La ‘realtà del sogno’ nella ‘pittura eterna e velata’ di Elisa Bertaglia/ In mostra by ESKFF Foundation nel New Jersey e in tour from Arte Fiera di Reggio Emilia, Biennale d’arte di Penne-Nocciano …up to “The Others Art Fair” di Torino


Che l’arte sia un viaggio e un sogno questo ormai è noti a tutti i terrestri. Che l’arte di Elisa Bertaglia sia sempre in tour coi suoi quadri ad …altezza d’uomo, anche questo è noto a tutti.  D’altra parte i giovani sanno correre molto meglio degli old perché non hanno troppa zavorra-memory da portarsi sulle spelle. Come a dire che c’è una bella differenza tra … Atlante e Fetonte, anche se la voglia di volare affonda sempre le sue radici nella memoria propria e quella del suo habitat originale.
Ma per non ripeterci , visto che Elisa Betaglia, come ‘testimonianza’ d’arte’ che sogna una realtà fatta di libertà universale, è di casa su questo sito www.polesinesport.it dove emergere dalle acque è la cosa più naturale del mondo.
Come ha fatto Elisa anche in questo periodo passando dal Summeer Time nel New Jersey al Winter Over 2015 attraverso le sue performance in Mostra …dall’Adriatico abruzzese alla Via Emilia reggiana fino alla foce torinese del suo amato Po che non muore nel Delta , perché è dna originale per Elisa l’acqua, Elisa il Sole , Elisa il Mare Adriatico tutt’uno con quel cielo che wind-dipinge i quadri di Elisa come risposta alla Bob Dylan.
Per tutto questo eccovi in sequenza poker Main News il reportage ‘terreno’ delle quattro tappe significative  dell’Elisa Bertaglia’s tour by art tra sogno e realtà, mentre per gli approfondimenti sulle relative Mostre e per adeguato focus artistico vi sollecitiamo a visitare i vari ‘siti’ organizzativi che vi citiamo per vostra comodità.

ANTEPRIMA FIRST NEWS ( di Elisa Bertaglia, mail 28.06.205) / ELISA BERTAGLIA “IN MOSTRA” NEL NEW JERSEY
<<…Sono felice di informarvi che domani, 29 giugno 2015, si terrà la mia prima mostra collettiva presso la Eileen S. Kaminsky Family Foundation al MANA Contemporary di Jersey City (NJ - USA) per il Summer Gallery Day.
Sono felice inoltre di potervi comunicare di aver vinto una delle sette Residenze d'artista presso la medesima Fondazione, ESKFF, negli studi del MANA Contemporary a partire da aprile 2015.
A seguire potete trovare maggiori dettagli sulla mostra di domani e i link al sito ESKFF per ulteriori informazioni sulle residenze.
Grazie dell'attenzione. / Un caro saluto, Elisa Bertaglia >>

PRIMA MAIN NEWS / MOSTRA BY ELISA BERTAGLIA ALLA SUMMER GALLERY DAY / ESKFF and MANA Contemporary
Monday June 29   / 11 am - 3 pm
Eileen S. Kaminsky Family Foundation
888 Newark Avenue
Jersey City, NJ 07306

eskff.com
manacontemporary.com
info@eskff.com

APPENDICE FLASH NEWS / CHE COS’E’ LA “ESKFF ( and MANA Contemporary”)
The Eileen S. Kaminsky Family Foundation (ESKFF), founded in 2009, is an alternative channel for connecting artists, curators, collectors, galleries, cultural institutions, and the public through exhibitions and programming based on private contemporary art collections.
Dedicated to expanding our understanding of contemporary art, the ESKFF exhibits collections usually hidden from the public eye, enriched by programs that include lecture series by artists and collectors, in order to bridge the gaps within the arts community.
Inspired by her personal experience as a collector, Eileen S. Kaminsky established the foundation to encourage artists, curators, collectors, galleries and cultural institutions to exchange ideas. With the ongoing support of international professionals and scholars, the foundation has established itself as an innovative showcase for contemporary art.

FOUNDER : Eileen S. Kaminsky
Eileen Kaminsky, a native New Yorker brought up in Belle Harbor, is the Vice President of Merchandising Gem Financial Services, and is on the Board of Directors for Exit Art, Hudson Valley Center for Contemporary Art (HVCCA) and formerly, the Friar's Club Foundation. She is a mother of two and grandmother of five great kids, a student of art and French and a graduate from Adelphi University, Suma Cum Laude. She has been a collector since 1990 and has donated works to several museums including the McNay Art Museum in San Antonio, the Tel Aviv Museum of Art and HVCCA.

