Paolo Tiribello “Mister Tripla P”/ Da allenatore dei Portieri tra Rovigo, Altopolesine e Oltrepo MN, poi Pittore ‘naturale’, infine Poeta con Cosa c'è oltre, Un grido , Girasoli Andalusi fino ad Anime Scartate e … Ave Maristella


Sarà perché per allenare i portieri bisogna essere molto introspettivi, come dipingere o scrivere poesie, sarà perché per lavoro ha vissuto nel Mondo della Scuola a contatto con tanti giovani studenti del Polesine…
Sta di fatto che la lunga vita ‘artistica’ di Paolo Tiribello può essere considerata da “Tripla P” , visto che per 30 anni è riuscito ad essere quasi sempre in contemporanea sia allenatore dei Portieri che artista eclettico come Pittore nonché Poeta in viaggio tuttora tra bellezza, naturale, religiosa e metafisica al tempo stesso.
Anche per questo per raccontarlo interely, ripartiamo dal seguente Personaggio story Paolo Tiribello, già raccontato in format News Magazine ad ottobre 2009, ricordando peraltro che successivamente al nostro storico reportage, il “Signor P” ha concluso circa 6 anni fa il suo ciclo sportivo allenando per un biennio a Castelbaldo Masi, ovviamente in quel Settore giovanile per il quale si sente predisposto.
E allora eccovi aggiornato il nostro Paolo Tiribello, proponendolo in sequenza come 72esimo Personaggio e rimandandovi in calce al tradizionale Extratime per quanto riguarda gli ultimi aggiornamenti anche con riferimenti ad ulteriori Commenti relativi alla fotogallery.
Come da promessa fattavi in occasione di altri reportage in relazione ad altri Eventi Story sempre relativi a Paolo Tiribello, ma prevalentemente dedicati alle sue performance artistiche ( basta chiedere a Google e vi rimanda direttamente qui su www.polesionesport.it alle pagine interessate) .

 

 

Mentre in questa occasione dedichiamo particolare attenzione a Paolo Tiribello allenatore dei Portieri, sottolineando comunque alcune altre sue performance sia lavorative ( vedi in calce la Lettera di encomio da parte del Prefetto di Rovigo) che artistiche, perché ne testimoniano la sua particolare sensibilità da “Mister Tripla P” sempre presente
Vale a dire quella sviluppata  sui campi di  calcio da Rovigo a Badia, Lendinara, Giacciano con Baruchella, Castelmassa e anche nell’Olprepo mantovano tra Sermide e Carbonara, ma anche quella di Pittore attento a quei valori ‘naturali’ che poi ha sviluppato anche come Poeta nelle sue pubblicazioni e raccolte di poesie, anche recentemente proposte in tour nelle Scuole e in Eventi su tutto il territorio polesano.

 

 

 

MAIN NEWS (  di Sergio Sottovia, 01.10.2009)/  SETTANTADUESIMO PERSONAGGIO STORY – FORMAT NEWS MAGAZINE –  TIRIBELLO PAOLO
TITOLO/ Tiribello Paolo , la storia del Signor P ( portiere, poeta, pittore)

" Non vinco, non perdo, non pareggio". Magari non è del tutto vero, ma è questo un concetto che 'veste bene' quel personaggio speciale che è Paolo Tiribello, silenzioso allenatore dei portieri. Ma di quel silenzio che si stempera sulle sue tele  e di quel silenzio che canta sottovoce nelle sue poesie. Per questo , uno e trino, Paolo Tiribello , se fosse stato cantato da Gaber sarebbe il ' Signor P' , con tutto il suo viaggio umano.
Come PORTIERE, il Paolo Tiribello nato a Boara il 30.12.1959, ha cominciato a muoversi tra i pali e sulla linea di porta nelle giovanili del Rovigo ( ricordate i NAG ?) . Una trafila nella quale ha avuto come allenatore Silvano Pizzardo nei Giovanissimi ( ci giocava anche Lorenzo Meneghini), poi Renato Pastorello negli Allievi ( ci giocava anche Beppe Nasti). Qualche anno , poi è arrivato il militare e Paolo il silenzioso è andato a farlo nella Scuola Paracadutisti a Pisa, volando nel blu e nella porta della squadra militare.
Una storia normale , quella del portiere Paolo, un 'buono tra i pali’. E così , quando finisce il militare finisce anche la storia del portiere Paolo. Siamo nel 1980, e Paolo resta fuori dal calcio per una decina d'anni, mentre coltiva le altre sue due passioni giovanili, la poesia e la pittura.

