Porto Tolle & 1° Memorial Umberto Cavallari/ Festa per il Geometra by poker team Delta Rovigo, Scardovari, Polesine Camerini,PortoTolle


05/09/2015  

Mercoledì da Champions a Porto Tolle , in memoria di Umberto Cavallari, come testimonianza di Sport e di Vita. Una città e un territorio , Porto Tolle, che non bisogna mai dimenticare  come location perché per dimensione territoriale in Italia è seconda soltanto a Roma e perché Il Delta del Po è come il Mosè-pallone salvato dalle acque.
Se poi mi telefona Vito Zanellato e mi ritrovo a parlare di calcio con Piero Carnacina e Franco Lodi, coi vecchi campioni granata Bovolenta e Marangon, Antonio Zanellato ‘basso & alto ‘ al tempo stesso tra calcio e lirica nel nome del figlio, beh davvero il Delta non è più soltanto da visitare per le sue bellezza , ma è da vivere per le sue storie.
A proposito saluti a Piero Carnacina da Mirna Girardi perché erano in classe assieme da bambini e perché con Mirna abbiamo parlato di cinema Made in Porto Tolle, di Rik Battaglia e di Sophia Loren, e di Monica Vitti e Michelangelo Antonioni e del ‘suo’ film Il Grido, dome Mirna era la ‘bambina’ dagli occhi azzurri e con la treccia ai capelli.
Anche per questo il ‘Geometra’ Cavallari vale più di quanto rappresentasse nel calcio a Porto Tolle, ben oltre i suoi storici anni al servizio della Portotollese dal 1966 ad oggi.
Un Personaggio di cui abbiamo già raccontato la sua Story anche nel mio primo libro “Polesine Gol – Campioni & Signori” e anche qui su questo sito www.polesinesport.it .
Ovviamente dopo che l’avevo incontrato tante volte e ascoltato tante storie , prima di chiudere il cerchio a casa sua tra amarcord e fotogallery completate con le relative didascalie perché …tutto il Mondo calcio conoscesse “Quelli di Porto Tolle “ e diventasse patrimonio di tutti.

 

 

Come hanno dimostrato di saper fare Franco Lodi & friends con la Mostra dedicata al “Geometra” Cavallari e alla Lunga Storia della sua Portotollesse/ Porto Tolle  & Delta Porto Tolle frutto della nota storica fusione …citata nel logo societario.
Perciò chapeau alla Mostra (raccoglie materiale dal 1996 al 1999), al Quadrangolare, alla intestazione dello stadio a Umberto Cavallari e appena ufficializzata nella magica serata di mercoledì 2 settembre , dove prima delle sfide sul campo Aniceto Broggio, amico di Umberto, ha liberato in volo ..tante colombe della pace anche se ( vedi foto) erano piccioni viaggiatori.
Insomma mercoledì 2 settembre c’erano circa 650 spettatori a festeggiare il ricordo del ‘GEOMETRA’ assieme alle quattro squadre impegnate nel quadrangolare e di cui vi dico solo che ha vinto il Delta calcio Rovigo ma che …hanno vinto tutti nel nome di Umberto Cavallari, dal Porto Tolle allo Scardovari e al Polesine Camerini di cui vi diamo perciò in sequenza le relative FORMAZIONI sia per le semifinali che per le finali disputate con un unico tempo di 40 minuti e con da direzione degli arbitri della sezione di Adria del presidente Amedeo Bordina.

 

 

SEMIFINALI /
SCARDOVARI – PORTO TOLLE 2010  ( 1-1 ( 3-5 dcr)  (Reti 2’ pt Tosi, 9’ st Pregnolato)
Sarto ( 1’ st Cerilli), Paganin L., Finotti M., Franzoso, Mantovani (6’ st Moratto), Vidali, Corradin Mi., Finotti P., Paganin M., Corrdn Ma., Tosi. All.re Moretti Nico
PORTO TOLLE 2010/ Passarella L., Gabrieli ( 1’ st Pregnolato), Passarella M. , Passarella N. Bertaglia, Franzoso, Azzalin, Spncin, Baratella, Ferro, Marchetti. All.re Tessarin Sandro

