Pro12: sarà finale scudetto tra Calvisano e Rugby Rovigo, winners Gara2 vs Valorugby e Petrarca/ Playout salva Lazio, retrocede Verona


12/05/2019

Va in finale come da pronostico il Calvisano che dopo aver vinto Gara1 nella semifinale Play Off, questo sabato ha stravinto anche Gara 2 vs Valorugby Emilia.
Ma va in finale anche la Rugby Rovigo Delta che aveva impattato al Plebiscito vs Petrarca e che in casa allo stadio Battaglini ha vinto  la…battaglia decisiva battendo 18-9 in una specie di singing in the rain cantata dai Bersaglieri rossoblu soprattutto dominano nella ripresa.

In un week end che ha dato altri responsi importanti per il Campionato Peroni PRO 12 , vale a dire la salvezza della Lazio che nei Play out ha battuto il Verona, decidendo così che entrambe le squadre arrivate da matricola sono entrambe retrocesse ( appunto Verona e Valsugana) .
Ma per raccontarvi in modo ufficiale tutto quanto è successo in questo week end , vi proponge in sequenza News aunto ufficialmente certificato by Federugby, mentre per quanto riguarda lasfida storica allo stadio Battaglini tra la Rugby Rovigo e il Petrarca Padva vi propongo in sequenza , tra aspettative e cronaca-commenti, tutti i comunicati trasmessici by Silvia Stievano – responsabile ufficio stampa della società rodigina – completa di fotogallery ufficiale.

Rimandandovi peraltro all’Extratime per gli ulteriori focus e commenti anche alla solita speciale fotogallery relative ai miei personalissimi flash che ho scattato ‘dalla staccionata’ e tra campo e dintorni, compresa festa post match tutta rossoblu in contraltare all’amarezza dei ‘Tuttineri’ padovani.

 

 

 

POST SEASON “PRO 12” / PRIMA MAIN NEWS ( by www.federugby.it, sabato 11.05.2019) / PERONI TOP12, LA LAZIO BATTE 16-14 IL VERONA NELLO SPAREGGIO SALVEZZA

Padova – In un finale al cardiopalma la Lazio batte 16-14 il Verona allo Stadio Plebiscito di Padova aggiudicandosi lo spareggio salvezza e conquistando contestualmente la permanenza nel Peroni TOP12 2019/20 completando la rimonta che li ha visti protagonisti nelle ultime giornate della regular season. Il Verona retrocede in Serie A ad un anno di distanza dalla promozione nel massimo campionato rugbistico italiano.
Gara equilibrata sin dalle prime battute di gioco con due calci piazzati – uno di Mortali e l’altro di Bonifazi – che non spostano l’equilibrio dal risultato. Al 23’ Guardiano trova il varco giusto portando in vantaggio la Lazio sul 10-3. Nella ripresa il Verona spinge sull’acceleratore e con la meta di Pavan al 45’ accorcia le distanze. Bonifazi su calcio piazzato al 50’ riporta a +5 i biancocelesti, ma due calci piazzati di Mortali capovolgono il risultato a 6 minuti dal termine. Il XV di Montella attacca a testa bassa e nelle ultime battute del match trova un calcio piazzato che viene realizzato da Bonifazi e che vale la permanenza nel Peroni TOP12.

 

 

 

Padova, “Stadio Plebiscito” – Sabato 11 maggio 2019
Playout Peroni TOP 12
S.S. Lazio Rugby 1927 v Verona Rugby 16-14 (10-3)
Marcatori: p.t.  2’ cp Mortali (0-3), 8’ cp Bonifazi (3-3), 23’ m. Guardiano tr Bonifazi (10-3) s.t. 45’ m. Pavan (10-8), 50’ cp Bonifazi (13-8), 63’ cp Mortali  (13-11), 74’ cp Mortali (13-14), 78’ cp Bonifazi (16-14)
S.S Lazio Rugby 1927: Bonifazi; Guardiano,  Coronel, Lo Sasso; Di Giulio (40’ Teresi); Ceballos, Bonavolontà D.; Duca; Filippucci (cap), Pagotto (60’ Ercolani); Malan, Giancarlini; Chalonec (65’ Bolzoni), Baruffaldi, Cafaro (45’ Amendola)
all. Montella
Verona Rugby: Mortali; Buondonno, Pavan, Quintieri; Cruciani, Mckinney; Soffiato (58’ Navarra) ; Zanini (37’ Signore- 63’ Signore);  Rossi, Riccioli; Bernini (65’ Spinelli), Salvetti; Cittadini (65’ Furia), Silvestri (75’ Delfino), D’Agostino
All. Doorey
arb.: Mitrea (Udine)
Cartellini: Al 36’ giallo a Duca (S.S. Lazio Rugby 1927)
Calciatori: Mortali (Verona Rugby) 3/4, Bonifazi (S.S. Lazio Rugby 1927) 4/4
Note: giornata nuvolosa a Padova. Presenti circa 2000 spettatori
Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 4, Verona Rugby 1
Man of the Match: Gianmarco Duca (S.S. Lazio Rugby 1927)