 

 

 

Ma anche il CALCIO è una sirena ammaliatrice. Il 'salvagente' glielo lancia il Professor Vanni Sacchetto, ex calciatore del Rovigo e attuale allenatore , lì a Boara Polesine, della Juniores, che lo convince ad allenare i suoi portieri. E siccome da cosa nasce cosa, dopo quel campionato a Boara passa alle giovanili del Rovigo Calcio. Pensate, Paolo Tiribello allenatore dei portieri di tutte le categorie, dagli Esordienti e …fino alla Juniores. Praticamente in campo tutti i giorni, dal lunedì al sabato. Un lavoro oscuro. Appunto 'non vinco, non perdo non pareggio', al contrario di ciò che succedeva ai tanti allenatori che stavano in panchina durante le partite.
Con Paolo Tiribello che tra quelle giovani promesse plasmate, ricorda Luca Milan ( poi giovanili al Padova e Mantova e Sambonifacese), quindi Matteo Manzolli ( esperienze a Monselice  e Chioggia e poi all'Altopolesine) e Nicola Cordella (in tour polesano e ora alla Fiessese). Dopo il 'lustro' a Rovigo, per Paolo Tiribello ci saranno due stagioni , da allenatore dei portieri nel San Martino del presidente Cicio Sattin, epoca di mister Zambelli post Rodighiero. Quindi lo chiama Francesco Verza  che aveva avuto Paolo nelle giovanili a Rovigo e che ora fa gli Allievi a Monselice. E in quel biennio Tiribello si ritroverà ad allenare ancora Manzolli.
Farà meno strada Paolo quando ( anni '90) sarà chiamato da Dino Borella ( altro ex Rovigo) per allenare le giovanili del Boara Pisani , dove è responsabile il 'mitico' Gianni Taschin. Ci starà per un triennio Paolo nella società del presidente Giuseppe Calabria.

 

 

 

Tutto questo in parallelo alla sua attività lavorativa.  Questione di logistica , quindi, quando Tiribello, lavorando a Castelmassa (Scuola d'Arte) , allenerà lì i portieri delle giovanili e quelli della prima squadra allenata da Antonio Marini. Lo farà anche nei due anni successivi, quando la fusione tra il Castelmassa e la Sampietrese di Tiziano Cuoghi daranno vita all'Altopolesine. 
Ormai globetrotter, per Paolo Tiribello c'è anche l'esperienza sul mantovano, precisamente a Sermide, dove allena il polesano Gianni Poli. Ma se Poli trova l'esonero pur essendo in vetta alla classifica, l'esperienza di Tiribello continua anche nella stagione successiva.
 " Una bella esperienza - sottolinea Paolo - perché nell'Oltrepo c'è professionalità e attenzione anche nella preparazione dei portieri".
Non a caso Paolo resta in Lombardia , sempre in provincia di Mantova a Carbonara Po col Boca Junior, allenatore specifico nel settore giovanile.
A questo punto, siamo già nel Terzo Millennio, l'operatore scolastico Paolo Tiribello, si trasferisce da Castelmassa all'Istituto 'Enzo Bari' di Badia,  diventa naturale per lui ricollegarsi al calcio polesano.

 

 

 

Tanto più che lo chiama l'amico Gino Zatta ( altro ex Rovigo) lo chiama al Santa Sofia, la società di Lendinara dove è in corso un progetto giovanile collegato alla Scuola Calcio del Chievo. Per Paolo sarà un triennio di formazione, per suoi atleti e anche per lui allenatore dei portieri.  Poi la predetta logistica spinge Tiribello ad accettare la chiamata del Badia del presidente Giancarlo Bendin, sempre e soltanto nel settore giovanile.

Una funzione , quella dell'allenatore dei portieri, che è comunque sempre più 'stimata' nel mondo del calcio, per cui a questo punto Paolo passa dal settore giovanile alla prima squadra, specificatamente in Seconda categoria con La Gazzella del presidente Natale Ferrari e di mister Beppe Nasti. Anche stavolta per Tiribello c'è la riconferma , per cui in casa La Gazzella il Paolo 'signor P' ( perché in parallelo ha continuato ad essere poeta e pittore) ci starà un biennio, passando da questa stagione 2008/09 ad allenare i portieri della Lendinarese dl presidente Rizzi, sempre in Seconda categoria.
Insomma , Paolo Tiribello, in quasi 30 anni di onorata carriera da allenatore dei portieri , senza pause e senza esoneri, ha sviluppato anche una metamorfosi professionale in parallelo con l'evoluzione del pianeta calcio.

