Paolo Dal Fiume ‘lascia’ Rovigo e Alex Del Piero ‘arriva’ al Sydney/Australia. E se Cerilli salva S.Vigilio ecco Cestaro lanciare Union At


17/09/2012

Fulmine a ciel sereno (o quasi) le dimissioni di mister Paolo Dal Fiume; martedì scorso ha lasciato il Rovigo Lpc. Peccato, poteva essere un ‘pilastro’ del progetto per un ‘new deal’ del Calcio Rovigo. Sta di fatto che sia a Rovigo che nel Delta del Po le squadre polesane stanno stentando in questo avvio di campionato.
Ne sa qualcosa il Delta Pt che, dopo il pareggio infrasettimanale (1-1 al Plebiscito di Padova in casa del San Paolo,  ha solo agganciato il pareggio questa domenica nel turno casalingo vs il Real Vicenza.
Peccato perché Gherardi aveva portato in vantaggio la squadra di mr Zuccarin, poi però al 25’ st Cubillos ha firmato l’1-1 per i vicentini.
Quali le speranze in casa Delt PT?  Per mister Zuccarin “soltanto un pizzico di fortuna, perché la voglia c’è, ma mancano un po’ di episodi a favore. L’importante sarebbe credere di più in noi”.
Insomma il Delta del presidente Mario Visentini, per tornare ad essere protagonista in SERIE D, dovrebbe ripartire da questa autoanalisi di mr Zuccarin pubblicata dal cronista Luigi Franzoso su La Voce di Rovigo, tanto più che poi il mister aggiunge in chiusura:<<Mi aspetto più cose da Marangon e Depetris, possono dare molto di più>>.
Tutto questo nel Girone C dove si registra altresì la vittoria dell’Este ( largo 4-0 sul Belluno) e per contraltare la sconfitta del Legnago ( 1-2 vs Sambonifacese) e del Cerea di mr Boron ( per 1-0 in casa della forte Clodiense), mentre la veronese Virtus Vecomp viaggia a vele spiegate a punteggio pieno / 4 partite altrettante vittorie, compreso l’1-0 di domenica sulla Sanvitese che invece resta a quota zero).

 

 

E in ECCELLENZA da dove dovrebbe ripartire il Rovigo Lpc del presidente Luca Pavarin dopo le dimissioni di mr Paolo Dal Fiume, per cancellare innanzitutto quel -1 in classifica generale?
Intanto da …sé stessi, visto che ieri ha perso contro il Vigasio dopo il Rovigo di mr Lino Carravieri si è ritrovato in superiorità numerica per l’espulsione del portiere Cecchini al 27’ pt.
Invece nella ripresa c’è stato un calo di intensità, di cui ne ha approfittato il Vigasio per trasformare , con Ballarin al 22’ st, il rigore/partita dell’1-0.
Peccato anche perché poi sul finire è stato espulso Macchia,  così come mr Carravieri ‘il traghettatore’ che oltre tutto recriminava per un rigore non concesso a Sabatini.

 

 

Insomma, può essere che domani il Rovigo del ds Gianluca Sattin e del ds Sante Longato affidi la panchina a Pedriali (peraltro presente in tribuna allo stadio Gabrielli, mentre per tanti motivi sarebbero ‘in subordine’ le scelte di Casilli o Turetta.
Ma questi sarebbero soltanto rimedi per il ‘mal di testa’ in attesa di una pronta guarigione che ha bisogno …la squadra del Rovigo Lpc, direttamente sul campo, perché alla fin fine, questa stagione 2012/13 sia comunque una annata di transizione serena nell’ambito di un progetto peraltro ben avviato dal punto di vista ‘strutturale societari’ e per quanto riguarda il Settore giovanile by GF Fiorenzato e con riferimento alle sinergie tra alcune società del capoluogo ( leggi Borsea, San Bortolo, San Pio etc).

 

 

Di sicuro sta meglio l’Adriese di mister Beppe Pregnolato, anche perché ‘San Sabatini’ ha fatto un altro miracolo partendo dalla panchina: cioè ha firmato al 27’ st il gol del pareggio 1-1 in casa del Villafranca Veronese, dopo essere appena subentrato a Nonnato.
Per al gioia del suo presidente Scantamburlo che ora vede l’Adriese a quota 4 punti, mentre proprio il Vigasio è in vetta solitario a quota 6 punti.
Unico rimpianto semmai per l’Adriese è il fatto che si è ritrovata in superiorità numerica perché il Villafranca era rimasto in dieci per l’espulsione di Doardo all’11’ st, ma …vincere non è un fatto automatico.

