Pezzolato Mauro, player e winner tra Porto Tolle, Ariano, Scardovari, Bottrighe, Taglio di Po e Mesola (FE)


10/10/2010

Una lunga storia sul Delta del Po. L’ho visto giocare e segnare uno dei gol più belli, per l’Arianese a Beverare da appena oltre metà campo e quasi sulla linea laterale. Allora Mauro Pezzolato, personaggio mai sopra le righe, giocava in Seconda categoria e di lì a poco avrebbe iniziato, sempre all’Arianese , la sua carriera da allenatore. Quella che lo vede tutt’ora sulla panchina del Mesola, sempre nel Delta del Po ma sul ferrarese, campionato emiliano. Per certi versi’ il posto delle fragole’ di tanti giocatori polesani e allenatori polesani, da sempre un ‘enclave’ in interscambio socio-culturale. Ne è una dimostrazione bomber Paolo Cazzadore , che vi è stato come giocatore e che proprio a Mesola da qualche anno è lì come ds ed ha appena portato alla corte di Pezzolato anche Davide ‘fosforo’ Pizzo.
Ma restiamo ancorati alla nostra Pezzolato - Story ‘targata ottobre 2005’, aggiungendo solo che lui Mauro a Scardovari c’è poi stato anche nella stagione 2006/07 prima di fare le successive due stagioni sempre in Prima categoria nella Tagliolese, approdando infine al Mesola 2009/10.
LA “PEZZOLATO MAURO STORY” TARGATA OTTOBRE 2005

<< Quest'anno Mauro Pezzolato sarà mister in Promozione, sulla panchina dello Scardovari dei presidenti Mario e Andrea Rosestolato. Ma per lui, nato 16.10.1957 a Donzella di Portotolle, è davvero come giocare in casa, perché proprio con lo Scadovari 1999/2000 è salito dalla Prima alla Promozione; una stagione che Mauro definisce 'stellare', tutta da record a livello Veneto, vincente con 5 giornate d'anticipo.
Questione di feeling familiare, visto che suo suocero è quel Mancin Lucio primo presidente dei pescatori e visto che Piero Carnacina è stato il suo primo allenatore. Spiega Mauro:" E' stato lui che mi ha plasmato quando mi ha portato a giocare nei Giovanissimi e negli Allievi del Cà Venier del presidente Gigliati. Per me, allora centravanti, è stato un 'bagno di mentalità' e la base per essere l'allenatore di oggi".

Poi ha seguito il suo maestro Carnacina nella Juniores della Portotollese, dove a 16 anni, mister Furlan lo fa esordire in Prima categoria. Poi Mauro 'Cece' Pezzolato, trasformato da Sergio Binatti in centrocampista, avrà come compagni Fabrizio 'Chinaglia' Bovolenta, Soncin, Astolfi, Marassi, Borsetto, giocando nella società del presidente Licio Fusetti, e poi Umberto Cavallari, fino a 30 anni, spesso in Prima, passando, tra gli altri, attraverso gli allenatori Cecconello, Manfrini (84/85, vincente in Seconda), Piero Penzo, Sergio Salini. Nel suo percorso finale rinuncia alla sirena Scardovari - Promozione, e a Porto Tolle diviene anche il capitano, fino all'87/88. Da quel momento, e per 4 annate, giocò in Seconda categoria nell'Arianese del presidente Tasfai Zanella, del ds Pietro Astolfi, e dei fratelli Oreste e Fernando Callegari. Giocavano con Pezzolato i fratelli Dario e Agostino Siviero, Schiavon, Sivieri, Cattin e Chillemi, Zago e Franchin. E lui Mauro fece i suoi 8-9 gol, come li ha fatto poi sul ferrarese col Gorino 91/92 in Seconda, ultimo sua stagione da giocatore, prendendo il patentino di allenatore per poi 'imparare'da Piero Carnacina mister dell'Adriese 92/93.

Quanto basta perché Argentino Pavanati chiami proprio Pezzolato al suo Polesine Camerini 93/94, in Seconda categoria. "La squadra aveva i suoi 'valori tecnici' per cui - spiega Mauro- abbiamo cercato la salvezza attraverso il gioco; ed è arrivato il …quarto posto. Nel 94/95 fu poi vittoria storica, all'ultima giornata, battendo 1-0 la Tagliolese, gol di Saggia."
Da matricola in Prima, il Polesine Camerini 95/96 di Pezzolato fece solo 10 punti all'andata, ma ben 26 nel ritorno, e si salvò anzitempo.
Ormai nel Delta mister Pezzolato era una garanzia, così lo chiama il suo ex compagno Fabrizio Bovolenta, ora ds della Portotollese 96/97 in Prima. Sarà campionato onorevole, poi nel 97/98 il binomio Pezzolato-Portotollese balbetta tra voglia di vittoria e lancio giovani; e sarà solo salvezza alla penultima, col 2-1 sull'Este. E per Mauro ci sarà così un anno sabbatico, per accettare poi lo Scardovari 1999/2000 in Prima. E fu vittoria 'stellare' appunto, con Maistrello Kristian che ripaga l'amico mister con il 'cuore e con la testa' .

E quello Scardovari fece bene anche in Promozione 2000/01, rilanciando Michele Florindo (poi una carriera in Serie C tra Padova e L’Aquila). Purtroppo nel 2001/02 lo Scardovari patì infortuni in serie e si salvò solo pareggiando 1-1 a Este (già promosso in Eccellenza). Sarà che Este è la sua…cabala, sta di fatto che nel 2002/03 quando passò sulla panchina del Bottrighe in Seconda, proprio ad Este, davanti a 800 spettatori, ci fu la vittoria in Coppa Veneto, che valse il salto in Prima. E poi le due annate positive alla corte del tandem Moschini-Borella, hanno visto il Bottrighe prima campione d'inverno e rallentare nel 2003/04, poi centrare i play off nel 2004/05.
Adesso il trio Pezzolato e Andrea & Mario Rosestolato ci prova con lo Scardovari 2005/06, contando su bis-bomber Trombin, e l'esplosione di Giorgio e Federico Finotti, e Anthony Paganin.>>.


EXTRATIME/ La foto d’apertura glie l’ho fatta a Scardovari, nella cena di fine stagione 2006/07. Mauro è al microfono nel cerimoniale dei saluti, tra Raffaele Riondino, il presidente Andrea Rosestolato e Bonandin a dx. Poi nella fotogallery abbiamo onorato il giocatore Mauro Pezzolato ( quarto da sx in piedi) nel Porto Tolle 84/85 di mister Manfrini vincente campionato di Seconda categoria ( tra gli altri Maistro, Broggio, Passarella e il portiere Laurenti). Passando a mister mauro Pezzolato la fotogallery , in sequenza cronologica, mostra Mauro ‘rain man’ col Bottrighe 2004/05 , quindi mister ‘occhiali scuri’ con tutto il team Scardovari 2006/07 che manda un accorato ‘Forza Moreno’ allo sfortunato e indimenticabile De Bei. L’ultima foto – squadra è quella di Mauro Pezzolato con rosa giocatori e staff tecnico-dirigenziale della Tagliolese 2007/08 nel pre-partita vs Arianese. Lo stesso anno in cui ho avuto la possibilità di invitare proprio Mauro Pezzolato e l’evergreen tajante Edoardo Duò alla mia trasmissione settimanale sul CALCIO POLESANO che conducevo su Telestense in tandem con Marco Mariotti (a sx, nella foto finale).


03.10.2005


Sergio Sottovia
www.polesinesport.it