Miracoli T.Motta & Psg + Floccari & Florindo + Mesola/ Ma SERIE D ‘parla’ Italiano 'playing football' con Arzignano & ‘Pirlo’ Maldonado


18/12/2017

Non me l’aspettavo ‘così presto’ il rientro di Thiago Motta nel PSG leader in Francia.
Non me l’aspettato la doppietta di Sergio Floccari a rilanciare le speranze salvezza della Spal in Serie A.
Non me l’aspettavo il bel poker rifilato a Tamai dall’Este di mr Michele Florindo ( già ‘azzurro’ e compagno di stanza dell’emergente Sergio Floccari ).
E non me l’aspettavo il Mesola di mr Andrea Piombo capolista in Prima Categoria emiliana davanti alla Comacchiese.
Ma soprattutto non mi aspettavo in SERIE D  come new leader l’Arzignano Val Chiampo di mr Vincenzo Italiano,  così ‘play football’ e così forte nel gioco di squadra al Bettinazzi di Adria con Maldonado playmaker alla Pirlo a centrocampo.
Insomma…troppe cose che non mo aspettavo, possono significare o che sto diventando vecchio o che i ‘miracoli’ succedono ancora grazie a Personaggi che …puntano su sé stessi in evolution e nel gioco di squadra.
Così è miracoloso il rientro di Thiago Motta nel PSG dopo l’infortunio nel PSG di mr Emery che in settimana aveva ‘twittato’ così sul sito del PSG Officiel: <<  @UnaiEmery_ : "Thiago Motta a très bien travaillé avec le groupe cette semaine. Il élèvera encore le niveau de l'équipe." #PSGlive >>.
E così è successo che sul 2-1 per il PSG in trasferta vs Stade Rennais mr Emery abbia fatto la seguente sostituzione citata così nel ‘live’ del PSG: << Premier remplacement à Paris : Draxler cède sa place à Thiago Motta.>>.

Poi il match è finito 4-1 per i parigini dei ‘tre tenori’ Cavani, Neymar, Mbappe per una leadership in Ligue 1 con ben 9 punti di vantaggio sul Monaco.

 

 

 

Col PSG miglior attacco e miglior difesa, come il Barcellona in Spagna, come il Manchester City in Inghilterra, mentre in Germania il Bayern Monaco ha la miglior difesa e il secondo miglior attacco.

Insomma , questa settimana siamo partiti da queste ‘comparazioni internazionali’ per supportare quelle italiane dove in SERIE A troviamo new leader il Napoli di mr Sarri davnti alla Juventuis di mr Allegri, entrambe in sorpasso sull’Inter di mr Spalletti che questa settimana pare essere bloccata dalla ‘sindrome del Friuli’ visto che solo ai rigori la cosi detta Inter-B ha superato il turno in Coppa Italia vs il Pordenone e che poi al sabato in campionato è andata ko 1-3 a San Siro contro la contropiedista Udinese di Oddo dove … ‘visto quanto detto nelle pagelle televisive del ‘90° minuto’ è stato detto ‘peggiore in campo Santon’.

 

 

 

Peccato per l’Inter e anche per il sottoscritto ‘cuore –Delta Po’ , fermo restando che nelle pagelle dei quotidiani sono stati in tanti i nerazzurri ad essere stati ‘puniti’ dal 5 in pagella.
Ho sentito in tv parlare di ‘paperissima’ di Santon, e riguardava una palla persa in dribbling verso l’uscita del vertice sx dell’area, con palla persa e poi conseguente rete dell’Udinese su cross in area piccola tra tante …gambe nerazzurre assenti rispetto all’inter-cetto.
Ho visto poi il rigore causato dalla mano ’guantata’ di Santon su cross dall’out dx, un tocco  giustamente da rigore come da conseguente VAR durato 5 minuti , ma di quelli che succedono spesso a iosa ‘in movimento’ su cross sui quali il difensore va ‘in spaccata’ in maniera ...congrua.

 

 

 

Certo 1+1 fa 2 e allora Santon è stato il peggiore in campo, ma … avanti tutta Davide, non per questo è Made in Delta Po è il ‘peggiore’ dal punto di vista del ‘gioco di squadra’.
Già , questo è il quantum che può fare la differenza tra la Juve, il Napoli, l’Inter e la Roma che ha trovato il gol partita solo in pieno recupero e dopo un tocco 'involontario' (parole by Sky) , ma decisivo del suo matchwinner Fazio vs Cagliari.