 

 

Ma per la serie “ECCELLENZA IN THE WORLD” diciamo che per certi versi anche la Storia di Alex Del Piero ‘arrivato a Sydney’ è di casa qui su www.polesinesport.it , fin da quando abbiamo raccontato la Conegliano Story nella rubrica Memoria & Futuro partendo …da San Vendemmiano, il paese di Alex prima che partisse per il Calcio Padova dove è stato in squadra col polesano Agostino ‘Tyson’ Siviero, oltre che con Pippo Maniero.
Ebbene domenica mattina, all’arrivo di Alex Del Piero a Sydney, c’erano tanti nostri connazionali a ricevere il ‘Mitico numero Dieci’ della Juve.

 

 

Per questo domenica mattina, sull’onda degli affetti per i Polesani nel Mondo,  il nostro ‘pensiero - piccione viaggiatore’ ha fatto scalo nel NSW osando portare il nostro ‘saluto familiare’ là nel Calcio Made in Australia.
E tanto basta, senza pensare ad alcun ‘ritorno’, se non al pensiero di quello scudetto tricolore’ che mi era stato chiesto a settembre del 2009 perché guarda caso lo spedissi là in Australia.
Ecco , mio fratello Luciano che è nato  Campodarsego ed era tifoso del Padova, di sicuro sarebbe andato a Sydney per vedere Alex Del Piero ex bianco scudato e italiano forever.
Che poi Franco e Lauro Sottovia ( figli di Luciano) siano o siano stati ‘players football’ col Newcstle, beh questa è un’altra storia… , come quella di Davide Santon sempre nel Newcastle però in Gran Bretagna.

 

 

Rientrando nel campionato italiano e soprattutto nel Calcio Dilettantistico del Veneto,
ripartiamo dal campionato di PROMOZIONE, dove c’era sopra tutto il derby polesano tra il Porto Viro e l’Altopolesine.
Ebbene hanno vinto gli ospiti di mr Osti grazie ai gol di Baietta e Mantovani che hanno reso inutile il gol bandiera di Codignola.
Così l’Altopolesine del presidente Ghisellini ha sbancato per 2-1 il Porto Viro di mr Di Girolamo, posizionandosi a quota 4 in classifica.
Ma volete sapere chi c’é in vetta alla classifica, a quota 6 a punteggio pieno? Presto detto: l’Union At di mr Merlin vincente 1-0 sul Loreggia grazie al rigore trasformato da match winner Enrico Cestaro, l’ormai nota ‘formica atomica’.
Certo , calma  e gesso, ma finora la banda Rossi & Company, suona bene lo spartito musicale predisposto dal ds Masotti e … non vuol saperne di prendere gol.

 

 

Non è certo successo la stessa cosa allo Scardovari di mister Maistrello, bravo con doppietta di Sambo a firmare il doppio vantaggio nel pt a Mestrino, ma purtroppo troppo rilassato nella ripresa visto che ha subito l’impensabile sorpasso fino al 3-2 finale per i padovani ( doppietta Masiero + gol Pepato).
Tutto questo in un girone che, alla pari con l’Union At, vede in vetta il Vigodarzere winner 1-0 sul Campetra. E che , per completamento della nostra panoramica, registra questi altri risultati: Casalserugo – Virtus Villafranca 2-2; Canselve Bagnoli – Campodarsego 1-1; Longare – Vigontina 1 – 4; Saonara Villatora – Solesinese 1-1.

 

 

Passando alla PRIMA CATEGORIA , vuoi vedere che si sta profilando uno slalom parallelo tra Tagliolese e Boara Pisani?  
Intanto sono entrambe a quota 6 a punteggio pieno. Tutto merito della Tagliolese di mr Palmiro Gregnanin winner per 3-0 sul Castelbaldo Masi di mr Bressan (reti di Maliki, Fusetti, Tessarin)  e poi del Boara Pisani di mr Selleri winner altrettanto 3-0 sulla Legnarese ( reti di  Casna e Torres più autogol di Piovan).
Alle spalle del tandem di testa fa rallenry la Stientese di mr Gulmini perché nel batti e ribatti con l’Atheste si è fatta raggiungere sul 2-2 finale a due minuti dal termine.

