Porto Tolle INTITOLAZIONE Stadio "Umberto Cavallari" & 2° Memorial tra Scardovari, Porto Tolle 2010 e Polesine Camerini finito al ..Tie break


02/09/2016  

Non è banale dire che nella serata di mercoledì 31 agosto a Porto Tolle hanno vinto tutti i Cittadini di Porto Tolle, capitale del Delta del Po non solo perché fino alla fine del Secondo Millennio per estensione territoriale il Comune  era ‘secondo’ in Italia e veniva soltanto dopo Roma, la città eterna con cui si ‘incrocia la storia di Ciceruacchio , di cui ho visto entrambe le ‘statue-monumento sia sul Lungo Tevere che in Piazza Brunetti ‘ovviamente’ a Porto Tolle nella capitale del Delta Po polesano e ora anche ‘Capitale di Fair Play ‘in the world’ qui su www.polesinesport.it.
Grazie a Umberto Cavallari , il presidentissimo della Portotollese  e poi insieme a Mario Visentini presidente in escalation col Delta Porto Tolle fino alla Serie D.
Ma il ‘Geometra’ Umberto Cavallari non è stato solo un Personaggio Sportivo, come peraltro ho raccontato anche nel mio primo Libro Story Polesine Gol – Campioni & Signori,
dove appunto ne ho sottolineato la sua valenza umana e professionale tra Delta Po & Dintorni.
Fermo restando che la Umberto Cavallari Story l’ho già raccontata , ma che ne farò un ulteriore ‘Personaggio Story’ in onore dei figli Enrico & Massimo perché il Geometra è stato …Geo …misuratore …di Terra e di Uomini che guardavano il mare e il Cielo per sognare  un Domani e un Mondo migliore senza andare ‘fuori giri’.

 

 

E avendo avuto la fortuna di conoscerlo sia by phone che incontrandolo sui capi e anche a casa sua per parlare di Sport e di Vita, di Tutto e di …niente, posso solo dire che il Geometra Cavallari col uso fare ‘ponderato’ è stato anche estremamente Rock capace di andare al Massimo mettendosi al servizio della Comunità di riferimento.
Non a caso suo figlio Massimo ( 99% musicista e 1% calcio ma solo di ...riflesso) ,  parlando sotto la ‘targa’ intitolata a papà Umberto, ha ringraziato tutti auspicando che in quello stadio di  Porto Tolle si continui  a giocare a calcio nel nome di una Comunità come ha sempre voluto suo padre.

 

 

Insomma, a Porto Tolle la serata di mercoledì è stata una serata di Fair Play forever e allora, rimandandovi all’Extratime per alcune mie personalissime emozioni  a commento della fotogallery, cercherò di tramandarla a futura Memoria.
Non tanto per celebrarla quanto per Testimoniarla come prototipo di quel Fair Play Istituzionale ma soprattutto di appartenenza ad una Comunità di cui abbiamo tanto bisogno in questi tempi di velocità siderale, dove il Rock lento del Geometra Cavallari ha bisogno di viaggiare di padre in figlio , di fratello in fratello.

Anche per questo mi piace proporvi in sequenza le due Main News che – secondo il vangelo istituzionale e sportivo di Gilberto Siviero e Vito Zanellato – hanno caratterizzato la serata di INTITOLAZIONE dello stadio ad Umberto Cavallari con relativo  Memorial significativamente ‘giocato’ nel triangolare amichevole dalle squadre/società Scardovari, Porto Tolle, Polesine Camerini.

 

 

 

Partite di cui, più che le giocate tecniche, potrei raccontarvi le tante confidenze ‘veloci ma non troppo’ maturate parlando, coi giocatori e coi dirigenti, tra tra bordo campo e tie break.
In un Mondo Sportivo come Porto Tolle diventato ufficialmente in questa occasione ‘‘capitale’ di Fair Play visto anche le ‘presenze’ esterne richiamate dalla INTITOLAZIONE dello stadio ad Umberto Cavallari e che citerò a commento della fotogallery.

A questo punto sottolineando per parte nostra, e come preambolo alle successive Main News, che l’Assessore Gilberto Siviero non si è affidato alla lettura della Sua Lettera , ma ha preferito ‘parlare a ruota libera’ sottolineando peraltro anche altri ‘significativi passaggi sia dell’Iter burocratico che della ‘partecipazione’ affettiva di tante altre Persone e Personaggi Istituzionali.

 

 

Per una condivisione ‘sentita’ a supporto della INTITOLAZIONE e di Personaggio storico come il ‘Geometra’ Umberto Cavallari  i cui meriti erano ben noti anche a livello regionali.
A tal proposito l’Assessore Siviero, pur soprassedendo dal leggerla, ha fatto speciale riferimento alla Lettera fatta pervenire da Luca Zaia – Presidente Regione Veneto – anche perché parlava del ‘Geometra’ Cavallari , sottolineandone l’aspetto ‘umano’ oltre che istituzionale.
“Tant’è –ha sottolineato Siviero – che il Presidente Zaia ha ripercorso tante tappe della vita sportiva e umana del ‘Geometra’ ricordandone fatti, episodi e meriti …come l’avesse sempre conosciuto”.

