PRO 12: sprintano leader Calvisano, Petrarca, Mogliano e... Rovigo ( 15-14 vs FF.OO ) / PRO 14: Benetton ‘king’ of the Kings, KO Zebre


27/10/2019

Ci sono state battaglie e ‘quasi’ sorprese in quanto Calvisano ha vinto di misura sui Medicei ( addirittura in sorpasso fotofinish) e altrettanto  ha fatto la Rugby Rovigo Delta contro i cremisi delle Fiamme Oro.
Per tutto il resto, parlano direttamente le comunicazioni ufficiali della Federugby che vi proponiamo in sequenza, comprese le partite del Benetton winner e delle Zebre perdenti in Pro 14, rimandandovi all’Extratime per ulteriori focus a corredo della fotogallery.

ANTEPRIMA NEWS ( di Agnese Sartori, Comunicato n. 34 del 25.10.2019 ) / FEMI-CZ RRD: LA FORMAZIONE DEI BERSAGLIERI PER L'ESORDIO CASALINGO CON LE FIAMME ORO RUGBY
Domenica 27 ottobre, con calcio d’inizio alle ore 15, lo Stadio “Mario Battaglini” ospita la sfida tra la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta e le Fiamme Oro Rugby valida per la seconda giornata del Campionato Peroni TOP12.

Prima del fischio d’inizio, come da consuetudine, il capitano della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta deporrà un mazzo di fiori sulla statua dedicata a “Maci” Battaglini, per onorare la sua figura leggendaria e quest’anno per ricordare il centenario dalla sua nascita.

L’incontro, visibile in diretta streaming sulla pagina Facebook della Federazione Italiana Rugby o sulla pagina Facebook della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, sarà arbitrato da Marius Mitrea (Treviso) coadiuvato dai giudici di linea Riccardo Angelucci (Livorno), Stefano Roscini (Milano) e dal quarto uomo Massimo Brescacin (Treviso).

Questo il commento di coach Umberto Casellato prima del match: “Ci aspettiamo una partita molto fisica, come sempre contro le Fiamme Oro. È il primo match importante tra due squadre che vogliono arrivare ai play-off ma nulla è sicuro, visto che siamo solo alla seconda giornata di campionato. È stato difficile per noi dello staff fare la formazione, ma tutti sanno che l'obiettivo primario non è il singolo, ma la squadra. È l'impostazione che vogliamo dare al gruppo.”

Questo, quindi, il XV rossoblù: Odiete, Cioffi, Moscardi, Antl, Lisciani, Menniti-Ippolito, Piva, Vian, Lubian, Ruggeri, Canali, Ferro (cap.), D’Amico, Momberg, Rossi. A disposizione: Pomaro, Cadorini, Pavesi, Parolo, Michelotto, Citton, Ambrosini, Mastandrea.

Per l’occasione sabato 26 ottobre, la Segreteria della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, presso Viale della Costituzione sarà aperta dalle 10:00 alle 12:30 per concludere la Campagna Abbonamenti 2019/20.

Questi i prezzi del biglietto per il match contro le Fiamme Oro Rugby:

VIP (è compreso l’accesso alla Lounge Hospitality) 30€
INTERO 12€
DONNE & OVER 65 10€
UNDER18 anni gratis

Per una questione di sicurezza ed ordine pubblico i minori di 18 anni per entrare allo Stadio dovranno esibire un documento d’identità.

E' stata convocata per mercoledì 30 ottobre alle ore 19.30, presso la Club House-Casetta Rossoblù dello Stadio Battaglini, l'Assemblea Ordinaria dei soci della Rugby Rovigo Delta. Nell'ordine del giorno è prevista l'approvazione del bilancio di esercizio al 30/6/2019 e il rinnovo delle cariche sociali.

 

 

 

--
PRIMA MAIN NEWS ( di Agnese Sartori, Comunicato n.35 del 27.10.2019/ FEMI-CZ RRD: I ROSSOBLÙ VINCONO LA GARA INTERNA CON LE FIAMME PER 15 A 14

CRONACA / Al “Battaglini” la II giornata del Peroni TOP12 tra la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta e le Fiamme Oro Rugby termina a favore dei rossoblù per 15 a 14.