DELTA ROVIGO – POLESINE CAMERINI  2 – 0 ( reti 13’ e 17’ pt Pradolin)
DELTA ROVIGO: Gomis, Busetto, Degrassi, Zane, Politti, Thim, Nigro, Mazzolli, Castellani, Crepaldi, Bollini. All.re Bagatti Massimo
POLESINE CAMERINI: Pregnolato, marangon L., Finotti S., Marangon R., Finotti M., Odoardi, Balasso, Marangon G., Tessarin , Marangon A, Siviero. All.re Bellan Sauro

 

 

FINALE TERZO POSTO
POLESINE CAMERINI – SCARDOVARI  0 -6  ( Reti 23’ pt Casini, 18’ e 30’ (rig) Paganin M., 2’ st Tosi, 4’ st Casini, 10’ st Finotti M. )
POLESINE CAMERINI: Cavecchia, Balasso, Ruzza, Marangon R., Finotti M., Siviero, Negri, Marangon S., Odoardi, Marangon A. Oriboni. All.Bellan Sauro
SCARDOVARI: Cerilli, Paganin L. , Finotti M., Franzoso, mantolani, Vidali, Corradin Mi., Finotti P., Paganin M., Casini, Tosi. Al.re Moretti Nico.

FINALE PRIMO POSTO
DELTA ROVIGO – PORTO TOLLE 2-0 ( reti 5’ st e 19’ st Gattoni)
DELTA ROVIGO:  Gomis, Busetto, Garbini, Politti, Bertoldi, Zane, Mazzolli, Gattoni, Bollini, Pera , Castellani. All.re Bagatti Massimo
PORTO TOLLE:  Passarella, Gabrieli, (15’ pt Bortolotti), Azzalin N., Bertaglia, Marchetti, Marangon, Franzoso, Azzalin C. , Soncin, Pregnolato (3’ st Baratella), Ferro. All.re Tessarin Sandro
ARBITRO E ASSISTENTI : Boscolo, Cotalini, Rizza, Vidali ( tutti Sezione Aia Adria)

 

 

Con riferimento alla ‘coreografia’ tra campo e dintorni segnaliamo ch egli Ultras Delta hanno dedicato al presidente uno striscione  con la scritta “ Cuore… Passione…Territorialità… Questa la tua nobiltà--- Grazie Presidente”.
Quindi c’è stata l’accensione di stelle luminose , per un quadrangolare ripreso da Prima Free col commento di Salvatore Binatti e Roberto Pizzoli, mentre per Polesine.Tv ci ha pensato Leandro Maggi per un video che magari troverete su You Tube, come aveva fatto una settimana prima quando mi ha intervistato su Rik Battaglia, attore polesano recentemente scomparso come peraltro Umberto Cavallari poco più i un anno fa.
Tutto alla presenza anche del Club Vecchie Glorie e sotto la regia al microfono di Vito Zanellato per una serata amarcord dal sapore particolare anche nelle premiazioni col sindaco Bellan e l’assessore Siviero a rappresentare Città & Popolo di Porto Tolle prima del rinfrescante ‘Terzo tempo” per tutti al Tie Break, per un buffet condito da tanti aneddoti.

 

 


Di Calcio & Vita by Delta del Po, nel nome del ‘Geometra” anche nelle premiazioni cui ha significativamente partecipato suo figlio Enrico al fianco degli storici amici del padre Umberto, oltre che dei curatori della Mostra, cioè Franco Lodi, Enrico Zerbin, Vito Zanellato, Johnny Crepaldi che gli hanno dedicato anche una targa tanto speciale quanto affettuosa.

Ma per onorare al meglio il ‘Fair Play Made in Porto Tolle” vi propongo subito in sequenza News un poker flash storici che rendono onore addirittura alla ‘prima’ Portotollese, quindi a Franco Lodi & Piero Carnacina e alla nota ‘promotion’ Settore Giovanile, infine al Presidente Umberto Cavallari & Fabrizio Zuccarin con una intervista fatta dal sottoscritto per un flash story in casa Delta Porto Tolle nel Terzo Millennio.