 

 

 

POST SEASON “PRO 12” / SECONDA MAIN NEWS ( by www.federugby.it, 11.05.2019) /
PERONI TOP12, IL CALVISANO BATTE 41-3 IL VALORUGBY NELLA SEMIFINALE DI RITORNO E VOLA IN FINALE

Campionati
Sabato 11 Maggio 2019 17:21
Calvisano – E’ il Kawasaki Robot Calvisano la prima finalista dell’edizione 2018/19 del Peroni TOP12. Il XV guidato da Brunello ha battuto con un netto 41-3 il Valorugby Emilia bissando il successo nella gara di andata e continuando la corsa verso lo Scudetto numero 89 del massimo campionato italiano rugbistico per club conquistando contestualmente la possibilità di giocare la finale tra le mura amiche – frutto del primo posto durante la regular season – il prossimo 18 maggio.

Avvio arrembante dei padroni di casa che costringono gli emiliani a una costante indisciplina che porta al cartellino giallo di Festuccia dopo cinque minuti di gioco. Nonostante l’inferiorità numerica – a causa anche dell’imprecisione in fase offensiva nelle prime battute di gioco da parte del Calvisano – il XV di Manghi si difende bene e sfiora il vantaggio con un calcio piazzato di Farolini dai 25 metri che termina di poco al lato dei pali.

 

 

 

Partita ostica e molto dura che offre tanti placcaggi e pochi spazi per entrambe le squadre che non riescono a superare le rispettive difese. L’equilibrio viene rotto a due minuti dal termine della prima frazione di gioco con Paolo Pescetto che realizza un calcio piazzato – da circa 20 metri in posizione centrale – che vale il 3-0 all’intervallo.

Pochi istanti dopo l’inizio della ripresa il Valorugby agguanta il pareggio con un calcio piazzato di capitan Farolini che sposta sul 3-3 il parziale riportando il match in equilibrio. Servono 47 minuti per vedere la prima meta del match che porta la firma di Pierre Bruno: l’ala del Calvisano si mette in proprio ed elude l’intervento di due avversari prima di andare in meta – trasformata poi da Pescetto – che vale il momentaneo 10-3. Passano soli due minuti e i padroni di casa mettono una seria ipoteca sul risultato finale ancora con il numero 14 giallonero che sfrutta una incursione di Chiesa prima di andare in meta sulla bandierina. La trasformazione di Pescetto vale il 17-3. Al 53’ il numero 10 del Calvisano aumenta il divario tra le due squadre realizzando un calcio piazzato da posizione defilata per il momentaneo 20-3. Il Valorugby non riesce a rialzare la testa e il XV di Brunello ne approfitta per andare nuovamente in meta con Vunisa, abile a finalizzare una mischia a cinque metri dalla linea di fondo campo.

 

 

 

I padroni di casa giocano sul velluto e trovano la meta del bonus offensivo con capitan Chiesa che si invola in solitaria sul lato destro d’attacco e con la trasformazione di Bordoli – entrato al posto di Pescetto – sposta il parziale sul 34-3. Sempre dalle mani del capitano giallonero arriva l’azione che porta alla quinta meta del match realizzata da Panceyra-Garrido che concretizza un vero e proprio regalo fornitogli dal suo compagno di squadra inchiodando il risultato sul 41-3.
Domani alle 16.30 in diretta su raisport.rai.it – e in differita su Rai Sport a partire dalle 22.20 – andrà in scena dallo Stadio Battaglini di Rovigo la seconda semifinale di ritorno tra i padroni di casa del FEMI-CZ e i campioni d’Italia in carica dell’Argos Petrarca Rugby, match che ripartirà dal 10-10 della gara di andata.