Nei primi istanti del match il Rovigo, si presenta ai suoi tifosi, con un gioco aggressivo che porta le Fiamme Oro Rugby a commettere numerosi falli per cui al 7’ arriva il primo cartellino giallo a Forcucci. I rossoblù ne approfittano e dalla piazzola segnano i primi 3 punti con Menniti-Ippolito. I cremisi rispondono subito al 13’ con un calcio piazzato di Di Marco, 3-3. Al 15’ anche i bersaglieri vengono puniti per i falli ripetuti con cartellino giallo a capitan Ferro. Le Fiamme Oro ottengono al 18’ un calcio a favore e Di Marco allunga le distanze dalla piazzola, 3-6. Al 24’ i cremisi sfruttano la superiorità numerica e dopo una mischia sui 5 metri dei rossoblù vanno in meta con Cornelli, Di Marco non trasforma, 3-11. Al 29’ il Rovigo risponde dalla piazzola con Menniti-Ippolito che centra i pali, 6-11. Ancora al 38’ il Rovigo ottiene un calcio a favore e opta per i pali. Menniti-Ippolito non fallisce, 9-11. Pochi minuti dopo le squadre tornano negli spogliatoi con il risultato parziale di 9 a 11.

La ripresa è a favore dei bersaglieri, che dopo vari tentativi nei 22 avversari al 58’ ottengono un calcio a favore. Ancora Menniti-Ippolito, perfetto dalla piazzola, mette l’ovale tra i pali, portando così i rossoblù in vantaggio per 12-11. Al 63’ le Fiamme Oro provano un calcio piazzato dalla metà campo, che però Azzolini non riesce a mettere tra i pali. Le Fiamme Oro no demordono e al 72’ provano un altro calcio piazzato sempre con Azzolini che questa volta centra i pali, 12-14. Al 77’ il Rovigo ritorna in vantaggio, con Menniti-Ippolito, che nominato poi Man of the Match, centra i pali, 15-14. L’arbitro pochi minuti dopo fischia la fine a favore dei rossoblù per 15 a 14.

Queste le parole di coach Umberto Casellato al termine del match: “Ci sono tanti modi per divertirsi, il nostro obiettivo non è vincere o perdere ma è divertirsi. Sono entrati dalla panchina quasi tutti i giocatori, e quelli entrati hanno dato davvero tanto alla squadra e tanta energia. Eravamo abituati a vincere con cinquanta punti, ma a volte è bello vincere soffrendo. Abbiamo tante alternative, naturalmente analizzeremo dove possiamo migliorare e dove dobbiamo farlo. Lavoriamo sereni, abbiamo un bel gruppo e una bella rosa, per me infatti è molto difficile fare la formazione. Siamo contenti e sappiamo che dobbiamo lavorare molto e che dobbiamo dare ancora un po’ di gas. Le Fiamme Oro sono una squadra difficile, soprattutto se incontrate ad inizio campionato, quindi siamo soddisfatti.”

 

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( by www.federugby.it, 26 e 27 ottobre 2019) /PERONI TOP12, NELLE SFIDE DEL SABATO VINCONO PETRARCA E CALVISANO


PRIMA PARTE / Sabato 26 Ottobre 2019 17:11
 
Roma – I Campioni d’Italia del Kawasaki Robot Calvisano vincono a Firenze in casa dei Toscana Aeroporti I Medicei nella seconda giornata del Peroni TOP12 in fondo a una battaglia che vede i gialloneri aver ragione solo allo scadere dei padroni di casa. Sotto per 3-19 poco prima della mezzora, gli uomini di Presutti e Basson ricuciono parzialmente il doppio break sul finire del primo tempo (10-19), concedono un calcio agli ospiti in avvio di ripresa, poi prendono le redini dell’incontro per mezzora, tra il quarantottesimo e il settantanovesimo quando un drop dell’apertura Newton sigla il sorpasso: 23-22. Sembra fatta, ma Calvisano fa ricorso a tutta la sua esperienza, sfrutta le cariche centrali di Vunisa,  imbastisce un’azione infinita a tempo scaduto riuscendo a mandare in meta al largo Trulla per il 23-27 finale.
 
A Roma, sul campo del “Giulio Onesti”, l’Argos Petrarca Padova tiene il passo dei gialloneri bresciani superando con un più agevole 19-40 i padroni di casa della Lazio che provano a rimanere incollati al match nella prima frazione di gioco ma, nella ripresa, non riescono ad arginare il XV di coach Marcato.
Domani alle 14.45 il primo dei posticipi domenicali, con la matricola HBS Colorno al debutto interno nel massimo campionato contro i Leoni del Mogliano, mentre alle 15 sono in calendario il big-match tra Rovigo e Fiamme Oro e le sfide tra IM Exchange Viadana e Sitav Lyons e tra Lafert San Donà e ValoRugby Emilia: tutte le partite sono in diretta esclusiva sulla pagina Facebook ufficiale di FIR, Facebook.com/federugby.