 

 

Questa la sequenza reti:vantaggio padovano col bravo Zampaolo ( in settimana Nunzio Molon mi ha detto che è un ‘gran bomber’…) , pareggio polesano di Attolico e sorpasso con GM Pellegrini , quindi aggancio padovano con Piovan.
Bravo e fortunato il Loreo di mister Rauli. Bravo perché winner 1-0 in casa dell’Azzurra Due Carrare dove era andato in vantaggio col rigore trasformato da Poncina, fortunato perché poi ci ha dovuto pensare il portiere Mauro Broggio a parare il rigore/debole calciato da Baldon in zona cesarini.
Negativa la giornata per la Fiessese di mr Marzanati visto che rimane a quota zero perché sconfitta 1-0 in casa del Ponte San Nicolò di mr Franco che ormai ci ha abituato al rush finale.

 

 

Due pareggi infine per le altre polesane. Vedi il Papozze che con Cassetta ha firmato l’1-1 al 39’ st in casa vs Pontcorr, vedi il San Vigilio di mr Sergio Pezzolato che ha agganciato il pari casalingo grazie al suo portiere Giuseppe Cerilli, in escursione offensiva nell’ultima occasione utile.

Ma nel San Vigilio il ds Omar Gregnanin passerà alla storia anche per aver ‘convinto’ il suo amico Leonardo Raito, professore universitario di Storia Contemporanea all’Università di Ferrara nonché Assessore allo sport della Provincia di Rovigo, a mettersi i ‘guanti’ e fare occasionalmente il ‘vice Cerilli’ sulla anchina di Borgo Dolomiti.
Considerando che me l’ha detto lo stesso ‘straordinario portiere’ Raito (già a suo tempo portiere nel ‘suo’ Polesella e che ho incontrato ieri sera alla presentazione della Femi Cz – Vea   Rugby Rovigo Delta in Piazza Vittorio Emanuele) , beh … a volte anche chi sta in panchina può fare notizia sulla falsariga amarcord (come Gene Gnocchi col Parma e Gheddafi jr col Perugia, o il dottor Boranga tra i pali in età …da pensione).

Anche qui, a completamento del quadro panoramico, segnaliamo che l’Arzergrande ha vinto per 2-0 sul Cavarzere di mr Cominato.

 

 

Dove si sono segnati tanti gol è stato nella SECONDA CATEGORIA, Girone H, a partire dal 6-0 tennistico rifilato dalla Vis Lendinara in casa della Giovane Italia Polesella.
Che sia tra le favorite la capolista Vis Lendinara di r Meneghini questo è noto, per 6 gol sono troppi anche se portano la firma di Akim/doppietta, Bonfante/doppietta più Princi e Pasello, ma con Michele Agostini sugli scudi, alla pari di Susto e Trevisan, mentre il portiere Ruzza è apparso inoperoso.
Però in vetta c’è anche il Badia Polesine di Piccinardi, forte del 3-1 (doppietta Petrosino più Galassi) rifilato al Canaro, quindi anche l’Union San Martino winner per 1-0 in casa del Bottrighe che peraltro ha sprecato contro la traversa un rigore calciato da Mathias Boscolo.
Per parte mia sono andato a raccontare in cronaca per Delta Radio la partita tra il San Pio X di mr Marco Trambaioli e i Blucerchiati di mr Moreno Astolfi, ed è stato un match che i locali hanno vinto meritatamente grazie alla doppietta di Ani Ifeany più Chinaglia nell’intermezzo. Onore quindi al San Pio X per aver giocato a calcio ‘manovrato’, ma sono convinto che i Blucerchiati possano riprendersi nel corso del campionato, con i rientri di Fabio Pregnolato, Nicolas Gabrieli e Michele Crepaldi.

 

 

Fanno rallenty alle spalle del trio di testa sia il Boara Polesine ( 0-0 casalingo vs Fulgor Crespino)  e sia il Granzette ( 2-2 a Villanova del Ghebbo , doppietta ospite di Massimo Dall’Aglio e doppietta locale di Simioli), ma anche l’Arquà Polesine ( 1-1 in casa del Pettorazza).
Chi ha avuto un sussulto d’orgoglio è stato il Frassinelle di mr Nicola Rossetto, winner per 2-1 in casa de La Vittoriosa, grazie alla doppietta di Rossin.
Tutto questo , mentre domenica prossima partiranno anche tutti i campionati di Terza categoria.