 

 

 

Ne caratterizza così Paolo gli elementi essenziali:" Il portiere deve allenare le mani, le gambe e la testa. Presuppone tre caratteristiche essenziali: concentrazione, fisicità e personalità. Perciò gli allenamenti devono essere specifici."
E sulle tante innovazioni e nuove regole apportate dai regolamenti del calcio, Tiribello sottolinea :" Il modulo a zona, il nuovo fuorigioco, le novità sul retropassaggio hanno fatto diventare il portiere un giocatore importante nel gioco di squadra. Infatti è sempre più importante per il portiere saper giocare con le mani e anche con i piedi, diventando spesso il 'libero' della squadra, sia in fase di interdizione che in fase di costruzione".
Per il 'Signor P' , autodidatta ma non troppo, sia come allenatore dei portieri che come poeta e pittore, sentirlo parlare di San Zeno di Montagna ( dove d'estate va a vedere gli allenamenti del Chievo) o del coro Polifonico di Rovigo ( vi ha fatto parte per 4 anni come tenore) è la stessa cosa.

Ecco allora che, per la serie 'uno e trino' e per una più giusta interpretazione del 'Signor P' diventa logico conoscerlo meglio come POETA, e andare a leggere le sue introspezioni  che tra l'altro si sono espresse 'editorialmente' nell'arco di un ventennio.

Infatti la sua prima raccolta poetica, intitolata 'Cosa c'è oltre', è stata pubblicata nel 1988, mentre a seguire le successive raccolte sono state 'Un grido ' ( 1990) , Girasoli Andalusi  8 (1994), Gregoriana e Ribelle ( 1996), Requiem Resurrexi (2008) e la sua ultima creatura 'Anime Scartate' di …prossima pubblicazione.

 

 

 

Così come vale la pena di conoscere meglio Paolo Tiribello anche come PITTORE e conoscere le sue 'espressioni silenziose' attraverso i suoi quadri. Quelli che tra l'altro sono stati messi in esposizione nelle circa 40 mostre , spesso in tour nella varie scuole polesane, da Castelmassa a Badia e Lendinara, da Rovigo ad Adria e Porto Viro, sia per gli studenti delle medie che per quelli delle superiori.
Una espressività pittorica , quella di Paolo Tiribello, nelle quali il silenzio e la natura incontaminata diventa ( senza uomo e senza prodotti) inarrestabile amore 'di un andare senza sosta, senza frontiera e senza tradire, mai, l'appuntamento col destino!'.

 


"Né cose e né rumori, né figure umane - sottolinea il 'pittore Paolo Tiribello - tra realtà e sogno". Una dimensione che rientra nella logica del 'Signor P', quello che ha accompagnato alcuni portieri del Santa Sofia a visitare la mostra dello scultore Augusto Murer a Falcade per poi andare ad accompagnarli a Canale d'Agordo a visitare la 'casa museo' di Papa Luciani. Là dove campeggia la famosa scritta 'Ieri mattina….' , cioè le prime parole pronunciate in Piazza San Pietro dal Papa che visse soltanto 30 giorni.
Storie di …ieri, mentre domani sarà già nuovo campionato, nella speranza - sottolinea Paolo Tiribello - che siano sempre di più le società che si affidino a tecnici specializzati , anche perché, più che una spesa, questo sarebbe un investimento'.

 

 

 

PRIMA APPENDICE FLASH STORY ( Lettera di Francesco Provolo, Prefetto di Rovigo, in data 16 ottobre 2013) / LETTERA DEL PREFETTO DI ROVIGO ALL’ILL.MO ING. VINCENZO LEGNARO, DOCENTE VICARIO DELL’ISTITUTO ENZO BARI DI BADIA POLESINE
Viale della Stazione n.42    / - 45021 – BADIA POLESINE

Gentile Ing.,
Faccio riferimento alla segnalazione sul meritevole comportamento tenuto da due collaboratori scolastici in servizio presso codesto Istituto, e precisamente allo spontaneo ed alacre intervento da essi prestato nella mattinata del Ferragosto 2013, all’indomani el temporale che ha causato danni sul territorio.
Al riguardo desidero esprimere il mio più vivo plauso per la tempestività e l’efficacia con cui hanno affrontato l’emergenza in sede, considerando l’eccezionalità del periodo nel quale l’evento è accaduto; infatti nonostante fosse il giorno di ferragosto, gli stessi si sono recati di propria iniziativa ad ispezionare i locali scolastici e trovandosi di fronte ad una situazione di vero e proprio allagamento non hanno esitato ad intervenire al fine di mettere in sicurezza i locali ed i materiali della scuola interessata, evitando, con la loro buona volontà, l’aggravarsi dei possibili danni di una situazione che poteva rivelarsi disastrosa.
Ritengo pertanto di esprimere il più alto apprezzamento per questo comportamento, quale esempio di condotta di due cittadini che facendo leva sul senso del dovere hanno saputo e voluto intervenire al fine di limitare i danni che avrebbero coinvolto un bene pubblico e, di riflesso, la collettività.
La prego di voler partecipare quanto sopra alla signora Floriana BUORA e al signor Paolo TIRIBELLO, facendo giungere il mio personale compiacimento.