 

 

PRIMA MAIN NEWS ( di Gilberto Siviero , 31.08.2016)  / “EXCURSUS STORICO” DALLA “LETTERA” DI GILBERTO –ASSESSORE ALLO SPORT DEL COMUNE DI PORTO TOLLE – NEL GIORNO DELLA INTITOLAZIONE DELLO STADIO COMUNALE “AL GEOMETRA” UMBERTO CAVALLARI 
<< Buonasera, Saluto e ringrazio tutte le Autorità Istituzionali e Sportive, la Polizia locale, la Protezione civile, Don Paolo, tutte le Società Sportive e Ultras, tutte quelle persone che hanno voluto essere presenti a questa importante cerimonia di INTITOLAZIONE dello Stadio Comunale di Cà Tiepolo al Geometra Umberto Cavallari.
Prima però volevo leggervi la lettera che mi ha inviato il Presidente della Regione del Veneto dott. Luca Zaia … ( NDR:come già detto , non è stata letta, ma Siviero ne ha sintetizzato i contenuti).

 

 

 

Si scusano per l’assenza il Dott. Vianello per BancAdria, il Presidentiei Regionale F.I.G.C. Giuseppe Ruzza.
Si scusano anche il Prefetto e Vice Prefetto, e poi l’Assessore Regionale allo Sport Cristiano Corazzari.
Io darò una informativa sulla decisione della Giunta e dell’iter burocratico che abbiamo dovuto seguire per arrivare all’INTITOLAZIONE.
Dal 18 Aprile 2014 che è venuto a mancare il geometra Umberto Cavallari, la Giunta Comunale si è mossa immediatamente , e il 27 Maggio 2014 con Delibera N. 92 decide di intitolare lo Stadio Comunale al Geometra.
Per rafforzare la volontà di tutti è stato portato in Consiglio Comunale il 2 luglio 2014.

Abbiamo da subito con gli Uffici Demografici comunali ( che ringrazio nella persona della dott.ssa Soncini) inviato richiesta all’ufficio preposto della Prefettura, che con risposta del 2 Aprile 2015 ci dava l’impossibilità a rilasciare l’autorizzazione perché non conforme con la legge vigente  N. 1188 del Giugno 1927.

 

 

Che prevede : il decesso da oltre 10 anni o per motivi “speciali” ; che però in questi casi e solo in questi casi il Sig. Prefetto può dare una Deroga.
Allora mi sono attivato con la valida collaborazione di alcune persone ( Vito Zanellato e Franco Lodi che ringrazio) , per predisporre e redigere una corposa Relazione, a l fine che ci venisse concessa la Deroga.

La Relazione è stata fatta inserendo molte cose e testimonianze; dai suoi amici e collaboratori, dai capitani storici , dal Sindaco e dal sottoscritto, dall’ex Assessore allo Sport ( che ha  collaborato per 10 anni, dai documenti nei quali risultava che il Geometra Umberto Cavallari faceva parte del Consiglio della Banca Santa Maria Assunta ora BancAdria, dei Consigli Comunali e i riconoscimenti Sportivi Regionali e Provinciali.

 

 

Dopo aver raccolto tutto nella Relazione, io e il Sindaco siamo stati ricevuti in Prefettura dal Vice Prefetto Dott. Funcillo che ringrazio per la sua disponibilità a raccogliere le nostre istanze scritte ma soprattutto quelle emotive. A certificazione che questa non era solo la volontà della Giunta o del Consiglio Comunale , ma di tutta la Comunità.
E il Vice Prefetto si è riservato di sottoporre e far capire la nostra volontà al Prefetto.
La bella notizia è arrivata il 1 Settembre 2015 dove i Sig. Prefetto DECRETA: “ Si autorizza l’intitolazione dello Stadio Comunale di Cà Tiepolo ad: Umberto Cavallari”.

A QUESTO PUNTO LE “QUATTRO PAGINE “ DI NOTE SCRITTE DA GILBERTO SIVIERO – ASSESSORE ALLO SPORT DEL COMUNE DI PORTO TOLLE – TERMINANO CON QUESTO SIGNIFICATIVO PENSIERO :“UN RINGRAZIAMENTO ALLA ASD PORTO TOLLE 2010…

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( di Vito Zanellato, mail Porto Tolle 31/08/2016 ) / RESOCONTO DELLA GIORNATA BY VITO ZANELLATO ( DALLA INTITOLAZIONE AL MEMORIAL VINTO DALLO SCARDOVARI)

Porto Tolle (Ro) – Con una cerimonia sobria ma toccante condotta da Vito Zanellato del comitato organizzativo si è intitolato lo stadio comunale al Presidente Umberto Cavallari.
Una vita per il calcio quella di Umberto Cavallari, dalle squadre alla cura delle strutture a lui affidate da presidente della SP Portotollese prima e del Delta 2000 poi.
Scomparso il 18 aprile 2014 lasciò nella cittadinanza profonda commozione e l’idea che lo stadio dovesse prendesse il suo nome e così è stato.

