LONIGO/ Speedway a Squadre – Internazionali d’Italia 2011. Primo MC Olimpia Terenzano, 2° Hellas Verona, 3° La Favorita Sarego di Maida


06/05/2011

Carpanese, Franchetti, Kraljic... Sì, la pista di Lonigo è il palcoscenico ideale dello Speedway “internazionale”. E per noi che abbiamo la fortuna di avere la cronaca by Michele Guerra è un piacere raccontarvi le prestazioni dei protagonisti Carpanese e Maida, Gregnanin e Cavicchioli,. Tanto più che onorano il Polesine, il Veneto e l’Italia in the world. Perciò eccovi titolo e testo/cronaca del nostro Guerra – cantastorie.
LONIGO ( Speedway a Squadre – Internazionali d’Italia 2011- Gara 1) / ANDREA MAIDA CONQUISTA PUNTI, LA FAVORITA RINGRAZIA
<< LONIGO (VI) – Come da copione Andrea Maida conquista punti importanti per il proprio team La Favorita di Sarego, nella prima prova del campionato italiano speedway a squadre, denominato “Internazionali d’Italia”. Nell’attesissima gara d’esordio del tricolore a squadre, la compagine di Sarego orfana di Nicolas Covatti, fermato da un infortunio di gara, puntava tutto sull’esperienza del veterano Maida per condurre la squadra, se non proprio verso la vittoria, almeno a una posizione di prestigio per rimanere in corsa per la conquista del titolo iridato 2011. Recepito il messaggio Andrea si è messo subito in mostra con delle performance ad alto livello che lo relegano tra i migliori piloti nazionali della pista ovale. La gara di Maida iniziava con un’avvincente sfida con il polacco Staszweski e lo sloveno Voldrih, in cui il pilota di Loreo raccoglieva soltanto un punto dopo essere rimasto in lotta per tutte e quattro le tornate. Primo successo di Andrea nella sua seconda uscita, arrivava al termine di un acceso duello con il campione italiano Carpanese; trionfo che mandava in delirio i propri tifosi perché giungeva su un diretto avversario.

Ancora Maida in pista in sostituzione del compagno di squadra Seren, il 46enne di Loreo doveva cedere alla giovane età degli avversari, ma si metteva in grande mostra con un magistrale gesto atletico in cui con un doppio intervento domava la propria moto imbizzarrita ed evitava lo scontro con il sopraggiungere di Novello, terminando in terza posizione. Disputata una manche senza raccogliere punti, nell’uscita successiva Maida metteva in pista una esibizione di alta scuola; con gli avversari che rispondevano ai nomi di Zambon, Voldrih e l’austriaco Hauzinger, Andrea relegato in ultima posizione riusciva a recuperare una posizione dopo l’altra, passando per primo sotto la bandiera a scacchi, a dimostrazione che a lui l’aggettivo “vecchio” ancora non gli si addice. Un secondo posto di manche nella sua ultima uscita, Maida la conquista nell’eterna sfida con Carpanese, totalizzando il miglior punteggio individuale della sua squadra, che sommato alle unità del pilota ceco Hadek e di Seren, entrambi compagni di squadra, si insediano sul terzo gradino del podio, rimandando tutto alla seconda prova in calendario domenica 15 maggio nell’Olimpia Stadio di Terenzano. Andrea Maida per niente imbarazzato della giovane età degli avversari, si è divertito nella cerimonia di premiazione a brindare con lo spumante. Segno entusiasmante per il suo ritorno in pista che ha reso avvincente la gara nella sua durata.

Internazionali d’Italia Speedway a Squadre – Gara 1 – Lonigo 1 Maggio 2011
Classifica: 1.Moto Club Olimpia Terenzano pt. 34 (Mattia Carpanese 11, Guglielmo Franchetti 12, Ales Kraljic SLO 11), 2.ASM Hellas Speedway Verona 28 (Marco Gregnanin 9, Massimo Zambon 3, Mariusz Staszweski POL 16), 3.Moto Club La Favorita Sarego 23 (Andrea Maida 10, Jonatha Seren 4, Michael Hadek CZ 9), 4.Moto Club Cialtroni del Nord-Est 21 (Alessandro Novello3, Christian Carrica 9, Matic Voldrih SLO 9), 5.Moto Club Lonigo 11 (Michele Castagna 0, Mattia Cavicchioli 2, Manuel Hauzinger A 9).. >>

EXTRATIME by SS/ La cover è per l’evergreen Maida in un curioso atteggiamento a bordo-podio. Poi apriamo la fotogallery onorando il polesano Cavicchioli da Bergantino, e chiudiamo con le immagini di Andrea Maida che a Lonigo si è divertito a ‘spumeggiare’ i ‘signori del podio’ prima di posizionarcisi poi in foto team formato poker.


Michele Guerra
www.polesinesport.it