 

 

PRIMO FLASH STORY ( by Il Gazzettino, giovedì 20.10.1966 )/ TABELLINI E BREVE CRONACA DELLA SFIDA TRA LENDINARA E PORTOTOLLESE AL SUO PRIMO ANNO DI ATTIVITA’

LENDINARA - PORTOTOLLESE 1 - 1
Marcatori: 1t: 22' Fusetti (P), 38' Ghiotti (L)
LENDINARESE: Zanca, Bonafin, Magosso, Dal Bello, Bellato, Marzana, Burlin, Ghiotti, Menegazzo, Pengo, Dal Santo.
PORTOTOLLESE: Crepaldi, Greguolo I, Zanchin, Santin, Ferro, Mancin I, Fusetti, Greguolo II, Travaglia, Mancin II, Pregnolato.
Arbitro: Osti
Il risultato di parità rispecchia fedelmente l'andamento dell'incontro. Il Lendinara ha dimostrato di essere ancora a corto di preparazione e di mancare di intesa. Gli ospiti hanno rivelato di possedere un buon grado di preparazione ed un'ottima difesa. L'inizio dlela gara é stato di netta marca lendinarese, tuttavia erano gli ospiti a portarsi in vantaggio con Fusetti che in contropiede batteva con forte tiro angolato l'estremo difensore locale. La pronta reazione del Lendinara fruttava il pareggio al 38' per merito di Ghiotti.

 

 

SECONDO FLASH STORY ( di Sergio Sottovia,  by Il Resto del Carlino , 02.12.1991 )/
PORTO TOLLE OSTINATO AGGANCIA ROSOLINA
ROSOLINA - PORTOTOLLESESE   4-4

ROSOLINA:Gigo, Ruzza, Berton, Penzo, Pizzinato, Zennaro R., Tiozzo, Zennaro S., Zanini, Ferro, Frasson. All.re: Bellemo
PORTOTOLLESE: Banin, Mancin, Bonafè, Pironti, Tiozzo, Crepaldi, Dal Gesso (68' Pozzati), Bellani, Capuzzo, Vianello ( 83' Finotti), Astolfi. All.re: Piombo
ARBITRO: Terzariol di Conegliano Veneto
MARCATORI: 1' Frasson, 15' Zanini, 19' Bellani, 30' Capuzzo, 34' Ferro, 45' Capuzzo, 55' Frasson, 89' Bellani (rig).
NOTE: Angoli 4-2 per il Rosolina. Ammoniti: Penzo, Frasson e Capuzzo
ROSOLINA - Continua la serie positiva del Rosolina, ma certamente mister Bellemo non si aspettava di essere sempre raggiunto quand'anche era stato in doppio vantaggio. Al 1' Frasson finalizza un'azione di Ferro infilando Banin rasoterra. Al 15' su angolo battuto da Ferro stacca sotto rete Zanini e i marines vanno sul 2-0. La Portotollese, che paga l'assenza di Gennari, accorcia con Bellani su punizione al 19'.Al 30' l'estroverso Vianello pesca morbido Capuzzo che oltre Pizzinato controlla di petto e batte Gigo per il 2-2. Elabora meglio il Rosolina e Ferro pesca smarcato Frasson che in pallonetto salta Banin; recupera sulla linea un difensore ma Ferro ribatte in rete. Prima del riposo un innocuo cross sfugge a Gigo e Capuzzo mette dentro il 3-3. Al 55' Frasson riceve un appoggio da Ferro e infila Banin sul primo palo. Zanini, Frasson e Ferro impegnano ancora Banin, ma é la Portotollese ad agganciare l'insperato 4-4 quando all'89' trova il rigore che Bellani trasforma.

 

 

TERZO FLASH STORY ( di Franco Lodi by Il Resto del Carlino , 31.12.2004 )/ CARNACINA E I SEGRETI DEL VIVAIO DEL DELTA 2000

Al giro di boa dei campionati, Piero Carnacina, il responsabile del settore giovanile del Delta 2000 parla del vivaio di cui è il vero factotum e che sta sfornando ottimi giocatori per la prima squadra, senza dimenticare che alcuni giovani sono nel mirino di compagini che contano a livello nazionale.
Nel trattare un bilancio del girone d'andata del vivaio deltino, Carnacina passa in rassegna squadra per squadra:<<Molto soddisfacente il risultato ottenuto dalla Juniores regionale allenata da Fabiano Bovolenta, vanta un quinto posto con 24 punti a ridosso delle corazzate San Paolo, Casalserugo e Due Carrare. I risultati stanno andando oltre le più rosee previsioni, inoltre la Juniores sta sfornando in continuazione ricambi per la prima squadra; Bersaglia, Simeoni, Bergamin, Passarella, Pregnolato Bellan, Machetti, Corradin, alcuni di questi sono ormai in pianta stabile nella formazione titolare>>.
Ottimo il secondo posto degli Allievi provinciali.
<<E' seconda all'Adriese, è una squadra che ha subito molti cambiamenti rispetto allo scorso campionato. La compagine guidata da Sandro Tessarin (omonimo del mister di Badia Polesine) sta dando i suoi frutti. Alcuni ragazzi classe '88 e '89 hanno già assaporato la soddisfazione di giocare nell'under regionale>>.

