Per Coldiretti Vicenza “Terra è coltivare l’Uomo”: perciò in udienza da Papa Francesco a Roma/ E Ringraziamento & Giubileo a Sossano-giornata


13/11/2016  

“Siamo chiamati a convertirci alla misericordia, cioè ad un’ecologia integrale ed integrata
per la costruzione di una società umana, inclusiva e non esclusiva dove ogni essere vivente trova le possibilità per fare storia, una storia da poter raccontare alle generazioni future”.

Questo pensiero è stato scritto  dal Consigliere Ecclesiastico don Elia Lunardi sul manifesto trasmessoci dal giornalista Matteo Crestani, insieme al Programma&Invito della 66a Giornata Provinciale del Ringraziamento e Giubileo dell’Agricoltore che la Coldiretti Vicenza h organizzato stamattina a Sossano.

Questa premessa fa il paio col fatto che stamattina sono passato da Piazza Fetonte a Crespino ed ho visto già piazzati alcuni Trattori e Macchine Agricole pronte per ricevere la tradizionale benedizione. E poiché il sottoscritto doveva andare dal Gruppo Audiofili di Rovigo per una Story che era in attesa ‘da anni’ , ecco allora che onoriamo i Coldiretti grazie al reportage written by Matteo Crestani, in onore della categoria  e del gran lavoro che fa il giornalista a favore di tante Associazioni importanti del Vicentino, dall’Avis alle Acli , dai Consorzi di Bonifica ai Coldiretti appunto.
Anche perché la Coldiretti di Vicenza col suo presidente Martino Cerantola è davvero un ‘prototipo’ a livello nazionale,  e non solo perché il reportage abbina la Festa del Ringraziamento con la visita della Coldiretti Vicenza , dove le emozioni sono state davvero tante in Piazza San Pietro dove Papa Francesco in persona ha saputo dimostrare ancora una volta che la Misericordia è la nuova stella cometa del Terzo Millennio.
Perciò eccovi in trittico il Programma&Invito della Festa di Ringraziamento con a seguire le due significative Main News complete di fotogallery da San Pietro e da Sossano.

 

 

PROGRAMMA&INVITO ( per Domenica 13 novembre 2016 ) / FESTA DI RINGRAZIAMENTO DELLA COLDIRETTI DI VICENZA A SOSSANO
Ore 9.30/ Raduno delle macchine agricole in Via Manin (Zona Artigianale)
Ore 10.00 / Partenza della sfilata con le macchine agricole
Ore 11.00 / Santa messa nella chiesa arcipretale San Michele Arcangelo concelebrata da don Pietro Giuriato, don Renzo Faccipieri, don Gabriele Cattelan e don Elia Lunardi
Ore 12.00 / Benedizione delle macchine agricole
Ore 12.30 / Pranzo del Ringraziamento al Palazzetto dello Sport di Sossano in Via Aldo Moro
FIRMATO/ Il Consigliere Ecclesiastico don Elia Lunardi / Il Direttore di Coldiretti Vicenza Roberto Palù / Il Presidente di Coldiretti Vicenza Martino Cerantola
La prenotazione al pranzo va fatta alla Segreteria della propria zona entro il 4 novembre

 

 

ANTEPRIMA NEWS ( di Matteo Crestani, by mail 10.11.2016 )/ Domenica 13 novembre la 66a Giornata del Ringraziamento a Sossano / In occasione della Giornata provinciale del Ringraziamento sarà celebrato anche il Giubileo dell’Agricoltore


Vicenza, 10 novembre 2016. Sarà il Basso Vicentino, quest’anno, protagonista della 66a Giornata provinciale del Ringraziamento, in occasione della quale verrà celebrato anche il Giubileo dell’Agricoltore. A Sossano, infatti, la macchina organizzativa si è già da tempo attivata, per far sì che il tradizionale atteso evento riesca al meglio. Importante il tema del Messaggio della Commissione episcopale Cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace: “Tu fai crescere l’erba per il bestiame e le piante che l’uomo coltiva per trarre cibo dalla terra”, attorno al quale Coldiretti ha indubbiamente molto da dire, tanto più che il 2016 è stato proclamato dall’Assemblea delle Nazioni Unite “Anno internazionale dei legumi”.