In una domenica che comunque ci ha dato soddisfazioni con Sergio Floccari ‘otto-volante’ e la sua doppietta pro salvezza Spal di mr Semplici winner in sorpasso a Benevento , dove il portiere Gomis ha fatto saracinesca, dove Schiattarella ha preso 7 in pagelle mentre il 6, 5 a Manuel Lazzari ( ex Delta PT in Serie C) è stato frutto del suo grande lavoro a tutto campo sulla fascia destra.

 

 

 

A questo punto ricordiamo la vittoria veneta del Verona per 3-0 vs Milan di ‘ringhio’ Gattuso grazie alle reti di Ant.Caracciolo, Bessa e quel Kean che sono andato a vedere giocare a Vinovo nella Primavera juventina allenata da Grosso e con Pessotto supervisor  dirigenziale.

Come ricordiamo la sconfitta del Chievo ( perso 1-0 a Crotone, mentre in SERIE B il Cittadella ha pareggiato 1-1 a Brescia così come il Venezia di Pippo Inzaghi ha pareggiato 2-2 a Foggia dove non è bastata la doppietta di Zigoni ( figlio d’arte) per evitare il pareggio dei pugliesi al fotofinish. In un campionato dove il Palermo è leader al di là di tutte le sue problematiche societarie.

 

 

 

Discorso che ci porta in SERIE C, dove il Padova ha perso per 1-0 al 94’ a Gubbio ma resta leader.
In un campionato dove il Pordenone forte a San Siro vs l’Inter ha invece perso 1-0 nel big match a Renate pur avendo titolare in campo il polesano Dejan Danza , altro dna da artista nel nome del padre dell’epoca Fiessese.
A completamento segnaliamo che invece il Vicenza ha impattato 1-1 vs Albinoleffe e che il Mestre ha purtroppo perso in casa ( 0-1 vs Sudtirol).

 

 

 

Tutto questo in una settimana in cui il protagonista principale in SEREIE D diventa il mister Vincenzo Italiano, mister dell’Arzignano Val Chiampo , la zona dove i miracoli evidentemente succedono oltre che nel noto santuario dove c’è il ‘Cristo’ dello scultore ligneo polesano Beniamino Balzan
Ma che miracolo ha fatto mr Italiano? La risposta l’ha data sul campo il suo Arzignano Chiampo capace di ‘giostrare’ e sviluppare gioco in modo superiore all’Adriese di mr Mattiazzi e concretizzare così per 3-1 una vittoria importantissima.

 

 

 

Anche perché vale altresì la nuova leadership in vetta alla classifica, appaiato alla Virtus Vecomp VR di mr Gigi Fresco che invece ha solo ( ma fortunatamente al fotofinish) pareggiato 3-3 nel turno casalingo vs il Delta Porto Tolle di mr Alessandro Tessarin che era in vantaggio 3-1 a dieci  minuti dal termine.
Dico solo che ad Adria al termine del match che il sottoscritto ha come sempre raccontato in diretta per Delta Radio, ho chiesto a mr Italiano quanto sia ‘cresciuto’ il suo Arzignano dall’inizio del campionato e poi ho chiesto una ‘considerazione specifica’ sul suo ‘Numero 5’ , cioè Maldonado.

 

 

 

E la risposta di Vincenzo Vitaliano ( basta sfogliare album Panini e vedere i suoi “7 anni” nel Verona dal 1997 al 2004 ,di cui 3 in Serie A, per capire… che gli telefonerò solo a fine anno come ho fatto a  suo tempo col veronese Osvaldo Bagnoli ) è stata importante perché soprattutto analitica, anche per quanto riguarda il ‘gioco alla Pirlo’ di Maldonado.
Anche per questo …l’Arzignano che sul campo parla …Italiano, sarà running for viktory fino al termine del campionato, probabilmente in slalom parallelo più col Campodarsego che con la Virtus Vecomp visto che la ‘gestione’ dell’amico Gigi Fresco presidente-allenatore sviluppa più visione societaria che di squadra-campo.

 

 

 

E l’Adriese? Con i nuovi acquisti ha potenziale da ‘alta classifica’, grazie anche ai nuovi acquisti,  vedi Tescaro, Busetto, Incatasciato ( suo il gol bandiera) , però adesso è una squadra che deve crescere sul piano dell’amalgama del gioco e non commettere errori ‘di posizione’ che sembrano ‘quisquiglie’ ma in Serie D vengono pagati a caro prezzo.