 BOARD OF DIRECTORS :
•Eileen S. Kaminsky
•Paula Kaminsky Davis
•Mitchell Kaminsky
•Stefanie Frank
•Yigal Ozeri
•Eugene Lemay
•Elisabeth Ramfjord
•Wendy Buckley

SECONDA  NEWS ( di Elisa Bertaglia , mai 23 settembre 2015 ) / ELISA BERTAGLIA “IN MOSTRA” ALLA “ ARTE FIERA DI REGGIO EMILIA”  
<< …Cari amici, sono felice di invitarvi ad Immagina, Arte Fiera di Reggio Emilia, dal 26 al 28 settembre 2015. Sarò presente con una selezione di opere dal ciclo Bluebirds #2, nello stand della Galleria Loppis OpenLab di Parma.
Per qualsiasi informazione potete contattarmi o visitare i seguenti link:
www.elisabertaglia.com ; www.immagina.info ; www.openlabgallery.it.  /
Cliccando sul link giallo qui sotto, potete scaricare il biglietto omaggio per l'ingresso in fiera. / Un saluto, / Elisa Bertaglia >>

TERZA MAIN NEWS / ELISA BERTAGLIA “IN MOSTRA” ALLA  XVIII BIENNALE D’ARTE DI PENNE – NOCCIANO
( Dal 26 al 28 settembre 2015, la Galleria Loppis OpenLab vi aspetta in fiera allo stand G01 ) / Per il sindaco Rocco D’Alfonso << «La Biennale d’arte rappresenta uno degli eventi di maggior spicco del panorama culturale della nostra regione, sia per l’originalità dei contenuti che per il prestigio degli artisti che hanno aderito all’iniziativa».
Per la cronaca la Biennale intende presentare le nuove direzioni di ricerca della pittura contemporanea e della videoarte, tant’è che la rassegna di arte contemporanea si è messa in mostra nelle seguenti tre sedi espositive: la chiesa di San Giovanni Evangelista, il Museo di arte moderna e contemporanea di Penne e il Castello delle arti di Nocciano. )
FLASH INVITO BY ELISA BERTAGLIA ( mail 13.10.2015) / SAVE THE DATE / NADART - 17 ottobre-15 novembre | Penne-Nocciano
( … Cari amici, ho il piacere di invitarvi alla XVIII Biennale d'Arte di Penne, a cura di Martina Lolli e Antonio Zimarino, sabato 17 ottobre 2015, alle 16.30, presso la Chiesa di San Giovanni Battista e il Museo di Arte Moderna e Contemporanea MaMec.
A seguito le info riguardanti la mostra e gli eventi correlati.
Un caro saluto, Elisa Bertaglia)
E POI …
<< Gentilissimi, abbiamo il piacere di invitarvi alle tre mostre del Network NADART, una piattaforma digitale comune ad una serie di partners titolari di progetti culturali già operanti sul territorio abruzzese che utilizzano la cultura come strumento di sviluppo e valorizzazione del territorio.
Le tre mostre, a cura di Antonio Zimarino e Martina Lolli, inaugureranno in occasione della XVIII Biennale d'Arte di Penne-Nocciano, in tre sedi espositive. Di seguito l'invito. Vi aspettiamo! >>

PRIMO FLASH NEWS – BIENNALE D’ARTE DI PENNE - NOCCIANO

DALL’IDEA ALL’AZIONE (1) /  Il disegno come progetto – opera
a cura di Antonio Zimarino e Martina Lolli
DAL 25 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015
sabato e domenica 10.00/13.00 e 16.00/19.00
Sale espositive del Museo delle Arti – Nocciano (PE)
Artisti in mostra:
 Dario Agati / Elisa Bertaglia / Giovanni Blanco / Lucilla Candeloro / Anna Capolupo / Linda Carrara / Pierluca Cetera / Fausto Cheng / Lea Contestabile / Mario Costantini / Luca De Angelis / Lorenzo Di Lucido / Debora Fella / Enej Gala / Ovidiu Leuce / Pierpaolo Miccolis / Lorenzo Modica / Albano Paolinelli / Giorgio Pignotti / Alessia Xausa
Il disegno resta costantemente come primo elemento di concretizzazione di una idea espressiva: è il punto in cui si comincia a verificare la fattibilità, lo sviluppo di idee ed espressioni complesse; tuttavia esso stesso, mostrando l’evoluzione dell’idea, sperimentando, aprendo delle possibilità, diventa molto spesso “opera”, nella quale si coglie il processo dinamico o addirittura, si arriva ad una sua propria compiutezza.