 

 

 

SECONDA PARTE / Domenica 27.10.2019/ PERONI TOP12, I POSTICIPI DELLA SECONDA GIORNATA LANCIANO UN TRIO AL COMANDO

Campionati / Domenica 27 Ottobre 2019 17:25

Roma - I posticipi domenicali della seconda giornata del Peroni TOP12 vedono il Mogliano Rugby tenere il ritmo di Petrarca e Calvisano, entrambe a segno ieri: i leoni di Salvatore Costanzo vincono 31-21 in casa della matricola HBS Colorno conquistando il bonus che permette loro di inserirsi nel trio di testa.
Nel big-match di giornata del “Battaglini” tra i Bersaglieri della Femi-CZ Rovigo e i poliziotti romani delle Fiamme Oro sono i rossoblù a spuntarla di misura 15-14 in fondo ai soliti, combattutissimi ottanta minuti di una delle classiche del Peroni TOP12.
Allo “Zaffanella” primi cinque punti per l’IM Exchange Viadana, che evita il ritorno dei Sitav Lyons: 31-22 e bonus per i gialloneri, mentre i neopromossi piacentini restano al palo insieme a Lazio e Colorno.
Testa a testa anche al “Pacifici”, dove alla fine è il Lafert San Donà a spuntarla di misura, 20-19, sul Valorugby Emilia.

 

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” - domenica 27 ottobre 2019
Peroni TOP12, II GIORNATA
FEMI-CZ Rovigo v Fiamme Oro Rugby 15 - 14 (9-11)
Marcatori: p.t. 8’ c.p. Menniti-Ippolito (3-0), 13’ c.p. Di Marco (3-3), 18’ c.p. Di Marco (3-6), 24’ m. Cornelli non tr. (3-11), 29’ c.p. Menniti-Ippolito (6-11), 38’ c.p. Menniti-Ippolito (9-11); s.t. 58’ c.p. Menniti-Ippolito (12-11), 72’ c.p. Azzolini (12-14), 77’ c.p. Menniti-Ippolito (15-14).
FEMI-CZ Rovigo: Odiete, Cioffi, Moscardi (51’ Ambrosini), Antl, Lisciani, Menniti-Ippolito (9’ Ambrosini, 20’ Menniti-Ippolito), Piva (65’ Citton), Vian, Lubian (51’ Michelotto), Ruggeri, Canali (73’ Parolo), Ferro (cap.), D’Amico (53’ Pavesi, 79’ D’Amico), Momberg (53’ Cadorini), Rossi (53’ Pomaro). A disposizione: Mastandrea.
All. Casellato, Properzi
Fiamme Oro Rugby: Azzolini, Guardiano, Vaccari, Forcucci (63’ Malo), D’Onofrio G., Di Marco (63’ Quartaroli), Fusco (46’ Marinaro), Cornelli, Cristiano (cap.) (67’ De Marchi), Bianchi (34’ Chianucci, 65’ Chianucci), D’Onofrio U., Stoian, Nocera (58’ Di Stefano), Kudin (53’ Moriconi), Iovenitti (41’ Zago).
All. Guidi
Arb. Marius Mitrea (Treviso)
AA1 Riccardo Angelucci (Livorno), AA2 Stefano Roscini (Milano)
Quarto Uomo: Massimo Brescacin(Treviso)
Cartellini: 7’ giallo a Forcucci (Fiamme Oro Rugby), 15’ Ferro (FEMI-CZ Rovigo),
Calciatori: (FEMI-CZ Rovigo) Menniti-Ippolito 5/5; (Fiamme Oro Rugby) Di Marco2/3, Azzolini 1/2;
Note: pomeriggio soleggiato, circa 22°. Campo in ottime condizioni. Spettatori circa 1200.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 4; Fiamme Oro Rugby 1;
Peroni Player of the Match: Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo)

 

San Donà di Piave, Stadio “Mario e Romolo Pacifici” – domenica 27  ottobre
Peroni TOP12, II giornata
Lafert San Donà v Valorugby Emilia  20 – 19 (7-7)
Marcatori: p.t. 37’ m. Vaeno tr Farolini (0-7), 43’ m. Schiabel tr Lyle (7-7); s.t. 44’ Vaeno nt (7-12), 46’ cp Lyle (10-12), 52’ m. Ngaluafe tr Farolini (10-19), 62’ m. Derbyshire tr Lyle (17-19), 83’ drop Katz (20-19).
Lafert San Donà: Lyle; Bronzini, Schiabel, Iovu (70’ Dell’Antonio), Reeves (76’ Crisantemo); Kats, Petrozzi; Mozzato, Zuliani (70’ Bacchin G), Derbyshire (cap.); Steolo , Ortega; Twhala (65 Chalonec), Vian (18’ Boscain), Zanusso (52’ Ceccato)
all. Green
Valorugby Emilia: Farolini; Paletta (62’ Falsaperla), Majstorovic, Vaeno, Ngaluafe; Rodriguez, Fusco (80’ Panunzi); Amenta, Rimpelli (58’ Messori), Mordacci (cap); Ruffolo, Balsemin (71’ Dell’Acqua); Chistolini (71’ Randisi), Luus (75’ Gatti), Sanavia (36’ Quaranta)
all. Manghi
arb. Schipani (Benevento)
AA1 Spadoni (Padova)
AA2 Toneatto (Udine)
Quarto uomo: Vianello (Treviso)
Cartellini:
Calciatori:  Lyle (Lafert San Donà) 3/4, Farolini (Valorugby Emilia) 2/3
Note: Giornata soleggiata. Spettatori: 250
Punti conquistati in classifica: Lafert San Donà 4, Valorugby Emilia 1
Peroni Player of the match: Schiabel (Lafert San Donà)