 

 

 

Semifinali Peroni TOP12
Kawaski Robot Calvisano v Valorugby Emilia 41-3 (5-0); andata 25-17 (4-0)
Argos Petrarca Rugby v FEMI-CZ Rovigo 10-10 (andata); ritorno domani ore 16.30 a Rovigo
Finale Peroni TOP12, Calvisano 18 maggio 2019
Kawasaki Robot Calvisano v vincente doppio confronto tra FEMI-CZ Rovigo e Argos Petrarca Rugby
 
Calvisano, Pata Stadium – sabato 11 maggio 2019
Peroni TOP12, Semifinali play-off ritorno
Kawasaki Robot Calvisano v Valorugby Emilia 41-3 (3-0)
Marcatori: p.t. 38’ c.p. Pescetto (3-0); s.t. 42’ c.p. Farolini (3-3); 47’ m. Bruno tr. Pescetto (10-3); 49’ m. Bruno tr. Pescetto (17-3); 53’ c.p. Pescetto (20-3); 69’ m. Vunisa tr. Bordoli (27-3); 71’ m. Chiesa tr. Bordoli (34-3); 77’ m. Panceyra-Garrido tr. Bordoli (41-3)

 

 

 

Kawasaki Robot Calvisano: Chiesa (cap); Bruno, Panceyra-Garrido, Lucchin (57’ Balocchi), De Santis; Pescetto (64’ Bordoli), Casilio (64’ Semenzato); Vunisa, Zdrilich, Casolari (57’ Martani); Andreotti, Cavalieri (50’ Van Vuren); Leso (64’ Biancotti), Manfredi (64’ Morelli), Fischetti(20’-29’ Morelli) (64’Brarda)
All. Brunello
Valorugby Emilia: Farolini (cap); Costella (7’-15’ Manghi) (48’ Fusco), Paletta, Vaega, Ngaluafe; Rodriguez, Panunzi; Amenta (56’ Rimpelli), Favaro, Mordacci; Balsemin (52’ Du Preez), Dell’Acqua (66’ Messori); Du Plessis (66’ Bordonaro), Festuccia (50’ Manghi), Muccignat (48’ Quaranta).
A disposizione non entrati:  Caminati
All. Manghi
Arb. Vincenzo Schipani (Benevento)
AA1 Luca Trentin (Milano), AA2 Stefano Bolzonella (Cuneo)
Quarto Uomo: Riccardo Salafia (Milano)
Quinto Uomo: Andrea Pretoriani (Milano)
TMO: Stefano Pennè (Lodi)
Cartellini: al 5’ giallo a Festuccia (Valorugby Emilia)
Calciatori: Farolini (Valorugby Emilia) 1/2; Pescetto (Kawasaki Robot Calvisano) 4/5; Bordoli (Kawasaki Robot Calvisano) 2/2
Note: Pomeriggio nuvoloso, campo in buone condizioni. Presenti circa 1600 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Kawasaki Robot Calvisano 5; Valorugby Emilia 0
Peroni TOP12 Man of the Match: Samuela Vunisa (Kawasaki Robot Calvisano)

 

 

 

POST SEASON “PRO 12” / TERZA MAIN NEWS ( by www.federugby.it, 12.05.2019) / PERONI TOP12, ROVIGO BATTE 18-9 I CAMPIONI D'ITALIA IN CARICA DEL PETRARCA E VA IN FINALE

Rovigo – Va al FEMI-CZ Rovigo il sesto Derby d’Italia stagionale. Allo Stadio Battaglini i rossoblu battono 18-9 i campioni d’Italia in carica del Petrarca nella semifinale di ritorno del Peroni TOP12 conquistando il pass per la finale di Campionato contro il Calvisano.

 

 

 

Sotto la pioggia battente e il freddo inusuale per il periodo, partono a spron battuto i campioni d’Italia in carica che alla prima occasione utile trovano il vantaggio con Menniti-Ippolito che, dopo una touche sul lato mancino d’attacco, centra i pali con un drop al 2’ sfruttando l’assist di Francescato. Partita molto dura dal punto di vista fisico con ben tre sostituzioni nei primi sette minuti di gioco. Fatica a trovare il bandolo della matassa Rovigo che nei primi 20 minuti soffre molto le iniziative del Petrarca che al 21’ con Menniti-Ippolito prova un altro drop che termina la sua corsa alla base dei pali.