SECONDO FLASH NEWS / BIENNALE D’ARTE DI PENNE - NOCCIANO
DALL’IDEA ALL’AZIONE (2) /  Il video come evoluzione dinamica del segno
a cura di Antonio Zimarino e Martina Lolli
DAL 17 OTTOBRE ALL’8 NOVEMBRE 2015
sabato e domenica 10.30/13.00 e 15.00/18.00
 Giornata del FAI (18 ottobre): museo aperto dalle 9 alle 19
Museo di Arte Moderna e Contemporanea MaMec – Penne (PE)

Artisti in mostra:
Barbara Agreste / Linda Carrara / Di Bernardo Rietti Toppeta / Nunzio Di Fabio / Ryan Spring Dooley / Piotr Hanzelewicz / Camilla Palazzese / Michela Tobiolo
Il disegno diventa spesso l’origine di opere e progetti più complessi sviluppati con altri “media” artistici: se una scultura o una pittura diventano una sorta di sbocco naturale, nella video arte, il disegno diventa una scelta espressiva particolare perché vengono messe insieme due “universi significativi” quello manuale, fisico, analogico della mano che traccia un segno, con quello virtuale, logico e tecnologico della creazione e del montaggio delle immagini in movimento.

CHE COS’E’ IL PROGETTO NADART  ( FONDAMENTA E PROGETTUALITA’ )
Il Progetto / NADART – Network Adriatico Arti
#laculturacheunisce #abruzzo #cultura #adriatico #artecontemporanea #letteratura #eventiculturali #mostre #italy
Rivitalizzare un territorio, aumentare il suo profilo internazionale e migliorare l’immagine agli occhi dei propri abitanti significa dare nuova energia alla realtà di riferimento, migliorare la qualità della vita, ma anche incentivare il turismo, in particolare quello culturale, che rappresenta una risorsa strategica per l’intero Paese.
L’obiettivo di NADART è di creare una piattaforma digitale comune aggregando una serie di partners titolari di progetti culturali già operanti sul territorio abruzzese e di utilizzare la cultura come strumento di sviluppo e valorizzazione del territorio in grado di attrarre nel medio-lungo periodo anche i flussi turistici internazionali.

QUARTA MAIN NEWS / ELISA BERTAGLIA “IN MOSTRA” ALLA “THE OTHERS ART FAIR 2015” DI TORINO
FLASH INVITO BY ELISA BERTAGLIA ( mail 30 ottobre 2015 ) / ( The Others Art Fair, Torino 5-8 novembre 2015)
<< … Sono lieta di invitarvi all'inaugurazione del progetto Freedom, dal 5 all'8 novembre 2015, a cura di Martina Corbetta, Cella C10, The Others Art Fair, Torino.
Sarò presente con un ciclo inedito di dipinti su carta di piccole e medie dimensioni, intitolato Golden Reveries.
Di seguito potete trovare tutte le informazioni riguardanti il progetto curatoriale, la mostra e gli orari.
In allegato un articolo di Elena Giampietri sul  mio lavoro pubblicato sulla rivista Hestetika in ottobre.
Un caro saluto e grazie, Elisa Bertaglia >>

PRIMO FLASH NEWS / LA MOSTRA “THE OTHERS ART FAIR 2015” /  inaugurazione venerdì 5 novembre ore 21.00 / Torino, Ex Carcere Le Nuove /  CELLA C10 >> / ( Project Freedom con Lucas Beaufort, Elisa Bertaglia, Michela Picchi)
"La libertà è quel bene che ti fa godere di ogni altro bene”, Montesquieu.)

Freedom è un progetto a cura di Martina Corbetta i cui interpreti Lucas Beaufort, Elisa Bertaglia e Michela Picchi, trasportati dalla loro più profonda poetica, avvalgono le singole tematiche genitrici e condividono un’esperienza univoca. Pittura, illustrazione e sperimentazione si incontrano e affrontano uno spazio, quello della cella di un carcere, con naturalezza, forza espressiva e, per certi versi, caparbietà per la sicurezza del lavoro corrente.

Nella cella, Golden reveries è il nuovo ciclo di dipinti e disegni su carta realizzato ad hoc da ELISA BERTAGLIA. Varcando la porta, lo sguardo incontra la serie, che si snoda attraverso piccoli pezzi dalla lettura lineare, il cui concetto di reverie, termine francese derivante dalla matrice reve, sogno, è l’interpretazione. [...] L’immagine d’invenzione, fantastica, che sta alla base della reverie, per definizione stessa di Gaston Bachelard (filosofo francese, autore de La poetica della reverie, 1960), si dipana in linguaggio poetico e lirico.

In Golden reveries il linguaggio onirico si sviluppa dalle immagini archetipiche delle reveries, essenza del cogito creativo intrisa di memoria e di ricordo. L’archetipo rappresentato è origine di una nuova mitologia, in cui uomini, animali e paesaggio fanno parte in egual misura di un vocabolario essenziale. [...]
Nella reverie si spiega una rilettura poetico letteraria delle fasi di questo passaggio e si evocano i rituali necessari non per esorcizzarlo, ma per attraversarlo consapevolmente. Forme di una natura fantastica e inesplorata, silenti figure di aironi e lupi, rovesciamenti di orizzonte, rocce celesti e contrastanti sagome geometriche, fragili apparizioni di piccole nuotatrici, generano nell’osservatore uno smarrimento che si spiega attraverso una narrazione lirica e aperta, ricca di citazioni e di differenti livelli interpretativi, ma esplorata seguendo tracce narrative e formali inedite.