 

 

Per quanto riguarda i Giovanissimi provinciali, invece…
<<La squadra A, allenata da Tiziano Marangon, è molto rinnovata ed ha alternato buone prestazioni ad altre opache. A volte i ragazzini patiscono la superiorità fisica degli avversari ma individualità i spicco ce ne sono e per l'impegno che tutti stanno mettendo sono certo che la squadra disputerà un girne di ritorno ancora migliore. I Giovanissimi B, squadra composta da ragazzini nati nel 1991 e nel 1992, sta crescendo e dà del filo da torcere anche alle squadre prime della classe>>.
Anche le squadre dei più piccoli stanno dando soddisfazioni.
<<Nonostante i pochi punti raggranellati, siamo soddisfatti della squadra degli Esordienti, guidata dal tandem Condracci-Tinella. E' composta da ragazzini più giovani rispetto all'età prevista per la categoria e sono sicuro che questa scelta ci premierà negli anni a venire. Molto bravi i Pulcini d Rossi e Passerella, alcuni presentano notevoli potenzialità. Moltissimi bambini partecipano anche alle attività de Primi Calci, giocano e si divertono ed è questa la cosa più importante>>.
Ormai sono sei anni che sta lavorando per creare un valido settore giovanile e sembra esserci riuscito, qual'é l suo segreto?
<<Nessuna alchimia, occorre prima di tutto la collaborazione della società, consapevole che un buon lavoro alla fine paga, allenatori capaci, ma anche sensibili ai problemi dei ragazzi e collaboratori ripagati solo dalla voglia di esserci. Infine, occorre lasciar spazio al divertimento dei ragazzi>>.
Come prevede sarà il nuovo ano per la prima squadra? <<Positivo>>.

 

 

QUARTO FLASH STORY ( di Sergio Sottovia, by Areasport , 31.12.2005)/ DELTA 2000 STORY / MISTER ZUCCARIN CREDE NEI PLAY OFF, IL PRESIDENTE CAVALLARI NEL FUTURO

La denominazione sociale palesa l'esigenza di 'fare calcio' tenendo conto della necessità dei tempi. Per questo è nato il Delta 2000, a significare che nel Terzo Millennio a Porto Tolle il calcio ha trovato nella fusione tra le società Porto Tolle, Polesine Camerini e Cà Venier la logica dei tempi moderni, per gestire al meglio quelle risorse calcistiche che si riconoscevano nello stesso bacino di utenza. Il fatto poi che la piccola Polesine Camerini del presidente Argentino Pavanati fosse rimasta in Prima categoria e che invece la società del capoluogo, presieduta da Umberto Cavallari, fosse retrocessa in Seconda, ha concretizzato quella fusione che già da alcuni anni era in itinere. Da allora sono passate 7 stagioni sportive e se all'inizio gli obiettivi erano più di risanamento bilancio che di risultati, oggi bisogna ammettere che l'ambiente e la tifoseria del Delta 2000 aspirano alla Promozione.

 

 

Perciò, adesso che a fine ottobre il Delta 2000 è a metà classifica, il presidente Umberto Cavallari fa questa valutazione di percorso:<< Le speranze iniziali erano certamente migliori. Venivamo da una stagione in cui avevamo centrato i play off e …contavamo di fare meglio. Ma a questo punto tutto è più difficile>>. E se lo dice lui che è da 40 anni dentro la storia del calcio a Portotolle, presidente prima della fusione…

Ma cos'è che è mancato al Delta 2000 in questa prima parte della stagione? E Umberto Cavallari snocciola l'oracolo:<< Soprattutto mancano i gol, e in un campionato in cui le partite valgono 3 punti se si vince, …senza segnare è più fatica vincere. Anche se nel calcio può succedere di tutto. Comunque la squadra ha fatto maturare tanti giovani, tra i quali tre o quattro hanno un potenziale tecnico da categoria superiore. Da questo punto di vista il Delta 2000 è pronto per la Promozione>>.