 

 

 

Basta pensare alla ‘leggerezza’ di Bellemo che in occasione della punizione dal limite calciata dall’Arzignano è andato ‘troppo presto’ a posizionarsi sul palo, consentendo così agli attaccanti ospiti di avanzare oltre la barriera e posizionarsi addirittura in area piccola davanti al portiere Motti e trovare così con Odogwu il gol alla Ibrahimovic che ha aperto la strada alla …vittoria vicentina. Anche se con due lanci granata per Marangon l’Adriese poteva anche pareggiare , prima di subire il 3-0 ( solo sul finali il gol bandiera di Incatasciato) .

Della partita del Delta Porto Tolle c’è il rammarico polesano per non aver tenuto più alto il ‘baricentro’ attorno al bravo metronomo Arvia ( ma parlo per caratteristiche)  nel finale di partita. Ma questo è un discorso che mr Tessarin saprà valutare nei prossimi finali di partita, con cambi adeguati tra i centrocampisti.

 

 

 

 

In un girone dove intanto l’Este di mr Florindo ha vinto 4-1 ( doppietta Bigoni) a Tamai ed è così in scia del Campodarsego ( solo1-1 in trasferta a Feltre) come peraltro il Mantova bravo a vincere 2-0 in laguna vs Clodiense Chioggia.
Detto che sul fondo resta l’Abano di mr Franco Gabrieli anche se ha impattato 2-2 vs Belluno ( 2 gol bomber Rocco), segnaliamo in zona play out il tennistico 6-1 dell’Ambrosiana sul Calvi Noale, quindi i pareggi Montebelluna – Legnago Salus 2-2 e Cjarlins Muzane – Liventina 1-1.

In una settimana di “FINE GIRONI DI ANDATA” che perciò è stata decisiva per determinare tutti i “Campioni d’Inverno 2017”, che ovviamente andiamo a snocciolarvi categoria per categoria.

 

 

 

Partendo dalla ECCELLENZA , Girone A, dove il Villafranca VR, winner 3-1 in trasferta nel testacoda a Valdagno, allunga a + 4 sul Cartigliano perché ha perso in casa ( 1-2 vs Euromarosticense) , agganciato peraltro dal Caldiero Terme che invece ha vinto  2-1 in casa Provese.
E il Pozzonovo di mr Sabbadin terzultimo? Ha impattato 2-2 in trasferta vs San Martino Speme restando così a soffrire in zona play out, davanti però al Valgatara che ha perso in casa ( 0-1 vs Sona).

A completamento con implicazioni play off segnaliamo la vittoria esterna del Montecchio (2-0 in casa Belfiorese) mentre la Vigontina San Paolo ancorar orfana di bomber Cazzadore ha impattato fireworks 3-3 vs Vigasio. 
Rallenty invece per il Santa Lucia di Golosine sconfitto 4-1 a Bardolino.

 

 

Retando sempre in ECCELLENZA, ma nel Girone B, segnaliamo invece il rallenty della capolista Piovese per effetto dello scoppiettante 3-3 nel big mach vs Istrana, mentre la forte CareniPievigina vincendo 1-0 in Polesine vs Porto Viro di mr Augusti ( però soltanto al 90' e in un match a porte chiuse…vedi fotogallery) ha così agganciato l’Istrana al secondo posto e ad un solo punto dalla vetta, in sorpasso peraltro al Sandonà che invece ha solo impattato2-2 in casa San Giorgio Sedico.
A completamento con implicazioni play off segnaliamo Borgoricco – Saonara Villatora 0-0; Real Martellago – LiaPiave 0-4; Union Pro – Vittorio Falmec 0-1; UnionQDP – Giorgione 2-0 , mentre il Nervesa ha rifilato secco 4-0 al Cornuda Crocetta fanalino di coda.

 

 

 

Andamento lento invece in PROMOZIONE , Girone A, dove ci sono stati ben 5 pareggi e  poche reti, salvo il largo 5-1 del Garda in casa del Lugagnano, sempre più ultimo visto che la Virtus Verona ha invece pareggiato 1-1 vs Aurora Cavalponica.
Ovviamente Campione d’Inverno 207 è il San Giovanni Lupatoto vincente 2-1 in casa Montebaldina e con 4 punti di vantaggio sulla citata Cavalponica che ha fatto rallenty come peraltro l’Alba Borgo Roma che ha impattato 1-1 vs Oppeano.
Va ricordato che la Seraticense è stata punita dal Giudice Sportivo per sostituzioni irregolari durante una precedente gara ( perciò partita persa ed 1 punto di penalizzazione) ricordiamo i seguenti altri risultati di questa ultima partita del girone d’andata: Seraticense – Longare Castegnero 2-1, quindi i pareggi tra Badia Polesine e Castelbasldo Masi (1-1 vantaggio ospite Petrosino e pareggio locale by Dervishi) , Cadidavid – Albaronco 1-1; Povegliano VR – Croz Zai 0-0 a reti bianche.

