Pattinaggio Corsa, “26° Memorial Arturo Ponzetti” / Al Roller Day c’erano Erika Zanetti e Giulia Bongiorno


13/10/2011  

“ Vi fornisco nei dettagli numeri, vincitori, partecipanti e altre curiosità. Se serve altro ... chiedete pure”. Questo è Paolo Ponzetti, che dell’evento ci ha inviato altresì alcune foto significative. Per un Memorial Arturo Ponzetti & uno Skating Club Rovigo sul Corso e... in corsa da tantissimi anni. Fin dai tempi postbellici di Cesare Zancanaro (un personaggio la cui Story ‘interdisciplinare’ ho già raccontato in latra rubrica su questo sito e anche in un libro grazie alla ‘sensibilità/disponibilità di sua figlia Marilisa & Paolo Bergamo).
Perciò in appendice ho voluto pescare’ un articolo storico dello stesso Paolo Ponzetti ( by Agenda dello Sportivo Polesano 2011 by Coni di Beppe Osti) dove si parla dei primi campioni storici ( da Paolo Parini my friend in football anni ’70 a Valentina Vallin first lady ‘azzurro Italia) .
Per una sequenza news Evento & Story , ma sempre nel nome ‘originale  e nell’interpretazione autentica di Paolo Ponzetti, una vita di corsa nel pattinaggio e …nel quotidiano.

PATTINAGGIO IN LINEA - BILANCIO 26. MEMORIAL ARTURO PONZETTI BCC DEL POLESINE/
50 METRI SUL CORSO A ROVIGO: VINTA LA SFIDA CON FIOR DI CAMPIONI E 120 PARTECIPANTI
<< Un pubblico caldo e numeroso è stato la splendida cornice al 26. Memorial Arturo Ponzetti - Trofeo Bcc del Polesine, il Roller Day organizzato dallo Skating Serramenti Pavanello Rovigo nell’inedita, e rivelatasi molto azzeccata, cornice di Corso del Popolo-Piazza Matteotti.
Con i pattini in linea ai piedi si sono visti una decina di campioni di caratura internazionale e oltre 120 partecipanti tra agonisti e non, di ogni età, dai 4 anni insù. Insomma, è stato il miglior modo per continuare a celebrare i cinquant’anni della società rodigina fondata nel 1961.

 

 

La formula dei cinquanta metri in corsia si è riservata molto spettacolare e apprezzata dai tanti atleti e appassionati che hanno partecipato alla manifestazione di sabato pomeriggio. In primis i campioni: la "mondiale" Erika Zanetti (Pattinatori Spinea) che per un centesimo si è inchinata all’"europea" Giulia Bongiorno (Skating Comina Pordenone); il tricolore Patrizio Triberio (Ahp Noale) nella sfida dei Senior-Junior è stato battuto dal compagno di squadra Domenico Moneglia e da Valentino Bressan (Polisportiva Lusia) ma poi si è rifatto imponendosi nella "finalona tra i 12 migliori tempi proprio a davanti a Moneglia e al campionissimo rodigino Riccardo Passarotto: 6"02 Triberio, 6"04 Moneglia, 6"08 Passarotto. Altri campioni sono stati il rodigino Lorenzo Cabrini (sesto assoluto), l’europeo Filippo Dacy (settimo), il tricolore Niccolò Greguoldo (decimo) e l’azzurra Chiara Vio (13esima).

 

 

Grandi protagonisti sono stati pure i tanti pattinatori che hanno partecipato alla gara per "non tesserati" con le varie categorie vinte da Chiara Visentin, Cristiano Tosetto, Mirian Malagnini, Angela Bertaglia e Paolo Schiesaro, unico a calzare i pattini tradizionali. Nelle categorie agonisti successi di Giulia Gobbato e Gabriele Vio (Ahp Noale), Marianna Sandonati (Ariostea Ferrara), Sasha Tarocco(Sc Rovigo), Elisa Fracassetti (Polisportiva Lusia), Lorenzo Cabrini (Sc Rovigo), Shamira Brunato (Ahp Noale), Riccardo Passarotto (Sc Rovigo).
Gran successo ha ottenuto l’area "prova" con pattini e caschi messi a disposizione dallo Skating Club Rovigo, ma anche gli arcieri e le esibizioni degli allievi delle scuole di pattinaggio della società rodigina e dei giovani della Roller Mania Castel D’Azzano.

