Play off ok per Lapecer, Scardovari, Cavarzere, Arquà. Fuori corsa Porto Viro, Union At, Tagliolese, Gaiba. ‘Soffrono’ Loreo e Badia


23/05/2011

Dopo aver incontrato giovedì Thiago Motta ad Appiano Gentile e la Giovanna Pasello a Lurate Caccivio, quindi venerdì Boris Padovan in Fetonte City, eccomi a completare il poker coi play off/ play out polesani.
Cioè la prima giornata dei play off/ playout che ha regalato il ‘pass’ alle squadre che nella griglia-campionato avevano la miglior classifica.
Ma se nei play off (partita secca) a Lapecer e Scardovari è bastato il pareggio, al Cavarzere e al San Marco Arquà è arrivato addirittura la vittoria. Ben diverso l’andamento play out visto che ci si gioca tutto ma in partite di andata e ritorno.
Così dopo il noto viaggio ad Appiano Gentile, in casa Inter per incontrare Thiago Motta assieme a quelli dell’associazione Polesani nel Mondo di Milano (dal presidente Alberto Mattioli al tandem Andrea & Diletta Rosestolato by Scardovari) mi sono ‘rintanato’ tra gli amici del calcio polesano ‘fotografando’ sabato la cerimonia di inaugurazione del nuovo impianto di illuminazione al campo di Taglio di Po. Dopo peraltro aver incontrato nel pomeriggio/sera di giovedì/venerdì il tandem dei “campioni & signori” formato da Giovanna Pasello ( signora del double trap alle Olimpiadi di Atlanta 96) e Boris Padovan (signore dell’Antartide in “Winter Overr 2010”). Con tutti, ripeto con tutti , sono state ‘partecipazioni familiari’ ( perciò dovrei parlarvi di Matteo,Pompilio, Rraffaello, ma anche Micol, Giancarlo, la Rina etc ), però prometto che ne parleremo anche in forma ‘storica’ in questa  estate ovviamente da summertime.
Nel frattempo, per così dire la prima giornata play off/ play out, ci ha regalato più conferme che sorprese.
E così in PROMOZIONE il Lapecer di mister Grassi ha tenuto a bada le velleità del Porto Viro di mister Fellet e chiudendo felice e contente sullo 0-0. Anche perché i titoli dei giornali ‘strillano’ così:<< Granata in inferiorità numerica per un’ora: il Porto Viro non ne approfitta>>.

 

 

In fatti era successo che , per colpa di un fallo su Beccati, il difensore Fabio Chiarion si era… beccato la seconda ammonizione e relativa espulsione. Quando poi anche il Porto Viro al 39’ st era rimasto in 10 per l’espulsione di Scarparo (sempre doppia ammonizione) , beh lo 0-0 era già scritto.  E così ( apparentemente) tutti vissero felici e contenti, dal ds Altfredo Tessarin del Porto Viro a fianco del suo mister Fulvio Fellet contenti ‘comunque e a prescindere’, dal ds Masotti e mister Turetta dell’Union At contenti ‘ per una stagione da matricola terribile e protagonista oltre ogni previsione’.
E sopra tutto mister Grassi che ha parlato di una prestazione tattica esemplare per il suo Lapecer, al quale il pareggio bastava e avanza … in zona play off, dove incontrerà adesso quel Saonara Villatora che pareggiando altrettanto 0-0 ha eliminato appunto la polesana Union At.