 

 

 

Al 23’ arriva la prima azione pericolosa del XV di Casellato con un’iniziativa solitaria di Majstorovic che rompe due placcaggi prima di cedere l’ovale a Ferro che commette in avanti. I rossoblu iniziano ad acquisire fiducia e, spinti dal pubblico del Battaglini, al 29’ con un’azione avvolgente ribaltano il passivo con una meta di Barion sul lato mancino d’attacco con Mantelli che trasforma per il momentaneo 7-3. La squadra di Marcato si rituffa in avanti e al 35’ accorcia le distanze con un calcio piazzato di Menniti-Ippolito che porta ad una lunghezza di distanza la sua squadra. Dai piedi del numero 10 petrarchino arriva il nuovo vantaggio per gli ospiti con un calcio piazzato che vale il 7-9 all’intervallo.

 

 

 

 
La pioggia battente complica le carte in tavola ad entrambe le squadre che non riescono a trovare varchi utili nei primi dieci minuti di gioco della ripresa e che cambiano tutta la prima linea per avere forze fresche in campo. L’equilibrio nel risultato si protrae fino alla seconda metà del secondo tempo quando i padroni di casa attaccano a testa bassa e con Majstorovic trovano la seconda meta del match per i rodigini: il numero 13 rossoblu esce con l’ovale tra le mani da una mischia a ridosso della linea di fondo campo e trova punti fondamentali per l’accesso alla finale. Mantelli sbaglia la trasformazione e il risultato resta sul 12-9.

 

 

 

Il Petrarca accusa il colpo e al 74’ resta in inferiorità numerica a causa del giallo rimediato da Conforti che concede a Rovigo un calcio piazzato che viene trasformato da Mantelli e che vale il parziale di 15-9. Nel finale il lavoro della mischia dei padroni di casa porta un altro calcio piazzato in favore del XV di Casellato che viene trasformato da Mantelli al minuto 80 e vale il 18-9 finale.
Finale in calendario sabato 18 maggio al Pata Stadium di Calvisano (squadra tra le due finaliste che ha conquistato il miglior piazzamento nella regular season) alle 17.45 con diretta su Rai Sport.

 

 

 

 
Semifinali Peroni TOP12
Kawaski Robot Calvisano v Valorugby Emilia 41-3 (5-0); andata 25-17 (4-0)
Argos Petrarca Rugby v FEMI-CZ Rovigo 9-18 (0-4); andata 10-10 (2-2)
 
Finale Peroni TOP12, Calvisano 18 maggio 2019
Kawasaki Robot Calvisano v FEMI-CZ Rovigo
 
Rovigo, Stadio Battaglini – domenica 12 maggio 2018
Peroni TOP12 – Semifinale Ritorno

 

 

 

FEMI-CZ Rovigo v Argos Petrarca Rugby 18-9 (7-9)
Marcatori: p.t. 2’ drop Menniti-Ippolito (0-3); 29’ m. Barion tr. Mantelli (7-3); 35’ c.p. Menniti-Ippolito (7-6); 40’ c.p. Menniti-Ippolito (7-9); s.t. 66’ m. Majstorovic (12-9); 75’ c.p. Mantelli (15-9); 79’ c.p. Mantelli (18-9)
FEMI-CZ Rovigo: Odiete (5’-13’ Angelini); Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi (73’ Angelini); Mantelli, Chillon; Halvorsen, Lubian (73’ Venco), Vian (41’ Canali); Cicchinelli, Ferro (cap.); Pavesi (41’ D’Amico), Cadorini (41’ Momberg), Rossi (41’ Brugnara)
A disposizione non entrati: Nibert, Piva
All. Casellato

 

 

 