Con la più viva cordialità.
IL PREFETTO / Francesco Provolo

 

 

 

SECONDA APPENDICE FLASH STORY ( di Sergio Sottovia , 14.03.2020) / PAOLO TIRIBELLO  “MISTER TRIPLA P”  NEL TERZO MILLENNIO ( Conclude la sua carriera-passione da preparatore dei portieri nel Settore Giovanile a Castelbaldo Masi, ma sviluppa il suo essere artista come Pittore e Poeta)
A completamento di questa Paolo Tiribello Story e come aggiornamento della serie “Tripla P” , segnaliamo che se si è fermato alcuni anni fa il suo impegno come preparatore di Portieri, si è invece sviluppato il suo impegno e la sua passione come Pittore e Poeta, andando in tour Polesine con Mostre e serate di lettura poesie in Eventi nei quali c’è stato anche l’abbinamento con la musica ed altri spettacoli.
Perciò a titolo esemplificativo ve ne ricordiamo alcuni in sequenza cronologica.
Vedi la serata ‘Presentazione del libro Anime Scartate’ con accompagnamento musicale in data 7 maggio 2010 promossa dal Comune di CEREGNANO.
Stesso libro presentato anche in altri eventi, come quello organizzato nell’Aula Magna della Scuola Media di STIENTA nel marzo del 2015, nonché successivamente come serata di poesia in data giovedì 7 novembre 2017 nella sala consiliare del Comune di GIACCIANO CON BARUCHELLA ( il paese del ballerino ‘spagnolo’ El Camborio) , presentato peraltro dall’avvocato Stefano Fasolin, con lettura a cura dell’attore Nicola Pasetti e musiche a cura di Elena Munkàcsi – flauto traverso.

 

 

 

Mentre a giugno 2018 Paolo Tiribello ha esposto i suoi quadri e le sue opere pittoriche in mostra alla Abbazia della Vangadizza a Badia Polesine.
Un successo che ancora oggi sottolinea così con soddisfazione lo stesso Paolo :“ Ho esposto una trentina di miei quadri , e i visitatori sono stati tanti , anche perché sono venute tutti gli studenti delle scuole badiesi e tanti turisti anche dall’estero venuti a visitare la Abbazia della Vangadizza per le sue speciali caratteristiche e valore storico”.

Ma nel 2018 , stavolta come poeta, Paolo Tiribello ha avuto speciali soddisfazioni anche a Fratta Polesine quando nel periodo natalizio il suo libro “Anime Scartate” è stato presentato alla Casa di Riposo “Don Guanella” sempre accompagnata dalla musica di Elena Munkàcsi al flauto  e da Elvis Buoso alla chitarra.
Sottolinea lo stesso Tiribello:<< Ma è stato particolarmente emozionante anche per me sentire con quanta passione Romano Gabanella abbia recitato ben 17 mie poesie a memoria>>.

 

 

 

Ma anche nel 2019 ci sono state per il poeta Tiribello e il suo libro “Anime scartate” nuove soddisfazioni.
Come quando a luglio le sue poesie “Anime Scartate” e col solito palinsesto e corollario musicale, sono state declamate in una serata sul Lago di Garda, a Torri del Benaco.
Soddisfazioni speciali quindi per il nostro Paolo Tiribello, come nella a gennaio con la serata presentata nella sua Boara Polesine dall’avvocato  avvocato Cristian Sartori al teatro parrocchiale, sempre con l’accompagnamento musicale di Elena Munkàcsi al flauto  e con le poesie della raccolta ‘Anime Scartate’ declamate stavolta dall’attore Marino Bellini.
Tanto più che di questa serata a Boara Polesine il poeta Tiribello ha un ricordo speciale che sottolinea così: “ E’ stato emozionante vedere in sala la famiglia di Diego Tumiatti , al quale avevo dedicato una  poesia per la quale è stato richiesto il bis e che perciò l’attore Bellini ha dovuto recitare due volte”.