 

 

Un tema che fa riflettere, dunque, e come si legge nel messaggio dei Vescovi italiani: “nel coltivare la terra, gli esseri umani operano come collaboratori dell’azione provvidente di Dio, che nutre e sostiene la vita: una vocazione alta ed esigente”. Un passaggio apparentemente semplice, ma che racchiude un significato straordinario e stimola a riflettere sul ruolo dell’agricoltura nella società di ieri e contemporanea. “Lo scorso anno abbiamo ricordato il valore del suolo, che ci consente di produrre – commenta il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – e quest’anno affrontiamo il tema della vita, che attraverso i prodotti agricoli viene garantita. Impegni importanti, prioritari, di fronte ai quali non possiamo che riflettere anche sul ruolo sociale e di presidio che l’agricoltura svolge nel territorio. Ed in tal senso corre l’obbligo di orientare il nostro pensiero anche agli amici del Centro Italia, colpiti da un terremoto devastante.

 

 

Un evento drammatico, ma che ci ha aperto gli occhi sulla necessità di continuare a lottare per i nostri ideali, per la nostra terra e per far sì che continuiamo a produrre, come dice la Cei, attraverso forme solidali rispettose dell’integrità della terra e di tutti i viventi”. La Giornata provinciale del Ringraziamento ed il Giubileo dell’Agricoltore, quindi, rappresentano un momento per riflettere sulle battaglie di Coldiretti, vinte ed in progress. “La partecipazione di ieri all’udienza con il Santo Padre – conclude il direttore di Coldiretti Vicenza, Roberto Palù – ci dà la carica per proseguire nel nostro lavoro, sempre più convinti e decisi che tutelare i prodotti tipici locali significa assicurare lavoro ed opportunità per i giovani, presidiare il territorio e salvaguardare una parte buona del Paese, che genera economia ed è ancora capace di lanciare messaggi positivi”.

 

 

 

PRIMA MAIN NEWS ( di Matteo Crestani, mail 13.11.2016)/ COLDIRETTI DI VICENZA IN UDIENZA DA PAPA FRANCESCO IN PIAZZA SAN PIETRO A ROMA/ Numerosa delegazione di Coldiretti Vicenza al Giubileo della Terra a Roma / Il presidente Martino Cerantola: “una giornata memorabile per riflettere sui valori del nostro impegno”

Vicenza, 12 novembre 2016. Grande emozione per la delegazione di oltre cento vicentini aderenti a Coldiretti e guidati dal presidente provinciale Martino Cerantola. “È stata una giornata memorabile – spiega il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – ed in occasione della celebrazione conclusiva dell’anno giubilare della misericordia, Coldiretti ha celebrato il Giubileo della Terra, con la presenza di migliaia di persone in Piazza San Pietro per incontrare il Santo Padre”.
Una giornata decisamente particolare e piena di significato per Coldiretti Vicenza, che festeggerà domani la 66a Giornata provinciale del Ringraziamento ed il Giubileo dell’Agricoltore a Sossano, a partire dalle ore 10. Nel corso dell’esortazione, Papa Francesco ha fatto riferimento al brano evangelico di Matteo: “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro”.

 

 

Un passaggio decisamente significativo per Coldiretti, che da tempo si prodiga per sollecitare una maggior attenzione nel consumo di cibo e, soprattutto, invita i cittadini consumatori a non sprecare gli alimenti.
“Da tempo gli agricoltori Coldiretti, anche attraverso i mercati di Campagna Amica ed i punti per la vendita diretta – conclude il presidente Cerantola – sono impegnati in un progetto lungimirante di comunicazione ed informazione con il consumatore. Un progetto che ha preso il via parecchi anni fa con il patto per il consumatore e di cui oggi si iniziano a vedere i risultati. Siamo gli artefici di un cambiamento culturale che abbiamo condiviso con i cittadini, che oggi sono i nostri primi partner”.

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Matteo Crestani , by mail 13.11.2016)/ COLDIRETTI DI VICENZA A SOSSANO/ Oltre 800 persone alla Giornata del Ringraziamento a Sossano/
Il presidente Martino Cerantola: “i cittadini consumatori sono i primi sostenitori del mondo agricolo, di cui apprezzano prodotti, ma soprattutto i valori alla base del fare impresa”

Vicenza, 13 novembre 2016/ Oltre 800 persone, 600 delle quali hanno preso parte al pranzo associativo, 100 macchine agricole ed un centinaio di cesti con i prodotti tipici del territorio berico che, al termine dell’evento, verranno donati a famiglie bisognose della zona. Sono questi i numeri dell’edizione 2016 della Giornata del Ringraziamento e del Giubileo dell’Agricoltore svoltisi oggi a Sossano, alla presenza dei sindaci del Basso Vicentino, di numerosi parlamentari, rappresentanti delle Categorie economiche, del presidente dell’Associazione regionale allevatori del Veneto, Floriano De Franceschi e del presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise.