 

 

Colorno, HBS Rugby Stadium - Domenica 27 ottobre 2019
Peroni Top12, II giornata di andata
HBS Colorno v Mogliano Rugby 1969 21-31 (7-24)
Marcatori: p.t. 2’ m. Guarducci tr. Ormson (0-7); 17’ m. Silva F. tr. Mantelli (7-7); 19’ m. Guarducci tr. Ormson (7-14); 26’ drop Ormson (7-17); 40’ m. Scagnolari tr. Ormson (7-24) s.t. 49’ m. Lucchin tr. Mantelli (14-24); 55’ m. Crosato tr. Ormson (14-31); 62’ m. Silva F. tr. Mantelli (21-31)
HBS Colorno: Van Tonder; Terzi (76’ Magri), Afamasaga, Silva F.; Pasini; Mantelli, Lucchin; Tuilagi; Modoni (60’ Delnevo), Sarto ©; Minari (60’ Ciotoli), Da Lisca (55’ Cicchinelli); Fiume (41’ Alvarado), Silva M. (51’ Baruffaldi), Singh (52’Datola)
All. Cristian Prestera
Mogliano Rugby: Da Re; Pavan, Scagnolari (75’ Zanatta), Cerioni, Guarducci; Ormson, Crosato (73’ Zago); Tuilagi; Corazzi (Cap), Finotto; Delorenzi (78’ Fabi), Caila (48’ Baldino); Michelini (51’ Ceccato), Ferraro (73’ Cincotto), Buonfiglio (60’ Furia)
All. Salvatore Costanzo
Arb. Andrea Piardi (Brescia)
AA1 Matteo Liperini (Livorno); AA2 Elia Rizzo (Cremona)
Quarto Uomo: Alfonso Poggipollini (Bologna)
Cartellini: al 42’ giallo a Singh (HBS Colorno); al 65’ giallo a Cicchinelli (HBS Colorno)
Calciatori: Mantelli (HBS Colorno) 3/3; Van Tonder 0/1 (HBS Colorno); Ormson (Mogliano Rugby) 5/5
Note: giornata soleggiata 22° - campo in condizioni perfette – circa 400 spettatori.
Punti conquistati in classifica: HBS Colorno 0; Mogliano Rugby 5
Player of the Match: Luca Crosato (Mogliano Rugby)

 

 

Viadana, Stadio Luigi Zaffanella – Domenica 27 ottobre 2019
Peroni TOP12, II giornata
Im Exchange Viadana 1970 v Sitav Rugby Lyons 31-22 (28-15)
Marcatori: p.t. 9’ m. Finco tr. Ceballos (7-0), 13’ m. Capone tr. Guillomot (7-7), 21’ m. Via (7-12), 28’ m. Casado Sandri tr. Ceballos (14-12), 31’ m. Apperley tr. Ceballos (21-12), 35’ cp. Guillomot (21-15), 40’ m. Garziera tr. Ceballos (28-15); s.t. 66’ cp. Ceballos (31-15), 73’ m. Guillomot tr. Guillomot (31-22)

Im Exchange Viadana 1970: Apperley; Spinelli (70’ Forte), Finco, Pavan (56’ Ciofani), Souare; Ceballos, Bronzini (cap.) (58’ Gregorio), Casado Sandri, Ghigo (70’ Anello), Ferrarini, Bonfiglio, Devodier (66’ Blessano), Brandolini (70’ Novindi), Garziera, Denti Ant. (56’ Ribaldi)
All. Jimenez

Sitav Rugby Lyons: Via; Capone (78’ Boreri), Paz, Conti (58’ Subacchi), Bruno (cap.); Guillomot, Fontana (67’ Via A.); Parlatore, Bance, Petillo (58’ Pedrazzani); Cemicetti (46’ Grassotti), Masselli; Rapone (63’ Salerno), Cocchiaro, Cafaro (46’ Acosta).
All. Garcia
Arb. Manuel Bottino (Roma)
AA1: Emanuele Tomò (Roma), AA2: Filippo Bertelli (Brescia)
Quarto Uomo: Alessandro Strullato (Padova)
Cartellini: /
Calciatori: Ceballos (Im Exchange Viadana 1970) 5/5, Guillomot (Sitav Rugby Lyons) 3/4
Note: giornata soleggiata e calda, terreno in perfette condizioni. Presenti 1200 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Im Exchange Viadana 1970 5; Sitav Rugby Lyons 0
Man of the Match: Lautaro Casado Sandri (Im Exchange Viadana 1970)

