Mondo Calcio & valzer delle panchine/ Play off Serie C: pari Padova vs Avellino; in D grande DeltaPT e ko Adriese, salvo Campodarsego


07/06/2021

Anche giugno vuole essere protagonista nel Calcio , a livello nazionale ed anche internazionale. Così partiamo ricordando i prossimi campionati Europei e che a tal proposito l’Italia di mr Roberto Mancini si è confermata ‘grande sul piano del gioco di squadra’ schiacciando per 4-0 la Repubblica Ceca, in amichevole allo stadio Dall’Ara di Bologna con reti di Immobile e Verratti ( entrambe con deviazioni difensive a beffare il portiere ospite) , poi Insigne ( a giro) e Berardi ( scavetto).
E allora eccoci qua a parlare del valzer delle panchine che ha mandato Carlo Ancelotti al Real Madrid ( un ritorno) mentre Maurizio Sarri riparte alla grande con la Lazio di Lotito visto che Simone Inzaghi è andato all’Inter rimasta orfana di mr Antonio Conte.
Per un valzer delle panchine che ha già visto Gattuso approdare alla Fiorentina, mentre al Napoli oggi è il giorno della firma di Spalletti.
Cero ci sono le conferme di mr Italiano a La Spezia e di mr Zanetti al Venezia, ma sono cambiate anche le panchine della Sampdoria ( Ranieri ha lasciato) e poi e poi…
Intanto il Calcio Professionistico italiano ha registrato in SERIE C il pareggio 1-1 tra il Padova di mr Mandorlini e l’Avellino nel match d’andata , frutto del vantaggio casalingo dei biancoscudati con Kresic, ma pareggio dell’Avellino con Maniero tutto nel primo tempo.
Cronaca, umori, sensazioni? Lasciamo la parola a Il Mattino di Padova che stamattina tra titoli e sottotitoli recita così…
“Il Padova non va oltre il pari, ad Avellino servirà l’impresa” , con sottotitolo “ I biancoscudati in vantaggio con Kresic. A inizio ripresa il pari di Maniero dopo che Dini gli ha respinto il rigore”.
Ma di spalla c’era un’intervista al mister dei biancoscudati titolata “La Rabbia di Mandorlini” con virgolettato “ Il penalty? E’ allucinante. Vogliamo giocare alla pari”.
Eloquente, in attesa del risultato del retour match di mercoledì prossimo ad Avellino, dove si deciderà il viaggio finale verso la Serie B.
A questo punto eccoci nel Calcio Dilettanti, cioè in SERIE D, dove si è giocata la penultima giornata della regular season, sfornando altri verdetti oltre al fatto che il Trento di mister Carmine Parlato era già da tempo promosso in Serie C, ma che ha comunque vinto 1-0 vs Cjarlins Muzane.
Così a 90’ dal termine del campionato sono già definite le postazioni Play off , con Arzignano Valchiampo che adesso diventa secondo in sorpasso sulla Manzanese battuta 1-0 nello scontro diretto. Al terzo posto resta la Union Clodiense Chioggia Sottomarina di mr Andreucci, perché ha perso in casa 0-1 contro il Campodarsego, che così è matematicamente già salvo grazie all’eurogol in rovesciata di D’Apollonia.
Per la gioia de IL mattino di Padova che parla di “Obiettivo raggiunto con un turno di anticipo” titolando “Campodarsego, che fatica. Ma alla fine esulta: è salvezza” , con conseguente sottotitolo “ Non ce la fa l’Union Clodiense: gran gol in rovesciata di D’Apollonia, sostituito solo al 38’ st by Dario Sottovia. La gioia arriva anche grazie ai passi falsi di Union Feltre e Virtus Bolzano”.
Per la gioia del team padovano del ‘navigato’ presidente Daniele Pagin e allenato da mister Lugnan, bravi in questo loro ottimo finale di campionato a risalire dai bassifondi.
Così a livello Play off nell’ultimo turno , per l’ultimo posto disponibile, se la giocheranno Caldiero Terme ( che , in 9 uomini, ha vinto 3-2 al fotofinish su rigore in casa della Luparense dove era addirittura in doppio svantaggio) e il Mestre che ha vinto altrettanto 3-2 sulla Virtus Bolzano.
Una squadra , la Virtus Bolzano, che ora si ritrova penultima a ben 3 punti dal Montebelluna che ha fatto colpo grosso battendo per 3-2 l’Adriese di mr Mattiazzi, che peraltro era in vantaggio a metà ripresa grazie alle reti di Marangon ( appena entrato) e Rosati, ma che al 92’ è stata punita dal rigore che ha fatto infuriare mr Mattiazzi.
Anche perché l’Adriese aveva segnato con Scarparo ( gol apparso regolare ma annullato) e colpito una traversa con Kabine. Però resta il fatto che l’Adriese è in sequenza negativa da 4 giornata, praticamente dopo aver maturato la matematica salvezza e quando poteva ancora puntare ai Play off.
Con riferimento invece alla prossima partita interna dell’Adriese e possibilità della presenza pubblico ‘contingentata’ il DS Alberto Cavagnis ha segnalato quanto segue ai Mass Media: “Saranno ammessi 200 spettatori e che già da domani martedì 08 cm ci sarà la prevendita al Bar Canton, gestita  e coordinata  dal dirigente Beppe Donà”.
Tornando alla corsa Play off  continuata ‘fino a ieri’ , onoriamo il bravo Delta PT di mr Enrico Gherardi formato panzer ( titola così il Gazzettino) che ha vinto alla grande per 3-0 a Belluno.
E lo facciamo citando ripartendo da IL Gazzettino che recita “Una doppietta di Busetto e un gol di Raimondi liquidano il Belluno in una gara sempre dominata dai biancazzurri”, completato poi con “ Senza Cicarevic e Cavallini, mr Gherardi schiera Abrefah fin dal primo minuto; di Acquistapace l’assist per lo 0-1”.
Tutto questo nella domenica con gli stadi che sono stati riaperti al pubblico, vedi 350 spettatori a Belluno e che domenica prossima potrebbero essere molti di più ( ma nel limite consentito) a Porto Tolle dove mr Gherardi giocherà come sempre per vincere col ‘suo’  Delta PT.
Detto che nel match tra i già tranquilli Este e Ambrosiana è stata la festa dei gol per il 2-2 finale ( con pareggio ospite di Righetti in pieno recupero) , ricordiamo in chiave Play out l’importanza del pareggio 1-1 in chiave salvezza da parte dell’Union Feltre nel match vs Chions ( già retrocesso), mentre il già salvo San Giorgio Sedico coi polesani in campo Luca Mantovani e Andrea Dall’Ara è tornato a vincere battendo 2-0 il Cartigliano.
Che poi l’anno prossimo possa esserci la fusione tra Union Feltre e San Giorgio Sedico ( la nuova società potrebbe chiamarsi Dolomiti Bellunesi) questo conferma le problematiche dei tempi attuali anche a livello Dilettanti.

