Kieran Crowley e Franco Smith by FIR-Italrugby in visita ‘tecnica’ alla Rugby Rovigo di coach Coetzee


09/09/2021

L’importanza di essere campioni d’Italia oppure è l’inizio del nuovo corso della FIR gestione neo presidente Marzio Innocenti? Intanto resta il fatto che lo staff tecnico della nazionale Italiano ha fatto visita sul campo ai “Campioni d’Italia della Rugby Rovigo delta” intervenendo durante l’allenamento gestione neo coach Allister Coetzee.
Comunque la ‘partecipazione diretta’ dei tecnici nazionali Kieran Crowley e Franco Smith durante l’allenamento dei Bersaglieri ha significato speciale, come ben spiega il seguente Comunicato della Rugby Rovigo Delta trasmessoci da Agnese Sartori – solerte addetta stampa della società rodigina, peraltro corredato da relative immagini sulla ‘operatività dei tecnici della Nazionale Italiana.

Per completezza di informazione vi proponiamo altresì in Appendice Flash le ‘SCHEDE’ dei due tecnici Kieran Crowley e Franco Smith , by wikipedia, da dove si evince l’esperienza internazionale che entrambi possono ‘trasmettere’ con visite-interventi tecnici direttamente sul campo durante gli allenamenti delle più quotate società italiane, tanto meglio se come la Rugby Rovigo Delta 2020-21 sotto la guida di coach Umberto Casellato ( giusto ricordarlo) ha conquistato lo scudetto tricolore e quest’anno la società di patron Francesco Zambelli ha intrapreso un new deal ‘a tutto campo’ con l’arrivo del nuovo coach Allister Coetzee , forte di tanta esperienza internazionale.

Per la cronaca e per la storia ricordiamo che assieme ai due tecnci FIR sopracitati, sono arrivati 'in campo' a Rovigo anche il team manager Giovanbattista Venditti, il preparatore atletico Quintin Kruger e gli altri tecnici Marius Goosen, Alessandro Troncon e Andrea Moretti.

 

 

 

MAIN NEWS ( di Agnese Sartori, mail 09.09.2021)/ FEMI-CZ RRD: LO STAFF TECNICO DELLA NAZIONALE ALL’ALLENAMENTO ROSSOBLÙ
Nella sessione di allenamento della mattinata di giovedì 9 settembre, nel campo tre dello Stadio “Mario Battaglini”, i rossoblù hanno ricevuto la visita del capo allenatore della Nazionale italiana Kieran Crowley e del responsabile dell’alto livello Franco Smith, insieme allo Staff tecnico degli azzurri.
“Siamo arrivati a Rovigo per poter spiegare ai giocatori e all’allenatore il nostro progetto.” - commenta Franco Smith -“Il Campionato TOP 10 fa parte dell’alto livello, il nostro obiettivo è quello di poter far realizzare il sogno ai giocatori italiani di poter indossare la maglia della Nazionale maggiore. È un’opportunità per dimostrare loro il nostro impegno.”
“Sono davvero molto contento che lo Staff della Nazionale sia venuto a trovarci questa mattina.” - commenta coach Allister Coetzee -“È andata davvero bene. Secondo la mia filosofia, alleno sempre i giocatori cosicchè possano crescere e raggiungere la Nazionale e questo è ottimo sia per Rovigo che per la Nazionale stessa. Per questo sono contento che Kieran Crowley e Franco Smith siano venuti a Rovigo, per conoscere i giocatori di persona. Sono felice di aver lavorato con loro e di poter continuare questa collaborazione anche in futuro; è una buona opportunità di crescita e miglioramento per i giocatori e per il Club.”

 

 

 

 

APPENDICE FLASH STORY – ( by wikipedia)  BIOGRAFIE DI KIERAN CROWLEY E DI FRANCO SMITH – TECNICI DELLA NAZIONALE ITALIANA E DELLA DIREZIONE DEL RUGBY DI ALTO LIVELLO BY FIR  


KIERAN CROWLEY -SCHEDA -  BIOGRAFIA

Kieran James Crowley (Kaponga, 31 agosto 1961) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 neozelandese, campione del mondo nel 1987 con gli All Blacks. Dal 1º luglio 2021 è il commissario tecnico della nazionale italiana.
Proveniente dalla regione di Taranaki, nell'Isola del Nord, Crowley debuttò a 18 anni per la relativa provincia rugbistica nel 1980; a tale provincia legò tutta la sua carriera nel campionato nazionale, disputando anche tre campionati, durante la stagione invernale dell'Emisfero Nord, in Italia nel Parma[1][2].

Ancora nel 1980 rappresentò la Nuova Zelanda a livello giovanile e, nel 1983, debuttò negli All Blacks in Scozia come sostituto di Allan Hewson[1] durante un incontro infrasettimanale del tour di fine anno nelle Isole Britanniche[3].
Il 1º giugno 1985 disputò il suo primo test match a Christchurch contro l'Inghilterra, incontro nel quale marcò, con sei calci piazzati, tutti i punti che servirono agli All Blacks per battere 18-15 gli avversari; prese poi parte alla Coppa del Mondo di rugby 1987 che la Nuova Zelanda si aggiudicò, e quattro anni più tardi fece parte della squadra che guadagnò il terzo posto alla Coppa del Mondo di rugby 1991.