Argos Petrarca Rugby:  Riera; Ragusi (7’-13’ Fadalti), De Masi, Bettin (38’ Fadalti), Leaupepe; Menniti Ippolito, Francescato; Trotta, Manni (52’ Michieletto), Conforti (7’-9’ Michieletto); Saccardo (cap.) (52’ Galetto), Cannone (60’ Grigolon); Scarsini (50’ Mancini Parri), Santamaria (50’ Borean), Acosta (50’ Cugini)
A disposizione non entrati: Zini,
All. Marcato
Arb. Matteo Liperini (Livorno)
AA1 Emanuele Tomò (Roma), AA2 Federico Vedovelli (Sondrio)
Quarto Uomo: Matteo Giacomini Zaniol (Treviso)
Quinto Uomo: Ferdinando Cusano (Vicenza)
TMO: Stefano Roscini (Milano)
Cartellini: al 74’ giallo a Conforti (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 3/4; Menniti-Ippolito (Argos Petrarca Rugby) 2/2
Note: Giornata fredda e piovosa, campo in buone condizioni.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 4; Argos Petrarca Rugby 0
Peroni TOP12 Man of the Match: Halvorsen (FEMI-CZ Rovigo)

 

 

 

POST SEASON “PRO 12” / QUARTA MAIN NEWS – PRIMA APPENDICE FLASH MAIN STORY / ( di Silvia Stievano, Comunicato stampa n. 131 del 07.05.2019 ) / FEMI-CZ RRD: AGGIORNAMENTO STATISTICHE DOPO LA SEMIFINALE DI ANDATA DEL PERONI TOP12
Domenica scorsa al “Plebiscito” la sfida tra Argos Petrarca Rugby e FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, valida per la Semifinale di andata del Peroni TOP12, è finita in parità 10-10. Entrambe le squadre, sotto una pioggia incessante e su un campo estremamente pesante, hanno realizzato una meta trasformata ed un calcio piazzato.

 

 

 

I rossoblù hanno avuto la meglio sugli avversari nelle mischie a propria introduzione, vincendone 11 e perdendone una, mentre i padroni di casa sono stati più concreti in rimessa laterale con 6 touche vinte ed una sola persa a fronte delle 2 vinte, delle 5 vinte ma “sporcate” e delle 4 perse dai Bersaglieri. A livello di disciplina i rossoblù sono stati più accorti nel primo tempo: 4 le penalità fischiate ai rodigini a fronte delle 9 rimediate dai tuttineri; nella seconda frazione di gioco invece le due squadre hanno commesso 6 penalità a testa.

 

 

 

A livello difensivo i Bersaglieri hanno messo in atto ben 90 placcaggi effettivi e anche in questa occasione è stato Lubian ad averne eseguito il maggior numero, 16, seguito da Brugnara e Antl con 10 e da Momberg con 8. In attacco capitan Ferro ha effettuato 10 avanzamenti positivi, seguito da Cicchinelli con 8 e da Halvorsen con 7. Infine, nella pulizia sui punti d’incontro Cicchinelli ha effettuato 18 interventi positivi, Lubian 16 e Momberg 15.

 

 

 

Il prossimo appuntamento della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta è il Derby della Semifinale di ritorno del Peroni TOP12, in programma domenica 12 maggio alle ore 16:30 al “Battaglini”.
In vista della partita alla Segreteria della Rugby Rovigo Delta (in viale della Costituzione, sotto la tribuna Est “Quaglio”) sono già disponibili i biglietti in prevendita.

 

 

 

La Segreteria è aperta la mattina dalle 10 alle 12 e il pomeriggio dalle 16 alle 19. La prevendita terminerà sabato mattina alle ore 12. Domenica i botteghini dello Stadio apriranno alle ore 15.
Per una questione di sicurezza ed ordine pubblico, i minori di 18 anni per entrare allo Stadio dovranno esibire un documento d’identità.

 

 

 

Si ricorda che la Segreteria è sprovvista di POS, perciò si accettano pagamenti solo in contanti.
Questi i prezzi dei biglietti:
VIP 40€ (comprende accesso alla Lounge Hospitality e parcheggio riservato)
INTERO UNICO 20€ ; RIDOTTO RAGAZZI/E 16-17 ANNI 5€  ; UNDER 16 ANNI Gratis con ritiro obbligatorio di apposito ticket

 

 

 

POST SEASON “PRO 12” / QUARTA MAIN NEWS – SECONDA APPENDICE FLASH MAIN STORY / ( di Silvia Stievano, Comunicato stampa n. 134 del 11.05.2019 ) / FEMI-CZ RRD: LA FORMAZIONE DEI BERSAGLIERI PER LA SEMIFINALE DI RITORNO CON IL PETRARCA
Domani, domenica 12 maggio, lo Stadio “Mario Battaglini” ospita il 166° Derby d’Italia tra la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta e l’Argos Petrarca Rugby, valido per la Semifinale di ritorno del Campionato italiano Peroni TOP12.