 

 

 

Dove questa settimana sono andate in scena anche le partite giocate nei due Gironi della ECCELLENZA.
A tal proposito segnaliamo nel Girone A l’amara sconfitta dell’Arcella , battuto 3-1 a Bassano, con i vicentini in rete grazie al polesano Giovanni Guccione, e doppietta di Bounafaa, oltre al gol bandiera finale di Cofini.
A completamento segnaliamo , oltre al riposo del Vigasio, i seguenti altri risultati di giornata: Schio – Camisano 5-1, Valgatara – Montecchio 2-1, infine Villafranca VR – San Martino Speme salomonico 3-3 fireworks.
Pe runa Classifica Generale che adesso vede in testa in tandem Valgatara e San Martino Speme, con in scia ad un solo punto il Villafranca VR  e poi in scia a -2 in tandem Bassano e Arcella PD, che per trovare il salto di categoria devono vincere ma sperare in altri risultati favorevoli.

Passando alla ECCELLENZA ma Girone B, segnaliamo che nel big match decisivo lo Spinea, battendo 1-0 il Giorgione ( grazie alla rete di Barbon su rigore al 37' pt) ha potuto festeggiare già la promozione in Serie D, anche per effetto dei seguenti altri risultati:
ALTRI RISULTATI/
Real Martellago - Liventina 2-3 ( Reti: 10’ pt Toffoli (L), 15’ st Okoli (RM), 20’ st Topao (RM), 40’ st Pontarelli (L), 45' st Pontarelli (L) /
Robeganese Salzano - Pro Gorizia 1-0 ( Reti: 25' st Sartori )/
San Luigi - Portogruaro 2-1 ( Reti: 10’ pt Ferrarese (P), 35’ st rigore Abdulai (SL), 45' st Mazzoleni (SL) /
Sandonà - Calvi Noale 1-2 ( Reti: 41’ pt Sempè (S), 24' st Borgobello (CN), 32' st rigore A. Dell'Andrea (CN) /
Per una CLASSIFICA FINALE che si è conclusa così:  SPINEA promosso a quota 20, quindi Giorgione 18, Calvi Noale 17, Sandonà 14, Portogruaro 13, Liventina 12, Real Martellago 11, Pro Gorizia 8, infine Robeganese Salzano e San Luigi TS appaiate a quota 6 punti.
Per un Calcio Dilettanti che registra già delle fusioni, ma che vede anche l’attività giovanile che si sta organizzando per la prossima annata, come di mostra il seguente reportage trasmessoci by Union River Asd pe sviluppare la propria progettualità in sinergia con le risorse del territorio.