 

 

Roma, “CPO Giulio Onesti” – Sabato 29 Ottobre 2019
PeroniTOP12 – II giornata
S.S. Lazio Rugby 1927 v Argos Petrarca Padova 19-40 (5-14)
Marcatori: p.t.  9’ m. Capraro tr Garbisi (0-7), 16’ m. Garbisi tr Garbisi (0-14), 36’ m. Ferrara (5-14) s.t. 43’ m. Coppo tr Garbisi (5-21) s.t.  49’ m. Ferrara tr Bonifazi (12-21), 60’ m. Coronel tr Bonifazi (19-21), 69’ m. Zini tr Garbisi (19-28), 73’ m. Zini tr Garbisi (19-35), 80’ m. Marchetto (19-40)
S.S Lazio Rugby 1927: Bonifazi; Vella, Coronel, McCann; Teresi (65’ De Gaspari); Cantarutti (50’ Cozzi), Albanese (70’ Cristofaro); Duca; Filippucci (cap), Angelone (72’ Marra); Cacciagrano (70’ De Angelis), Milan; Bolzoni (36’ Bolzoni), Ferrara, Quiroga (50’ Di Roberto)
all. Montella
Argos Petrarca Padova: Ragusi; Coppo, De Masi, Capraro; Beraldin (60’ Zini); Garbisi (74’ Cortellazzo), Chillon; Trotta (cap); Conforti, Manni (65’ Nostran); Galetto, Gerosa (62’ Saccardo); Swanepoel (71’ Franceschetto), Carnio (67’ Marchetto), Borean (51’ Scarsini)
All. Marcato
arb.: Liperini (Livorno)
AA1 Chrinoaga (Roma) , AA2 Cerolini (Roma)
Quarto Uomo: Culocchi (Roma)
Cartellini: Al 17’ cartellino giallo a Alberto Bonifazi (S.S. Lazio Rugby 1927), al 29’ giallo a Galetto (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Paolo Garbisi (Argos Petrarca) 5/5 , Alberto Bonifazi (S.S. Lazio Rugby 1927) 2/3
Note: giornata nuvolosa a  Roma. Spettatori presenti circa 800.
Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 0, Argos Petrarca Padova 5
Man of the Match: Paolo Garbisi (Argos Petrarca Rugby)

 

 

 
Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani -  sabato 26 ottobre 2019
Peroni TOP12, II GIORNATA
Toscana Aeroporti I Medicei v Kawasaki Robot Calvisano  23-27  (10-19)
Marcatori: p.t.  2’ cp Newton (3-0);  14’ m Luccardi tr Pescetto (3-7); 21’ m Vunisa (3-12); 26’ m Panceyra tr Pescetto (3-19); 38’ m Rodwell tr Newton (10-19); s.t. 44’ cp Pescetto (10-22); 48’ m Biffi tr Newton (17-22); 69’ cp Newton (20-22); 79’ drop Newton (23-22); 80’+4 m Trulla (23-27)
Toscana Aeroporti I Medicei: Tuculet; Cornelli, Menon, Rodwell, Biffi; Newton, Esteki (57’ Rorato); Greeff, Boccardo, Venco; Maran (cap.), Signore (49’ Chiappini); Marín Alarcón (49’ Battisti), Giovanchelli (49’ Schiavon), Zileri (49’ De Marchi).
A disposizione: Broglia, Panetti A., Bientinesi.
All. Presutti, Basson
Kawasaki Robot Calvisano: Chiesa (cap.); Balocchi (72’ Trulla), Panceyra, Mazza (59’ Mori), Van Zyl; Pescetto, Semenzato (60’ Consoli); Vunisa, Archetti, Casolari; Van Vuren, Zanetti (22’ Izekor); Leso (41’ Cittadini), Luccardi (59’ Morelli), Brugnara (59 Barducci)
A disposizione:  20 Koffi
All. Brunello
Arb. Emanuele Tomò (Roma)
AA1 Federico Boraso (Rovigo), AA2 Simone Boaretto (Rovigo)
Quarto Uomo: Massimo Celli (Arezzo)
Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 5/5; Pescetto (Kawasaki Robot Calvisano) 3/5; 
Note: pomeriggio soleggiato, circa 26°. Campo in ottime condizioni. Spettatori circa 900.
Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 1; Kawasaki Robot Calvisano 5;
Peroni Player of the Match: Samuela Vunisa (Kawasaki Robot Calvisano)

 

 