 

 

Notevole il montepremi messo in palio da Skating Serramenti Pavanello, Bcc del Polesine, i molti sponsor e soprattutto i commercianti del Consorzio operatori del centro "Tutt’in piazza. Il trofeo è stato vinto dall’Ahp Noale (gruppo più numeroso escludendo la società di casa) ed è stato consegnato dalla vedova di Arturo Ponzetti, la signora Antonietta insieme al direttore della filiale di Rovigo della Bcc del Polesine, Erminio Vallese e al presidente dello Skating Club Rovigo, Federico Saccardin. Folto il parterre delle autorità: lo sponsor Lauro Pavanello con la figlia Laura, il sindaco Piva con gli assessori Bimbatti, Saccardin, Piscopo e Paulon, il vicepresidente del Coni, Paolo Rondina, il responsabile corsa regionale Giovanni Spagna, quello della Fihp provinciale Roberto Zanforlin e il consigliere nazionale Fihp Leandro Naroli.>>

APPENDICE/ (di Paolo Ponzetti by Agenda dello Sportivo Polesano 2001)/ SKATING CLUB ROVIGO: 40 ANNI DI STORIA E DI SUCCESSI

 

 

<< E’ una delle società più ‘vecchie, del pattinaggio a rotelle italiano e dello sport polesano, essendo stata fondata nel lontano 1961 e, quindi, il prossimo anno festeggerà i 40 anni ininterrotti di attività. Lo Skating Club Rovigo per lungo tempo ha legato il proprio nome alla storica pista del Don Bosco ( il primo impianto con curve sopraelevate realizzato in Italia), ora lasciato assurdamente in abbandono  a quel grande sportivo e maestro di pattinaggio che è stato Cesare Zancanaro, Poi, dagli anni 70 ha concentrato l’attività nel Pattinodromo Ponzetti di Via Malipiero, che ora vanta due piste ( una asfaltata, l’altra in cemento al quarzo e coperta) illuminate e accoglienti.

 

 


 

Fior di campioni hanno  vestito la maglia di questa società attualmente presieduta da Federico Saccardin. Centinaia di giovani rodigini hanno pattinato per i colori dello Skating Club, dapprima solo nella corsa poi, dagli anni ’70, anche nell’artistico. I loro nomi sono quelli di Parini, Ruozzi, Tommasi, Taribello, Galuppo, Borella, Viaro, Voltan, Cocchi, Bonafin.
Ora lo Skating Club si presenta più che mai attivo e in salute grazie all’impegno di atleti, dei dirigenti e del nutrito numero di tecnici guidati da Roberta Ponzetti (pattinaggio in linea) e Paola Galuppo (artistico).

 


 

Infatti a luglio, per la prima volta ha vestito la maglia della nazionale di pattinaggio  corsa per partecipare ad una rassegna continentale Valentin Vallin, 16 anni, ai Campionati Europei giovanili disputati a Jaszberemy. In Ungheria  ha vinto due medaglie di bronzo nei 300 metri a cronometro  e nei 500 metri sprint. Ma l’annata è stata caratterizzata da altri numerosi risultati di prestigio. Nicola Battocchio ha vinto la medaglia di bronzo al Campionati Italiani Indoor di Civitanova Marche. Laura Sicchieri e Filippo Mirandola (Ragazzi) hanno vinto l’argento nei 200 metri a cronometro; Valentina Vallin agli Italiani di Noale ha conquistato il bronzo nei 3000 a cronometro su pista. Alle spalle di questi atleti ci sono tanti altri giovani promettenti che hanno conquistato una lunga serie di medaglie ai campionati regionali con un medagliere formato da 13 oro, 14 argento e 13 bronzo.

 

Una stagione eccellente iniziata con lo stupendo terzo posto della società nella classifica del Trofeo Bruno Tiezzi ’99 (settori giovanili) e il 24° posto in classifica assoluta del Trofeo Bonacossa ’99, posizione mai raggiunti dallo Skating Club Rovigo nel settore corsa e che è stata conclusa con la splendida 15^ edizione del Memorial Nazionale Arturo Ponzetti, disputato in città il 17 settembre. 
Ma se la corsa è attiva anche fuori città ( Mardimago, Arquà Polesine, San Bellino) , conta su atleti provenienti anche da Ferrara e Padova, svolge il progetto scuola e organizza i Giochi della Gioventù, non è da meno il settore artistico che grazie all’impegno del vicepresidente Roberto Galuppo continua ad operare con un alto livello qualitativo e le atlete ottengono validi risultati, che in futuro li proietteranno verso traguardi molto prestigiosi.>>

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per podio ‘tricolore’ by “26° Memorial Ponzetti” .Poi nella fotogallery partiamo con la foto di Erika Zanetti, campionessa mondiale,  in corsa sul Corso a Rovigo. Come peraltro le due foto ‘esibizioni’ degli Allievi della Scuola di Pattinaggio, tra ‘cinesini’ e traguardo. A seguire la foto di Sasha Tarocco in sprint e quella dell’arrivo della ‘finalona’ con Riccardo Passarotto al centro del trio. Per il flash back storico vi riproponiamo Cesare Zancanaro & friends per onorare gli albori che hanno dato origine poi al Memorial Arturo Ponzetti. Lo stesso che giunto alla 26esima edizione viene onorato da tutto il team applaudito sotto podio dal presidente Federico Saccardin (a sx) e che poi si mostra al completo coi 12 finalisti attorno al trio podio tricolore.

 


Paolo Ponzetti
www.polesinesport.it