 

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover Paolo Tiribello nella sede dell’Istituto ‘Enzo Bari’ fotografato davanti alle ‘radici della quercia’ significativamente recuperata su una spiaggia del Delta Po.
Quindi in apertura di fotogallery partiamo da Paolo ‘allenatore dei Portieri’ in una doppia parata - dimostrazione all’epoca delle Giovanili nel Calcio Rovigo con sullo sfondo Nicola Cordella ‘in rete’.
Lo stesso portiere che poi riproponiamo in trio con da sx Tiribello, Cordella e Mazzanti sempre griffati Calcio Rovigo.
A seguire ecco Tiribello allenatore a Semide, mentre impegna il suo portiere sul campo sotto l’argine del PO mantovano.
Con riferimento invece a Tiribello allenatore ini tour Polesine , a titolo emblematico vi proponiamo mr Paolo in versione “Mister Tripla P” anche educatore scolastico, insieme al gruppetto dei Giovanissimi del Santa Sofia in visita a Falcade alla casa-museo dello scultore Augusto Murer.
Discorso analogo per “Mister Tripla P” che proponiamo tra i suoi quadri in mostra all’Istituto Enzo Bari e tra tre atleti della Us Lendinarese ( da Miss Mara al portiere Sparapan) in visita.

 

 

 

 

E poi, come allenatore dei portieri della prima squadra de La Gazzella del presidente Natalino Ferrari ecco Tiribello nei flash che gli ho scattato durante una partita di Prima categoria che ho raccontato in cronaca diretta per Delta Radio. Vale a dire prima in trio con  mr Beppe Nasti e il portiere capitano Peratello, a seguire in staff prmiazione coi dirugenti ( tra cui Spedo) , poi con Paolo “Mister Tripla P” spettatore interessato a maggio 2010 tra i tifosi dell’Union AT oltre la rete a Trecenta.

 

A questo punto onoriamo anche Paolo Tiribello in versione Pittore e Poeta mostrandolo durante la visita specifica che gli ho fatto all’Istituto Enzo Bari , col suo libro tra le mani e poi a fianco dell’amico Paolo Aguzzoni, storico professore badiese e già cronista di lungo corso per il Gazzettino.
Una location, l’Istituto IPSIA di Badia Polesine dove ad aprile 2010 c’è stato l’incontro dai Maestri del Lavoro di Rovigo ( vedi reportage specifico qui su www.polesinesport.it) sul tema della “Sicurezza del Lavoro” e di cui vi proponiamo una panoramica sugli studenti perché sul fondo in piedi a sx c’è proprio Paolo Tiribello in versione  scolastica.

 

 

 

Per una fotogallery che completiamo col poker di immagini finali in stile “Tripla P” visto che proponiamo Paolo Tiribello prima in tandem con mister Diego Tumiatti ( gli ha dedicato anche una poesia), poi in versione Pittore ( ecco anche un suo quadro ) e infine Poeta ( eccolo mentre sfoglia il Libro delle sue poesie “Girasoli Andalusi” , ma anche in una serata con ...manifesti "Requiem Resurrent" .
Mentre dulcis in fundo vi proponiamo il suo simpatico sorriso con tanto di …cappello a “Triplo Mister P , pubblicato sul suo profilo con sfondo significativa bacheca scolastica.

 

PS/ Ovviamente …la storia continua per il nostro “Mister Tripla P”, e non soltanto perché anche quest’anno Paolo Tiribello in quella che è la sua seconda casa, all’Istituto Enzo Bari di Badia dov’è collaboratore scolastico, nel periodo pasquale da alcuni anni ( in collaborazione con la sopracitata collega Floriana Buora ) propone in mostra , come particolare creazione artistica, un “Albero Pasquale” che ormai parte della tradizione.

 

 

 

 

Ce l’ha spiegato lui stesso , il “Triplo Signor P” , nella odierna telefonata dal sapore progettuale:<< Oltre alle tradizionali mostre e serate poetiche , mi sono reso disponibile a proporre le mie poesie “Anime Scartate’ in un incontro che ritengo particolarmente significativo nel Carcere di Rovigo…>>.

 

A questo punto la telefonata finale va …oltre la normalità , come nello stile del Poeta –Pittore che rivela così il suo prossimo progetto letterario e la sua particolare anima poetica  :<< …Proprio in questi giorni sto portando in stampa il ‘bozzetto’ della mia nuova opera… e il titolo è “ Ave Maristella >>.

D’altra parte,  per il poeta Paolo Tiribello ( ma in last kit anche giovane calciatore da ...mare) non ‘c’è bisogno del computer per …connettersi col superiore e con l’infinito.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it