 

 

Per quanto riguarda invece il Loreo nei play out è andata per la partita d’andata a Conselve. E purtroppo le troppe occasioni fallite in attacco sono state addirittura punite dal gol di Busatto all’88’ che sugli sviluppi di un calcio d’angolo ha beffato il Loreo.
Ma mister Augusti sta dimostrando di saper gestire il gruppo e creare opportunità offensive, per cui…onore al Conselve di Anali, ma nel retour match di domenica prossima in casa proprio il Loreo degli attaccanti Codignola, Murtisi, Crepaldi può trovare quel gol partita che vale la salvezza e la permanenza in Promozione.
Passando alla PRIMA CATEGORIA, bisogna dire che è andata bene solo allo Scardovari che, al di là della sofferenza per essere stato in doppio svantaggio, ha infine agganciato contro l’Atheste (grazie a Poncina e Andreello) quel 2-2 che vale il pass per lo scontro contro il Cavarzere.
Sì perché i veneziani di mister Arsenio Pianta, ai quali bastava il pareggio, hanno battuto per 2-1 la Tagliolese di mister Franzoso grazie ai gol di Zambelli e infine di Bertipaglia-punizione che hanno reso inutile il precedente pareggio su rigore da parte di Trombin a metà ripresa. Per mister Geminiano Franzoso resta il rammarico di non aver centrato il terzo posto in campionato, come invece ha fatto il Cavarzere di mister Pianta capitalizzando l’esperienza dei suoi giocatori.
Tutto da veder quindi il prossimo scontro tra Scardovari e Cavarzere.
Per lo scontro play out, match d’andata in casa del Vigo, ha solo pareggiato il Badia di mister Piccinardi. Certo era andato in vantaggio con Galassi, ma poi al 25’ st Lanzoni ha regalato il pari-sorriso al suo mister Luciano Malaman. A quel punto peraltro l’espulsione di Antico , ha ridotto in dieci il Badia che così dovrà ‘per forza’ vincere in casa sua domenica prossima, visto che il Vigo ha preceduto i polesani nella classifica della regular season.

 

 

Per parte mia, visto che erano in trasferta sia il Loreo che l’Union At, sono andato in SECONDA CATEGORIA a vedere e raccontare in cronaca per Delta Radio il big match play off tra San Marco Arquà e Bellellieng Gaiba. Detto che nel campionato il Gaiba di Ghisellini aveva ottenuto due vittorie, invece nel match play off ha vinto l’Arquà di mister Saterri al quale comunque bastava un pareggio. Meritato? Direi di sì, perché il Gaiba del presidente Milani e del ds Valter Gherlinzoni (evergreen, tra i disponibili in panchina) può recriminare soltanto su due ‘sbandieramenti’ del guardalinee e sulla indisponibilità dell’acciaccato Calignano (utilizzato perciò solo nel finale) , ma sul piano del possesso palle e delle occasioni bisogna dire che l’Arquà ha impegnato maggiormente il portiere Turcato prima di sigillare la vittoria nel finale, col rigore trasformato da Chiarion e dal rasoterra di Monzo per il 2-0 classico.
E così nel prossimo turno lo scontro sarà col Castelbaldo Masi al quale è bastato il pari 1-1 per eliminare lo Stroppare.
Per quanto riguarda i play out, va segnalato che il turno d’andata ha regalato due pareggi.

E cioè l’1-1 tra il Grignano di Ferrari e Frassinelle e lo 0-0 tra la Fluminense di Breda e l’Eridano (il cui portiere Galvani ha parato un rigore a Bottoni), con tutti interessati a vincere la settimana prossima, anche se sia al Frassinelle di Braiato che all’Eridano di Teofili basterà comunque il pareggio per salvarsi.
Tutto questo nel Girone I, mentre nel Girone L va avanti il Bottrighe di mister Nasti che ha battuto per 2-1 la Santangiolese grazie alle reti di Cattozzo e Luca Piombo. Invece sempre in zona play off hanno preso una grande ‘scoppola’ i Blucerchiati di mister Paganin, schiacciati per 6-0 a Pontelongo in casa del Pontecorr.
Per quanto riguarda la zona play out, purtroppo nel match d’andata il Rosolina di mister Astolfi ha perso in casa per 2-0 contro il San Pietro Viminario.
A completamento della ‘panoramica’ Seconda categoria, segnaliamo che era impegnata anche la Stientese, ma nella corsa verso il titolo veneto della categoria la squadra di mister Visentini è uscita subito perché sconfitta per 2-0 a Stienta contro la padovana Ardisci e Spera.