 

 

Nel corso della santa messa, concelebrata nella chiesa arcipretale San Michele Arcangelo da don Pietro Giuriato, don Renzo Faccipieri, don Gabriele Cattelan e dal consigliere ecclesiastico Coldiretti don Elia Lunardi, è stato posto l’accento sui temi trattati dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace nel documento elaborato per la 66a Giornata del Ringraziamento, intitolato: “Tu fai crescere l’erba per il bestiame e le piante che l’uomo coltiva per trarre cibo dalla terra”.
Il primo pensiero è andato alle popolazioni recentemente colpite dal terremoto in Centro Italia. “Il cuore del nostro Paese è stato pesantemente colpito da un terremoto che, oltre ad aver lesionato o distrutto gli edifici – spiega il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – ha infranto il sogno di tanti agricoltori ed allevatori, anche giovani, che in quelle splendide terre tentavano di porre le basi per il futuro. Tra le macerie sono finiti anche gli agriturismi, al servizio di un florido turismo, e le aziende agricole capaci di produrre delle eccellenze note in tutto il mondo. Ciò che è accaduto deve farci pensare: siamo chiamati ogni giorno a produrre rispettando la nostra terra e l’ambiente, con la consapevolezza che stiamo producendo cibo, quindi vita”.

 

 

L’anno internazionale dei legumi, proclamato dall’Assemblea delle Nazioni Unite e fulcro del Messaggio elaborato dalla Conferenza dei Vescovi per la Giornata del Ringraziamento, ci fa comprendere anche l’importanza di tutelare la biodiversità.
Come si legge nel testo, infatti, “valorizzare tali realtà significa promuovere un’economia che favorisca la diversificazione produttiva e la creatività imprenditoriale, indispensabile perché continui ad essere possibile offrire occupazione”.
Il Messaggio della Cei dà pienamente atto del buon lavoro che Coldiretti sta svolgendo: “Questa visione complessiva sta ispirando opere concrete nella diversificazione dei modelli di produzione e consumo del cibo, come la ri-valorizzazione dei mercati locali, l’inclusione di soggetti socialmente deboli o svantaggiati nell’agricoltura sociale, le iniziative per la legalità ed il recupero all’attività agricola dei terreni confiscati alle varie mafie, l’impegno per la trasparenza dell’informazione ai consumatori”.

 

 

Ed i primi sostenitori di queste iniziative sono i cittadini consumatori, sempre più esigenti ed in stretto legame con i produttori agricoli, con cui hanno stabilito un dialogo costante e fruttuoso. A crederlo convintamente è anche il direttore di Coldiretti Vicenza, Roberto Palù: “la grande guerra per tutelare il nostro made in Italy dal quotidiano scippo che viene perpetuato all’estero ai danni delle nostre imprese, dell’occupazione di settore e della stessa immagine dei prodotti non si arresta. Siamo uniti e forti, in quanto abbiamo compreso l’esigenza di guardare convinti nella medesima direzione: il futuro delle nostre aziende agricole”.
I successi nel 2016 non sono mancati per Coldiretti, ma occorre continuare a lottare.

 

 

“Si conclude un anno importante sul versante fiscale. La legge di stabilità – conclude il direttore Palù – ha previsto l’esenzione dall’Imu per i terreni agricoli e l’eliminazione dell’Irap, nonché numerose altre agevolazioni sul versante delle assunzioni e degli investimenti finalizzati all’innovazione tecnologica. Questa Giornata del Ringraziamento, quindi, è davvero speciale. Dobbiamo essere felici, ma non ancora soddisfatti, perché le sfide che ci attendono non si arrestano. Il mondo agricolo deve essere unito e condividere le battaglie di Coldiretti, perché non esiste un’alternativa all’affermazione dei diritti che l’Organizzazione maggiormente rappresentativa del settore primario vuole vedere realizzati”.

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover Coldiretti Vicenza & Papa Francesco insieme in Piazza San Pietro con sfondo ‘finestra’ da cui ‘Nunzio Vobis Gaudium Magnum…habemus Papam”.
Poi in apertura di fotogallery altri tre flash da Piazza San Pietro con protagonisti sempre Papa Francesco & Coldiretti Vicenza con i loro emblematici palloncini gialli in festa per il Giubileo della Terra.
A seguire nella seconda parte della fotogallery ecco le eloquenti immagini da Sossano, partendo dall’Angelus di Jean François fino alla Benedizione finale.

 

 

 

Tutto nel segno della Giornata del Ringraziamento e del Giubileo dell’Agricoltore, alla presenza dei sindaci del Basso Vicentino, di numerosi parlamentari, rappresentanti delle Categorie economiche, dell’Associazione regionale allevatori del Veneto e del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta.

 

Matteo Crestani & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it