 

 

 

Il fischio d’inizio della partita, fissato alle 16:30, sarà affidato al livornese Matteo Liperini, coadiuvato dai giudici di linea Emanuele Tomò (Roma) e Federico Vedovelli (Sondrio). Quarto e quinto uomo saranno rispettivamente Matteo Giacomini Zaniol (Treviso) e Ferdinando Cusano (Vicenza), il TMO Stefano Roscini (Milano).
Il Derby sarà trasmesso in diretta su raisport.rai.it e in differita su Rai Sport alle 22:45.

 

 

 

Umberto Casellato, allenatore dei Bersaglieri, alla vigilia del match afferma: “Dire che questa sfida è come una Finale è scontato, ormai siamo a quota sei partite contro il Petrarca in questa Stagione e tutte, salvo la prima, sono state estremamente equilibrate. Ci aspettiamo quindi una sfida sulla falsariga delle precedenti dove ogni particolare sarà importante. Siamo sereni e molto contenti di poter giocare questo Derby nel nostro Stadio; abbiamo fatto tutto il possibile per prepararci al meglio e non vediamo l'ora di scendere in campo”.

Questo il XV rossoblù che domani scenderà in campo: Odiete; Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi; Mantelli, Chillon; Halvorsen, Lubian, Vian; Cicchinelli, Ferro (cap.); Pavesi, Cadorini, Rossi. A disposizione: Momberg, Brugnara, D’Amico, Canali, Nibert, Piva, Angelini, Venco.

 

 

 

POST SEASON “PRO 12” / QUINTA MAIN NEWS – TERZA APPENDICE FLASH MAIN STORY / ( di Silvia Stievano, Comunicato stampa n. 135 del 12.05.2019 ) / FEMI-CZ RRD: ROVIGO IN FINALE, PETRARCA BATTUTO 18-9
La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince il 166° Derby d’Italia allo Stadio “Mario Battaglini” superando 18-9 i Campioni in carica dell’Argos Petrarca Padova nella Semifinale di ritorno del Campionato Peroni TOP12. I rossoblù giocheranno per il Titolo sabato 18 maggio al “Pata Stadium” di Calvisano alle 17:45.

 

 

 

Parte subito forte il Petrarca che dopo aver ottenuto una touche sui 22 del Rovigo, apre il gioco e tenta un drop con Menniti-Ippolito che centra i pali, 0-3. Nei momenti successivi i Bersaglieri si fanno valere con una mischia nettamente dominante, il Petrarca oppone una solida difesa e il gioco si dimostra estremamente fisico da entrambe le parti. La buona difesa dei tuttineri impedisce ai rossoblù di entrare nei loro 22, quindi i tentativi in attacco dei Bersaglieri non vanno oltre i 10 metri avversari. Anche il Petrarca prova a superare i 22 dei rossoblù, ma non ci riesce per la buona difesa da parte dei Bersaglieri .

 

 

 

Al 23’ Majstorovic con un bel break riesce a sfondare la difesa dei tuttineri entrando così nei 22 avversari, l’azione però non viene concretizzata per un in avanti di Ferro. Rovigo non demorde e dopo una serie di pick and go nei pressi dei 5 metri dei tuttineri, con Cioffi apre il gioco per Barion che si tuffa dritto in meta, Mantelli centra i pali per la trasformazione, 7-3. Al 35’ il Petrarca ottiene un calcio a favore e sceglie di andare per i pali con Menniti-Ippolito, 7-6. Ancora al 40’ i tuttineri ottengono un altro calcio a favore e optano per i pali. Menniti-Ippolito chiude il primo tempo sul 7-9.

 

 

 

Nella ripresa il Petrarca fin dai primi istanti mette molta pressione ai rossoblù che non riescono a controllare il gioco nonostante il possesso territoriale. I Bersaglieri continuano comunque imperterriti a provare incursioni nella metà campo avversaria ma il campo pesante e l’ovale scivoloso non aiutano.