E in TERZA CATEGORIA? Nel girone rodigino vanno avanti in sicurezza il Papozze e in sofferenza La Vittoriosa.
Si perché il Papozze di mister Alessandro Mantoan era in doppio vantaggio ( gol Bovolenta e rigore Benazzi) sulla Turchese prima di chiudere vincente per 2-1 in quanto Fusetto giocatore-allenatore ha accorciato per gli ospiti. In un match play off dove al Papozze bastava peraltro il pareggio.
Quel pareggio che occorreva a La Vittoriosa di mister Pincelli ma che contro il Polesella di mister Prearo è arrivato soltanto al 93’ con una incornata di Claudio Andreasi che faceva da contraltare al gol di Gherman.
Così va il calcio, dove la partita – diceva Boskov – è finita quando arbitro fischia.

Ne sa qualcosa il Cà Emo di mister Bruno Bernardinello che nella TERZA CATEGORIA/ PADOVA (dove lo troviamo impegnato nello scontro andata-ritorno con l’Atletico Villa) ha solo pareggiato 0-0 sprecando addirittura due rigori ( con Pavanato e Pezzolato).
E allora nel retour match, causa peggior classifica nella regular season, il Cà Emo dovrà per forza vincere, poi ‘probabilmente’ incontrerà la Santangiolese che ha appena vinto per 2-1 sul Montagnana.

EXTRATIME/ La cover è Andrea Rosestolato il presidente dello Scardovari ‘promosso’ nel suo viaggio play off, così come ‘promuoviamo’ Andrea ‘fotografo’ di Thiago Motta, al fianco di Alberto Mattioli, presidente dei Polesani nel Mondo di Milano, per aver onorato con ‘giusta targa’ il brasiliano/polesano come uno di ‘fameja’ nella visita ad Appiano Gentile.
Poi in apertura della fotogallery , e con riferimento alla ‘ospitata’ del Granzette Calcio a 5, alla trasmissione “Lunedì in campo’ della scorsa settimana a PRIMA FREE (canale digitale 692, in onda anche stasera alle ore 21,40 con altri ospiti per Gigi Patrian e salvatore Binatti) ,  vi proponiamo le foto relative sia al team femminile che maschile e, poi quella sempre col team manager Paron attorniato, oltre che dal sottoscritto e Salvatore Binatti, da tutto il suo staff tecnico.

E per quanto riguarda il match Arquà vs Gaiba ecco la relativa entrata in campo dei rispettivi capitani Chiarion e Barotti con la terna arbitrale Ruzza, Stefanini e Chahouat-Taoufik. Quindi la foto del Gaiba con da sx il ds Valter Gherlinzoni e mister Enrico Ghisellini. Giusto per onorare chi lascia la corsa play off, mentre per l’Arquà del presidente Siviero gli spetta di diritto la prossima settimana, tanto meglio se batterà il  Castelbaldo Masi. Per quanto riguarda il ‘sabato del villaggio’ a Taglio di Po, ecco la foto cerimoniale del taglio del nastro per l’inaugurazione dell’impianto di illuminazione, col sindaco Ferro e l’assessore Layla Marangon e i rappresentanti istituzionali sportivi locali e provinciali/regionali, compresi Clelio Mazzo e Luca Pastorello e Maurizio Formenton della Figc e a dx  Fiorito Bellan presidente attuale della Tagliolese. Fermo restando che dell’evento ne parleremo in modo specifico, eccovi altresì le foto dell’Ausonia (in maglia gialla e col sindaco a sx) e delle Vecchie Glorie Tagliolesi ‘grandi firme maglia rossa’ con primo in piedi da dx un ‘ovviamente sorridente presidente fresco di pass play off. Oltre ai fratelli Enrico e Christian Boscolo tra gli accosciati

 


Sergio Sottovia
www.polesinesport.it