APPPENDICE FLASH – SETTORE GIOVANILE ( di Emanuele Destro, vp Union River) mail 03.06.2021)/ “UNION RIVER” DEL PRESIDENTE PAGANICO FIRMA ACCORDO DI COLLABORAZIONE COL CRESPINO GUARDA VENETA DEL PRESIDENTE MALASPINA ( CRESPINO GUARDA VENETA & UNION RIVER INSIEME PER UN PROGETTO A LUNGO TERMINE )
Dopo mesi di confronti, scambi di idee, vedute e progetti, le società USD Crespino Guarda Veneta e ASD Union River, attive sul territorio dei Comuni di Crespino, Guarda Veneta, Bosaro, Gavello e Villanova Marchesana hanno formalizzato un accordo di collaborazione basato su dodici punti ben precisi. Entrambe le realtà promuovono la pratica sportiva secondo i principi della Carta Etica dello Sport, a ogni livello, per ogni età, senza distinzione di genere, razza o altro fattore. Favoriscono la socializzazione, l’uguaglianza, il rispetto e la solidarietà fra tutti i cittadini, la cultura dell’ambiente e dei diritti per rendere migliore le comunità locali.
Così i presidenti Malaspina Angelo e Paganico Marco hanno sottoscritto il contratto di collaborazione. Le due società manterranno gestioni disgiunte e lavoreranno con intenti comuni, atti a sviluppare il territorio, con particolare sensibilità rivolta al sociale e ai giovani in sinergia con istituti scolastici e centri ricreativi.
Il presidente Malaspina, già impegnato col fratello Bruno nel progetto Borsa di studio in memoria del padre Gianfranco, con la società Union River, mette in evidenza quanto sia importante per bambini/e, atleti/e, e per tutte le associazioni del territorio la condivisione di questo nuovo progetto che vuole creare valore aggiunto non solo alle società ma a famiglie e comunità locali. Le due società hanno stretto un accordo per un progetto comune che permetta di continuare a promuovere lo sport con i valori che da sempre sono stati perseguiti, ottimizzando sia le risorse umane, sia le risorse economiche, gli impianti sportivi e le attrezzature in generale. L’obiettivo finale, pur mantenendo ognuno la propria autonomia ed identità, è voler mettere a disposizione del territorio l’esperienza maturata, per divenire un punto di riferimento per tutte le persone che si vogliono avvicinare a uno sport sia questo agonistico o amatoriale, in un contesto socializzante e formativo.

 

 

 

Il presidente Paganico ricorda che la società Union River è nata per unire (Union) le comunità che si affacciano sul fiume Po (River), che fonda le proprie radici su alcuni valori imprescindibili, territorio, sociale, regole, educazione e che guarda in primis al percorso formativo dei piccoli atleti sviluppando tutta la filiera calcistica. La collaborazione permette a ciascuna realtà associativa di presentare la propria programmazione annuale e di trovare sostegno sia nella realizzazione, sia nella partecipazione alle diverse iniziative.
Il Crespino Guarda Veneta milita nel campionato di prima categoria e come supporto dispone di squadra juniores. L’Union River, forte di un rapporto di collaborazione strutturato e in piena sinergia con l’ASD Canaro, sviluppa l’intera filiera calcistica dai piccoli amici fino alla squadra juniores.
Malaspina e Paganico, con i rispettivi gruppi dirigenti, presenteranno il progetto alle Amministrazioni Comunali e nel farlo vogliono mettere in evidenza che le porte sono aperte a tutti, persone, associazioni, società che vogliono mettersi a disposizione per creare valore aggiunto al territorio e ai nostri ragazzi. Chiunque condivide i principi delle nostre realtà si può integrare con estrema facilità.

EXTRATIME by SS/ In cover mister Lugnan perché subentrando in corsa a Campodarsego, ha salvato la squadra padovana con una settimana d’anticipo, vincendo in trasferta a Chioggia.
Per la gioia dello staff del presidente Daniele Pagin che vediamo in festa con tutta la squadra del Campodarsego a fine match in laguna.
Mentre dulcis in fundo, con riferimento al settore giovanile dell’Union River ecco a dx il suo presidente Marco Paganico nel giorno dell’accordo di collaborazione stipulato con l’omologo Angelo Malaspina presidente del Crespino Guarda Veneta.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it