 

 

Allora sarà per la prossima stagione? Il presidente non vorrebbe rinunciare al …presente, ma ammette che gli attaccanti di adesso, da Pregnolato a Mattia Passarella, potrebbe maturare sulla strada del gol e segnare quanto basta per salire in Promozione. Come a dire che al Delta 2000, sia quello di Argentino Pavanati primo presidente che quello di Cavallari, si viaggia all'insegna del controllo di bilancio oltre che della valorizzazione dei giovani. Rientrano così in questa logica le cessioni d'inizio stagione, con Giolo difensore e Laurenti attaccante passati allo Scardovari, Tugnolo difensore al Loreo, Saggia al Rosolina e bomber  Braggion accasatosi alla Turchese. Per dare spazio a quei giovani che erano maturati in casa, nel settore giovanile (significativo il tradizionale torneo nazionale) coordinato dal guru Piero Carnacina. Però, siccome dappertutto …la speranza è l'ultima a morire, chiediamo parere al diretto interessato, Fabrizio Zuccarin, l'allenatore che dopo essere stato 3 anni sulla panchina del Polesine Camerini, ha iniziato il suo settennato su quella del Delta 2000.

 

 

Spiega Zuccarin:<< Sono fiducioso, anzi sono convinto di poter arrivare ai play off. Certo davanti a noi ci sono squadre più mature e ben attrezzate, come Minerbe, Casale Scodosia, Ceregnano, Bottrighe e Altopolesine, ma la nostra è una squadra giovane e, come l'anno scorso, sono sicuro che verremo fuori alla distanza>>. Però finora avete segnato poco, è quello il problema principale, o si aspettava di più da qualcun altro? E Zuccarin:<< Certo speravamo in qualche gol di più, abbiamo preso Max Benazzi  Kristian Maistrello e credevamo e crediamo nel potenziale dei nostri Pregnolato e Mattia Passarella. Sui giovani però voglio dire che non ho mai guardato il tabellino e la data di nascita, li ho sempre fatti giocare perché lo meritavano e non per regalare qualcosa. E' stato così anche con Alberto Soncin che è passato dagli Allievi a …titolare della prima squadra. E vale anche per Simeoni, come per Mattia Corradin (classe '88) che ha già giocato spezzoni di partita. Però hanno bisogno di maturare e magari …esplodono l'anno prossimo>>.

 

 

Però, anche se l'attacco del Delta 2000 è il peggiore del girone, il mister fa un'altra analisi:<< Mi sarebbe piaciuto registrare meglio la difesa. All'inizio della stagione è arrivata l'esperienza di Paolo Broggio, ma quando parlo del 3-5-2 mi piacerebbe che i difensori fossero tutti e tre una sicurezza. Però credo che …usciremo alla distanza, perché col gruppo si lavora bene, abbiamo cuore e carattere>>. Da questo punto di vista anche il pedigree di mister Zuccarin (classe 1962) è una garanzia e un punto d'appoggio su cui costruire i play off. Basta pensare che lui si dice un 'giocatore umile', uno che nello spogliatoio sapeva fare gruppo, ma che, anche se non aveva le doti tecniche dei Moreno De Bei o Robertino Trombin, ha potuto giocare nello Scardovari sia in Prima categoria, che in Promozione, che in Eccellenza.

 

 

Ecco, vorrebbe trasmettere ai suoi giovani del Delta 2000 quel carattere che lui Zuccarin ha sempre 'messo in campo', sia quando ha giocato in Seconda categoria a Oca e sia quando dagli anni '90 ha giocato (fino a 33 anni) e poi fatto l'allenatore al Polesine Camerini del presidente Argentino Pavanati, che non a caso lo ha convinto ad essere il primo allenatore della neonata Delta 2000. Insomma, se mister Zuccarin, dopo 7 stagioni, centrasse ancora i play off, sarebbe …buon profeta.

 

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è Umberto Cavallari, per tutti a Porto Tolle ... "IL GEOMETRA" per antonomasia.