 

 

 

I rossoblù non demordono e dopo varie mischie sui 5 metri dei tuttineri riescono poi a sfondare la difesa avversaria ed a volare in meta con Majstorovic. Mantelli non centra i pali, 12-9. Nei minuti successivi i rossoblù continuano a tenere salde le redini del gioco, impedendo al Petrarca di superare la metà campo.

 

 

 

Al 74’ Conforti commette un placcaggio pericoloso su Halvorsen e viene punito con un cartellino a giallo; il calcio a favore per i rossoblù viene messo tra i pali da Mantelli per l’allungo 15-9. Al 79’ ancora Rovigo ottiene un calcio a favore grazie alla buona prova del pack e va per i pali, centrandoli con Mantelli per il 18-9 su cui si chiude il match.

 

 

 

L’allenatore rossoblù Umberto Casellato al termine del Derby ha commentato: “Faccio i complimenti ai ragazzi, veri protagonisti di questa impresa. Adesso ci aspetta un’altra partita durissima e abbiamo poco tempo per prepararla, però la sfida di oggi ci ha dato tanta grinta, dobbiamo preservare le energie fisiche e mentali per la partita di sabato contro Calvisano. Rovigo ha un grande cuore e oggi lo abbiamo dimostrato. La Finale sarà una partita difficile, abbiamo tolto lo scudetto al Petrarca e non è stato facile ma sappiamo quando valiamo e dobbiamo continuare a fare il nostro gioco. Ringrazio tantissimo i tifosi che hanno aiutato molto i ragazzi oggi, sono stati eccezionali”.

 

 

 

 

EXTRATIME by SS/ In cover il Pass Stampa per Sottovia Sergio – Polesine Sport, e in apertura di fotogallery tutti gli ‘Old’ Bersaglieri della Rugby Rovigo winner lo storico  scudetto rossoblu nel 1979.

 

 

 

 

Quindi in fotogallery la festa by Lazio per la salvezza appena conquistata , poi la certificazione by home page del Calvisano che ha ‘conquistato la prima finale Top 12’ del campionato italiano, grazie a tutti i componenti della sua rosa che vi proponiamo in 3 sequenza da 12 giocatori , prima della foto pubblicato direttamente sul sito della Federugby con una mischia vs Valorugby Emilia.

 

 

 

 

 

A questo punto eccovi tutte le immagini ufficiali trasmesseci by S.S in gonnella e che mostrano alcune azioni rossoblu con protagonisti in sequenza i noti Barion in meta,  Chillon all’apertura, Cioffi in sprint, Halvorsen in percussione e poi premiato man of the match dal pres. Zambelli che ritroviamo insieme a Joe Van Niekerk che riceve una maglia speciale. L’ultimo trio ufficiale immagini rossoblu mostrano in sequenza Majstorovic con l’ovale, una classica battaglia in mischia, infine Odiete ‘anguilla’ tra due petrarchini.

 

 

 

 

Da questo momento in poi vi proponiamo tutta la serie di personalissimi flash che il sottoscritto ha scattato tra campo e dintorni e che a questo punto non hanno più bisogno di specifiche didascalie.

 

 

 

Per parte nostra ripartiamo dall’inizio del match con i saluti dei Tuttineri e dei Bersaglieri con striscione ‘Grazie Joe’ , poi oltre alle due mete di Barion e Majstorovic vi proponiamo anche alcuni risultati Tabellone, un flash alla tribuna con Alfredo Gavazzi a fianco del presidente Zambelli, fino ai festeggiamenti finali ovviamente da parte dei giocatori rossoblu, poi festeggiati anche dai tifosi, vedi trio Romeo, Properzi, dr Greggio, vedi Majstorivic festeggiati da due piccoli, fan , vedi Edo Lubian & Matteo Ferro, vedi Cioffi con Moreno Biscuolo supertifoso.

 

 

 

 

A conclusione del nostro viaggio in fotogallery riecco Halvorsen premiato by Francesco Zambelli assistito dalla figlia Carolina, quindi due emblematici flash ‘nel fango ‘  by Raisport con protagonisti DAmico & Momberg’ e poi a match finiti e in festa Majstorovic & Friends con relativo punteggio finale certificato.

Silvia Stievano & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it