 

 

 

Più scoppiettante la PROMOZIONE nel Girone C, dove nel testacoda casalingo la Luparense a San Martino di Lupari non è andata oltre l’1-1 vs il Loreo fanalino di coda, con i polesani di mr Corrado Rodighiero che hanno agganciato il pari grazie a bomber Caporusso ma anche grazie alle belle parate del suo portiere D’Ambrosio e ai pali-salva risultato.
In scia si conferma l’Arcella tennisticamente winner 6-2 ( doppietta Cortella vs Albignasego , mentre fa rellenty la Vigolimenese che ha solo pareggiato 2-2  col Maerne.
Quindi lo Spinea ha battuto 1-0 l’Azzurra Due Carrare, così come la Robeganese Salzano ha vinto 3-1 sul Dolo.
Con implicazioni play out segnaliamo invece Graticolato – Pro Venezia 1-0 e i pareggi Torre – Ambrosiana Trebaseleghe 1-1 e Favaro –Solesinese 0-0.

 

 

 

Anche in PRIMA CATEGORIA era già stabilito chi fosse ‘Campione d’Inverno, vedi nel Girone D lo Scardovari di mr Zuccarin che però ha perso seccamente in trasferta a Maserà , dove la tripletta di bomber Galato ha favorito il 4-1 definitivo per i padovani del neo mister Montrone ( subentrato in settimana a Stefano Tono) . Certo sul 3 - 0  lo Scardovari con Bellemo si è fatto parare un rigore dal portiere Marinello, però  il 4-0 prima del gol bandiera di Sambo spiega comunque i meriti del Maserà che dal terzo posto si è peraltro avvicinato all’Aurora Legnaro che invece ha impattato 1-1 in casa contro la Tagliolese di mr Franzoso ( pareggio-testa fotofinish con Chiarion) .

 

 

 

In una domenica di nebbia che a visto sospese le partite tra il Crespino Guarda Veneta del neo mister Luca Fabbri e il Ccavarzere di Guarnieri ( era 2-2 alla fine pt) e tra Fiessese e Due Stelle ( ospiti in vantaggio 1-0 al 31’ st)..
Mentre con implicazioni play out registriamo i seguenti risultati: Atletico Conselve – Pontecorr 0-2; Bassa padovana – Colli Euganei 2-2; Nuovo Monselice – Boara Pisani 2-1 ed infine Stroppare – La Rocca Monselice 3-3 ( pareggio ospite su rigore-fotofinish con Doralice).

 

 

 

Ma la nebbia si è fatta sentire anche in SECONDA CATEGORIA, Girone H, dove Salara – Baricetta è stata sospesa sullo 0-0 al 42’ st dall’arbitro Farruku di Rovigo , cioè a pochi minuti dal termine.
Sospesa invece al 32’ st la partita Papozze- Boara Polesine dall’arbitro Gumeni di Adria , quando il risultato era 2-2 ed era stato concesso un rigore ai locali.
A questo punto – scrive così Il Gazzettino di Rovigo – “partita sospesa per tafferugli scoppiati in campo  … e ora si attende il verdetto del Giudice sportivo”.

 

 

 

Intanto Campione d’Inverno 2017 si è classificata la Union Vis di mr Thomas Bonfante per effetto del 4-0 sul Cà Emo e concomitante rallenty del Pettorazza ( solo 1-1 a Bosaro) pertanto scesa al secondo posto e agganciata dalla Turchese winner 1-0 a Grignano.
Si ripropone in zona play off il Beverare vincendo 3-0 sul Canalbianco, mentre la Villanovese ha vinto 3-0 sul Frassinelle, ed hanno pareggiato per 2-2 a centro classifica il Medio Polesine e il Granzette.

 

 

 

Anche in TERZA CATEGORIA – ROVIGO era già stabilito chi fosse il Campion d’Inverno 2017. Cioè lo Zona Marina di mr Alex Zanetti che peraltro ha battuto 2-0 il Città di Rovigo.
Al secondo posto il Polesine Camerini stravincendo 8-0 ( tripletta Marangon L. + doppietta Tessarin) vs Roverdicrè aggancia la Stientese che invece ha impattato 2-2 a Castelmassa contro l’Altopolesine. Rallenty invece per il Pontecchio ( solo 1-1 col Buso) e il San Pio X ( perso 1-3 vs Giovane Italia Polesella), mentre il Duomo ha vinto 3-1 sull’Audace Bagnoli, nella giornata in cui era a riposo la Ficarolese.