Poi per quanto riguarda la fotogallery partiamo dalla Mostra proponendovi il trio di riferimento che mi ha spiegato ‘tutto’: cioè da sx Claudio Bellan sindaco di Porto Tolle, Franco Lodi evergreen e cronista storico da Porto Tolle fin dal 1975, Gilberto Vilfrido Siviero ‘assessore’ comunale e una vita da massaggiatore-fisioterapista sulle panchine di Scardovari e Porto Tolle.
Poi tocca all’amico Aniceto Broggio ( ricordate suo figlio Paolo gran stopper?) dare libertà ai suoi piccioni viaggiatori come ‘augurio’ interpretativo per il futuro sportivo d Porto Tolle.
Quindi ecco Piero Carnacina presidente del Porto Tolle 2010 fare gli onori di casa ai …giocatori del Polesine Camerini, mentre il trio istituzionale formato da Clelio Mazzo past president, Luca Pastorello presidente, Argentino Pavanati consigliere regionale ha portato il saluto by Figc Rovigo & Veneto.
Passando al quadrangolare ecco la terna arbitrale del primo match assistita da Amedeo Bordina presidente Aia Adria, mentre a seguire proponiamo la intervista by Roberto Pizzoli per Prima Free ai dirigenti-organizzatori Vito Zanellato, Gilberto Siviero & Company.
Quindi in maglia granata il team Porto Tolle 2010 in formato poster attorno al suo allenatore Sandro Tessarin, con gli istituzionali Bellan & Siviero a sx.
In maglia gialloblu ecco invece lo Scardovani di mr Nico Moretti e del ds Mauro Pezzolato ( primo a sx).
Da bordo campo ho invece fotografato Politti & Garbini a fianco di Maistro & Tessarin, con in primo piano Marangoni Lorenzo …il magnifico dirigente storico del Porto Tolle.
A seguire in trittico il trio Veronese portiere figlio d’arte , Fabio Pregnolato bomber della serata pro Porto Tolle, Antonio Zanellato campione e signore di sport, lirica e …protezione civile.

 

 

 

A questo punto , per completare il poker team, ecco le altre due squadre in formato poster prima della sfida –semifinale, cioè il Delta Calcio Rovigo con ai lati mr Bagatti (dx) e ds Zuccarin (sx), mentre il Polesine Camerini di mr Sauro Bellan e capitan Giacomo Marangon ( omonimo del golden boy ora all’Adriese) è in maglia bianco verde.
Passando al cerimoniale delle premiazioni ecco Giovanni Orlandi ‘signore coi baffi’ premiare capitan Garbini ( Delta Rovigo) mentre assistono  Bellan, Veronese Michele (referente Coni per il Bassopolesine) , Boso e Vito Zanellato ( speaker col microfono)
Da backstage la foto poker per i capitani targati ( da sx)  Marangon Giacomo ( Polesine Cam), Finotti Paolo ( Scardovari) , Passarella Luca (pararigori Porto Tolle) , Pablo Garbini ( winner by Delta Rovigo).
A questo punto eco il podio flash  partendo dai familiari di Umberto Cavallari premiati dagli amici dello storico Geometra e poi in flash istituzionale con capitan Garbini & Trofeo e sindaco Bellan con assessore Siviero.
E dulcis in fundo il ‘geometra’ Umberto Cavallari ( primo accosciato da dx, ma vedere Personaggio Story qui su www.polesinesport.it)  in qualità di presidente del Porto Tolle 1984/85 winner in Seconda categoria con mr Mario Manfrini, di cui vi proponiamo in didascalia  , nella speranza di trovare la X di cui necessita la Mostra di Lodi & friends, tutti i seguenti ‘nomi e cognomi’ : In piedi da sx: Nicolasi (dir), Pezzolato Aldino ( dir), Mantovani, Maistro Lorenzo, Pregnolato, Pezzolato Mauro, Bovolenta Fabrizio, Broggio Paolo, Passarella Germano, Laurenti, Manfrini ( all), Fusetti Attilio ( vice pres); accosciati: Rossetti, Maistro Guido, Marangoni Denis, Mancin Lorenzo, Mancin Maurizio, Azzalin, Baratella ( cap), Cavallari Umberto ( presidente); seduti davanti: Finotti Pietro ( segnalinee) e Laurenti Venerino ( massaggiatore).
Anche perché tanti di questi volti noti hanno partecipato alla serata del 1° Memorial Umberto Cavallari vinto da …tutti gli sportivi presenti.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it