, che a discapito del risultato non hanno lasciato vita facile agli avversari.

Spazio al girone B nella seconda serata, sono i polesani dell’Azzurra che si aggiudicano il primo incontro abbastanza equilibrato imponendosi di misura con un 6 a 4 trascinati dalle marcature di Michele Boarati. Più compatti il gruppetto dell’Atze Menà hanno vivacizzato il secondo incontro tutto di marca veronese contro le Frecce Gialle di Angiari. Al termine della diatriba a prevalere è stata la compagine del Menà con un suonante 12 a 4 che non lascia nulla agli avversari.

Ritorno in campo del girone A nella terza serata, inizia con un tranquillo ed equilibrato incontro tra le due sconfitte. Al termine di un botta e risposta di reti, di misura il successo va a favore del Mastro Pizza Team, bravi a non demoralizzarsi dopo una partenza in salita sotto di tre reti. Attesissima la sfida che si preannunciava scoppiettante tra i Casablanca e il Bar L’Incontro, non ha tradito le aspettative. Man mano che passavano i minuti la partita si accendeva di agonismo ed aggressività che hanno duramente tenuto impegnati la coppia di arbitri.

Partita che si concludeva a favore della squadra di Baruchella, abile a trovare il vantaggio ad inizio incontro con Galassi, poi la giusta irruenza sotto rete che ha costretto gli avversari ad inseguire lo svantaggio hanno fatto il resto, mentre gli ospiti presi da uno stato di nervosismo recriminavano sull’operato dei direttori di gara. I primi verdetti arrivavano dalle partite di giovedì, in cui la serata presentava un incontro per girone.

Indiscusso il successo nel girone A del Bar L’incontro, risultato vincitore anche nella terza partita contro l’Avana Michellorie, per loro la prossima sfida sarà il primo incontro delle semifinali contro la seconda classificata dell’altro girone. Dal girone B con il successo sui cugini del Big Fish, l’Atze Menà con un sonoro 8 a 3 si garantiva un posto nelle semifinali; sarà l’attesissima sfida che vedranno opposti l’Azzurra contro l’Atze Menà di domani lunedì 25 per decretare il vincitore del proprio girone che delineerà gli incontri delle semifinali di mercoledì 27, in cui si entrerà nella zona calda del torneo>>.

RISULTATI DELLE PRIME PARTITE DI QUALIFICAZIONE
Lunedì 18 Luglio
A. Avana Michellorie – Casablanca 0 – 14 (0-8) 5 Hettahiry, 4 Ouriga e Chfor, 1 El Jadiani
A. Mastro Pizza Team – Bar L’Incontro 1 – 10 (1-5) 1 Tironi (MP), 3 Galassi e Pigaiani, 2 Saoncella, 1 Vischi, Giardina
Martedì 19
B. Big Fish – ASD Azzurra 4 – 6 (2-3) 2 Sordo, 1 Toniolo e Cavicchioli (BF), 4 Boarati, 1 Zeggio e Viaro (A)
B. Atze Menà – Frecce Gialle 12 - 4 (8-1) 4 Avanzi, 3 Freddo e Boldrin, 1 Poli e Moretto (AM), 3 Cicomascolo, 1 Papalia (FG)

Mercoledì 20
A. Avana Michellorie – Mastro Pizza Team 6 – 7 (3-4) 5 Perandin 1 Folini (AV), 3 Bosco, 2 Pasqualini, 1 Selvatici e Crivellente (MP)
A. Casablanca – Bar L’incontro 2 – 5 (1-2) 1 El Jadiani, Ettahiry rig (C), 2 Galassi, 1 Pigaiani, Giardina, Saoncella (BI)
Giovedì 20
B. Big Fish – Atze Menà 3 – 8 (2-4) 2 Sordo, 1 Zaramella (BF), 5 Boldrin, 2 Freddo, 1 Avanzi (AM)
A. Avana Michellorie – Bar L’incontro 0 – 12 (0-4) 5 Galassi, 2 Cavicchioli M, Romani, 1 Giardina, Pigaiani (BI) >>

EXTRATIME by SS/  Stavolta la cover e la fotogallery non ha bisogno delle didascalie. Come i commenti e le citazioni sui giocatori e sugli arbitri, perché sono i ‘soliti noti’ e stavolta per il sottoscritto ancor più familiari.

Semmai, per il fatto di aver lavorato a Coriano Veronese ai GM e che perciò è ...farina del mio sacco, aggiungo solo che (ma è noto a tutti) ad Albaredo d'Adige è nato Romeo Benetti che non ha bisogno di presentazioni.Tutto eloquente, perciò …alla prossima, aspettando una foto da Michele Guerra in stile Velasquez, col ‘pittore’ dentro il quadro, seppure in un angolino, come sapeva fare lo spagnolo.



Michele Guerra
www.polesinesport.it