 Dalla pittura eterna e velata di Bertaglia all’illustrazione volitiva e determinata di MICHELA PICCHI. [...] In spazi immaginari fluttuano soggetti, scene o scritte che marcano di colpo la memoria. Picchi fa fronte alla vita come un salto nel vuoto, il suo “fare arte” rappresenta perfettamente l’azione. Seguire le passioni, trovare motivazioni e dare tutta l’energia è la ricetta per vivere ciascuno il proprio sogno. I desideri sono chiari, oscuro è il passaggio verso la realizzazione, ma è proprio nel momento della scelta che gli occhi iniziano a vedere. Amante dei viaggi, Picchi trova ispirazione nei suoi spostamenti e così nelle diverse culture, e la costante voglia di spogliare qualcosa di nuovo la rende dinamica e radicale. Attraverso il segno racconta la storia dei suoi dislocamenti. [...] In un’importante intervista, Milton Glaser, designer e illustratore statunitense, celebre per il logo “I love NY” e per il poster di Bob Dylan del ’66, parla della contaminazione e delle influenze che determinate persone possono avere su altre. Chiunque, secondo la terapia della Gestalt, ufficializzata da Fritz Perls, la combinazione di due soggetti può essere tossica oppure salubre e per questo motivo bisognerebbe essere responsabili dei nostri sentimenti senza che gli atri individui dettino le nostre emozioni. [...] Una banana, simbolo pop per eccellenza, forse grazie al grande Andy Warhol; un pennello, che lasciando la sua vernice genera l’universo; donne con volto da tigre o avvolte da serpenti… e poi la sintesi: cerchi nel vuoto in cui alleggerirsi nella propria dimensione. È nello sfondo più compatto che si apre il mondo di Picchi, il nostro.

 E se di fantasticherie e/o altri cosmi vogliamo parlare, incontriamo LUCAS BEAUFORT. Impariamo a conoscerlo. Francese di nascita, Rue James Grant Milne è la via di casa, è la strada e il luogo d’infanzia di un bambino dall’immaginazione accesa. È quell’angolo in cui mostri, frutto dell’irreale fantasia, prendono vita in modo chimerico e illusorio. Spaventato, ma allo stesso tempo affascinato dai film horror, in particolare di Sam Raimi – Samuel Marshall Raimi – famoso per aver diretto La casa e la serie Spider Man, Beaufort si dispone come regista della sua immaginazione. Assillato dalle creature che popolano la sua mente, con sottili linee continue avvera il desiderio, la necessità, di creare i suoi mostri. L’essenza di figure prende corpo oltre l’illusione. Rue James Grant Milne non è solo ispirazione artistica, è la via in cui nasce la sua passione più grande: lo skateboard. [...] Nel 2013 nasce Recover project un progetto che, grazie al successo delle cover tra cui Kingpin, Onboard, Sidewalk, Skateboarder, Skateboarding, The Skateboard Mag, Sugar e Thrasher, racchiude in edizione limitata di 430 copie le più celebri realizzazioni. Love me monster propone la visione completa del percorso artistico di Beaufort, dalle cover Thrasher di Darrell Stanton, ai ritratti a viso coperto di Geoff Rowley (Ph. Davy Van Laere), fino ai disegni su carta. Dalla ballata di Elvis “Love me tender” alla versione pittorica di “Love me monster”, Beaufort parla di sé con immagini e segni, ormai ravvisabili, capaci di raccontare e descrive una vera passione.
Stay gold, tema di The Others 2015, è la possibilità della libera espressione, dell'estrinsecazione attraverso l’arte. Perché se l’arte è la massima manifestazione della libertà è giusto lasciare a ciascun artista l’interpretazione più pura della regola della versificazione in poesia. Filo conduttore sogni, ricordi, viaggi. Gli artisti dimostrano l’attitudine alla disciplina e sono così liberamente esempio dell’autodeterminazione.

EXTRATIME by SS/ La cover è per Elisa Bertaglia 'emanuense della pittura, che, con riferimento alla sua arte,  spiega ‘la realtà dei suoi sogni dipinti” as …goldfinger in movie by arti superiori.
Poi per quanto riguarda la fotogallery , al di là delle immagini espressive di per sé stesse, segnaliamo che l’unica immagine non identificabile direttamente si riferisce alla Mostra di New York …calling…dal 1 maggio al 26 luglio 2015.
Mentre dulcis in fundo riproponiamo ancora Elisa in formato poster e in trio by Banca Sistema come da relativa didascalia incorporata.

Elisa Bertaglia & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it