RISULTATI COMPLETI / Peroni TOP12 – II giornata
Toscana Aeroporti I Medicei v Kawasaki Robot Calvisano 23-27 (1-5) – giocata ieri
Lazio Rugby 1927 v Argos Petrarca Padova 19-40 (0-5) – giocata ieri
HBS Colorno v Mogliano Rugby 21-31 (0-5)
Femi-CZ Rovigo v Fiamme Oro 15-14 (4-1)
IM Exchange Viadana v Sitav Lyons 31-22 (5-0)
Lafert San Donà v Valorugby Emilia 20-19 (4-1)

CLASSIFICA/ : Argos Petrarca Padova, Kawasaki Robot Calvisano e Mogliano Rugby punti 10; Femi-CZ Rovigo 9; Fiamme Oro Rugby 6; Lafert San Donà e IM Exchange Viadana* 5; Toscana Aeroporti I Medicei e Valorugby Emilia* 1; Lazio Rugby 1927, Sitav Lyons e HBS Colorno 0.
*una partita in meno

 

 

SECONDA MAIN NEWS ( by www.federugby.it , Sabato 26 Ottobre 2019 ) I LEONI SUPERANO I KINGS 36 A 30 CONQUISTANDO ANCHE IL PUNTO DI BONUS

Marcatori: 5’ p. Catrakilis, 10’ meta Esposito tr. Keatley, 16’ p. Catrakilis, 30’ p. Keatley, 36’ p. Catrakilis, 40’ meta Keatley, 43’ meta Tavuyara tr. Keatley, 51’ meta Brex tr. Keatley, 61’ meta Ruzza tr. Rizzi, 66’ meta de Klerk tr. Masuku, 78’ meta Hollis tr. Masuku, 80’ meta Fortuin tr. Masuku.
Note: 15’ giallo ad Halafihi
Benetton Rugby:
15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Angelo Esposito, 10 Ian Keatley (52’ Antonio Rizzi), 9 Dewaldt Duvenage (52’ Tito Tebaldi), 8 Toa Halafihi (63’ Marco Zanon che esce per infortunio al 74’), 7 Marco Barbini (56’ Giovanni Pettinelli), 6 Sebastian Negri, 5 Eli Snyman (56’ Federico Ruzza), 4 Niccolò Cannone, 3 Tiziano Pasquali (63’ Michele Mancini Parri), 2 Tomas Baravalle (46’ Engjel Makelara), 1 Federico Zani (55’ Cherif Traore)
Head Coach: Kieran Crowley
Southern Kings:
15 Masixole Banda, 14 Christopher Hollis, 13 Sibusiso Sithole, 12 Tertius Kruger, 11 Josiah Twum-Boafo, 10 Demetri Catrakilis (53’ Siya Masuku), 9 Josh Allderman, 8 Ruaan Lerm, 7 Arthur De Wee, 6 Martinus Burger (56’ Jerry Sexton), 5 JC Astle (C) (42’ Thembelani Bholi), 4 Aston Fortuin, 3 Pieter Scholtz (56’ Rossouw de Klerk), 2 Jacques du Toit (42’ Alandre van Rooyen), 1 Juan Schoeman
Head coach: Rob Kempson

 

 

 

 

Cominciano bene i Southern Kings che costringono da subito i Leoni a qualche fallo di troppo. Ed è proprio con un calcio di punizione assegnato a loro favore che gli ospiti passano in vantaggio con Catrakilis.
Gli uomini di Crowley provano a riorganizzarsi per provare il contrattacco, quest’ultimo è affidato alla coppia sudafricana composta da Duvenage e Snyman. L’ovale giunge poi nelle mani Esposito che va in meta; Keatley trasforma.
Al 15’ l’indisciplina dei biancoverdi porta al cartellino giallo per Halafihi ed alla conseguente punizione che permette a Catrakilis di aggiungere tre punti.
Dopo un periodo di gara caratterizzato da un gioco presente soprattutto a ridosso della metà campo, al 30’ i Kings commettono fallo non rotolando e concedendo un piazzato ai Leoni: Keatley è preciso e porta il punteggio sul 10 a 6.
Sgarbi e compagni nel finale di primo tempo si catapultano ancora avanti, il direttore di gara assegna una punizione a loro favore; la scelta dei biancoverdi è quella di andare in touche. Purtroppo la rimessa laterale affidata al lancio di Baravalle non è precisa. Negli sviluppi della stessa azione però i Leoni sono abili a riconquistare il possesso, a costruire una grande azione spostando l’ovale da una parte all’altra del terreno di gioco ed andare in meta con Keatley. L’apertura irlandese, alla sua 200esima presenza in PRO14, trasforma.
Il primo tempo si chiude sul punteggio di 15 a 9.
Nella ripresa i Leoni entrano in campo consapevoli di poter fare di più, così dopo appena due minuti di gioco si ritrovano a 5m dalla linea di meta avversaria tranquilli del vantaggio in proprio favore. La palla giunta a Sperandio, purtroppo scivola in avanti dalle mani del giovane estremo.
Dalla mischia sui 5m in favore dei biancoverdi, Duvenage distribuisce su Keatley che, nonostante il placcaggio subito, riesce a servire Tavuyara. Quest’ultimo brucia la difesa dei Kings e si tuffa in meta; Keatley dalla piazzola porta il punteggio sul 22 a 9.
Al 51′ i Leoni trovano il punto di bonus con la meta siglata da Brex. Il centro italoargentino approfitta dell’errore di Hollis, commesso nel tentativo di raccogliere il calcio di Keatley. Il numero 10 biancoverde converte la marcatura.
Dieci minuti più tardi arriva anche la quinta meta, l’appena entrato Ruzza stoppa il calcio di Allderman e vola a marcare. Rizzi, anche lui appena entrato, trasforma da posizione defilata.
Nell’ultima parte di gara, i Leoni abbassano un po’ la guardia e dal 66’ all’ 81’ arrivano tre mete messe a segno dai sudafricani con de Klerk, Hollis e Fortuin; tutte trasformate da Masuku.
Allo Stadio Monigo la gara si chiude sul punteggio di 36 a 30 con i biancoverdi che conquistano anche il punto di bonus offensivo.