 

 

Alla cerimonia per l’intitolazione erano presenti il V.Sindaco Mirco  Mancin (in sostituzione del Sindaco Claudio Bellan) l’assessore allo sport Vilfrido Siviero, l’Onorevole Diego Crivellari, il direttore generale di Bancadria Antonio Biasioli e il V.Presidente Raffaele Riondino, la Figc con il consigliere regionale Argentino Pavanati ed il delegato Provinciale Luca Pastorello, tutti nei loro interventi hanno messo in evidenza l’impegno di Cavallari nei vari campi, da quello sportivo al sociale e politico ( fu nella dirigenza della BCC S.Maria Assunta poi Bancadria e consigliere comunale) a quello professionale. Una personalità, quella di Umberto Cavallari, capace di unire, piuttosto che dividere, per questo allo stadio a lui intitolato c’erano tutti o quasi. In una comunità dove i rapporti umani contano ancora qualcosa, era inevitabile un commosso coinvolgimento di un territorio che non vive di solo calcio,  ma condivide valori importanti come l’amicizia e il rispetto.

 

 

C’erano le rappresentanze in divisa delle società sportive di Porto Tolle nelle varie discipline dal calcio federato a quello amatoriale, al tennis al ciclismo al motociclismo al volley al podismo. Occhi lucidi tra i vecchi amici del Geometra presenti (Nicolas, Milesi, Lodi, Boscolo)  tra i vari dirigenti che lo hanno affiancato nei molti anni di impegno sportivo (Boso, Giardini, Bovolenta, Banin, Pizzoli R e Pizzoli G, Milan, Garbi, Doni  tra i consiglieri comunali passati e presenti ed ex amministratori che con lui hanno collaborato e costruito come l’ex sindaco Silvano Finotti e il suo assessore allo sport Massimino  Zaninello.

 

 

 

Presenze discrete ma commosse come quelle del mister storico Fabrizio Zuccarin (non mi sarei perso questo giorno per nessun’altra cosa) e quella di Lorenza Visentini che insieme al Geometra arrivò con il padre Mario e all’allora dirigenza al professionismo. Stagioni intense che hanno lasciato un segno indelebile e che ancora oggi suscitano emozioni contrastanti.
In rappresentanza delle forze dell’Ordine anche Polizia e Carabinieri, oltre ai vigili urbani di Porto Tolle.

 

 

 Enrico Cavallari, primogenito del Geometra, ha ringraziato tutti “ per una cosa grande che non ci saremmo mai sognato di vivere e quindi va ringraziata l’Amministrazione Comunale e tutte quelle persone che si sono spese noi di famiglia siamo onorati”. Al suo fianco era presente anche il fratello Massimo, “ non sono uomo di calcio ma nostro padre ha lavorato tanto per Porto Tolle e le sue strutture ed è importante che questo stadio viva il calcio non ha importanza la categoria è importante che renda felici la gente”.

 

 

Al drappo che se ne andava e svelava la targa con la scritta ”A Umberto Cavallari, esempio di onestà generosità dedizione allo sport e nostro maestro di vita per le nuove generazioni” è seguito un lungo applauso e con la benedizione di Don Paolo  è potuto incominciare il 2°Memorial sul terreno di gioco che ha visto confrontarsi lo Scardovari il Porto Tolle 2010 ed il Porto Tolle 2010 ed il Polesine Camerini..

 

 

NEI TRE INCONTRI SI SONO DETERMINATI I SEGUENTI RISULTAI:
Porto Tolle 2010  VS  Pol Camerini. 4-2
Polesine Camerini VS Scardovari     5-2
Porto Tolle 2010   VS  Scardovari    0-2
CLASSIFICA:
Scardovari          Punti 6
Porto Tolle 2010          3
 Polesine Camerini        0
Che ha determinato la vittoria del 2° Trofeo Umberto Cavallari da parte dello Scardovari.
La manifestazione ha permesso di avviare anche una raccolta di fondi per i terremotati del centro Italia duramente colpiti nei giorni scorsi.

