Margherita Benati maestra e poi scrittrice di fiabe/ Con “Panda Edizioni” pubblicato il libro “Fiocchi fantasma e...”


19/03/2015

Una docente, che ha perso il posto per malattia, si riscatta scrivendo libri di fiabe. Una bella storia Made in Castelnovo Bariano!
Margherita Benati, castelnovese doc, ha cinquantatre  anni ed insegna alle elementari. Da sempre ha amato leggere e scrivere e per lei la letteratura ha significato un insostituibile complemento per l’attività didattica.
“Mi hanno sempre affascinato – osserva – i racconti fantastici di origine popolare e di tradizione orale, in cui il meraviglioso e il magico (fate, folletti, maghi, streghe, metamorfosi, bacchette magiche, ecc.) hanno una parte predominante e di cui siano protagonisti, indistintamente, uomini, animali e oggetti magici. Amo in particolare i fratelli Grimm,  G.B. Basile, C. Gozzi, H. C, Andersen, I. Calvino e il Collodi di Pinocchio. Mio figlio Davide, adesso 22enne, nel 2001 era terrorizzato dai fantasmi ed allora per tranquillizzarlo scrissi di getto la prima fiaba, Fiocchi fantasma (nella lettera a babbo Natale tre bambini chiedono come regalo tanta neve). Mi accorsi allora che mi veniva facile volare con la fantasia in mondi fiabeschi e positivi e agevole mettere nero su bianco le mie impressioni. Da allora non ho più smesso”.
 
Nel 2002 Margherita Benati scrive Le sorelle Birimbambò, nel 2003 Tre rondini sotto l’ombrellino, nel 2007  La casetta in cielo.
“Nel 2007 – ricorda – fui colpita da una grave e lunga malattia per cui fui pure costretta ad abbandonare l’insegnamento. La mia famiglia mi fu tanto vicina. Ma anche il mondo delle fiabe, il mio mondo, mi aiutò assai a superare tale tragico periodo tanto che nel 2010 scrissi Il giardino di Azzurrino. Nel 2012 conobbi il giovane editore Andrea Tralli titolare della Panda Edizioni: gli sottoposi le mie fiabe e i miei racconti, ci confrontammo tanto che nacque l’idea di un libro, un’antologia della mia produzione. Devo ringraziare Andrea Tralli per aver creduto in me”.

 
Quest’anno Panda Edizioni ha pubblicato “Fiocchi fantasma e altre meraviglie” (copertina di Anna Berton), una ricca e variegata serie di fiabe e di racconti per i bambini. L’opera, di facile e piacevole lettura, in una pratica veste tipografica, è già stata inserita in un vasto circuito commerciale, presente su Facebook e su Amazon come e-book, sarà via via presentata a cura di biblioteche e scuole della fascia dell’obbligo.

L’autrice Margherita Benati ci riassume brevemente il libro. “C’era una volta, nel mio mondo di bambina, un posto incantato dove essere felice. Era fatto – sottolinea – di semplice carta dalle immagini illustrate e da altrettanto semplici parole stampate che volevo restassero sempre con me. Quei racconti mi avevano già dato tanto. Poi, da grande, la magia delle fiabe, che era rimasta sempre con me, un giorno ha preso le mie idee e la mia mano per dare vita a nuove storie immaginarie. Ecco dunque Fiocchi fantasma e altre meraviglie, da cui vedrete uscire casette che se ne vanno in giro in bicicletta e rondini che volano sotto l’ombrellino acquistato al mercato della fantasia; potrete ascoltare la canzoncina profumata del Giardino di Azzurrino e assaporare tutta la generosità della Pasticceria delle dolcezze affettuose. Se tutto questo non bastasse a riscaldarvi, in una sera d’inverno potreste trovare rifugio e riparo presso le due piccole avventure di Mark Ingegno e la sua volpe Bambagina, che, sono sicura, non vi direbbero di no”.
“Infine – conclude la scrittrice castelnovese – sulla strada del ritorno e già in vista del Natale, quando vi sarete inoltrati sul sentiero del bosco, vi sorprenderà l’alzarsi impetuoso del vento e il cadere silenzioso dei fiocchi fantasma… Questo le fiabe mi hanno donato, ora è per voi”.

EXTRATIME by Sergio Sottovia/ La cover è per Margherita Benati smile col suo libro “Fiocchi Fantasma e altre meraviglie”.
Quindi in fotogallery lo stesso libro “visto da vicino” e poi dulcis in fundo sempre Margherita Benati in panoramica familiare ‘foto poster’ col suo libro pubblicato by Panda Edizioni di Andrea Tralli.

Franco Rizzi
www.polesinesport.it