 

 

 

Dopo il ritiro da giocatore divenne allenatore, e tra il 1998 e il 2007 guidò la provincia di Taranaki sia da assistente che da allenatore-capo[3]; nel 2007 guidò la Nazionale neozelandese Under-19 alla vittoria nel campionato mondiale giovanile, e nel 2008 gli fu offerta la guida della Nazionale del Canada[3]; con tale squadra disputò la Coppa del Mondo di rugby 2011 in Nuova Zelanda e la condusse alla sua prima vittoria dall'edizione 2003, contro Tonga per 25-20[4], e a un successivo pareggio contro il Giappone, che evitarono al Canada l'ultimo posto del girone anche se non raggiunse la qualificazione automatica all'edizione successiva.
Nel 2016 fu di nuovo in Italia ma da allenatore, alla guida tecnica del Benetton Treviso: tra i risultati di maggior rilievo raggiunti figurano la prima qualificazione di sempre ai play-off di Pro14 (nella stagione 2018-19, sconfitti ai quarti di finale da Munster[5]) e il primo storico arrivo di un'italiana alle fasi eliminatorie di una coppa europea, nella Challenge Cup 2020-21: dopo aver battuto Agen negli ottavi[6], la franchise veneta si fermò contro il Montpellier ai quarti di finale[7].
A giugno 2021 conquista alla guida del Benetton Treviso il primo storico successo italiano di un trofeo internazionale in una competizione per club in Pro14 Rainbow Cup[8].
Terminato l'incarico a Treviso, Crowley ha ricevuto dalla Federazione Italiana Rugby l'incarico a C.T. della nazionale maggiore a partire dal 1º luglio 2021[9].

 

 

 

FRANCO SMITH - SCHEDA - BIOGRAFIA
Petrus François "Franco" Smith (Lichtenburg, 29 luglio 1972) è un dirigente sportivo, allenatore di rugby a 15 ed ex rugbista a 15 sudafricano.
Mediano d'apertura nato a Lichtenburg (Provincia del Nordovest), mosse i primi passi rugbistici nella scuola superiore Sand du Plessis; rappresentò i F.S. Cheetahs (Stato Libero) dapprima nella Currie Cup poi, a livello di franchigia, nel Super 14; passato in seguito ai Griquas (Provincia del Capo Settentrionale) e successivamente ai Golden Lions di Pretoria, rappresentò questi ultimi (i Bulls) a livello di franchigia ancora nel Super 14.
Trasferitosi in Europa disputò una stagione in Galles nel Newport; trascorse quindi gli ultimi tre anni di carriera agonistica al Benetton Treviso agli ordini del tecnico neozelandese Craig Green, con il quale vinse due campionati italiani consecutivi, nel 2003 e nel 2004.

 

 

 

Disputò 9 incontri con la maglia del Sudafrica, quattro dei quali in due edizioni del Tri Nations, tra il 1997 e il 1999, con 23 punti totali (2 mete, altrettante trasformazioni e 3 calci piazzati).
Terminata l'attività di giocatore nel 2005, tornò in Sudafrica per assumere l'incarico di allenatore in seconda della squadra dei Cheetahs impegnata nel Super 14.
Nel 2007, quando Craig Green lasciò l'incarico di allenatore del Benetton, divenne tecnico della società trevigiana[1]: il 5 dicembre 2013 la società ha comunicato l'interruzione consensuale del rapporto[2].
Ingaggiato dapprima come allenatore dei tre quarti nello staff tecnico dell'Italia diretto da Conor O'Shea a partire dal gennaio 2020[3], ha ricevuto la promozione a commissario tecnico ad interim per il Sei Nazioni a seguito delle dimissioni di O'Shea dopo la Coppa del Mondo 2019[4]. Ha ricoperto tale incarico sino al maggio 2021, quando la gestione della nazionale è passata al neozelandese Kieran Crowley; Smith è stato così incaricato della direzione del rugby d'alto livello della FIR.

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover un momento topico della ‘esercitazione tecnica’ con la partecipazione di Franco Smith , tecnico FIR.
Quindi in  apertura di fotogallery il trio tecnici con da sx Franco Smith, Kieran Crowley, Allister Coetzee .
A seguire un poker di immagini sulle ‘esercitazioni sul campo’ allo stadio Battaglini di Rovigo con tutti i Bersaglieri attenti e coinvolti.
E dulcis in fundo il poker tecnici formato da Lodi ( coach della Franchigia Polesana Under 19, Franco Smith, Allister Coetzee con la maglia della Rugby Rovigo Delta ‘scudettata’ , Kieran Crowley, davvero u nel poker d’assi tecnico.

Agnese Sartori & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it