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover  tutta la Umberto Cavallari Family, da Massimo & Enrico ( al microfono), ai nipoti e allo stesso 'Geometra' che assiste tutto dal 'manifesto' by Comune di Porto Tolle ‘capitale’ di Fair Play ( perciò il tricolore…) , per la serie 'potenti sinergie' secondo il vangelo ecumenico di Vito Zanellato 'homo consulta' tra Sport & Dintorni Delta del Po.
Poi per quanto riguarda la fotogallery , trattandosi di tanti volti noti, soprasediamo dalle relative didascalie.
Fermo restando che per quanto riguarda gli interventi ‘al microfono’ vi proponiamo in sequenza windows a scendere l’intervento introduttivo di Vito Zanellato, quindi quello istituzionale del vicesindaco Mirco Mancin con tanto di ‘fascia tricolore’ , poi quello di Luca Pastorello by Figc Rovigo , mentre in nome della Umberto Cavallari Family al microfono vi proponiamo l’intervento ‘emozionato’ del figlio Enrico ( camicia bianca) mentre suo fratello Massimo tiene in braccia la sua figlioletta.
Personaggi coi quali e dei quali abbiamo poi parlato nel Terzo Tempo al “Tie Break” fino a notte fonda. Con Enrico che ha parlato anche di suo fratello Massimo ‘musicista’ ( abita zona Legnago ma sabato 3 settembre sarà con la sua “Diapason Band” in concerto live as ‘Vasco Rosi Tribute band’.

 

 

 

Con Vito Zanellato ‘una storia ‘ al servizio dello sport by Delta del Po , prima come cronista di Delta Radio e poi come navigato presidente della Consulta dello Sport ‘voglioso’ di coinvolgere tanti giovani portotollesi responsabilizzandoli a gestire direttamente un futuro che è sempre più di loro competenza.
Discorso che vale anche per Giannino Finotti storico presidente del ‘tennis’ di Porto Tolle e relativo impianto ‘palasport’.
Ma sono stati tanti i dialoghi ‘intercorsi’ con Quelli che abbiamo voluto proporvi in foto mentre assistono al cerimoniale della “INTITOLAZIONE” dello stadio al ‘geometra’ Umberto Cavallari.
E così, per quei pochi che non li conoscessero li citiamo in sequenza.

 

 

 

Da “Quelli Sportivi” come i dirigenti evergreen Lodi, Milesi, Bicolas, Boscolo, Boso e come quelli del campo come Bovolenta, Giardini, Banin, Roberto Pizzoli, Milan, Doni, Garbi e Massimino Zaninello che peraltro è stato anche Assessore comunale allo sport.
E a proposito degli istituzionali citiamo l’ex sindaco Silvano Finotti, e tanto consiglieri ed ex amministratori.
Presenti anche due personaggi che hanno fatto assieme al ‘geometra’ Cavallari la grande escalation targata Delta Porto Tolle ; e cioè Lorenza Visentini e Fabrizio Zuccarin che …tanti aneddoti mi ha raccontato del suo ‘viaggio comune’ , prima da giocatore e poi da allenatore, fatto insieme al “Geometra-Presidente”.
Per la parte ‘istituzionale’ voglio anche sottolineare la significativa presenza di Antonio Biasioli direttore generale di BancAdria accompagnato dal vice Raffaele Riondino , quindi l’onorevole Diego Crivellari e per la Figc, oltre a Luca Pastorello anche Argnetino Pavanati consigliere regionale.

 

 

 

Per quanto riguarda la partita e per sottolineare la ‘presenza’ dei giocatori e delle società nel nome del Geometra” vi propongo in foto le tre squadre partecipanti al Memorial, mentre per la cronaca e per la Story segnaliamo ‘in primis’ che sulla ‘targa’ benedetta da Don Paolo ‘campeggiava’ la seguente scritta: << A Umberto Cavallari, esempio di onestà, generosità, dedizione allo sport e nostro maestro di vita per le nuove generazioni.
Fermo restando che vi rimandiamo alla rubrica PolesineGol per altre foto da campo con relativo Elenco Giocatori scesi in campo nel Memorial Cavallari, vi proponiamo anche le relative premiazione. Con tutti i capitani in versione smile, a partire dal portiere Luca Passarella premiato by Gilberto Siviero al ‘campione’ di Polesine Camerini premiato by Luca Pastorello, fino a capitan winner Paganin premiato by Cavallari Family & Organizzatori.
Al termine di una manifestazione organizzata in casa Porto Tolle 2010 che onoriamo avendovi proposto il suo presidente Piero Carnacina nella sede della società, dove abbiamo parlato di Sport & Life , di giovani e di …prossimi Campioni & Signori di ieri , di oggi e di domani, ma che sono passati e passeranno prossimamente nei vari tornei giovanili targati Delta del Po, come è successo per i baby Maistro, Maistrello, De Bei e a tanti figli di …Ciceruacchio nati tra cielo e mare nel Delta del Po.


Gilberto Siviero & Vito Zanellato & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it