 

 

Con riferimento invece alla TERZA CATEGORIA – PADOVA, nel Girone in cui la tranquilla Union San Martino di mr Mauro Bertipoaglia ha perso 1-0 a Tribano, segnaliamo come Campione d’Inverno 2017 il Merlara ( 1-1 vs Deserto) , mentre si sono avvicinati l’Union Anguillara e il Pernumia perché hanno vinto rispettivamente 2-1 vs Borgoforte e 2-0 vs Carpanedo.
Nella giornata in cui era a riposo l’Unione e si sono verificati a completamenti i seguenti altri risultati: Città di Castello – Santa Caterina Stanghella 1-0 e Redentore – Atletico Granze 0-0.

 

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover Gelmino Vidali detto “Il Moro” di Scardovari, dove è da sempre nella società dei Pescatori ( vedi anche in fotogallery  nel poster della squadra Juniores) e che presentiamo con la maglia ‘autografata’ di Thiago Motta perché ‘incontrato’ personalmente dal sottoscritto ad Appiano Gentile da interista insieme alla Rosestolato Family ben due volte, prima di passare al PSG che onoriamo come winner coi gol dei ‘Tre Tenori’ vs Rennes.
E dopo la certificazione del fallo di mano ‘congruo nel movimento’ da parte di Davide Santon visionato a lungo by VAR Review passiamo al Bettinazzi di Adria da dove partiamo con la Distinta delle formazioni Adriese vs Arzignano Chiampo e dal banchetto d’entrata con l’infaticabile dirigente Beppe Donà in trio granata con Alfredo & Sandro.
A seguire alcune azioni sul campo e infine Vincenzo Italiano , mister dell’Arzignano, intervistato da Guido Fraccon sempre più ‘penna storica’ de Il Gazzettino… tra Adria e dintorni.
Passando alla partita a ‘porte chiuse’ disputata a Porto Viro vs Careni Pievigina, ve ne diamo certificazione grazie alle immagini trasmesseci dall’amico Emiliano Milani , cronista de Il Gazzettino , comprese le formazioni Top 11 di cui vi proponiamo per completezza di informazione su tutti i giocatori in flash anche il seguente Tabellino ufficiale.

 

 

 

 

Di una partita decisa al fotofinish dal match winner ospite Zanetti e arbitrata dall’arbitro Meta di Vicenza.
TABELLINO DEL MATCH : PORTO VIRO  - ECLISSE CARENIPIEVIGINA  0 – 1
PORTO VIRO  ( maglia gialla griffata Commerciale Ferramenta…) : Cappellozza, Perini , Boscolo Nata , Tiozzo , Ballarin , Garbin , Cinti , Vianello D. , Zanellato  , Vianello A. , Greggio . All.: Augusti.
ECLISSE CARENIPIEVIGINA ( maglia blu griffata Serena…): Sartorello , Francescon, Lovisotto, Vanzella , Di Maio , Dal Compare, Zanetti, Nicoletti , Janko , Dell’Andrea , Spagnol . All.: Della Bella.

A seguire e grazie alle immagini trasmesseci da Lauro Banin gran segretario dello Scardovari, onoriamo i ‘pescatori’ Campioni d’Inverno 2017, con capitan Crepaldi nel cerimoniale dei saluti coi suoi compagni a centrocampo e col portiere Passarella impegnato …negli straordinari a Maserà, dove comunque mr Zuccarin ha ‘lanciato’ un altro giovane come Matteo Banin ( classe 2001, in foto con l’arbitro vicino).
E per onorare la ‘vocazione’ autoctona pro young yellow blu dello Scardovari, vi proponiamo altresì la sua Juniores a centrocampo e in versione poster che sabato scorso ha giocato vs la Villanovese ( ecco altresì il team nero verde) .

 

 

 

 

Il tutto per arrivare ad onorare tutti i Settore Giovanili nel nome di Edoardo Duò che vi proponiamo in panchina in una storica foto con a fianco Perrone, Scarpa e baby, ma di cui abbiamo voluto proporvi una sua speciale Story nelle rubrica Memoria & Futuro, che giustamente ‘promossa’ dalla società tajante è già stata vista in questi giorni da tantissimi sportivi  davvero in the world.
E che ci indica che la strada da percorrere , da parte di questo sito www.polesinesport.it, è sempre quella delle Storie più che delle semplici News , visto che le Story ci vengono sollecitate e proposte da tanti Friends sempre più i the world , ben oltre il nostro Polesine ‘piccolo mondo antico’, comunque in vista del traguardo di One Million Page View.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it