TERZA MAIN NEWS (di www.federugby.it, 26.10.2019/ Zebre straordinarie in difesa ma improduttive in attacco: il Leinster si aggiudica per 0 a 3 il match del Lanfranchi

Campionati / Sabato 26 Ottobre 2019 20:17

[Danilo Fischetti carica contro il Leinster - Amarcord Fotovideo]
Parma –26 ottobre 2019
Guinness PRO14 2019/20, Round 4
Zebre Rugby Club Vs Leinster Rugby 0-3 (p.t. 0-3)
Marcatori: 20’ cp Byrne R. (0-3)
Zebre Rugby Club: Biondelli (53’ Boni), Padovani, Bisegni (51’ Elliott), Lucchin, Bellini, Canna, Renton (62’ Violi), Sisi (51’ Giammarioli), Meyer, Licata, Biagi (Cap), Kearney (69’ Krumov), Zilocchi (62’ Tarus), Manfredi (66’ Fabiani), Fischetti (53’ Rimpelli); All. Bradley
Leinster Rugby: Keenan, Byrne A., O’Loughlin, Tomane (63’ O’Brien), Kelleher, Byrne R., Gibson-Park (63’ O’Sullivan), Deegan (51’ Doris), Penny, Murphy (62’ Baird), Fardy (Cap), Molony, Bent (48’ Abdaladze), Tracy (48’ Byrne B.), Dooley (48’ Milne); All. Leo Cullen
Arbitro: Craig Evans (Welsh Rugby Union)
Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Chris Williams (Welsh Rugby Union)
TMO: John Mason (Scottish Rugby Union)
Calciatori: Ross Byrne (Leinster Rugby) 1/1
Cartellini:
Man of the match: Marco Manfredi (Zebre Rugby Club)
Punti in classifica: Zebre Rugby Club 1, Leinster Rugby 4
Note: Cielo sereno. Temperatura 19°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2500.

 

 

 

 

Cronaca: Superato il turno di sosta, le Zebre hanno dato il via lunedì scorso al percorso di preparazione alla sfida contro gli Irlandesi del Leinster, reduci da tre vittorie piene in questo avvio di stagione in campionato celtico. La settimana di allenamenti della rosa multicolor si è aperta con due importanti novità: la prima è stata il rientro dalla Rugby World Cup degli Azzurri nel gruppo allargato agli ordini dell’head coach della franchigia federale; sei di loro hanno quindi trovato spazio nel XV di partenza scelto per l’incontro di oggi. La seconda buona notizia è stata il recupero dai rispettivi infortuni dei due trequarti della Nazionale Italiana Marcello Violi e Tommaso Boni. Entrambi gli atleti sono stati convocati per l’occasione in panchina.
E’ il piede di Ross Byrne ad aprire gli 80’ del match. Le Zebre ricevono il drop di inizio gara al 6’ si trovano già a difendere i propri 22, complice un fallo di punizione commesso in attacco. La difesa dei multicolor regge il lungo multifase offensivo e, dopo aver forzato un turnover in ruck, riccaccia indietro al piede i rivali. Il Leinster non fatica a riguadagnare terreno e al 8’ riprende a giocare da una touche in zona rossa. L’azione sciupa però sull’in-avanti commesso da Ross Byrne sul raccogli-e-vai della potenziale meta. Le Zebre si presentano nella metà campo offensiva per la prima volta al 16’. I multicolor provano ad esplorare gli spazi alla mano, ma gli Irlandesi fanno buona guardia e tornano padroni del possesso, schiacciando la formazione italiana nei suoi 10 metri. Ancora una volta però la tenuta difensiva del XV di Michael Bradley e forzerà un ulteriore tenuto alto in area di meta. C’era però il vantaggio e Ross Byrne allunga sul + 3 dalla piazzola quando siamo al 20’. Le Zebre provano a reagire immediatamente: Canna detta il ritmo lanciando prima la carica di Lucchin e pescando poi il clean break di Bellini, ma è nulla di fatto sull’in-avanti di Meyer lungo l’out di sinistra. Partita che sale di colpi e che vede entrambe le squadre darsi battaglia a cavallo della linea di metà campo con mischie e lanci in rimessa laterale alternati. Il primo tempo si chiuderà col parziale invariato, coronando l’ottima prova difensiva e la grande attitudine messa in campo dai padroni di casa.