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per il kit Alex Del Piero & Any Ifeany, tandem speciale di emigranti, con Del Piero che è approdato a Sydney in Australia e Ifeany che è approdato al San Pio X in Italia.

Poi nella fotogallery onoriamo innanzitutto Paolo Dal Fiume proponendolo subito nella trilogia kit by Serie A, cioè con la maglia del Perugia e del Napoli di Maradona, dove lo vediamo esultare da matchwinner vs il Catania ( a terra il portiere Sorrentino) per una foto che peraltro ho volto mettere come ‘controcover’ nel mio primo libro ‘Polesine Gol’.
E poi in una storica foto datata 1980 quando proprio Paolo Dal Fiume è stato premiato come ‘grande polesano’ nella festa organizzata alla “Quercia” di Copparo da parte della società Olimpia di Sant’Apollinare ( tra gli altri da sx Callegarin Raffaele, Ottorino Malfatto, Rodella Ferruccio, Resca Mauro (patron de La Quercia), Munari Giuseppe, Cattozzo Giancarlo, i baffuti lendinaresi Paolo Dal Fiume e Agostino Rando, Cattozzo Ennio, quindi il dr Mario Gasparetto, , Orlando Bordin e accosciato Mario Barison).

Per onorare Alex Del Pietro ‘novello emigrante in Australia’ (come fece Bobo Vieri) mostriamo lo striscione di benvenuto  col quale l’hanno accolto “Quelli dello Juventus Club di Sydney” e con il titolo col quale l’ha mostrato il TG1 presentandolo nel servizio sul suo arrivo nella ‘terra dei canguri’.
Tornando a ‘casa Italia ‘ e specificatamente al derby in Seconda categoria tra San Pio X e i Blucerchiati eccovi l’entrata in campo dei capitani Veronese PG e Alessandro Sasso assieme all’arbitro Gobbo di Padova.

Poi vi propongo le due squadre in modo curioso, così come le ho fotografate mentre hanno soddisfatto le richieste del fotografo Marco Terrestri di RovigoOggi.
Diciamo così ‘fronte e retro’ perché potesse segnalarne i nominativi in modo esatto nella didascalia.
Per parte mia, che uso un altro metodo più ‘popolare e diretto’ per esigenza storica, vi propongo direttamente i relativi tabellini delle formazioni scese in campo.
Cioè BLUCERCHIATI con Veronese PG, Moretto, Sarto, Ferro, Vianello, Azzalin, Vallarin, De Bei, Boscolo, Bertaglia, Baratella; in panchina Veronese Alberto (eccezionalmente n.13) , Bergo, Gabrielli, Bergamin, Crivellari, con mister Astolfi ‘osservatore.
E il SAN PIO X come da seguente distinta: Pavanello, Marzola, Vidali, Brunazzo, Tomiato, Sasso, Tognin, Perin, Chinaglia, Ani Ifeany, Aggio; in panchina Gabrielli, Battocchio, Zangirolami, Sannia, Pavan, Cagnoni.
Ma , l’abbiamo detto, per la “Femi Cz Vea Rugby Rovigo Delta” è stata anche la giornata della presentazione ufficiale in Piazza Vittorio Emanuele , per cui vi proponiamo in sequenza alcuni flash significativi. Innanzitutto la squadra Monti Junior col suo presidente Attilio Roversi . poi la tradizionale esibizione delle Cheerleaders di Arte Danza, quindi la foto poster della prima squadra con tutti i giocatori, il ds Coppo e il coach Polla Roux sul palco assieme al presidente Francesco Zambelli e presentati dal tandem Daniele Scalia di Sportitalia e Saverio Girotto speaker della Nazionale italiana ma in maglia da ‘bersagliere’.
Per una serata che ha visto la ‘partecipazione straordinaria’ dei due polesani ‘Paralimpici’ che sono stati recentemente protagonisti a Londra 2012, cioè Stefania Chiarioni (nuoto) e Andrea Borgato ( tennis tavolo) , che perciò vi proponiamo in foto ‘special guest’ nell’ultimo flash by Rugby Rovigo.
In chiusura il flash della ospitata di stasera, durante la trasmissione televisiva ‘Lunedì in Campo’ su Prima Free, coi soliti noti Gigi Patrian, Salvatore Binatti, Sergio Sottovia assieme a (da sx) Nunzio Molon/Atheste PD, Leonardo Raito/San Vigilio, Massimo Bovolenta/Loreo e Paolo Zoppelli/Este. … 


Sergio Sottovia
www.polesinesport.it