 

Inizio ripresa con gli ospiti che alzano il ritmo e provano ad azzannare la gara. Le Zebre sono decise nel non regalare punti ai rivali e riprendono a giocare nella metà campo offensiva ispirate dalle invenzioni di Canna. Il Leinster si rifugia nell’indisciplina concedendo un lancio in touche a ridosso dei 22, tornando però nuovamente padrone di possesso e territorio. Copione della partita che rimane invariato nei primi 10’ del secondo tempo: il Leinster è costantemente nella meta campo offensiva, ma i padroni di casa negano ai rivali ogni tentativo di concretizzare punti. Un fallo al 56’ nei 22 degli Irlandesi regalerebbe a Canna 3 facili punti, ma il numero 10 in maglia multicolor sceglie di appoggiarsi in touche. Dopo un lunghissimo multifase, l’azione si spegne sull’in-avanti di Zilocchi e gli avversari d’Oltremanica liberano al piede da mischia chiusa. Girandola di cambi da entrambe le parti e trend della gara che non decolla: al 67’ le panchine sono svuotate e le Zebre si trovano ancora a caccia dei loro primi punti nel match. I loro tentativi sono però fruttuosi e l’inerzia della gara scivolerà pian piano verso un insolito 0 a 3 per gli Irlandesi.
Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby lunedì 28 ottobre aprendo la settimana di allenamenti in vista del 5° turno di Guinness PRO14, in programma venerdì 1 novembre al Kingsholm Stadium di Belfast contro l’Ulster Rugby.

 

EXTRATIME by SS/ In cover Menniti-Ippolito man of the match targato Femi Cz Rugby Rovigo, cecchino 5 su 5 nei ‘calci’ vs Fiamme Oro.
Il match disputato al Battaglini di Rovigo e di cui nella prima parte della fotogallery vi proponiamo le tre immagini ufficiali trasmesseci by Agnese Sartori , responsabile ufficio stampa della società rodigina.
Partendo dal rossoblu Antl e poi capitan Ferro in percussione offensiva vs Poliziotti, mentre il presidente Francesco Zambelli premia il ‘cecchino’ Mennini-Ippolito come man of the match.
A seguire una serie di immagini scattate dal sottoscritto durante la mia solita carrellata lungo la staccionata, giusto per filmare le principali azioni tra campo e dintorni.

 

 

Perciò partiamo dal significativo mazzo di fiori deposto , come sempre ogni anno alla prima partita casalinga della Rugby Rovigo Delta , da parte del capitano Matteo Ferro alla ‘stele’ del monumenti dell’indimenticabile Maci Battaglini di cui tra l’altro si è appena festeggiato il Centenario della nascita.
Con riferimento invece alle azioni sul campo soprassediamo dal recitarvi le relative didascalie sono eloquenti le immagini che mostrano sia la touche che la mischia e i risultati del tabellone oltre il Bersagliotto rossoblu , fino al relativo risultato finale di 15 a 14 che certifica la vittoria di misura dei Bersaglieri rodigini.
Questo in PRO 12 , mentre nel PRO 14 , onoriamo la vittoria dei biancoverdi Benetton Treviso ( vedi meta) in flash …king vs Kings, e l’impegno delle Zebre peraltro sconfitte 0-3 ( risultato comunque dignitoso) vs Leinster capolista del girone.
Tutto certificato alle relative Classifiche dei due girone, nei quali giocano le due franchigie italiane.

 

 

Infine , tornando al PRO 12 e a conferma di un campionato particolarmente equilibrato, specialmente ad inizio stagione, onoriamo comunque il risultato-vittoria del Calvisano sui Medicei (vedi foto che recita “5 punti sofferti” ) , oltre al fatto che il Mogliano è in vetta a punteggio pieno anche per effetto dio vittoria 31-21 vs Colorno.
E dulcis in fundo , ritorniamo al momento finale allo stadio Battaglini, con l’arbitro Mitrea che fischia un ‘tenuto’ ai Poliziotto contro i Bersaglieri della Rugby Rovigo Delta che così può festeggiare vittoria e …scampato pericolo.

Agnese Sartori & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it